Sui ribassisti / catastrofisti e la situazione attuale

 

  By: Roberto964 on Martedì 09 Settembre 2014 18:43

caro Lutrom, ti quoto alla grande!

 

  By: Roberto964 on Martedì 09 Settembre 2014 18:43

 

  By: lutrom on Domenica 07 Settembre 2014 00:17

[...] Se la Merkel si metterà ancora un volta di traverso, sarà la fine L'Euro verrà spazzato via ---------------------------------- Speriamo allora che la Merkel si metta di traverso, eh eh eh...

 

  By: 1080p on Giovedì 04 Settembre 2014 19:09

Alea iacta est Draghi lancia dunque un piano di acquisto di ABS (essenzialmente di Banche e società quotate) che inizierà ad ottobre Il fatto che per la prima volta la BCE si metta nell'attivo del proprio bilancio delle passività delle banche e grosse aziende, tramite la cartolarizzazione è un fatto di enorme portata. In pratica le banche ora possono prestare senza grossi problemi, cartolarizzando il tutto attraverso le obbligazioni poichè hanno come garante (acquirente) la Banca centrale europea Questa possibilità finora è rimasta sempre sulla carta, ora diventa realtà Direi che al momento è un operazione molto più utile, di un quantitative easing, che se sarà necessario avverrà in un secondo tempo In buona sostanza seppur con colpevole ritardo, la BCE prende atto della spirale deflazionistica in cui l'Europa versa e finalmente si da una mossa Ora aspetteremo i dettagli nei prossimi giorni, ma è una manovra deflagrante per un istituto così rigido come la BCE Ora spetta ai politici, rimediare alle assurde politiche fiscali, altrimenti non avremo speranze Il Fiscal Compact è completamente folle e dovrà essere cancellato qui da noi Inoltre dovranno essere rivisti i parametri di sforamento del deficit pubblico Se la Merkel si metterà ancora un volta di traverso, sarà la fine L'Euro verrà spazzato via

 

  By: Moderatore on Mercoledì 03 Settembre 2014 23:23

il mercato per ora ragiona come Fugnoli, che arriverà il famoso "Quantitative Easing" entro fine anno e quindi bisogna comprare ora. #i# Fugnoli ---- È noto che l’Eurozona è in una situazione molto delicata. Il debito sale, la produzione ristagna, la deflazione si avvicina e non si vede all’orizzonte una via d’uscita strutturale.Eppure, esattamente come nei casi in giro per il mondo che abbiamo ricordato sopra, può essere sufficiente la speranza di un Quantitative easing a fine anno o all’inizio del 2015 per fare crescere le borse europee, nei prossimi mesi, più di quella americana, come del resto avviene già da tre settimane.Il grosso dubbio, naturalmente, riguarda l’atteggiamento della Germania nei confronti del Qe. La nostra impressione è che il governo tedesco l’abbia già accettato, se non altro come seria ipotesi di lavoro. Per qualche settimana lo farà pendere dall’alto, come fa sempre in questi casi. Prenderà tempo, chiederà che prima si verifichino gli effetti del Tltro e degli acquisti di Abs, sosterrà che sarà l’ennesimo regalo alle cicale mediterranee, farà la vittima, dirà di no fino all’ultimo e poi dirà di sì.La sceneggiata servirà a negoziare contropartite sulle riforme con Francia e Italia e a confermare l’immagine di custode severo dell’ortodossia monetaria. Il lieto fine (non ancora una certezza, ma ci scommettiamo) sarà dovuto al fatto che la crisi ha cominciato a lambire la Germania stessa e alla considerazione che l’intera costruzione politica dell’Eurozona è oggi perfino più a rischio che nel 2011.La clamorosa professione di fede nella linea tedesca da parte di Hollande in questi giorni, benché attuata in condizioni di estrema debolezza, non può essere stata completamente gratuita (nulla è mai gratis in politica). La contropartita, verosimilmente, è stata e sarà (oltre all’accettazione del deficit francese da parte di Bruxelles e Berlino) l’euro debole. E l’euro debole passa prima o poi per il Qe.Sembra di rivivere l’esperienza giapponese. Il profilarsi del Qe indebolisce lo yen e fa partire la borsa di Tokyo che, a Qe iniziato, va addirittura in overshooting. Segue un periodo di consolidamento e poi di nuovo un rialzo. Non sappiamo come finirà in Giappone. I consensi per Abe sono in discesa e l’esito del suo piano è tutto da verificare. L’Europa (Ucraina permettendo) è però solo all’inizio di questo percorso. #/i#

 

  By: gianlini on Giovedì 31 Luglio 2014 12:40

anti, sul SP ho target ambizioni 1740, sul NQ mi accontento di 3650 chissà se riuscirò a tenere fino a quei livelli!

 

  By: antitrader on Giovedì 31 Luglio 2014 12:19

Evvai Gian, magari stavolta fai il colpaccio. Oltretutto te lo meriti.

 

  By: gianlini on Giovedì 31 Luglio 2014 11:33

la tenuta incredibile degli indici americani ha una sola spiegazione: ################################################################################ ########### POSIZIONI APERTE IN FUTURE ################################## ################################################################################ DATA ACQ. VEN. DESCR.TITOLO MERCATO PREZZO DIVISA DEB/CRED ------------------------ Dossier: 00712hhhh ----------------------- 29/07/2014 0 1 NAS EMIN SEP4 CME 3972.75 USD 85 28/07/2014 0 1 NAS EMIN SEP4 CME 3956.25 USD -245 21/07/2014 0 1 NAS EMIN SEP4 CME 3750 USD -4370 24/07/2014 0 1 NAS EMIN SEP4 CME 3984.75 USD 325 24/07/2014 0 1 NAS EMIN SEP4 CME 3969.25 USD 15 30/07/2014 0 1 NAS EMIN SEP4 CME 3977.5 USD 180 18/07/2014 0 1 NAS EMIN SEP4 CME 3889.25 USD -1585 TOTALE 0 7 PREZZO DI CHIUSURA: 3968.5 25/06/2014 0 1 EMINI S&P SEP4 CME 1944.25 USD -1042.5 25/06/2014 0 1 EMINI S&P SEP4 CME 1945.25 USD -992.5 26/06/2014 0 1 EMINI S&P SEP4 CME 1941.75 USD -1167.5 09/07/2014 0 1 EMINI S&P SEP4 CME 1962 USD -155 09/07/2014 0 1 EMINI S&P SEP4 CME 1960.25 USD -242.5 07/07/2014 0 1 EMINI S&P SEP4 CME 1975 USD 495 02/07/2014 0 1 EMINI S&P SEP4 CME 1967 USD 95 TOTALE 0 7 PREZZO DI CHIUSURA: 1965.1

 

  By: frank73 on Giovedì 31 Luglio 2014 10:43

Si troppe cose in pentola per un laterale, qui fino dicembre si ballerà . Quello che non mi ha sorpreso e che dopo il pil sono venuti giu,quello che mi ha sorpreso e che hanno come al solito recuperato. I giochetti della fed ormai sono chiari ed anche la volontà politica ,ormai solo se qualcuno dei big (cina o russia o iran )si muovono realmente contro usa e non tanto a parole allora si che ci potra essere movimento down per equity,intanto pero il sopra sotto è iniziato e di solito preannuncia poi un grosso movimento(che sia ultima gamba mega up come 99-2000 non ci credo ma chissa in questo manicomio).

 

  By: defilstrok on Giovedì 31 Luglio 2014 09:50

Da ZH: Argentina default; Russia, Ukraine, Libya, Israel, Gaza, Iraq all in a state of (hot or otherwise) war, the worst Ebola epidemic in the history of Africa, and now Obama is getting sued.If this doesn't send the S&P to new record highs tomorrow, the Fed better find another market to rig. Ah ah ah!

 

  By: gianlini on Mercoledì 23 Luglio 2014 14:38

allora, come suggerimento e senza vena polemica, la prossima volta scrivi: "mandiamoli ad Armstrong..." così, nella sinteticità dei messaggi che qui si scrivono, passa il messaggio corretto e non sembra una replica dubitativa dei dati riportati

 

  By: Bullfin on Mercoledì 23 Luglio 2014 13:46

Certo che oggi io e te non ci intendiamo mica....era un modo di dire per enfatizzare che avevi trovato una cosa interessante e che smentisce Armstrong...va beh.

 

  By: gianlini on Mercoledì 23 Luglio 2014 12:03

non vedo perchè dovrei mandarglieli sono liberamente consultabili sul sito della FBI (per cui non lavoro e a cui ho acceduto da perfetto profano)

 

  By: Bullfin on Mercoledì 23 Luglio 2014 10:26

Tra l'altro non è solo la borsa ad essere migliorata anche i dati su crimine per esempio, mostrano dal 2009 ad oggi segni quasi solo negativi (fonte FBI) Grande Gian!! manda i dati ad Armstrong che dice che invece è partito un bull market della delinquenza....

 

  By: Bullfin on Mercoledì 23 Luglio 2014 10:25

Mi sembrava scontata la cosa , ma evidentemente non lo è.... Si per te ma non per Pana che elogia come un santo Obama e sono sicuro che pensa che sia stato lui.