Palestina, Israele, Bibbia e Vangeli...

 

  By: MR on Mercoledì 21 Gennaio 2015 23:52

Il mio seme non è un individuo, uno zigote appena impiantato nell'utero si, perché possiede la caratteristica ontolico-aristotelica della continuità, ovvero della mancanza di discontinuità da quel momento alla morte. Ma questo è un discorso ozioso, a me interessa l'impatto sociale di una legge, ed una legge che permette di ammazzare il prossimo pur di non assumersi le proprie responabilità è una legge satanica. Nel senso greco, ovvero "inverte" il sopra ed il sotto. Il diritto esiste come argine all'arbitrio, la civiltà come soluzione alla natura.

 

  By: Paolo_B on Mercoledì 21 Gennaio 2015 23:52

*

 

  By: gianlini on Mercoledì 21 Gennaio 2015 23:45

Ogni volta che ti astieni dal fecondare una donna fertile, stai forse uccidendo qualcuno MR? Eppure potresti immaginare un figlio, così creato, seppure ancora non esistente, e negandogli il concepimento, ucciderlo, secondo il tuo ragionamento Uccidere invece è cancellare una coscienza di esistere (se non fosse così, non sarebbe una cosa così grave, al limite assomiglierebbe ad un'espulsione a tempo nell'hockey); senza coscienza, non c'è omicidio (secondo me)

 

  By: MR on Mercoledì 21 Gennaio 2015 23:35

#i#Talmente orrenda che la natura la contempla tranquillamente; aborti spontanei sono molto più numerosi di quanto si pensi (talvolta nemmeno la donna se ne accorge) io non sono mai stato con una donna che usasse metodi contraccettivi, non mi è mai capitato, e pur essendomi quasi sempre cautelato, è capitato a volte di non averlo potuto fare (non vi è mai capitato di fare del sesso quasi da nottambuli, nel pieno della notte e in stato di dormiveglia?) e fra spontanei e provocati sono stato protagonista di almeno 4 casi sinceramente non ho mai provato il minimo senso di colpa; non ho il minimo dubbio ad asserire che non trattavasi che di un coacervo di cellule senza coscienza di esistere; chi non ha mai avuto coscienza di esistere non è nemmeno esistito; ognuno di noi, da morto, non sarà che una coscienza di esistere svanita#/i# La cosiddetta "natura" contempla anche che io vengo in casa tua, caccio te (vecchio patriarca), ammazzo i tuoi figli (possibili concorrenti) e mi accoppio con tua moglie per generare una prole mia. Sticazzi della natura, la civiltà è il contrario della natura. Per il resto, nemmeno io avrei alcun senso di colpa a fare del male a qualcun altro. Ma almeno non cercherei giustificazioni puerili ("chi non ha mai fumato non ha mai vissuto ergo posso ucciderlo").

 

  By: MR on Mercoledì 21 Gennaio 2015 23:30

#i#MR, io ritengo che l'aborto sia una cosa orrenda (infatti, spesso non con mio grande piacere, in tutte le storie d'amore o di sesso che ho avuto, ho preso sempre misure anticoncezionali in... abbondanza...), però neanche puoi costringere una donna incinta a partorire se non vuole proprio il figlio che porta in grembo: però va anche detto che i soloni che ragliavano ipocritamente contro l'aborto hanno fatto sì che, ragli a parte, in Italia i sostegni alle famiglie numerose siano vergognosamente bassi (MOLTO PIU' BASSI DELL'IRLANDA, AD ESEMPIO), tanto che uno... più figli ha più tasse paga!!!#/i# TUTTI gli Stati del mondo, qualunque sia la legislazione vigente, per quanto liberale, obbliga ad un certo punto la donna a partorire. Anche la legge 194 vieta (salvo casi specifici) l'aborto dopo 90 giorni dal concepimento. Certo, basta andare dal medico che ti fa un certificato in uno di quegli abortifici noti come "consultori", ma questo è un altro discorso. La donna può benissimo essere costretta a partorire, piuttosto bisognerebbe costringere l'uomo ad assumersi le sue responsabilità di fuco imbecille.

 

  By: gianlini on Mercoledì 21 Gennaio 2015 23:12

talmente orrenda che la natura la contempla tranquillamente; aborti spontanei sono molto più numerosi di quanto si pensi (talvolta nemmeno la donna se ne accorge) io non sono mai stato con una donna che usasse metodi contraccettivi, non mi è mai capitato, e pur essendomi quasi sempre cautelato, è capitato a volte di non averlo potuto fare (non vi è mai capitato di fare del sesso quasi da nottambuli, nel pieno della notte e in stato di dormiveglia?) e fra spontanei e provocati sono stato protagonista di almeno 4 casi sinceramente non ho mai provato il minimo senso di colpa; non ho il minimo dubbio ad asserire che non trattavasi che di un coacervo di cellule senza coscienza di esistere; chi non ha mai avuto coscienza di esistere non è nemmeno esistito; ognuno di noi, da morto, non sarà che una coscienza di esistere svanita

 

  By: lutrom on Mercoledì 21 Gennaio 2015 22:55

MR, io ritengo che l'aborto sia una cosa orrenda (infatti, spesso non con mio grande piacere, in tutte le storie d'amore o di sesso che ho avuto, ho preso sempre misure anticoncezionali in... abbondanza...), però neanche puoi costringere una donna incinta a partorire se non vuole proprio il figlio che porta in grembo: però va anche detto che i soloni che ragliavano ipocritamente contro l'aborto hanno fatto sì che, ragli a parte, in Italia i sostegni alle famiglie numerose siano vergognosamente bassi (MOLTO PIU' BASSI DELL'IRLANDA, AD ESEMPIO), tanto che uno... più figli ha più tasse paga!!!

 

  By: MR on Mercoledì 21 Gennaio 2015 22:33

Da quel che so, sotto il punto di vista dell'aborto, gli Irlandesi sono rimasti un popolo civile.

 

  By: lutrom on Mercoledì 21 Gennaio 2015 22:23

Sentii dire dai miei parenti che volevano legalizzare l'aborto, ma sinceramente non so come è andata a finire. Io sono stato in Irlanda solo una volta, ma da quel che ho capito è una nazione meno pessimista rispetto a noi, più speranzosa verso il futuro (pur con i problemi che anche loro hanno), inoltre hanno più senso civico di noi (diciamo che c'è anche qualche "furbo" in meno) e sono, da quel che mi pare di capire, più simpatici degli inglesi. E' vero, certe volte dimostrano di avere, per così dire, meno "storia" rispetto a noi e per certe cose ci copiano (per esempio la moda: le mie cognate irlandesi adesso si sono "restaurate" e vestono meglio di molte italiane, ma fino a non molti anni fa, nel vestire, avevano un gusto... orrendo).

 

  By: Trucco on Mercoledì 21 Gennaio 2015 20:34

Lutrom avevo capito ma volevo scherzare... Comunque anche la moglie di tuo cognato è tua cognata :-) In Irlanda quando ero stato in viaggio studio 20 anni fa mi avevano messo in guardia dal fare attenzione alle ragazze indigene, che spesso restavano in cinta, poi non potevano abortire, e siccome erano solite bere molto non era buona cosa approfittarne senza precauzioni. Che bei ricordi... Comunque l'aborto lo hanno poi legalizzato o non ancora?

 

  By: lutrom on Mercoledì 21 Gennaio 2015 19:04

Pana, veramente ti avevo messo già un'immagine per il tuo nuovo avatar (tema: il cuckoldismo), affinché appunto tu non continuassi a rovinare, con il tuo continuo pappagallare, la nomea dei somari, ma ancora, colpevolmente, non ti sei "aggiornato"... Ora ti metto anche un altro animale, così tu puoi scegliere e non avere più scusanti per continuare a rovinare l'immagine pubblica del somaro (che almeno raglia di voce sua e non pappagalla con versi altrui): nella foto stai con due obamiane come te mentre ti insegnano il "sacro verbo" del perfetto piddino abbronzato ed ammaestrato dalla voce del padrone (banche, plurimiliardari, ecc.)...

 

  By: lutrom on Mercoledì 21 Gennaio 2015 18:52

Trucco, forse mi sono espresso male: dunque, uno dei fratelli di mia moglie è sposato con una irlandese, la quale irlandese ha 19 fratelli (in totale 20 figli). Comunque anche il suddetto fratello di mia moglie ha 4 figli e così l'altro fratello di mia moglie, che vive pure lui in Irlanda: però, va detto, che in Irlanda in media, anche oggi, ci sono più figli per donna rispetto all'Italia (ma, da quel che ho capito, hanno anche maggiori sussidi per chi ha figli, ecc., insomma ci sono migliori condizioni per... figliare).

 

  By: pana on Mercoledì 21 Gennaio 2015 15:57

eheh giusta osservazione, spiegata la sua ossessioneper gli asini e cmq finiamola con questa discriminazione negativa nei confronti di animali utilissimi

 

  By: Trucco on Mercoledì 21 Gennaio 2015 14:47

Oggi nella piazza del mio paese ho visto una gran folla ed ho chiesto chi fossero, mi han detto che erano i fratelli del fidanzato della sorella di Gianlini e della moglie del cognato di Lutrom. Però non capisco una cosa, se la moglie del cognato di Lutrom ha 19 fratelli, Lutrom non dovrebbe essere uno dei 19 fratelli?

 

  By: lutrom on Martedì 20 Gennaio 2015 19:49

Gianlini, la famiglia del fidanzato di tua sorella è comunque "inferiore" rispetto alla famiglia della moglie di mio cognato (cioè del fratello di mia moglie): infatti lei ha 19 fratelli (è però irlandese), quindi in totale 20 figli!!