Il Problema è l'Europa

 

  By: Esteban. on Domenica 04 Dicembre 2011 22:34

Gianlini ... Ma stai ancora a parlare di TATTARE ? Ora bossi vuole rimanere nell'euro forte mentre negli ultimi 10 anni l'euro era il problema ... Ma state ancora ad ascoltare quei fessi ? Ma quando Vi svegliate ... Hanno fatto 600 miliardi di buco ... LORO sono stati la causa delle "NON POLITICHE" e dei magna magna ... del "non si toccano le pensioni" ... Cos'è hanno iniziato a capire cosa significa un ritorno ad una moneta DEBOLE o fanno propaganda sperando di "incantare" i pochi stupidi rimasti ? Al sud ... devono andare a lavorare sui campi al posto degli estracomunitari e da lì ripartire con la politica , così vediamo che combinano ...

 

  By: gianlini on Domenica 04 Dicembre 2011 22:25

trucco, mi è sempre sembrato che il mantra delle fasce produttive del paese fosse che l'euro le aveva (e ci aveva) affossato se colui che tutto sommato dovrebbe catalizzare su di sè gli umori ed aspettative del nord e quindi della parte più produttiva del paese dice di voler stare nell'euro più forte forse vuol dire che non è poi così vero quanto si diceva dove sbaglio? chi dovrebbe voler stare nell'euro debole? Vendola? bErsani?

 

  By: Trucco on Domenica 04 Dicembre 2011 21:38

Ma cosa c'entra con quello che dice Bossi? ti metti anche a commentare le dichiarazioni in ambito di economia di uno incapace di intendere e volere? Detto questo certo che se dividi il nord e l'area euro, il nord italia potrebbe essere anche in grado di stare nell'euro forte, ma Bossi ha indovinato per sbaglio probabilmente.

 

  By: gianlini on Domenica 04 Dicembre 2011 20:05

Bossi ha detto oggi che se fanno l'euro a due velocità, la padania si mette con l'euro forte della Germania ma il nord produttivo non era stato svantaggiato dall'euro e dalla concorrenza tedesca?

 

  By: manx on Domenica 04 Dicembre 2011 19:51

se fossi un australiano , dopo una manovra da 25 miliardi e un debito/pil al 120% con crescita negativa , comprerei un btp solo con uno spread del 4% almeno ; con tassi al 3% non li comprerei

 

  By: Gano* on Domenica 04 Dicembre 2011 19:31

E' un' operazione di apparenza. Monti cerca di calmare i mercati con il tacito appoggio della BCE che probabilmente sta comprandoci BTP a manetta. Se riesce a riportare i BTP sul 3% ottiene diversi anni di respiro. Nel 2013 va in pensione e passa la patata bollente ai prossimi. Se poi c'e' una bella inflazione finisce che se la gestiamo bene si risolve pure il problema del debito.

 

  By: manx on Domenica 04 Dicembre 2011 19:15

Monti cerca di far passare il messaggio che la situazione è grave , che non c'è alternativa , ma poi esce fuori una manovra da 25 miliardi, che non è da paese sull'orlo del crash . Al momento sembrano piccole tasse fastidiose , cose che andrebbero bene al massimo per la Francia ; di sicuro non è che l'Italia è al capolinea perchè le prime case non pagavano l'Ici o perchè si andava in pensione un pò prima della media . Dei problemi strutturali per ora neanche l'ombra . Non è che ci voleva un governo tecnico di unità nazionale per questa manovra da 25 miliardi . Per cui penso che dopo un pò di salamelecchi fra eurocommissari e premier vari , che i mercati guarderanno con neutrale indifferenza , se la Germania non cede e non si fanno Eurobond o qualche altra forma di cordone sanitario attorno all'Europa , nell'anno nuovo sferreranno un bell'attacco dopo che tutte le cartucce sono state sparate . Chiederanno soldi veri , o eurobond , o stampaggio , o cessione di patrimoni statali e privati

 

  By: ALFABETO on Domenica 04 Dicembre 2011 12:34

come non condividere,questo pensiero????? grazie

 

  By: lutrom on Domenica 04 Dicembre 2011 12:32

Spider, hai ragione: a me potrebbe andare bene un governo imposto dall'alto (visto la cialtroneria di molti italiani e dei loro politicanti), ma questo di Monti è il solito governo (quasi) democristiano che aumenta le tasse e basta... Di diminuzione della spesa e di diminuzione delle ruberie, non vedo traccia... Non vedo neanche traccia di lotta ai privilegiati (quelli veri) e di riforme strutturali e serie... E' vero, si dirà, sta solo all'inizio, ma secondo me il buon giorno si vede dal mattino...

 

  By: SpiderMars on Domenica 04 Dicembre 2011 12:20

la stupidità umana è grande come la misericordia divina...! Se un Paese si affida a un Monti come una delle sue più prestigiose università che scivola al 400 posto nel ranking mindiale va inesorabilmente dichiarato in DEFAULT...! ________________________________________________________ Ho così o si fallisce...! Tuona l' esimio Prof. Mr. Spread ma non si è accorto che siamo già falliti verrebbe da chiedersi...! La verità che i falliti sono i Banchieri i quali ci vorrebbero far credere che senza l' € è impossibile tirarci fuori dal Baratro in cui ci hanno cacciato ed allora cercano solamente di spennarci ulteriormente, la prova stà nel constatare che nella manovra che si và profilando non vi sia nessun provvedimento strutturale per la diminuzione del Dbt. e tagli agli sprechi ma solo tasse e timidissimi segnali per la crescita alle Calende greche insomma la teoria della Manipolazione Mediatica applicata dai plutocrati pare abbia successo : 2- Creare problemi e poi offrire le soluzioni. allargamento dello spread 3- La strategia della gradualità. Per far accettare una misura inaccettabile, basta applicarla gradualmente, a contagocce, per anni consecutivi. 4- La strategia del differire. Un altro modo per far accettare una decisione impopolare è quella di presentarla come "dolorosa e necessaria", ottenendo l’accettazione pubblica, nel momento, per un’applicazione futura. E’ più facile accettare un sacrificio futuro che un sacrificio immediato 5- Rivolgersi al pubblico come ai bambini. La maggior parte della pubblicità diretta al gran pubblico, usa discorsi, argomenti, personaggi e una intonazione particolarmente infantile, molte volte vicino alla debolezza, come se lo spettatore fosse una creatura di pochi anni o un deficiente mentale o così o si fallisce..! ahahah..! mi chiedo se valga la pena perdere tempo per sacrifici inutili ? Reset

 

  By: shabib on Domenica 04 Dicembre 2011 10:27

questo ottimo articolo di BALROCK ripropone quanto io ho scritto piu' volte assieme ad altri COBRAFOMANI.... Euro: l’ illusione della moneta forte http://tradingnostop.finanza.com/2011/12/03/euro-l-illusione-della-moneta-forte/

 

  By: traderosca on Giovedì 01 Dicembre 2011 19:29

Lui,l'avrebbe messa in riga quella *** na inch...... « Desidero essere seppellito a Colombey. Sulla mia tomba: Charles de Gaulle, 1890-19.. . Nient'altro. »

 

  By: SpiderMars on Giovedì 01 Dicembre 2011 18:17

Io continuo a non capire voi di sinistra..? continuate a guardare, ieri il secolo scorso a est ed ora a ovest, ma mai al centro Europa, per forza che poi vi mollano...! non bisogna guardare al mondo con lo specchietto retrovisore ma al presente.

 

  By: shabib on Giovedì 01 Dicembre 2011 18:07

io continuo a pensare che l'europa deve trovare una sua nuova frontiera in modo unitario se no non se ne esce....ogni giorno che passa aumenta esponezialmente la difficolta' per unirsi sul serio....

 

  By: pana on Giovedì 01 Dicembre 2011 12:16

acuto ragionamenti di MICHAEL MOORE che compara 1 miliardo$ speso in varie attivita e scopre che il settore militare e' quello che crea minor posti di lavoro... militare 11.200 posti di lavoro creati sanita : 17.200 posti di lavoro creati http://www.michaelmoore.com/words/mike-friends-blog/after-the-deficit-committee-a-new-propaganda-push-from-the-war-profiteers