Il Problema è l'Europa

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: gianlini on Giovedì 26 Dicembre 2019 09:47

In Europa ne parlano poco (o nulla) perché le direttive ora sembrano essere di sminuire tutto ciò che è russo, ma si tratta di una mega-construction.

-----------------------

Non è che non si parla di ciò che è russo perchè va sminuito. Non si parla di niente. Non te ne sei accorto?  L'unica cosa che impegna tutti i media sono estenuanti, lunghissimi, inutili, vuoti dibattiti politici. Il tema principale è Salvini. Il secondo tema principale è il M5S . Il terzo tema principale è Renzi. Il quarto la Meloni, il quinto la Bonafiore.......

Quando eravamo piccoli i telegiornali aprivano con servizi da Londra (Sandro Paternostro), poi Parigi, poi Bonn (bei tempi....), poi Mosca (Demetrio Volcic!!), poi New york, poi si arrivava a Montecitorio. Ma avevi spesso servizi dalla Scandinavia, da qualche paese dell'est Europa, dal Mediooriente, dal Giappone. Ora niente di niente.  Sfido chiunque di voi a saper citare a memoria li nome del premier polacco, o ceco, o rumeno o bulgaro o svedese o anche olandese.

Adesso si parla solo di qualche disastro naturale, di qualche manifestazione e di Salvini o Di Maio.  Se fanno un servizio da Parigi non è che ti spiegano la riforma che vuol fare Macron, ti fanno la conta dei feriti delle manifestazioni. Se fanno un servizio dalla Libia non ti raccontano cosa sta accadendo a livello politico, ma solo quanti morti sono capitati durante l'ultimo bombardamento. Se fanno un servizio dal Brasile è solo per parlare di quanti ettari di foresta hanno disboscato, nient'altro.

Quello che realmente avviene nel mondo non interessa più nessuno. 

 

 

 


 Last edited by: gianlini on Giovedì 26 Dicembre 2019 09:53, edited 2 times in total.

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 25 Dicembre 2019 13:54

Antitrader> "l'opera non si e' fatta ma e' costata come se fosse stata fatta,"

 

Verissimo.

 

 

Antitrader> "i siciliani che il ponte non lo volevano"

 

Questa non l'ho capita. Perché non lo avrebbero voluto?

 

 

Gianlini> "abbrevia notevolmente la distanza fra il Caucaso e l'Ucraina del sud"

 

Giusto. Infatti è stato costruito sovradimensionato per le necessità della Crimea: ben quattro corsie autostradali con una capacità di 40.000 auto al giorno e due linee ferroviarie su un ponte a doppie campate. Praticamente sono stati costruiti due mega ponti paralleli.

 

In Europa ne parlano poco (o nulla) perché le direttive ora sembrano essere di sminuire tutto ciò che è russo, ma si tratta di una mega-construction.

 

 

Gianlini> "spiace che Gano si fermi alle stupidaggini sulla moneta"

 

Mi serve per stimolarti la salivazione

 

 

 

 

 Last edited by: Gano di Maganza on Mercoledì 25 Dicembre 2019 14:19, edited 13 times in total.

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: antitrader on Mercoledì 25 Dicembre 2019 13:08

Il ponte di Messina non si e' fatto perche' la tecnologia meridionale ha superato di gran lunga

quella lombarda.

Cosa succede in Lombardia? Si progetta l'opera, la si finazia, si ruba (almeno il 50%), pero' poi

l'autostrada o la metropolitana te la fanno (e anche bene).

A sud invece c'e' stato un salto tecnolgico generazionale:

In sostanza come funziona questa tecnologia cosi' innovativa? Si comincia a ciarlare del ponte

su iniziativa di qualche assessore in astinenza di consensi, poi si costituiscono le societa', poi

si fanno studi di fattibilita', rilievi geologici, studi sulla sicurezza, impatto ambientale, continue

varianti al progetto, infinite pose "della prima pietra" etc.... etc.... etc...

Intanto e' passato un ventennio, l'opera non si e' fatta ma e' costata come se fosse stata fatta,

tutti felici e contenti. i siciliani che il ponte non lo volevano, i calabresi altrettanto, gli ecologisti

radiosi per cotanta vitoria e i ladri con le tasche piene (e con la possiiblita' di riprendere daccapo

il giro di giostra).

 

 

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: gianlini on Mercoledì 25 Dicembre 2019 12:20

La cosa interessante del ponte di Kerch, e che lo differenzia totalmente da quello sullo Stretto (spiace che Gano si fermi alle stupidaggini sulla moneta), è che abbrevia notevolmente la distanza fra il Caucaso e l'Ucraina del sud (e quindi l'Europa Centrale) che ora da Krasnodar, Sochi o Novorossisk (e più giù Batumi, in Georgia) è raggiungibile solo passando a nord e disegnando un ampio arco.


 Last edited by: gianlini on Mercoledì 25 Dicembre 2019 12:21, edited 1 time in total.

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: gianlini on Mercoledì 25 Dicembre 2019 11:25

Morphy, guarda, non sono parole mie ma è il sentiment che si è sempre respirato qui attorno a quell'opera. Ricordati che io sono cresciuto nella Brianza realmente leghista, non il leghismo nazionale odierno.

La sensazione poi è che una volta passato lo stretto, risalendo verso nord, si entri in 500 km di terra "inutile". Ha quindi senso spendere 4 miliardi per collegare Reggio Calabria a Messina?? Questo in assenza di un progetto a più largo respiro, che includa traffico merci, traffico turistico, sviluppo delle aree interessate.

Uno stato centrale direbbe: è assurdo che le navi arrivino fin su a Genova per poi intasare la città di TIR. Meglio sarebbe aprire un megaporto in Sicilia (che è esattamente al centro del Mediterraneo), fare il Ponte stradale-ferroviario e una dorsale ferroviaria fin su a Bologna, mettere tutto su rotaia, fare un interporto ferrovia-gomma a Bologna o magari Reggio Emilia,  e lasciare che Genova e la Liguria si dedichino al turismo di crociera e al turismo di mare.  

Ma ovviamente poi hai quelli che si strappano le vesti per i posti di lavoro persi a Genova e gridano allo scandalo....e quindi non si muove niente.

 

Gano, io mi sono solo limitato a notare la più totale assenza di correlazione fra la realizzazione del ponte e l'esistenza di una banca centrale, visto che tu sembri invece pensare che ci sia.  Altrettanto inesistente è la correlazione fra la realizzazione del ponte e l'esistenza della moneta unica. Sono cose totalmente scorrelate fra loro


Te lo rimprovero ad alta voce perchè poi c'è qualcuno che salta su a dire che se tornassimo ad avere la BC risolveremmo tutti i nostri problemi e le persone prive di spirito critico finiscono per crederci bellamente.

 

 

 

 


 Last edited by: gianlini on Mercoledì 25 Dicembre 2019 12:07, edited 12 times in total.

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 25 Dicembre 2019 11:25

Gianlini> "C'entra proprio niente, Gano!  Non è mai stata una questione di soldi,"

 

Sapevo già che parlando dei vantaggi dell'avere una moneta unica Gianlini sarebbe uscito immediatamente dalla spelonca.  

 

Io uso le parole come Pavlov usava i suoi campanelli.

 

 

 Last edited by: Gano di Maganza on Mercoledì 25 Dicembre 2019 11:28, edited 1 time in total.

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: Morphy on Mercoledì 25 Dicembre 2019 11:19

"una terra di mafiosi nullafacenti statali ad una terra di ndraghestiti forestali mangiaufo a tradimento"

 

Fa piacere vedere un milanese che batte i pugni sul tavolo. Gianlini for president

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: gianlini on Mercoledì 25 Dicembre 2019 11:00

Forse che avere una moneta e una banca centrale sovrana ti aiuta a fare le cose?

----------

C'entra proprio niente, Gano! 

Non è mai stata una questione di soldi, ma una questione di opportunità politica a spenderli per unire una terra di mafiosi nullafacenti statali ad una terra di ndraghestiti forestali mangiaufo a tradimento. L'esempio della Salerno-Reggio Calabria era lì a dissuadere chiunque a ritenere ragionevole costruirlo. Ma anche l'Eurotunnel se ricordo bene era portato ad esempio di opera che non rientrava dei costi sostenuti. 

E soprattutto se valeva la pena ingrassare le mafie che attorno alla costruzione di quel ponte avrebbero prosperato.

 

Qui a Milano, dove quelle preoccupazioni non ci sono state o dove dietro il nome di Milano non si faceva un immediato collegamento con la mafia (anche se poi magari ci ha lucrato più che sull'ipotetico ponte di Messina), hanno portato a 5 corsie (prossimamente 6) la Milano-Lainate, a 4 corsie dla Milano- Bergamo, hanno costruito la tangenziale Nord (opera molto trafficata ora), la Pedemontana, la TEEM (che è sempre vuota), la BreBemi (che è parimenti sempre vuota,)  ecc.ecc. Tutte opere che costano X volte o XX volte il ponte.

La Brebemi ad esempio è costata 2,4 miliardi  e il ponte è stimato costare 3,9 miliardi.

 

 

 


 Last edited by: gianlini on Mercoledì 25 Dicembre 2019 11:14, edited 9 times in total.

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 25 Dicembre 2019 10:49

In meno di quattro anni i russi hanno costruito il ponte più lungo d'Europa che collega con una linea ferroviaria e stradale la Crimea alla Russia. La linea ferroviaria arriva direttamente fino a San Pietroburgo e Mosca.

 

Noi è 50 anni (cinquant'anni) che cerchiamo di costruire un ponte che in qualche modo unisca la Sicilia al resto del continente e non ne siamo ancora stati capaci...

 

Forse che avere una moneta e una banca centrale sovrana ti aiuta a fare le cose?

 

 

 

 

 Last edited by: Gano di Maganza on Mercoledì 25 Dicembre 2019 10:53, edited 2 times in total.

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: gianlini on Lunedì 23 Dicembre 2019 14:32

Sono curioso di leggere la tua osservazione su Londra

(io sarà 10 anni che non ci vado, forse anche 15....mannaggia al mio senso del dovere!!)

 


 Last edited by: gianlini on Lunedì 23 Dicembre 2019 14:36, edited 1 time in total.

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: Gano di Maganza on Lunedì 23 Dicembre 2019 14:30

"Ambedue hanno vantaggi e svantaggi, ad alcuni conviene l'una, ad altri l'altra. "

 

Concordo pienamente. Io per altro penso che a noi italiani l'Unione Europea tutto sommato convenga. Siamo solo andati troppo in là, come per es. con l'Euro. 

 

 

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: gianlini on Lunedì 23 Dicembre 2019 14:25

Sono già tantissimi i russi e i cinesi con residenza in UK

------------

Certo che è una fortuna che possiamo leggere Gano, altrimenti chi è che verrebbe a conoscenza di certe realtà......;))

Hai capito o no che la questione è l'assurdità di definire la EU un inferno e la Brexit il paradiso??  Ambedue hanno vantaggi e svantaggi, ad alcuni conviene l'una, ad altri l'altra. I russi e i cinesi sono solo una scusa per mostrarlo.

 

 

 


 Last edited by: gianlini on Lunedì 23 Dicembre 2019 14:28, edited 2 times in total.

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: Gano di Maganza on Lunedì 23 Dicembre 2019 14:20

Sono già tantissimi i russi e i cinesi con residenza in UK. Diversi li conosco anch'io. Se giri per le strade di Londra è difficile sbattere il naso in un inglese.

 

Ad Atene probabilmente qualche straniero compra per prendersi la cittadinanza in EU, ma dall'ultima volta che ci sono stato non mi è sembrato niente in confronto. Gli stranieri che vedi lì sono per il 99,9% turisti. Non so se le cose ora siano cambiate. Ci credo poco.

 

Fra l'altro ieri ero a Londra. Poi quando ho tempo vi racconto un'osservazione che ho fatto.

 

 

 

 Last edited by: Gano di Maganza on Lunedì 23 Dicembre 2019 14:25, edited 3 times in total.

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: gianlini on Lunedì 23 Dicembre 2019 14:17

So benissimo che i turchi non sono gli inglesi.

Ma i cinesi, turchi e russi dovrebbero puntare alla residenza UK anzichè a quella EU, adesso che l'UK, ex Brexit, offrirà un ambiente per gli affari così più favorevole rispetto alla EU, no?

Cosa si vanno ad impastoiare in quell'inferno che è la EU? (così la dipingete sempre voi)

 

 

 

 

 


 Last edited by: gianlini on Lunedì 23 Dicembre 2019 14:18, edited 1 time in total.

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: Gano di Maganza on Lunedì 23 Dicembre 2019 14:15

Perché gli inglesi non sono turchi.