Next is Italy, La Prossima è l'Italia

 

  By: mfortuna on Venerdì 22 Luglio 2011 17:18

Mi ha appena telefonato e ne sono felice Zibordi, stasera grande grigliata a casa sua, vedete... e' un modenese vero, siamo modenesi sanguigni, ma siamo AMICI, chi vuole partecipare si faccia avanti........ --------------------------------------------- Ciao carissimo e grazie per l'invito . la prox volta se avvisi prima vengo senz'altro . Salutami Zibordi

 

  By: Esteban. on Venerdì 22 Luglio 2011 17:12

"L' Italia è un falso problema, purchè non ci costringano ad adottare ulteriori misure che paralizzino la nostra industria. la stampa illimitata pubblica di cartamoneta virtuale, continuerà a funzionare come deterrente ad una crisi generalizzata di fiducia, perchè a nessuno interessa perdere o semplicemente ridurre il tenore di vita raggiunto, basato sull' esplosione esponenziale del debito." Ecco,industria a parte,(ricordo la FIAT) quando leggo queste cose le palle si spiaccicano al suolo ... che significa che la stampa funziona da deterrente ? La stessa storiella l'ha raccontata Bernanke qualche anno fa, ed il risultato è che si sta parlando di FALLIMENTO ... DEFAULT Americano ... Quando queste minkiate le faceva solo l'America Funzionavano ma erano palle, lo hanno fatto sino ad ora), MA la realta è che oltre ad aver perso l'industria, i posti di lavoro etc.., LA STAMPA di moneta sta permettendo ai PARASSITI di continuare a MANGIARE PASTI GRATIS in una economia al collasso .. La storiella che evitando di immettere liquidità nel sistema produttivo limita l'inflazione è una ENORME BALLA ... L'inflazione la vedi ogni giorno aumentata del 10%, vedi ticket, tagli alle università, tagli alle pensioni e via dicendo ... Ma dico, leggete solamente articoli "alla Krugman" o guardate fuori della finesta di tanto in quando .... Ma Zibordi lo leggete mai o scrive per i posteri ? ^Questa è la situazione è sta solo peggiorando#http://www.marketoracle.co.uk/Article9149.html^ Perchè di economisti e pure Nobel che non capiscono una Minkia ne è pieno il pianeta , eppure scrivono ... Li mettono alla FED, ed ora sono preoccupati perchè anche se l'economia si riprende, sta arrivando prima il Default degli USA TimotyG se ne vuole andare ... La famosa uscita dal QE, la vera prova di Berny si sta dimostrando un PACCO ... Ma intanto hanno affamato l'America e svalutato debiti Vs estero ..(vedi CINA che è scappata) Stanno sparando sull'europa per far risalire il $idx perchè Berny non ha il piano B ... Certo alla fine, quando il $ sara carta straccia e gli Americani ridotti al livello dei cinesi il $(se ci sarà ancora) ripartirà e gli investimenti ritorneranno in America ma hai trasformato l'America in terzo mondo ... e quì in europa stanno facendo lo stesso ...

 

  By: marco on Venerdì 22 Luglio 2011 16:52

Long ha perfettamente ragione. Antitrader fà parte di quella serie di italiani a cui è stato instillato un malefico senso di autodistruzzione, sono contenti se tutto si distrugge ed esplode in un bagno di sangue. Partono magari da giustissime critiche alle mille cose che non vanno in questo Paese ma finiscono nell'auspicare un disastro totale purificatore. Sbagliate caro Anti e di grosso e lo fate perchè i Globalizzatori vi hanno instillato a partire dalla Rivoluzione Francese la repulsione per lo Spirito Patrio, vi hanno fatto marcire il cervello con il Politicamente Corretto tanto che magari vi arrabbiate per questioni del tutto irrilevanti ma siete impermeabili a cose mostruose. Su questo i Globalizzatori contano per fare il colpo di mano e quando sarà troppo tardi forse anche voi vi sveglierete. Spero che i Patrioti sappiano agire prima e cambiare direzione a questo Paese voi radical-chic siete lost generation. Leggiti Tom Wolf.

 

  By: long on Venerdì 22 Luglio 2011 16:40

l'Italia e' IL PROBLEMA, infatti se la sono fatta addosso al primo attacco ai BTP. L'Italia e' un paese FALLITO, Francesco, sei tu il fallito, micca l'Italia, e' un secolo che scrivi SPROLOQUI, vieni stasera alla cena a casa di Giovanni, che ti spiego bene la cosa, ma siccome fuggi sempre, e non rispondi agl'inviti e ti nascondi come i conigli, sei tu, che non hai speranza, non pensi in positivo, hai la negativita' intrinseca dentro di te, non sei da leggere e manco da ascoltare, spero che giovani, non ti seguano in questro delirio DA FINE DEL MONDO! con simpatia, il tuo amico, long!

 

  By: antitrader on Venerdì 22 Luglio 2011 16:16

"L' Italia è un falso problema, purchè non ci costringano ad adottare ulteriori misure che paralizzino la nostra industria." Avvoca', l'Italia e' IL PROBLEMA, infatti se la sono fatta addosso al primo attacco ai BTP. L'Italia e' un paese FALLITO, siamo gia' di nuovo in recessione senza aspettare nemmeno la diminuzione dei salari come conseguenza delle recenti stangate. Vedo, con raccapriccio, che continui a insistere con la tua strambissima teoria che si puo' cosi' sintetizzare: STAMPA E MAGNA! Non funziona cosi' avvoca', intanto rettifico il mio TP su unicredit alla luce degli avvenimenti di questi giorni: 20 CENTESIMI! Ciao ragazzi, saluti terronissimi!

 

  By: alberta on Venerdì 22 Luglio 2011 16:03

Buona giornata. Ho letto qui molti post interessanti e di buon senso, nessuno banale. L' incertezza fra la facciata e la realtà la fa da padrona, direi aggrvata da questo incombente Default selettivo che Fitch sembra voler ufficializzare per la Grecia, cui seguiranno le altre Agenzie. La realtà, mi sembra, sta superando ogni più sfrenata fantasia finanziaria, visto che si legge testualmente che la BCE prenderà anche titoli in default in garanzia.... di fatto spuntando armi ed unghie alle Agenzie di rating ed ai loro accoliti degli Hedge di mezzo mondo. Come per la Grecia, infatti, hanno dichiarato che faranno anche per Portogallo ed Irlanda, quindi l' eventuale passaggio a D (Default selettivo o meno che sia) anche di questi debiti pubblici, verosimilmente non avra gli impatti a catena verificatisi negli ultimi mesi. L' Italia è un falso problema, purchè non ci costringano ad adottare ulteriori misure che paralizzino la nostra industria. la stampa illimitata pubblica di cartamoneta virtuale, continuerà a funzionare come deterrente ad una crisi generalizzata di fiducia, perchè a nessuno interessa perdere o semplicemente ridurre il tenore di vita raggiunto, basato sull' esplosione esponenziale del debito. L' inflazione non è e non sarà un problema finchè la liquidità verrà gestita nell' interbancario e non immessa a fiumi nel circuito produttivo, mentre il costo del lavoro nei paesi emergenti, dov'è stata trasferita la produzione di gran parte delle multinazionali occidentali, permetterà ancora per parecchio tempo di avere dei vantaggi competitivi e dei bilanci con utili sempre sorprendenti. Al momento, il tenersi in testa delle robuste fasciature preventive in testa, in previsione di una rottura, porta solo caldo e fastidio .....

 

  By: Morphy on Venerdì 22 Luglio 2011 16:00

"La grande sconfitta è la Merkel." Hobi questi non hanno mai avuto molta simpatia per gli yankee e parenti. Qualche anno fa hanno già preso a pedate gli hedge angli in borsa. La germania fa quadrato... Vediamo come finisce... morphy

 

  By: DPM on Venerdì 22 Luglio 2011 14:31

LONG for PRESIDENT

 

  By: long on Venerdì 22 Luglio 2011 14:30

Mi ha appena telefonato e ne sono felice Zibordi, stasera grande grigliata a casa sua, vedete... e' un modenese vero, siamo modenesi sanguigni, ma siamo AMICI, chi vuole partecipare si faccia avanti........

 

  By: alevion on Venerdì 22 Luglio 2011 14:25

ci sono troppi paghero' in giro per il globo alla fine (difficile dire quando) ci sara' la valanga certo potrrebbe ovviare dal punto di vista NOMINALE stamapando "at will" ma in tal caso codesta arma atomica proprio in quanto atomica avrebbe lo sgradevole effetto secondario di far saltare il sistema monetario gambe all'aria qualcosa mi dice, da tempo, che una transizione caotica attraverso una situazione di crack monetario sareebbe un po troppo imprevedibile per i portatori di interessi prevaricanti e quindi resto sempre dell'avviso che alla fine ci sara' un crack purificatore che come scritto tante volte permettera' a chii di dovere di comprarsi il mondo ps certo se la crescita del gdp globale fosse molto sostenuta per i prossimi 10 15 anni a dire di qualche analista ottimista potrebbe anche pensarsi in una terza via per cui un mix di crescita tumultuosa inflazione core sotto controllo e disciplina fiscale degli stati grossi + monetizzazione light potrebbe far quadrare il cerchio ma io ci credo poco

 

  By: hobi on Venerdì 22 Luglio 2011 14:04

I mercati brindano ( ne hanno ben donde ) ; chi paga è il tax payer che fa la parte di "pantalone " . La grande sconfitta è la Merkel . L'assurdo è che anche noi italiani partecipiamo all'ETSF senza potercelo permettere. Quanti italiani l'hanno capito ? Forse speriamo di poterne usufruire anche noi in futuro? Se ne avremo bisogno solo un QE potrà salvarci dal default. Hobi

 

  By: defilstrok on Venerdì 22 Luglio 2011 14:02

@ Esteban "Krugman is an idiot". Grande Rogers! @ Drago Sì, è vero ultimamente si leggono post bellissimi e interessanti, indipendentemente dalle opinioni personali. Sarà che è stata fatta un po' di chiarezza nelle settimane passate, e che Zibordi è tornato a scrivere più assiduamente. In quanto a te, Drago, sei un'anima pura. E io credo che molte, moltissime persone covino sotto le braci questa purezza e questo disagio. Ma, insistendo col refrain che "è un mondo difficile", credo che lo sarà ancora di più e che saremo costretti a conviverci giocoforza. Come ho scritto a suo tempo, la società occidentale ha perso una grandissima occasione storica nell'ultimo ventennio per liberarsi di gran parte degli affanni, ostinandosi invece ad inseguire con ancor più esasperazione modelli che ci hanno fatto fare la fine che vediamo. Vabbè, delusi ma non disillusi, invecchiando l'importante è accumulare quel po' di saggezza che consenta ad ognuno, nel suo piccolo, di saper sopravvivere

 

  By: jure on Venerdì 22 Luglio 2011 14:01

Long, se non ci fosse bisognerebbe inventarlo! Lunga vita a Long, il migliore.(IMHO)

 

  By: long on Venerdì 22 Luglio 2011 13:50

Uff dai Long stai buono, sei bravo con i grafici ma ogni volta che che hai un minimo contrasto ti scaldi, dai. Ciao Marco, io non mi sono scaldato, io stavo conversando con l'amico di economia reale, non di borsa, si e' intruffolato il Giovanni a scrivere libri che non erano attinenti alla situazione in oggetto, avrei potuto controbattere con libri anchio, ma non ne avevo ne la voglia, ne m'interessava creare una polemica ulteriore, ho scritto piu' volte, che ognuno deve mantenere la propria opinione sulla questione, ma ognuna di esse va' rispettata,poi vedremo cosa succede....... in questo forum sono tutti catastrofisti, tutti sono allineati e fanno un tifo da stadio per il Giovanni, che sia, io rimango della mia opinione e la scrivo, sono persona libera e voglio rimanerci, poi per la borsa... che vada short tutta la vita... E CHI SE NE FREGA!

 

  By: DRAGUTIN on Venerdì 22 Luglio 2011 13:43

Son tutti bellissimi post, e nelle nostre esperienze, ci accomuna forse una cosa, ce la siamo piu' o meno cavata, forse con egoismo, nell' intendere che si metteva male, e per me si parla gia' di 10 anni, e nel cercare di proteggerci, da che cosa poi... Ecco questo e' il punto Da un qualche cosa che manca, che ci e' stato insegnato, nel sacrificio dei nostri padri, severi forse, ma che sapevano donare, per darci una vita migliore della loro Se il sistema e' fallace non e' un problema, lo sara' sempre, ma manca un componente, la FIDUCIA E non mi riferisco alla globalizzazione, evento in fondo democratico, con la possibilita' di innalzare il livello di vita di tante persone che vivono con 2 dollari al giorno, inconsapevoli del fatto che lo svalutano pure da una vita di proposito Mi riferisco al mantra che ci sovrasta, che divora tutto, il lavoro, e le speranze In un sistema che da qualche anno, grazie al progresso, ci consentirebbe di sfamare e dare un riparo a tutti Ma l' illusione del paradiso materiale, attraverso il paradigma dell' indebitamento, ha creato, forse di proposito, forse per sopperire a mancanze intrinseche al sistema stesso, tutto quello che e' dinanzi a noi E chi e' scappato, o si difende, ha soltanto esasperato tutto cio' di fronte agli altri, che per tante ragioni, sfortuna, classe sociale, ecc, lo fa con difficolta' maggiore Ditemi voi che dobbiamo fare, trovate qualche modo, io NON LO SO..... Certo, ho la baita, c'e' anche la miniera d'oro vicino, in disuso, ma...... Drago