Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Giovedì 08 Dicembre 2016 10:36

Io sto sistemandomi al rialzo sul nostro indice da qui a marzo-aprile (almeno).

 

Adelante compañeros!

 

PS Che f.igata, questo nuovo forum! Permette finalmente l'inserzione di caratteri speciali (ho la tastiera cirillica ;-)


 Last edited by: Gano di Maganza on Giovedì 08 Dicembre 2016 10:38, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Giovedì 08 Dicembre 2016 09:52

"Hobi, Oscar quasi sicuramente gli va bene ma quando ti incasini con operazioni troppo "sofisticate" alla fine non sai piu' nemmeno se tifare per il rialzo o ribasso e al max prendi tre cocomeri e un peperone (sempre meglio che botte da orbi)."

 

Anti,giusto...

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Giovedì 08 Dicembre 2016 09:45

Articolo di J. Mauldin

"When Charles Gave, paterfamilias of Gavekal, chooses to express displeasure over an economic trend, an asset class, or what have you, he does not exactly mince words. If you happen to be in the room when he does so, he can sound like the Voice of God Himself, declaring from on high. And with his longish flowing white hair, he actually looks like central casting setting over to play the part.

Today Charles is exercised about Italy. He first reminds us that when Italy adopted the euro in 1999, he had argued that Italy would change from being an economy with a high probability of many currency devaluations to one with the certain probability of eventual bankruptcy. Now, he says, the fateful moment is not far off.

He gives us a couple of before-and-after charts: before March 1999 and from March 1999 to the present, in which he compares Italian and German industrial production and the performance of their respective stock markets. He notes that from 1979 to 1998, Italian industrial production outpaced Germany’s by more than 10%, and Italian equities outperformed German equivalents by 16%. That’s after taking into account the devaluations. Northern Italy is actually a production powerhouse, or was…

Then came the euro. Since 1999 Italian stocks have underperformed German stock by 65%, and since 2003 Italian factory output has lagged Germany’s by 40%. Thus, summarizes Charles, in this short essay,

The diagnosis is simply that Italy has become woefully uncompetitive, and as a result, is not solvent. This much is clear from the perilous state of its banking system, which is always the outcome when banks lend to firms that have been rendered uncompetitive by some reckless central banker….

This has to be the most well-telegraphed, and now inevitable, national bankruptcy that I have seen in my 45-year career.

Which is exactly what I have been saying for years in my books and Thoughts from the Frontline. It is getting ready to happen, and when it does it will affect all of Europe and then the entire world.

The timing for all such things is difficult. It is possible that the Germans blink and the ECB allows Italy one more opportunity to kick the can down the road – and drive up their debt-to-GDP to well over 150% at the same time. From the point of view of the bureaucrats in power, putting the problem off for another few years is a good thing because maybe they won’t be around at that point and somebody else can deal with it and take the blame.

Winter finally decided to show up in Dallas. It will actually get below freezing either tonight or tomorrow night. And I will be flying into winter weather in DC and New York this weekend. I am doing something that for me is extremely unusual. I really hate early mornings and especially hate to get on early flights. But I have to be in DC, so I am taking a 6 AM flight Friday morning. I have so many friends (like Dennis Gartman or Olivier Garret) who can sit down in a plane seat and immediately go to sleep. It doesn’t work that way for me, no matter how often I try.

But a last-minute opportunity came up to spend some time with Dr. Woody Brock on Thursday night at a small gathering, and that is something I just simply can’t pass up. There is too much to talk about, and I have so many questions. Woody may be wrong from time to time, but he is seldom in doubt. And the rest of the table, which is one of those I can’t talk about, is pretty impressive, too. I get invited from time to time to provide comic relief.

Then I will see other good friends flying in from around the country for a quiet, fun dinner and conversations along the lines of what the heck do you do with assets in markets like these? That will also be a topic for this weekend’s letter. Until then, you have a great week, and I will be writing from DC.

Your wondering how bad Italy will get analyst,"

 

Questo pezzo (su cui concordo al 100%) e che piacerà molto agli antieuro,ha un grande punto irrisolto (e dimenticato anche dall'autore) .

Anti ed io ,anche in modi pittoreschi,lo abbiamo tirato in ballo un sacco di volte.

Perchè il nostro sistema paese è a tal punto irriformabile da necessitare svalutazioni continue per sopravvivere ?

Perchè dobbiamo subire rituali impoverimenti del paese ?

Perchè dobbiamo imporre rituali alterazioni nelle classi sociali penalizzando alcuni e favorendo altri.

 

Hobi


 Last edited by: hobi50 on Giovedì 08 Dicembre 2016 09:53, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Giovedì 08 Dicembre 2016 09:34

Sono in crisi di astinenza: fuori 2 FIB a 18170 alla faccia della BCE. Vediamo che succede.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Giovedì 08 Dicembre 2016 09:31

Per chi pensa che ci sia una "rising tide" di nazionalismo che contrasta gli effetti della globalizzazione, si vada a vedere il grafico di Ferrari e di Brembo.....

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Giovedì 08 Dicembre 2016 09:31

Hobi, 10600 e' li' vicino. Basta una parola dal sen sfuggita di Draghi. I tedeschi cominciano a "sentire" il rallentamento dell'economia della Germania, si sono accodati al rialzo solo per disperazione. Quando le cose ti van troppo bene per fattori esogeni (nel caso l'euro) cominci a rilassarti e si notano gia' segni di debosciamento tra i tedeschi.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Giovedì 08 Dicembre 2016 09:17

Antitrader> "il MIB per gennaio (rogorosamente al ribasso)."

 

Temo che sia un errore. A febbraio comunque se ne riparla. Oggi e' a 18.189,49.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Giovedì 08 Dicembre 2016 09:16

Oscar è un grande trader.

Penso che la sua posizione  ( che, Anti ,non è poi così complessa ....) l'abbia costruita nel tempo sfruttando gli up and down del mercato.

In questo trading ci vuole molta sensibilità e pazienza .

Quindi non penso sia così costosa anche perchè aveva un bel buco in mezzo (da 10500 a 11000).

Anche io opero così ma ,avendo una strategia ribassista ,ero vincente solo sotto i 10600 .

Questa volta Oscar è stato più non direzionale di me !

 

Hobi


 Last edited by: hobi50 on Giovedì 08 Dicembre 2016 09:17, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Giovedì 08 Dicembre 2016 09:13

Compagno Jose', non ti affezionare troppo ai complotti, i mercati scontano il flusso di notizie tanto bizzarre quanto "positive" che il trumpone iniziera' a twittare da gennaio: taglio di tasse, rilocazioni di aziende, gringos ai confini messicani, sottomissione della FED alla politica etc... l'incredibile rialzo del DOW e' dovuto al fatto che si non riesce nemmeno a immaginare una notizia negativa per i mercati nei primi mesi trumpiani con buona pace di quelli che "Trump mettera' in riga i banchieri di wall street".

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Giovedì 08 Dicembre 2016 09:06

Ottimo Aleff. Pero' attenzione ad oggi. se Draghi parla bene va su ancora un po', ma se solo pronuncia la parola "tapering" sara' panico (soprattutto sul MB). Quei rettiliani di Moody's han gia' messo le mani avanti, per adesso si son limitati a declassare l'outlook, ma alla prossima il target "spazzarura" e' a portata di mano.

Domani torno in Padania e saro' di nuovo pienamente operativo. Il bersaglio preferito sara' prorpio il MIB per gennaio (rogorosamente al ribasso).

Hobi, Oscar quasi sicuramente gli va bene ma quando ti incasini con operazioni troppo "sofisticate" alla fine non sai piu' nemmeno se tifare per il rialzo o ribasso e al max prendi tre cocomeri e un peperone (sempre meglio che botte da orbi).

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: DOTT JOSE on Giovedì 08 Dicembre 2016 08:54

i mercati scontano il fatto che le aristocrazie del capitale  abbiano già approntato un piano B

per favorire gli interessei delle elite a sfavore di quello del popolo

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Giovedì 08 Dicembre 2016 08:42

Hobi, stamattina mi sono svegliato anche io pensando ad Oscaraccio!!

e questa volta l'aveva presa davvero da lontano la mira!! (era ancora ottobre quando ha iniziato a costruire la posizione)

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Giovedì 08 Dicembre 2016 08:37

Anti ,pare che il nostro traderoscar nella sua "dual strategy" (vincere sotto 10500 e sopra 11000 ),abbia ancora una volta azzeccato ... e sul lato che non avrei pensato.

Hobi

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Giovedì 08 Dicembre 2016 08:32

Bravo Aleff!!

io invece sono short, maledetto Referendum

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Aleff on Giovedì 08 Dicembre 2016 06:54

hei Anti... No dico...ma hai letto i miei post della scorsa settimana e di lunedi....ho usato il termine "stratosfera" per il fib !!!!

Il sottoscritto dopo 2 mesi di botte sui denti ...e dentro sul fibbone da martedi della scorsa settimana....e non e finita

....stra to sfe ra