Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Lunedì 29 Gennaio 2018 10:20

>>>nel M5S TU parlamentare ESEGUI quanto deciso altrove dagli iscritti al M5S<<<

 

Non è vero manco per il cazzo Will, i parlamentari M5S eseguono quello che viene deciso dai vertici, 

al massimo hanno autonomia su qualche piccolo dettaglio insignificante, tanto per dargli un po' di soddisfazione.

I vertici ( che non sono composti da esponenti M5S ) passano gli ordini tramite la Casaleggio.

 

Per questo, nessun uomo libero voterebbe volontariamente un simile partito o movimento che dir si voglia.

Ovviamente so che non mi crederete, negherete, ma questo non è importante, uomo avvisato, mezzo salvato.


 Last edited by: Tuco on Lunedì 29 Gennaio 2018 10:32, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Lunedì 29 Gennaio 2018 10:11

>>>tuco, la sovranità monetaria l'abbiamo avuta, e come ci siamo ridotti?<<<

 

Xtol, non mi risulta sia accaduto niente di grave fino a quando avevamo il cambio flessibile con gli altri partner.

Il debito pubblico  in moneta propria non mi spaventa, non spaventa un paese che ha un saldo commerciale estero positivo, come abbiamo praticamente sempre avuto ( eccetto un breve periodo, con L'Euro guarda caso ).

I PEG son sempre disastrosi e depressivi, se fatti con una moneta che riflette i basics di un'economia più produttiva della nostra.

Il cambio flessibile impedisce che un'economia acquisti troppo ciarpame dall'estero, visto che se hai moneta debole, il fenomeno è autolimitante.

Guardate, il solito fenomeno che sta vivendo Italia adesso, è quello che ha vissuto il meridione dopo l'unità d'Italia, quello che sta vivendo la

ex Germania Est dopo l'unificazione. Praticamente se ti leghi mani e piedi ad un'economia più produttiva sei condannato alla depressione e spopolamento perenni.
Come ovviano i paesi molto vasti a questo fenomeno? Con i trasferimenti fiscali interni, così come si è sempre fatto con il meridione d'Italia guarda il caso.
In Europa questo non è possibile, per tutta una serie di considerazioni politiche e federative,

Se anche si riuscisse ad avere qualche trasferimento in una qualche maniera, la depressione

continuerebbe, basta osservare le sorti del meridione d'Italia ripeto.

Le tue idee sullo stato minimo XTOL, sono utopiche, e te lo dico da oramai anarchico.
Le strade, l'ordine pubblico,  le grandi infrastrutture, le reti telecom, le reti elettriche, l'acqua, i servizi essenziali, i trasferimenti compensativi fra territori hanno necessità di essere centralizzati per questioni direi ovvie.

Ovviamente, non desidero uno stato iper invadente, nessuno sano di mente lo desidera,

però, l'UE si configura come lo stato più invadente e accentratore si possa immaginare,

una specie di EX Unione Sovietica dei bei tempi.
Questo grande potere dei vertici di Bruxelles viene esercitato proprio tramite il grande e potente strumento accentratore e di comando che è la moneta unica detta EURO.
 


 Last edited by: Tuco on Lunedì 29 Gennaio 2018 10:27, edited 4 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Lunedì 29 Gennaio 2018 10:11

willy, fai davvero tenerezza: vuoi trasferire la democrazia rappresentativa dal parlamento al movimento 5s..

 

Xtol, il parlamentare M5S è OBBLIGATO a votare secondo quanto stabilito in rete dagli iscritti, è lUNICO parlamentare con questo obbligo di mandato pena sanzioni pecuniarie ed espulsione, NESSUN altro parlamentare ha questo obbligo né alcun vincolo di mandato ... nella democrazia rappresentativa TU parlamentare DECIDI nel presunto interesse dei tuoi rappresentati, nel M5S TU parlamentare ESEGUI quanto deciso altrove dagli iscritti al M5S

 

il M5S vuole ABOLIRE TUTTI I PARLAMENTI ESISTENTI

 

poche idee e ben confuse diceva il mio prof quando mi interrogava ...

:-)


 Last edited by: lmwillys1 on Lunedì 29 Gennaio 2018 10:12, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: XTOL on Lunedì 29 Gennaio 2018 09:47

willy, fai davvero tenerezza: vuoi trasferire la democrazia rappresentativa dal parlamento al movimento 5s.. cosa puoi sperare che cambi?

gano, queste elezioni sono decisive come tutte quelle che le hanno precedute: zero, vai solo a scegliere di chi vuoi essere servo per i prox 5 anni

oscar, ancora a baloccarsi con l'idea che qualcuno da qualche parte abbia la bacchetta magica, le stelle te le faranno vedere.. per il dolore

tuco, la sovranità monetaria l'abbiamo avuta, e come ci siamo ridotti?

la mia ricetta?

ciao ciao itaglia, ciao ciao stati nazione, ciao ciao politici di carriera, stati minimi in termini di potere e di territorio

#4marzo tutti a casa

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Domenica 28 Gennaio 2018 21:49

Oscar, senza sovranità monetaria non ne usciremo da questa situazione, ovviamente io ho delle ragioni solide per affermare ciò,

e tu hai le tue ovviamente, sarebbe lunghissimo spiegartele ( again ) e credo inutile a questo punto.

Io ho fiducia zero in M5s, anzi, credo che se vincessero accadrebbe inizialmente un mezzo disastro, per poi vedere lo stabilizzarsi della situazione

così come la vedi in Grecia... ( ricordi Tsipras, Merkel, Schaeuble, Varoufakis? ).

Comunque, vediamo, se vincete e fate bene, certamente avrò modo di congratularmi e sostenervi.

Per quanto mi riguarda, l’unica maniera per salvare Italia è uscire da Euro in maniera consensuale con gli altri

partners. Ovviamente non credo ciò avverrà, e se Euro crollerà, ciò avverrà in modo caotico, disordinato.

Se Euro rimarrà, certamente non ci risolleveremo mai più da questo stato post-depressivo.

La moneta unica non è semplicemente un’unità di misura a comune, è un qualcosa di assai

più dirompente, e le motivazioni sono complesse e controintuitive, non posso aspettarmi

che le persone le possano capire, quindi, a questo punto, ci rinuncio.


 Last edited by: Tuco on Domenica 28 Gennaio 2018 21:58, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Domenica 28 Gennaio 2018 20:39

"La miglior classe politica era quella della prima repubblica.

Spazzata via quella, ci siamo ritrovati con classi sempre più incompetenti, funzionali ai poteri esterni che ci comandano.

L’apoteosi dell’incompetenza e stupidità, la toccheremo con il M5s."

 

Tuco,non è vero!!!! Proprio la classe politica della prima repubblica,sono i responsabili della attuale situazione.Però sono riusciti

a rimandare i problemi alla futura generazione perchè le circostanze lo permettevano,ma la generazione futura, cioè, quella attuale

che usa gli stessi sistemi della generazione precedente ha molte più difficoltà a rimandare i problemi.

Occorre una rivoluzione nella politica e nei politici attuali incapaci di modificare il declino che ci affligge da anni.

Solo il M5S ha gli anticorpi necessari per combattere e vincere il male che ci affligge e per affrontare la nuova era tecnologica........

E quindi uscimmo a riveder le stelle.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Domenica 28 Gennaio 2018 19:38

Più è alto l’astensionismo, più questo avvantaggia il PD. Votate qualsiasi cosa, ma votate. Non esiste "il voto inutile". Queste elezioni (e le prossime) sono più importanti di quanto immaginiate. Nella teoria dei giochi -e nella realtà- quando aggiungete o togliete un giocatore (in questo caso si spera il PD) cambia completamente tutto il contesto, e non solo il contorno che riguardava quel singolo giocatore. La perturbazione potrebbe essere così grande da cambiare tutto il sistema.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Domenica 28 Gennaio 2018 18:05

La miglior classe politica era quella della prima repubblica.

Spazzata via quella, ci siamo ritrovati con classi sempre più incompetenti, funzionali ai poteri esterni che ci comandano.

L’apoteosi dell’incompetenza e stupidità, la toccheremo con il M5s.

Non ho altro da dire.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Domenica 28 Gennaio 2018 16:24

Gano, non è che la politica ovunque possa fare granché, può solo finalmente rassegnarsi alla società comunista tecnologica basata sulle risorse ... poi certo se si sfasciano le macchine perché ti tolgono il lavoro, si danno soldi a pioggia, si torna al telegrafo anzi ai segnali di fumo, una bella zappata ai campi, un bel viaggetto europeo a dorso di mulo, ecc. ecc. .... 


 Last edited by: lmwillys1 on Domenica 28 Gennaio 2018 16:25, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Domenica 28 Gennaio 2018 15:04

Lmwyllis> "io vorrei tanto votare ma stavolta non son riuscito a trovare il modo, andando all'estero per pochi giorni pare non si possa"

 

Lmwyllis, le cause di forza maggiore sono cause di forza maggiore. Se uno va all'estero, se è malato, se ha impegni improrogabili, è ovvio... Ma se uno deve stare a casa a girarsi i pollici o a guardare RAI1, allora stavolta è meglio che vada a votare.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Domenica 28 Gennaio 2018 14:57

'il fallimento dell'attuale politica e politicanti italiani '

 

quello c'è già stato, basta vedere come va l'Italia rispetto a qualsiasi altro paese

Anti ha ragione

io vorrei tanto votare ma stavolta non son riuscito a trovare il modo, andando all'estero per pochi giorni pare non si possa

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Domenica 28 Gennaio 2018 14:43

Oscar!

Non e' piu' possible cambiare la classe politica. Quando la cialtrneria diventa maggioranza nel paese diventa mipossibile senza passare in mezzo a una catastrfe ceh travolge tutto e tutti.

Ma hai visto le liste? Renzi ha fatto fuori tutti quelli piu' presentabilii e a destra hai dentro le liste  una casistica che copre l'intero codice penale. (il piu' serio, Razzi, non lo hanno candidato).

In ogni caso la catastrofe ci sara', siamo arrivati a fine ciclo espansivo piu' scassati di prima, e i debiti si pagano, tra lo sconcerto di qui pollastrelli che "il debito e' solo un'illusione ottica", "noi stampiamo la moneta, svalutiamo ed esportiamo".

Con la Merkel, Shaeble e Weidmann che si son rotti le balle di occuparsi dei cialtroni la situazione e' ulteriormente peggiorata.

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Domenica 28 Gennaio 2018 14:23

Comunque ragazzi di qualsiasi partito siate, il 4 marzo andate a votare, perché è una data cruciale.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 28 Gennaio 2018 13:59

macchè Oscar loro vogliono che si ritorni alla zappa....anziani inclusi....sono quaquaraqua che dicono tanto per dire ma poi se vi ci si trovano in certe situazioni  che auspicano sono sicuro che frignerebbero come schizziniose zittelle...patetico..

E te stai con questi (loschi) figuri qui.....ASSURDO!.

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Domenica 28 Gennaio 2018 13:55

"'Io faccio per davvero il tifo per il fallimento dell'Italia' ... la penso come Anti"

 

Willys,penso e spero che voi intendiate il fallimento dell'attuale politica e politicanti italiani con il conseguente ricambio necessario per

migliorare la situazione dell'italia e del popolo italiano.......