Ologrammi di vita reale

 

  By: Gano di Maganza on Sabato 18 Ottobre 2014 19:03

Ok, scusa, non avevo capito. Certo, sono d'accordo. E' il sistema tedesco. Pensioni molto basse (di mera sussistenza, sostanzialmente per evitare problemi sociali) ma con contributi altrettanto bassi e quindi previdenza complementare privata diffusa. E' il sistema migliore.

 

  By: antitrader on Sabato 18 Ottobre 2014 19:01

"con 1000, ti tolgono all'incirca il 20 %, un quinto" esatto, e otterresti un risultato sensazionale: una forte riduzione della pressione fiscale con una manovra espansiva a costo zero per le casse pubbliche. P.S. amato ha raddoppiato, adesso ne prende 65.000/mese essendo stato nominato alla corte. Per lorsignori non esistono mai divieti di cumulo, esistono solo per i bidello che magari va a pitturare il bilocale del cugino e diventa evasore fiscale.

 

  By: Gano di Maganza on Sabato 18 Ottobre 2014 18:54

Le pensioni a 500 euro di Anti e mi tolgono il 50% di carico INPS. Ci potrei stare. Meglio ancora le pensioni a 500 euro (o 1000 euro, ma direi variabili a seconda del ciclo economico) per tutti finanziate dalla fiscalità generale, come stipendio di anzianità uguale per tutti. Così in periodo di vacche grasse ci sarà di più per tutti, in periodo di vacche magre tireranno tutti la cinghia. Che io debba pagare l' INPS "in verticale/orizzontale" come dici tu, che non si capisce più se pago per me stesso e la mia futura pensione o per quella presente di un altro, è un' idiozia completa. Il governbo ha fatto la porcata di tirarti fuori il TFR dall' azienda e mettertelo in busta paga, tassandotelo pure e togliendoti l' unica sicurezza per la pensione e la vecchiaia. Perchè invece in busta paga non ti ci lascia i contributi INPS? Magari anche togliendoti una pensione che tanto non avrai mai? > ci tengo a sottolineare che l'idea cmq è di Anti, Lo specifico sempre! Comunque sto cominciando a condividerla. > i tuoi contributi servono, oggi stesso, per pagare le pensioni a qualcun altro E' quella la porcheria! Mi dissaguano per pagare le pensioni di altri, quando io probabilmente non avrò pensione o quasi..

 

  By: gianlini on Sabato 18 Ottobre 2014 18:49

(o di quasi tutti i contributi INPS). ------- con pensioni, tutte uguali, a 500 euro, ti tolgono circa il 50 % dei contributi, li dimezzano, il calcolo l'abbiamo fatto fino alla noia, mi sembra con 1000, ti tolgono all'incirca il 20 %, un quinto ci tengo a sottolineare che l'idea cmq è di Anti, io mi sono limitato a certificare i conteggi

 

  By: Gano di Maganza on Sabato 18 Ottobre 2014 18:46

invece devi ragionare in orizzontale (i tuoi contributi servono, oggi stesso, per pagare le pensioni a qualcun altro) se oggi tu smettessi di pagare i contributi, i pensionati prenderebbero zero e né 500 o 1000....ZERO, lo capisci questo? ------------------------------------------------------------------------------------- Appunto. E' quello che ripeto da innumerevoli post. Secondo te a me (o a Giorgiofra o a XTOL...) frega qualcosa di pagare l' INPS per i 30.000 euro di pensione di Giuliano Amato visto che molto probabilmente io e tutti quelli della mia generazione andranno a prendere poco più di ZERO (0)? Diano subito a tutti le pensioni da 500 euro di Anti e mi tolgano il peso di quasi tutti i contributi INPS (qualcosa per solidarietà sono pur disposto a pagarlo).

 

  By: gianlini on Sabato 18 Ottobre 2014 18:17

Gianlini, ma è la stessa cosa che dico io. Perché devo pagare migliaia e migliaia di euro l' anno di INPS per poi andare a prendere le pensioni da 500 euro di Anti? ---------- Gano tu ragioni in verticale (pensi che i tuoi contributi di oggi servano per pagarti la pensione domani) invece devi ragionare in orizzontale (i tuoi contributi servono, oggi stesso, per pagare le pensioni a qualcun altro) se oggi tu smettessi di pagare i contributi, i pensionati prenderebbero zero e né 500 o 1000....ZERO, lo capisci questo?

 

  By: Gano di Maganza on Sabato 18 Ottobre 2014 17:32

se anche oggi non si pagassero, praticamente, contributi previdenziali -------------------------------------------------------------------------------- Gianlini, ma è la stessa cosa che dico io. Perché devo pagare migliaia e migliaia di euro l' anno di INPS per poi andare a prendere le pensioni da 500 euro di Anti? (e se non saranno 500 saranno 1000). Hai fatto un sacco di discorsi su INPS e pensioni, ma questa non me l' hai mai spiegata! Per il resto concordo con XTOL e Giorgiofra, soprattutto sentendomi oramai in uno stato dove la forza e la protervia servono sempre di più per proteggere le istituzioni e non il cittadino.

 

  By: gianlini on Sabato 18 Ottobre 2014 17:24

Gianlini, quindi fa fede uno che non paga e non ii milioni di persone iscritte regolarmente all'Inps che versano regolarmente i loro contributi? ---------------- ma pablo, certo che no! il problema è che i casi come quello citato da Giorgio sono così comuni, anzi direi estremamente comuni, che ad occhio e croce sono almeno la metà dei casi totali adesso, nel 2014, hai probabilmente un gran numero di iscritti all'INPS e situazioni "generalmente" in regola....ma fino a non troppi anni fa era molto diverso tant'è che tu stesso dici che si stava molto meglio in Italia....e ti credo! se anche oggi non si pagassero, praticamente, contributi previdenziali e magari le tasse fossero un 10 % in meno, si starebbe benissimo...don't you think?

 

  By: XTOL on Sabato 18 Ottobre 2014 12:13

#i#purtroppo però gli stati sono dei mali necessari (quale sarebbe l'alternativa??)#/i# Lutrom, l'anarchia è un esperimento mai tentato, non possiamo sapere se è sensata (ne dubito, ma potrebbe essere una mia carenza di fantasia, dovuta al non averla mai vista applicata). personalmente, la vedo da "biologista" (autodefinizione): tra due estremi (potere massimamente centralizzato/anarchia) il pendolo oscilla e l'unica strategia ragionevole è cercare di riportarlo verso il centro. da un paio di secoli il pendolo va verso la centralizzazione e da almeno 100 anni ha superato il punto di equilibrio. Abbiamo accettato (nella speranza di ottenere sicurezza fisica ed economica) di demandare allo stato poteri sempre più pervasivi e gli effetti si sono fatti via via più negativi. a me la necessità di invertire la rotta appare evidente da 40 anni, e da allora ho fatto quel che ho potuto per remare in quella direzione. il pendolo però continua inesorabile a viaggiare verso stati più grandi e più centralisti, sulla spinta dei troppi utili idioti che non comprendono che: #i#Chi è pronto a dar via le proprie libertà fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non ottiene né la libertà né la sicurezza.#/i# Benjamin Franklin x Giorgiofra: mi piacerebbe sapere che condanna avrebbe inflitto quel giudice (o il dott jose) al tipo che scrisse: #i# La frode fiscale non potrà essere davvero considerata alla stregua degli altri reati finché le leggi tributarie rimarranno vessatorie e pesantissime e finché le sottili arti della frode rimarranno l’unica arma di difesa del contribuente contro le esorbitanze del fisco”#/i# (Luigi Einaudi, secondo presidente della repubblica)

 

  By: pablo on Sabato 18 Ottobre 2014 11:54

Gianlini, quindi fa fede uno che non paga e non ii milioni di persone iscritte regolarmente all'Inps che versano regolarmente i loro contributi? Bel modo di ragionare. Come se io scrivessi: mio cugino non ha mai lavorato in vita sua ma mangia tutti i giorni due volte al giorno e tu, di conseguenza, te la prendessi con chi mangia tutti i giorni due volte al giorno.

 

  By: gianlini on Sabato 18 Ottobre 2014 10:58

"mio suocero, analfabeta che crede che la Turchia sia una donna e che non ha la benché minima idea di quali paesi confinino con l'Italia, uno che in tutta la sua esistenza non ha mai pagato una lira di tasse o di contributi, e che percepisce la pensione da oltre 30 anni," shhhh.... non dirlo a Gano che lui crede che i pensionati siano dei piccoli eroi e che all'INPS ci siano montagne di soldi dei contributi versati...

 

  By: giorgiofra on Sabato 18 Ottobre 2014 01:04

Lutron, se pensiamo che la sinistra ha avuto il 40% dei voti, ed ha votato circa il 60% degli aventi diritto, vuol dire che in fondo il governo è sostenuto da meno di un terzo degli elettori. Ecco, un terzo degli elettori, quasi tutti pensionati e dipendenti pubblici, decide il futuro di tutta la parte produttiva del paese, con le conseguenze che stimo vedendo. E' chiaro che gli interessi di coloro che vivono di soldi pubblici sono diversi da quelli di coloro che sono costretti a sostenerne le spese. In fondo il suffragio universale la madre di tutti i problemi. Quando penso che mio suocero, analfabeta che crede che la Turchia sia una donna e che non ha la benché minima idea di quali paesi confinino con l'Italia, uno che in tutta la sua esistenza non ha mai pagato una lira di tasse o di contributi, e che percepisce la pensione da oltre 30 anni, ebbene, quando penso che il suo voto vale come quello di un imprenditore che esporta per milioni di euro, o di un grande chirurgo, capisco perché sta andando tutto a ramengo. Qualche giorno fa un amico mi ha espresso il desiderio di fare qualcosa per far cessare questa follia. Gli ho risposto che non occorre fare nulla, perché questo sistema, per sua intrinseca natura, va di corsa verso il collasso. Quando coloro che producono ricchezza diventano minoranza, e perdono ogni incentivo ad investire ed a rischiare, il patatrak diventa inevitabile. Al di la della propaganda governativa, sostenuta da tutti i media, non esiste più via di uscita. Le aziende che possono, scappano all'estero. Quelle che restano, nella gran parte, sono fallite o sono sul punto di farlo. Oramai le zone industriali si stanno desertificando, e non vedo una sola ragione per la quale un imprenditore avvii, in questo momento, una nuova attività. Intanto il governo prevede 4 miliardi di entrate dalla lotta all'evasione: ennesima megacazzata. Non paga più nessuno, e non per furbizia, ma per semplice mancanza di denaro. Le banche, che hanno una visione ampia delle cose, non prestano più niente a nessuno. E se lo fanno è perché hanno la certezza che i prestiti non potranno essere rimborsati. E' solo questione di tempo, ma credimi, questo sistema salterà. La cialtronaggine, come sostiene Antitrader, ha raggiuto livelli non più sostenibili e dagli effetti irreversibili.

 

  By: XTOL on Venerdì 17 Ottobre 2014 22:54

jose, cosa posso dire? a me viene istintivo parteggiare per il più debole. quando da una parte vedo lo stato con il suo schieramento di uomini in armi (centinaia di migliaia tra finanzieri, carabinieri, giudici, poliziotti, politici, sindacalisti, giornalisti) e dall'altra parte un singolo che non vuole dar loro il 70% di ciò che guadagna, mi riesce impossibile non fare il tifo per l'evasore. di schierarmi dalla parte del più forte non ci penso neppure. mi veniva istintivo tifare per i vietcong, mi hanno fatto tifare per saddam, adesso tifo per gli evasori, sarò malato..

 

  By: lutrom on Venerdì 17 Ottobre 2014 22:51

Hai ragione, Giorgio, è una cosa inaudita; purtroppo però gli stati sono dei mali necessari (quale sarebbe l'alternativa??): inoltre, potrebbero dire, che non è vero che chi comanda è una piccola minoranza, in quanto stiamo in democrazia, quindi è la maggioranza che decide... Il problema è che però questa maggioranza è formata da COGLIONI, e purtroppo paga il giusto (cioè i non coglioni come noi) per il peccatore (i coglionazzi che sono la maggioranza)...

 

  By: giorgiofra on Venerdì 17 Ottobre 2014 22:22

Per chi non avesse ancora compreso la vera natura di uno stato, di qualunque stato. Condannato per aver espresso uno opinione. Trovo tutto questo di una gravità inaudita, e mi chiedo come un giudice possa emettere una sentenza di questo genere, nascondendosi dietro il fasullo alibi del "mi limito ad applicare la legge". Per solidarietà al condannato affermo pubblicamente che non solo ritengo l'evasione fiscale un reato non grave, ma addirittura un comportamento doveroso allorquando non esiste altro mezzo per abbattere la dittature pseudodemocratica che ci costringe a rispettare leggi decise da una sparuta minoranza.