Stupidi Uomini Bianchi

Re: Stupidi Uomini Bianchi  

  By: Bullfin on Sabato 04 Marzo 2017 22:02

ebbene, in Giappone c'e' la piena occupazione e lavorano tutti fino a 12 ore al giorno e non pigliano nemmeno le ferie, non perche' non ne abbiano diritto, ma perche' considerano le ferie una roba disdicevole e da smidollati. Ecco, prova a toccare le ferie e un italiota, quello ti porta in azienda tutta la triplice sindacale.

 

 

Quindi se due lavorano  intensamente 8 ore hanno una resa uguale per le altre 4 ore che portano a 12 ore complessive oppure è meglio assumere uno nuovo che lavori 8 ore che resa alta?...

Con un sistema di contabilita' industriale fatta bene basata su tempi e metodi ti accorgi che le successive 4 ore, a) la resa cala b) aumenta il rischio di pezzi diffettosi c) aumenta il rischio di infortuni.

Questi sono fatti.

In fatto delle ferie è diverso. Il fatto è che le ferie per lex devono essere fatte per 3 settimane di fila....la legge dice che sono obbligatorie 4 settimane di ferie all'anno (da smaltire l'ultima entro 18 mesi dalla fine dell'anno. Pero' sarei per max 2 settimane in agosto e poi una a Natale e l'altra ad esigenza del dipendente. Il resto di ferie e permessi che maturano secondo il ccnl effettivamente sono in eccesso..

 


 Last edited by: Bullfin on Sabato 04 Marzo 2017 22:32, edited 1 time in total.

Re: Stupidi Uomini Bianchi  

  By: traderosca on Sabato 04 Marzo 2017 21:27

" con l'esperienza quotidiana! non credo che nella tua vita quotidiana non incroci per strada, sul luogo di lavoro, in un bar o in una palestra, africani di colore, e l'impressione non è affatto quella di persone aggressive e violente - come invece appaiono [lo so, l'apparenza inganna, me lo farai senz'altro notare] molti albanesi, rumeni, magrebini e centr'americani, verso i quali però non rivolgi mai particolari invettive."

 

Gianlini,ti ricordo che le comunità straniere maggiormente presenti in Italia sono per incidenza sul totale degli stranieri: Romania 23%,Albania 10%,

Marocco 9%,Cina 6%,Ucraina 5%,ecc gli altri andiamo su percentuali insignificanti. Romeni ed Albanesi rappresentano una altissima percentuale

di presenze ed ovvio che anche la percentuale che delinquono è superiore.Tuttavia la percentuale di romeni ed albanesi impiegati in determinati settori

come l'edilizia è enorme e così in altri settore che difficilmente delinquono...........

Re: Stupidi Uomini Bianchi  

  By: antitrader on Sabato 04 Marzo 2017 21:04

Al di la delle motivazioni che tanto piacciono ai rettiliani fessacchiotti secondo le quali i "negri" ce li manda Soros, l'emigrazione/immigrazione ha sempre (o quasi) motivazioni di carattere economiche che riguardano sia i paesi di partenza che quelli di arrivo.

Al di la di quelli dei barconi che fanno notizia proprio per il mezzo di trasporto avventuroso prescelto, il grosso arriva per via normale soprattutto dal sudamerica, filippine, India/Pakistan e dall'Europa dell'est (in forte diminuzione).

Negli anni 60 qualche milionata di italiani andarono a fare i "negri" in Germania, negli anni 70 le partenze cessarono all'improvviso, cosa era' successo? Niente, semplicemente in Germania non si trovava piu' lavoro.

Quando hai 3/4 milioni di immigrati che lavorano regolarmente, seppure in mansioni di bassa manovalanza e, contemporaneamente hai una disoccupazione giovanile al 50% questa e' la prova che la fauna indigena non e' piu' compatibile con l'ambiente ed ha bisogno di forze nuove per poter sopravvivere fino a che le forze nuove finiranno per prendere il sopravvento.

In questi giorni e' in atto una protesta dei lavoratori del deposito Amazon nel piacentino, son quasi tutti indigeni e si lamentano perche' il lavoro e' come quello alla catena di montaggio. Ma questi qui? Cosa credevano di dover fare ad Amazon? gli psicologi o i comunicatori? Ovvio che ci vai a fare pacchi e movimentazione merci.

Il capitalismo genera tuttora un numero di posti di lavoro piu' che sufficiente, basta guardare il Giappone (dove, di certo, non manca l'automazione), ebbene, in Giappone c'e' la piena occupazione e lavorano tutti fino a 12 ore al giorno e non pigliano nemmeno le ferie, non perche' non ne abbiano diritto, ma perche' considerano le ferie una roba disdicevole e da smidollati. Ecco, prova a toccare le ferie e un italiota, quello ti porta in azienda tutta la triplice sindacale.

Morale della favola: la fauna italica non e' piu' compatibile con l'ambiente e come tale dovra' essere sostituita da altre specie viventi, e lo sara'.

 

Re: Stupidi Uomini Bianchi  

  By: gianlini on Sabato 04 Marzo 2017 19:39

Nello, guarda che io ho sempre scritto che esprimevo un giudizio negativo sulla modalità di arrivo con gommone e relativa gestione all'ammasso di chi cosi arriva.

Quindi credo che siamo molto più vicini nelle considerazioni di quanto nella vis dialettica ogni tanto sembri.

Re: Stupidi Uomini Bianchi  

  By: NelloManga on Sabato 04 Marzo 2017 17:43

Tra Milano e la Calabria, te ne dò atto, c'è il dislivello di una montagna. Idem per quello tra l'Argentina e l'Italia o la Spagna.

Entrambi i dislivelli, tuttavia, si riducono a mere ondulazioni a fronte dell'abisso che separa Milano, Calabria, Argentina, Italia e Sicilia, da una parte, ed Africa Nera dall'altra; nel primo caso cento anni di ritardo nello sviluppo, diecimila nel secondo caso: non mille, sia chiaro, bensì diecimila anni di ritardo, ché l'Africa nera (esclusa l'Etiopia) fino a tutto l'Ottocento era ferma all' inizio dell'Età del Ferro e tutto il successivo sviluppo è stato unicamente prodotto dal vituperato colonialismo (e dal cristianesimo).

 

I calabresi "che sono così bravi a Milano" (così come i siciliani a Torino e i pugliesi a Bologna) ci hanno messo da una a due generazioni a diventare milanesi; più o meno quel che ci vorrà per albanesi, rumeni, macedoni. Ai somali, ghanesi, senegalesi, gambiani, congolesi e a tutti gli altri negri verso i quali nutri una così spiccata simpatia ci vorranno dieci generazioni per assimilarsi, purché restino in numero ridotto e dispersi; altrimenti, se ricreano le loro piccole somalie, senegal, gambie, conghi, anche fra cinquecento anni saranno ancora mezzi somali, mezzi ghanesi, mezzi gambiani, mezzi congolesi, mezzi africani.

 

Sul fatto che i negri che arrivano qui non siano un campione rappresentativo della popolazione del paese di provenienza, qui ti dò ragione.

Anzitutto sono all'80-90% maschi e giovani, e non credo che il Gambia, per dirne uno, sia popolato all'80-90% da maschi.

Poi, se hanno affrontato le fatiche ed i rischi del viaggio da clandestini significa che sono, in media, più attivi ed intraprendenti degli altri che sono rimasti a casa; ciononostante, dopo un anno o due anni o tre anni in Italia, li vedi ancora  tutti a ciondolare per le strade e le piazze, con il cellulare in mano e le cuffiette nelle orecchie, che aspettano l'ora di pranzo e quella di cena - ovviamente cellulare, cuffiette, pranzo, cena, alloggio, vestiti: nulla si sono guadagnati, tutto è offerto da noi, per anni e anni. E questi sono quelli più intraprendenti! Pensa a cosa sono il resto, quelli rimasti a casa.

 

Pensa a cosa sarà dell'Italia, dell'Europa, se questi continueranno ad arrivare.


 Last edited by: NelloManga on Sabato 04 Marzo 2017 18:01, edited 4 times in total.

Re: Stupidi Uomini Bianchi  

  By: gianlini on Sabato 04 Marzo 2017 09:50

Strano che un ingegnere che dovrebbe essere in grado di elaborare dei dati, si fermi ad assiomi quali

"se una popolazione è incivile e violenta rimane incivile e violenta"

che peraltro contrasta FORTEMENTE con l'esperienza quotidiana! non credo che nella tua vita quotidiana non incroci per strada, sul luogo di lavoro, in un bar o in una palestra, africani di colore, e l'impressione non è affatto quella di persone aggressive e violente - come invece appaiono [lo so, l'apparenza inganna, me lo farai senz'altro notare] molti albanesi, rumeni, magrebini e centr'americani, verso i quali però non rivolgi mai particolari invettive.

Tra l'altro parte da un assunto del tutto improbabile, e cioè che chi arriva qui sia un campione rappresentativo della società di partenza.

Peraltro, chi ha vissuto un po' e girato un po' il mondo, si accorge di quanto prevalga il "sistema" sull'indole delle persone. Quindi dire...perchè non tornano in Africa a creare una società come la nostra lì, è un'affermazione piuttosto stupida. Sarebbe un po' come dire...ma perchè i calabresi che sono così bravi a Milano, non tornano a Crotone a creare una società civile e prospera? Altrimenti l'Argentina, tanto per fare un esempio a caso, sarebbe ricca come la media di Spagna, Italia e Germania, oltre ad Israele. Le 4 provenienze principali della sua popolazione. E invece è nettamente più povera, più incivile e più violenta.

 


 Last edited by: gianlini on Sabato 04 Marzo 2017 10:00, edited 3 times in total.

Re: Stupidi Uomini Bianchi  

  By: NelloManga on Venerdì 03 Marzo 2017 18:47

Gianlini, si stava parlando di Africa Nera: la Cina c'entra come i cavoli a merenda, quindi lasciamola da parte.

 

Ciò detto, se una popolazione è primitiva, incivile, violenta a casa propria, a casa d'altri rimane violenta, incivile, primitiva.

 

Altrimenti se fosse così semplice per i somali o i congolesi o i ghanesi diventare tedeschi in Germania, francesi in Francia, italiani in Italia - semplicemente in dipendenza del porto di sbarco in Europa - ebbene per quale motivo non possono diventare tedeschi o francesi o italiani anche a casa loro? Dico seriamente: se davvero i somali (eritrei, congolesi, nigeriani, senegalesi, ghanesi ...) si trasformano miracolosamente in italiani, o quasi-italiani, per il semplice fatto di soggiornare in Italia per qualche tempo, perché non si impegnano a trasformasi in italiani, o quasi-italiani, in Somalia (Eritrea, Congo, Nigeria ...)? Non potrebbero trasformare il loro paese primitivo, selvaggio, violento in una Italia africana, moderna, progredita, civile?

 

I 500mila e più africani sbarcati negli ultimi tre anni - ormai diventati quasi-italiani, o no? -  non potremmo rimandarli a casa loro a trasformare l'Africa in una nuova Europa a sud dell'Equatore?


 Last edited by: NelloManga on Venerdì 03 Marzo 2017 18:49, edited 2 times in total.

Re: Stupidi Uomini Bianchi  

  By: gianlini on Venerdì 03 Marzo 2017 16:46

Nello , le statistiche che conosco molto bene sono sicuramente utili ma vanno prese con le pinze. 

Probabilmente anche in Cina ci sono molti omicidi, ma quelli che sono qui non ne commettono contro italiani.

La pericolosità dei cinesi in Italia è Zero!

Allo stesso modo gli africani in italia non sono affatto particolarmente aggressivi, direi non in misura superiore agli italiani. Se tu hai dati che in Italia (non in Ghana) testimoniano il contrario, pubblicali

 


 Last edited by: gianlini on Venerdì 03 Marzo 2017 16:49, edited 2 times in total.

Re: Stupidi Uomini Bianchi  

  By: NelloManga on Venerdì 03 Marzo 2017 15:34

Qui qualcuno non ha la minima idea delle statistiche sugli omicidi nei paesi dell'Africa Nera (e non parliamo degli stupri, che sono normale amministrazione).

Re: Stupidi Uomini Bianchi  

  By: fultra on Venerdì 03 Marzo 2017 14:41

Gianlini, quello è un alfano AL QUADRATO , fai i tuoi conti.

In Ruanda sono neri neri, e  non ci vanno tanto x il sottile,ma NON è una questione di COLORE, bensì di quanto hanno nella testa ( certo non tutti, ma li vogliamo proprio tutti così? )

 da wiki>>

Il genocidio del Ruanda fu uno dei più sanguinosi episodi della storia dell'Africa del XX secolo. Dal 6 aprile alla metà di luglio del 1994, per circa 100 giorni, vennero massacrate sistematicamente (a colpi di armi da fuocomachete pangas e bastoni chiodati) almeno 500.000 persone, secondo le stime di Human Rights Watch[1]; il numero delle vittime tuttavia è salito fino a raggiungere una cifra pari a circa 800.000 o 1.000.000 di persone[2]. Il genocidio, ufficialmente, viene considerato concluso alla fine dell'Opération Turquoise, una missione umanitaria voluta e intrapresa dai francesi, sotto egida dell'ONU.

Le vittime furono prevalentemente di etnia Tutsi, corrispondenti a circa il 20 % della popolazione, ma le violenze finirono per coinvolgere anche Hutu moderati appartenenti alla maggioranza del paese............

 

Re: Stupidi Uomini Bianchi  

  By: foibar on Venerdì 03 Marzo 2017 14:40

Bella la Svezia, ancor di più le svedesi, magari pure due:

http://ilblogdilameduck.blogspot.it/2017/03/dove-le-donne-hanno-paura-di.html

 


 Last edited by: foibar on Venerdì 03 Marzo 2017 14:41, edited 1 time in total.

Re: Stupidi Uomini Bianchi  

  By: gianlini on Venerdì 03 Marzo 2017 12:46

Fultra, la notizia in  esame riguardava magrebini, non africani di colore.

Secondo me Pana ha ragione quando sostiene che gli africani di colore, quelli che sono cresciuti in Africa, non quelli che abitano le Americhe, non siano di norma più aggressivi di noi, mentre la stessa cosa non si può dire di marocchini e magrebini in generale.

Tutto sommato nell'Africa nera hanno operato migliaia o decine di migliaia di missionarie italiane, e non ricordo che siano stati frequenti o più frequenti del normale episodi e racconti di violenza a loro danno.

 

 

 

 


 Last edited by: gianlini on Venerdì 03 Marzo 2017 13:39, edited 3 times in total.

Re: Stupidi Uomini Bianchi  

  By: fultra on Venerdì 03 Marzo 2017 12:40

Pana, lei ha bisogno che un negrone lo faccia veramente con lei, così non rompe più le palle sostenendo che sono più galantuomini di noi.

Re: Stupidi Uomini Bianchi  

  By: pana on Venerdì 03 Marzo 2017 11:49

Molestata e picchiata in treno. La ragazza ha inventato tutto

 

La 15enne aveva denunciato l'aggressione sull'ultima carrozza del Milano-Mortara da parte di due magrebini

Re: Stupidi Uomini Bianchi  

  By: NelloManga on Giovedì 02 Marzo 2017 19:32

Cosa c'entra il processo allo stupratore somalo con le nostre ultime considerazioni?

C’entra per il fatto che la decisione del tribunale di lasciar sostanzialmente impunito un reato gravissimo (stupro, ché tale si configurava legalmente, anche se la ragazzina era consenziente) solo ed esclusivamente perché commesso da un immigrato somalo (uno svedese sarebbe stato punito senza pietà – giustamente) è proprio uno dei migliaia di fatti che stanno spingendo gli svedesi a rivedere il proprio atteggiamento nei confronti dell’immigrazione incontrollata di decine di migliaia di persone da terre distanti, primitive, incivili, arretrate.