Anca ogi g'han ciapà Binladen, l'ISIS...

 

  By: gianlini on Venerdì 05 Settembre 2014 17:42

un video proprio del Katz!

 

  By: MR on Venerdì 05 Settembre 2014 14:47

Molto interessante, e preoccupante.

Gli hanno fregato i video (all'ISIS) - Moderatore  

  By: Moderatore on Venerdì 05 Settembre 2014 00:35

Nell'articolo precedente ho notato che non ha senso che questi dell'ISIS pubblichino video in cui sgozzano dei cittadini americani, non ha alcun senso dal loro punto di vista, è controproducente e masochistico, ottengono solo di far tornare gli americani. E guarda cosa si impara oggi leggendo il Telegraph. Il video del secondo giornalista americano decapitato è stato diffuso, non dall'ISIS, ma ^da una società di intelligence privata chiamata SITE#https://www.siteintelgroup.com/^ SITE dice di averlo trovato su un sito islamico in un "indirizzo di file share" a cui evidentemente aveva accesso e lo ha inviato a tutti i media nel mondo. SITE è di ^proprietà di un tale Rita Katz, israeliana#http://www.telegraph.co.uk/news/worldnews/middleeast/iraq/11071496/Jihadists-appear-caught-offguard-by-release-of-Steven-Sotloff-video.html^. SITE ha come scopo combattere due minacce: quella della jihad islamica e quella dei "white supremacist" (cioè razzisti bianchi) Anche anni fa questa società diffuse video di Bin Ladin senza che lui se ne accorgesse (loro dicono che li trovano prima della pubblicazione entrando nei server degli islamici). E' possibile che Bin Ladin e questi dell'ISIS siano così confusionari che si fanno fregare i file dei loro video su internet dagli israeliani ? Tutto è possibile in teoria, questi islamici li mettono online su DropBox in attesa di postarli su Youtube e questi legati all'intelligence israeliana glieli trovano... e glieli pubblicano (perchè invece di inviarlo a tutti i media questi di SITE non si sono limitati ad avvertire la CIA e i governi ?...per far risparmiare tempo a quelli dell'ISIS ?...perchè hanno paura che poi questi se ne dimenticavano o non pubblicavano ?...) In ogni caso è un fatto che il video di questo sgozzamento non è stato diffuso dall'ISIS, ma da israeliani. (l'ISIS, a differenza di tutti gli altri gruppi terroristi arabi, non parla mai di sionisti e israele)

 

  By: MR on Mercoledì 03 Settembre 2014 13:14

Sono in parte d'accordo con Gianlini, ma non del tutto. Sono d'accordo perché è acclarato che il wahabismo generi una regressione infantile nei suoi adepti, fra cui anche l'incapacità di articolare un pensiero autonomo secondo i normali criteri cogniti superiori. Tipo i neoliberisti da forum, che parlano solo per slogan, tornando quindi indietro quando alle elementari "Il mio papà è il più forte del mondo". Per non bisogna nemmeno fare finta di ignorare il ruolo anglo-saudita dietro il salafismo in generale (El Banna, fondatore dei Fratelli Musulmani, era un membro dei servizi segreti britannici) ed il wahabismo jihadista cosmopolita stile ISIS in particolare. Che si vogliano costringere nuovamente gli USA ad una ulteriore guerra d'aggressione funzionale alla balcanizzazione del Mondo Arabo come previsto dal New York Times e quindi favorendo implicitamente Israele, Arabia Saudita e Turchia? Si vedrà, ma occhio ad avere risposte così certe.

 

  By: gianlini on Mercoledì 03 Settembre 2014 09:48

più o meno lo stesso motivo che ha qualche studente ogni tanto di imbracciare un fucile, stserminare un po' di coetanei e professori, per poi finire massacrato dai colpi di arma da fuoco delle forze speciali; gesti preceduti da video di autodichiarazione o accompagnati da video di presa in diretta dell'evento non ha senso la barbarie se non è ripresa e vista in tutto il mondo un concetto molto moderno e giovanile di mostrarsi

 

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 03 Settembre 2014 03:34

Ottima osservazione.

i video di americani sgozzati dell'ISIS non hanno alcun senso - Moderatore  

  By: Moderatore on Mercoledì 03 Settembre 2014 01:02

Che motivo possono avere questi dell'ISIS per mettere in scena lo sgozzamento in video di due giornalisti americani ? ("mettere in scena" perchè il primo filmato non mostra quasi sangue e il coltello non sembra abbastanza largo, per cui il poveraccio non è stato ucciso in diretta di sicuro...) Tanti altri ostaggi e prigionieri occidentali e stranieri, soldati o contractor catturati, giornalisti anche, operatori sanitari e di ONG sono stati ammazzati in questi dodici anni in Afganistan, Iraq, Siria e Libia. Se si va indietro nel tempo anche in Somalia e in Libano negli anni '80. Ma lo sgozzare in video e poi inviare il video per il mondo è una novità. Soprattutto perchè sgozzano degli AMERICANI, cioè vanno a provocare una reazione da parte della superpotenza militare globale, dopo che questa aveva fatto loro il favore di andarsene solo l'anno scorso lasciando campo libero in Iraq. Non è evidente che è completamente assurdo dal loro punto di vista attirarsi bombardamenti e un intervento militare americano così gratuitamente ? Se questi dell'Isis ora hanno preso piede è precisamente perchè dopo 10 anni gli americani se ne sono appena andati! E loro cosa fanno ? Appena hanno qualche successo si vogliono attirare l'obbrobrio del mondo e i bombardamenti americani... I quali bombardamenti li hanno costretti a ritirarsi e perdere posizioni... Ad esempio, i talebani stessi non lo hanno MAI fatto. I talebani sono dei tagliagole e degli assassini, ma non si sono mai sognati di mettere i video in cui sgozzavano un americano o altro occidentale. Coi russi negli anni '80 hanno fatto cose terribili, li castravano ad esempio e torturavano a morte quando ne catturavano, ma non lo pubblicizzavano. E' sempre stato così, perchè non ci guadagni niente a farlo. Anche Osama Bin Ladin faceva sì dei video, ma in quelli suoi autentici, cercava al contrario di sembrare umano, dignitoso, corretto, di condannare i massacri e violenze di sionisti e americani e diciamo di stare dalla parte della ragione... I palestinesi di Arafat in quaranta anni di attentati contro gli ebrei non hanno mai messo fuori dei video in cui ne sgozzavano o anche solo sparavano uno. Sia loro che gli israeliani al contrario cercavano di diffondere immagini e filmati da cui risultavano vittime. Senza voler annoiare ora, invito a controllare, ma è rarissimo tra i guerriglieri e terroristi (a seconda di come li preferisci chiamare), anche quelli più spietati, di farsi pubblicità sgozzando in diretta, dei civili tra l'altro (in perù, guatemala, colombia, srilanka...). E non è mai successo che lo si facesse contro degli AMERICANI, specie quando non è si era in guerra con loro e invece in questo modo si otteneva il risultato di farli arrivare. Se ci pensi, questi video dei due americani sgozzati dell'ISIS non hanno alcun senso, non rispondono a nessuna logica, anche perversa e sono anomali anche rispetto alla storia della guerriglia e del terrorismo più spietato. Quando della gente fa il contrario esatto dei "propri interessi", quando si comporta in modo palesemente masochista (crea un video di uno sgozzamento di un giornalista americano e in questo modo si fa bombardare), allora devi pensare male. Devi pensare a tutti i casi anche clamorosi nella storia in cui una "provocazione" che ha spinto all'intervento militare americano si è poi appurato (ma a distanza di anni) che era in realtà stata architettata o pilotata da chi appunto voleva detto intervento militare. E non erano quelli che poi finivano bombardati. L'elenco è lungo: l'affondamento della nave USA come pretesto per l'invasione di Cuba nel 1897, l'affondamento del Lusitania nel 1917 come pretesto per dichiarare guerra alla Germania, Pearl Harbour...., l'incidente del Golfo del Tonkino nel 1964 che fece scattare l'intervento in Vietnam, l'11 settembre... In tutti questi casi si è appurato, a distanza di anni, che o erano proprio inventati (Cuba, Tonkino) o c'era stata una manipolazione e si era cercato di pilotarli...

 

  By: pana on Lunedì 02 Dicembre 2013 10:56

Dividi,collabora risparmia ricordiamoci queste 3 paroline che cambieranno per sempre l economia futura sharing: uso comune risorse barthering : baratto crowding :collaborazione http://www.avvenire.it/Economia/Pagine/dividi-collabora-risparmia.aspx

 

  By: pana on Sabato 23 Novembre 2013 08:12

un bel laghetto tossico come risultato delle "tar sands" scommettiamo che questi strani batteri che si sviluppano in questi ambiente porteranno a decine di nuove infezioni ? (prego notate come non ci sono pozzi di petrolio ma lo SCAVANO !!! della serie c'e ancora tanto petrolio da trovare, certo certo eheh) “We’re playing Russian roulette with a big part of an important ecosystem,” says David Schindler, an ecology professor at the University of Alberta. “Nothing is going to grow in that soup of toxic elements except perhaps a few hydrosulfide bacteria. And all of the unforeseen events are being downplayed.” http://www.bloomberg.com/news/2013-11-22/oil-sands-miners-play-russian-roulette-with-toxic-water.html

 

  By: pana on Venerdì 22 Novembre 2013 12:15

L'Europa ci da 4 miliardidi euro per il rischio idrogeologico e non li spendiamo? e poi tutti a piangere i morti per alluvione ? http://espresso.repubblica.it/attualita/2013/11/20/news/difesa-del-suolo-i-soldi-inutilizzati-cosi-l-italia-ha-perso-oltre-4-miliardi-1.142044 nostro Paese ha ricevuto cinque miliardi dall'Europa per la messa in sicurezza del territorio, ma oltre quattro miliardi non sono stati usati a causa della burocrazia. Fondi diretti anche alla Sardegna, colpita dalla terribile alluvione di questi giorni

 

  By: pana on Martedì 19 Novembre 2013 07:35

ma come e' possibile ' COME ? COME ? 10 MILIONi di tonnellate di rifiuti tossici interrati in 20 anni !!!! 400.000 camion in giro? nessuno se ne accorto? nessuno sapeva ? e i controlli ? BLEAH http://www.avvenire.it/Cronaca/Pagine/terra-dei-fuochi-la-manifestazione.aspx

 

  By: alberta on Martedì 29 Ottobre 2013 20:38

U.S. SPY CHIEF SAYS FOREIGN ALLIES CONDUCT ESPIONAGE AGAINST U.S. LEADERS AND INTELLIGENCE SERVICES ______________________________ Novità dell' ultimora: Anche gli alleati Europei spiano gli alleati USA .... quindi finiamola con questa manfrina..... ehehehehehe

 

  By: defilstrok on Martedì 29 Ottobre 2013 16:44

Caro Trucco ma se la gente pensa che dagli aerei impataccati contro le torri cada a terra un passaporto perfettamente intatto e quello sia proprio il passaporto del terrorista .............................. e - aggiungo - che un pompiere lo ritrovi tra tonnellate di macerie e fumo soltanto 48 ore più tardi in una zona arroventata ed off-limit. Per ritornare al "cuore" di questo sito, se è vero che hanno intercettato 40-60 milioni di telefonate in un solo mese da noi e in Spagna, pensate che gioco da ragazzi (visto che parliamo di click anziché di conversazioni telefoniche) è intercettare le posizioni long/short sui mercati per mandarli dove cavolo desiderano. Col vantaggio che, a differenza dell'11 settembre dove lo smascheramento è più intuitivo, sui mercati di soggetti veramente consapevoli e informati ce n'è assai meno

 

  By: Moderatore on Martedì 29 Ottobre 2013 16:32

le famiglie dei giovani delle forze speciali (Navy Seal) del commando Team6 che ha compiuto il raid in Pakistan su Bin Ladin si stanno agitando, anche adesso, ottobre 2013, perchè credono che l'"incidente" in cui i loro figli sono morti sia stato un "inside job", come l'11 settembre. ^"Families suspect SEAL Team 6 crash was inside job on worst day in Afghanistan"#http://www.coachisright.com/families-suspect-seal-team-6-crash-was-inside-job-on-worst-day-in-afghanistan^ Come noto, tutti quelli del commando Team6, che ha compiuto il raid in Pakistan su Bin Ladin, dopo alcuni mesi sono morti quando li hanno caricati tutti su un elicottero da trasporto e li hanno fatti atterrare in una gola dove i talebani li aspettavano e hanno abbattuto l'elicottero. Ovviamente il New York Times, il Washington Post e il resto dei grandi media li ignorano (^"SEAL Team 6 Was Set Up"#http://www.youtube.com/watch?v=pKqMT4jHZGo^)

 

  By: gianlini on Martedì 29 Ottobre 2013 09:22

non capisco di cosa vi stupiate anche ora che conosciamo la verità, qualcuno di noi vuole/può fare qualcosa? il tempo corre in un'unica direzione, lo sa bene il calciatore che si lascia cascare in area, una volta tirato il rigore, nessuna moviola riporterà il risultato all'istante prima del falso fallo.... e poi una volta minato l'edificio, forse non era tanto sicuro lasciarlo in piedi così....col rischio che poi magari esplodesse in tempi successivi, alimentando lì sì una veemente reazione di protesta...