Ragionamenti del nano da giardino

 

  By: traderosca on Lunedì 14 Novembre 2011 22:33

Bravo Zibordi...

 

  By: SpiderMars on Lunedì 14 Novembre 2011 21:57

di tecnici meridionali Monti non ne conosce o non si fida ------------------------------------------- ma come Moderatore.? se era il segretario di Cirino Pomicino..! Altro che risanatore dei conti: Monti moltiplicò il debito italiano Il premier sarà l'uomo che quando fu dal 1989 al '92 sottosegretario al bilancio fece schizzare il disavanzo pubblico N on compare mai nel curriculum ufficiale di Mario Monti. Né in quello della Università Bocconi, né in quelli da commissario europeo. Non c’è nemmeno sul sito Internet del Senato, dove Monti è stato inserito come senatore a vita con tanto di posta elettronica (monti_m@posta.senato.it) ma senza un rigo di biografia. Si vede che il tecnico che tutta Europa sembra invidiarci, l’unico italiano di cui i mercati dicono di fidarsi, deve avere fatto qualcosa nella vita di cui si vergogna un po’, tanto da averlo nascosto a tutti. A sollevare il velo ci ha pensato Paolo Cirino Pomicino, che in fondo è il vero regista del prossimo sbarco di Monti a palazzo Chigi: «Il professore? È stato il mio principale collaboratore fra il 1989 e il 1992, quando ero ministro del Bilancio del governo di Giulio Andreotti». BRUTTI RICORDI Monti ha sbanchettato, e un po’ si capisce. Vero che intorno a Cirino Pomicino insieme a lui c’erano altri professoroni dell’epoca, come Giancarlo Morcaldo, Antonio Pedone e Paolo Savona. Lui però stava in tre commissioni di rilievo, quella sul debito pubblico, quella sulla spesa pubblica e nel comitato scientifico della programmazione economica all’epoca guidato da un andreottiano doc come Luigi Cappugi. Un’esperienza di cui Pomicino ha raccontato poco, ricordando solo la «simpatia di Monti». E in effetti da raccontare non ci sarebbe molto. Grandi produzioni scientifiche quell’esperienza non le ha lasciate. E se si vedono i risultati di quel supporto scientifico al ministero del Bilancio al professore Monti uno non affiderebbe non dico un governo o un ministero economico, ma nemmeno l’amministrazione di un condominio. Il gran lavoro fatto sulla riduzione del debito pubblico e della spesa pubblica è scritto nero su bianco da due ricerche, una della Banca di Italia, l’altra della Ragioneria generale dello Stato. La prima dice che il debito pubblico al momento dell’insediamento di Cirino Pomicino e del professor Monti al ministero del Bilancio ammontava a 553 miliardi, 140 milioni e 900 mila euro attualizzati ad oggi. Quando entrambi hanno finito il lavoro nel giugno 1992 il debito pubblico italiano era salito alla cifra di 799 miliardi, 500 milioni e 700 mila euro. La differenza assoluta è stata un incremento di 246 miliardi, 359 milioni e 800 mila euro. In termini percentuali la crescita del debito pubblico sotto i saggi consigli di Monti è stata del 44,53% in tre anni, ed è fra i record assoluti della storia della Repubblica italiana. Il professore, certo, potrà dire che lui dava consigli saggi e ricette magiche, e che poi era Cirino Pomicino a non applicarle alla lettera. Ma giustamente un risultato così è difficile da inserire in curriculum da gran risanatore di conti e costumi pubblici. Allora si può pensare che il debito ha un suo percorso inesorabile, e per i governi è più semplice il taglio della spesa corrente. Lì i consigli di Monti possono avere fatto centro. SOLDI PER TUTTI Basta prendere il librone storico della Ragioneria generale dello Stato per avere una seconda doccia fredda. Al momento dell’insediamento Pomicino-Monti la spesa pubblica italiana ammontava a 254 miliardi, 418 milioni e 970 mila euro. Al momento del loro doloroso abbandono dell’esecutivo la spesa pubblica era di 371 miliardi, 209 milioni e 895 mila euro. Questo significa che in soli tre anni è cresciuta di 116 miliardi, 790 milioni e 925 mila euro. In termini percentuali significa un’esplosione del 45,90%, superiore perfino a quella del debito pubblico e da annoverare anche essa fra le pagine più nere dei conti economici della Repubblica. L’esperienza non compare nella biografia del professore della Bocconi, e si capisce: avesse letto risultati così, qualsiasi studente avrebbe disertato lezioni e corsi del professore e perfino si sarebbe domandato l’utilità di studiare in quella Università. La biografia però si può sbanchettare, i conti dello Stato no. Sono passati tanti anni, e almeno dieci di questi Monti li ha passati in Europa, dove qualche ricetta un po’ più efficace avrà pure imparato. È riposta in quegli anni la speranza dei contribuenti e dei risparmiatori italiani, cui altrimenti potrebbe venire qualche dubbio e perfino un brivido ghiacciato. Come capita a chi ammalato vede presentarsi invece del medico il responsabile in persona della sua stessa malattia… di Fosca Bincher

 

  By: SpiderMars on Lunedì 14 Novembre 2011 21:52

Superetta che ci vuoi fare..? ognuno ha le sue pene..! a te invece e quell' altro facimme ammuina ti fanno passare per risanatore delle finanze pubbliche l' ex segretario di Cirino Pomicino e siete pure contenti di pagargli il Debt.

 

  By: antitrader on Lunedì 14 Novembre 2011 21:51

"Arriva il governo del Nord e qual'è l'unico partito che fa oppposizione ? Questa è l'ultima dimostrazione, se ce ne fosse stato bisogno, che alla Lega Nord ci sono dei deficienti" Adesso non esageriamo. Son solo cretini.

 

  By: superetta on Lunedì 14 Novembre 2011 21:20

I capi leghisti come d'altronde il nano malato capiscono bene come sono fatti i gonzi che li votano ad esempio ciò che manda in giubilo i leghisti e li spinge a credere nel capo sono: la canottiera bianca a costine il pugnetto energico del capo stesso (che è handicappato e fa pure pena) il dito medio alzato insulti vari verso tutti apertura di finti ministeri vicino casa il giro di padania invenzioni simpatiche tipo il parlamento padano ecc. ecc.

 

  By: Moderatore on Lunedì 14 Novembre 2011 21:02

Per la prima volta dal 1870 con Mario Monti l'Italia avrà un governo nordico, anzi se pensi bene un governo simile a quello del Lombardo-Veneto del 1860 Sembra che tutti i ministri del nuovo governo provengano da sopra la linea gotica, sono tutti nati sopra Firenze, di tecnici meridionali Monti non ne conosce o non si fida In più le politiche che il nuovo governo adotta come tutti sanno vengono dettate da sopra le Alpi Arriva il governo del Nord e qual'è l'unico partito che fa oppposizione ? Questa è l'ultima dimostrazione, se ce ne fosse stato bisogno, che alla Lega Nord ci sono dei deficienti

 

  By: alberta on Giovedì 10 Novembre 2011 15:13

Idem sento qui il direttore di Unicredit, nessuna fuga da niente, anzi tutti felici e contenti di poter rinnovare alle prossime emissioni a tassi in rialzo che non abbiano più lo 0, davanti al rendimento netto. ma ci vorrebbe una strategia di comunicazione a livello centrale, queste iniziative spontanee danno il polso dell' umore, ma questo sentiment positivo, va gestito e comunicato al resto del Mondo finanziario... L'abbiamo scritto qui tante volte: i movimenti grossi sui Bond, si fanno con i derivati esotici a leva, non con lo smobilizzo di qualche miliardo di titoli, che verrebbe riassorbito dagli acquisti blandi della BCE.

 

  By: lmwillys on Giovedì 10 Novembre 2011 14:06

Non a caso hanno appena riassoldato "IL BECCHINO" con tanto di "Uomo GOLDMAN" a seguito ... ---------- e abbiamo mandato anche un altro goldman in quota nostra al vertice bce roba da non credere i ladri, Esteban, sono bipartisan

 

  By: Esteban. on Giovedì 10 Novembre 2011 13:56

No .. Il problema dell'Italia lo risolvi se fai fuori il vero problema , i LADRI che Ti governano e tagli la ZAVORRA ... Il DEBITO è fatto da tali personaggi, che poi ti tassano al 70% mentre vivono di pensione a 1037 euro al dì ... e tu PAGHI ... altrimenti personaggi come AMATO e MONTI continuerai a rivederli ... *** Gianlini, sembri degenerato ... ma proprio la santanchè mi devi tirar fuori ... Serve una ARPIA del genere per "battute" geniali tipo queste ? Praticamente tu fai da garanzia(controparte) ai ladroni al governo permettedogli e legittimandoli a "fare meglio" tanto poi gli Italiani spendono DENARO VERO per acquistare carta straccia ... P.S. Se proprio bisogna arrivare a farlo, almeno spremere i LADRI che ti hanno portato a questo ... PRIMA... poi si vede se è il caso di aiutarli .. Meglio, son proprio questi LADRI che dovrebbero ORA acquistare per RISOLVERE il PROBLEMA !

 

  By: gianlini on Giovedì 10 Novembre 2011 13:52

in fondo la Santanchè non ha mica torto il problema italia si risolve se tutti comprano titoli domestici e se facciamo il pareggio di bilancio

 

  By: duca on Giovedì 10 Novembre 2011 13:49

Ieri in due mi hanno chiamato per comprare BTP e una donna che non si interessa mai di borsa me lo ha detto stamattina. Uno ne ha già comprato 50,000 Euro fa pensare.

 

  By: Esteban. on Giovedì 10 Novembre 2011 13:06

Si continua a perdere i Fondi strutturali UE !!!!! - alberta  

  By: alberta on Giovedì 10 Novembre 2011 12:49

Condivido il voltastomaco per i punti nei quali vogliono farci fare delle vendite, agli attuali prezzi di saldo, di alcuni assets strategici. D'altra parte, negli ultimi mesi si è solo parlato dei "sacrifici che la UE ci impone". Ma dei quattrini UE a disposizione che, pare, continuiamo a non essere in grado di spendere... neanche una parola ????? QUESTI PUNTI SONO INQUIETANTI, QUI CI SONO MISURE E QUATTRINI CHE POTREBBERO AGGIUNGERE UN BUON PUNTO PERCENTUALE OGNI ANNO AL GDP ITALIANO E VENGONO SCARSAMENTE UTILIZZATI (PUNTO 8) OPPURE PERSI (PUNTO 9). SOLDI PER LA RICERCA, L'EDUCAZIONE ED IL SUDITALIA A DISPOSIZIONE, CHE FANNO LA STESSA FINE (PUNTI SUCCESSIVI). Creazione delle condizioni strutturali favorevoli alla crescita Fondi strutturali 8. In che modo l’Italia intende accelerare l’assorbimento dei fondi UE? In particolare: quali misure si prevede di varare per migliorare la capacità amministrativa nelle regioni della Convergenza? 9. In che modo il governo pensa di aiutare le regioni che di recente si sono viste sospendere i finanziamenti UE per scarsi adempimenti? 10.Il governo sta predisponendo di concentrare la spesa dei finanziamenti UE per l’educazione, la banda larga, le ferrovie. In quali aree il governo ha previsto di ridurre i finanziamenti per controbilanciare questi? 11.Quali saranno le implicazioni per il budget della revisione strategica pianificata per i programmi cofinanziati dai fondi strutturali dell’UE per il 2007-2013? Qual è il tasso di riduzione del cofinanziamento nazionale previsto dal governo? 12.Il governo può fornirci maggiori dettagli sul programma Eurosud per lo sviluppo del Mezzogiorno? Quali sono le garanzie messe in atto per assicurare che i fondi saranno utilizzati in modo appropriato e in conformità con le intenzioni politiche? ____________________________ E qui non devi fare tagli o sacrifici, devi solo SANZIONARE la PA nazionale o locale che NON E' in grado di spendere ...... Questa gente va mandata a casa, se alla fine dell' anno non ha speso sino all' ultimo Euro, vanno sciolte le Regione inadempienti e nominati dei Commissari ad-acta che facciano i progetti e spendano i soldi UE, NIENTE deve tornare a Bruxelles... Questo è MOLTO più vergognoso, con l' aria che tira, di ogni Bunga-Bunga..... unico argomento centrale di conversazione sui problemi dell' ITALIA......

 

  By: Esteban. on Giovedì 10 Novembre 2011 12:39

Mah ... chi prima li acquista prima guadagna se tenderanno a salire . vista la pubblicità che Brunetta Alfano etc... stanno facendo in TV ... E' chiaro che più li acquistate, nel caso risalgano , MENO dovrà sborsare lo stato a scadenza ...(parlo di quelli a scadenza) c'è un duplice vantaggio .. metti caso che una grossa parte scada oggi, lo stato deve pagare quello spread 100-90? 100-80? .. e lo stato ha finito i soldi , se non rimborsa è di fatto default (non più solo tecnico tipo ora) ... Non a caso hanno appena riassoldato "IL BECCHINO" con tanto di "Uomo GOLDMAN" a seguito ... Il problema è capire dove andrà a tagliare ... Con "Il Becchino" in giro è meglio quasi averli sotto al materasso i soldi ... P.S. Si... parlo di quello che prende 1037 euro al giorno di pensione ... Se vi ricordate l'argentina rammenterete che i dipendenti pubblici sino quasi alla fine son stati gli unici ad essere tutelati ... Vi immaginate quì in Italia ? faranno fuori la classe medio/bassa mantenendosi i privilegi ... prendete una lima e preparate il FORCONE !!!! sarebbe interessante capire, in particolare da Hobi, dove si aspetta andranno a tagliare (conti correnti compresi) se magari avete riferimenti ai tagli "del becchino" all'epoca, sarebbe interessante capire i più probabili (le cattive abitudini non le perdono mai).

 

  By: Sir Wildman on Giovedì 10 Novembre 2011 12:30

E comunque sia, l'europa ha mostrato ampiamente i suoi limiti. Se neanche di fronte ad un crack diffuso riescono a mettersi d'accordo, cosa cavolo vuoi restarci a fare in un club del genere? Per me conviene svincolarsi prima possibile, perche' la finanza speculativa continuera' comunque ad attaccare un sistema senza testa e senza governo.