Ragionamenti del nano da giardino

 

  By: lutrom on Giovedì 25 Dicembre 2014 01:48

E pensare che è ancora pieno di miei colleghi insegnanti che, idioti, continueranno a votare per piddini ed ebetini (e qualcuno di nascosto voterà, ed ha votato, anche per il nano) perché la sinistra ci ha aiutato, l'ebetino punta sulla scuola, bisogna votare per chi ha le competenze, il nano vuole la meritocrazia, Grillo non è affidabile, ecc. ecc. Poveri idioti, venduti per un piatto di lenticchie, hanno votato per anni per piddinia (e qualcuno per i nanetti), per avere stipendi bassissimi e per far avere megastipendi ai vari "papaveri di stato" ed uscieri analfabeti del Parlamento (per citare solo alcuni tra i privilegiati)... ----------------------------- Gli stipendi di insegnanti e Ata sono i più bassi tra i dipendenti pubblici Alessandro Giuliani Mercoledì, 24 Dicembre 2014 www.tecnicadellascuola.it Il dato è contenuto nel 'Conto annuale' 2013, realizzato dalla Ragioneria dello Stato. A fronte di uno stipendio medio dei 'travet' pari a 34.505 euro, chi opera nel comparto scuola percepisce appena 29.468 euro. L'amarezza dell'Anief: pensare di ridurre ulteriormente il potere di acquisto di chi opera nella scuola, sottraendogli l'unica forma di avanzamento di carriera, quale è lo 'scatto' stipendiale, equivarrebbe condannarli a vivere ai limiti della povertà. I dipendenti della scuola sono la pecora nera della Pubblica amministrazione italiana: il dato è contenuto nel 'Conto annuale' 2013, realizzato dal Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato. A fronte di uno stipendio medio dei dipendenti pubblici pari a 34.505 euro, chi opera nel comparto scuola percepisce appena 29.468 euro, che corrispondono all'importo annuo lordo più basso tra i comparti pubblici italiani. "Anche a causa del confermato blocco contrattuale, che congela lo stipendio ai valori del 2009, e della mancata assegnazione dell'indennità di vacanza contrattuale, sospesa almeno fino al 2018, lo scorso anno - scrive l'Anief - i docenti e il personale Ata della scuola hanno percepito ancora meno del precedente: nel 2012 la media si è attestava a 29.548 euro annui, quindi 80 euro più. Sempre scorrendo il rapporto annuale della Ragioneria Generale in capo al Mef - continua il sindacato - si evince che la busta paga dei lavoratori della scuola si conferma inferiore anche ai dipendenti dei ministeri, delle regioni e delle autonomie locali. Le professioni 'in divisa', comprese le forze di polizia, percepiscono circa 10mila euro annui in più. I lavoratori della presidenza del Consiglio del ministri quasi 30mila euro in più. "Le tabelle della Ragioneria dello Stato - spiega Marcello Pacifico, presidente Anief - ci dicono che dopo i primi illusori incrementi del triennio 2007-2009, per i dipendenti della scuola abbiamo assistito a un progressivo peggioramento della situazione stipendiale. A partire dal 2010 abbiamo assistito prima a un anno caratterizzato da una crescita retributiva individuale praticamente nulla, poi nel 2012 a un decremento medio retributivo nella PA dell'1% rispetto all'anno precedente, con la scuola più penalizzata di tutti con un preoccupante -2,6%. Il calo è stato confermato nell'anno successivo, seppure in modo più ridotto". "Tra l'altro - continua Pacifico - non si tratta di una riduzione generalizzata: perché, sempre nel 2013, i ministeriali, i magistrati e i vigili del fuoco hanno potuto contare su un incremento medio stipendiale dello 0,6 - 07%. Visti i presupposti, quindi, pensare di ridurre ulteriormente il potere di acquisto di chi opera nella scuola, sottraendogli l'unica forma di avanzamento di carriera, quale è lo 'scatto' stipendiale, equivarrebbe condannarli a vivere ai limiti della povertà. Anche perché nel frattempo l'inflazione sta correndo ad una velocità superiore alle loro buste paga di 4-5 punti percentuali. Quello che si apprestano a vivere i docenti e Ata della scuola sarà quindi un Natale ancora una volta amaro". Per il sindacato, le differenze retributive si fanno ormai sentire anche rispetto all'estero: già oggi a fine carriera i nostri docenti della scuola superiore percepiscono quasi 9mila euro in meno rispetto ai colleghi dell'area Ocde; un insegnante di ruolo laureato della scuola superiore italiana dopo 15 anni di servizio percepisce meno di 27mila euro lordi, mentre un collega tedesco con la stessa anzianità professionale circa il doppio. Ora, se non si agisce sul piano contrattuale e se non si mantengono gli scatti di anzianità, la forbice tenderà ad allargarsi. Così docenti e Ata diventeranno la pecora nera anche dell'Ue.

 

  By: DOTT JOSE on Lunedì 15 Dicembre 2014 17:28

Si scalda e si riempie il cuore a leggere dei 21 seggi conquistati dai kompagni giapponesi,prima erano solo 8, in pratica hanno triplicato i seggi Speriamo le coscienze popolari si risveglino anche in Asia, solo una sinistra proletaria e compatta puo opporsi alle tecnocrazie globaliste finanz.predatorie. Lancio una questione forse off topic, ma il vero saluto comunista a pugno chiuso va fatto con la mano destra o sinistra ? Ero convinto andasse fatto con la sinistra (giustamente) ma nell articolo in foto vedo kompagni farlo con la mano destra, E purtroppo anche in Giappone il partito di maggioranza e' quello dell'astensione come da noi, http://contropiano.org/internazionale/item/28120-giappone-astensione-record-i-comunisti-raddoppiano-vince-abe

 

  By: DOTT JOSE on Sabato 06 Dicembre 2014 18:46

e per la prima volta da 25 anni dopo la caduta del muro di Berlino la vera sinistra ritorna al poterein Turingia, anni di austerity imposte dalle destre finanz.feudali stanno indirizzando le masse proletarie verso gli unici partiti che li possono salvare dalle tecnocrazie nazi.imperialiste.capital predatorie VITTORIAAAA i media schierati del regime agitano la parolona estrema sinistra come se dovessimoa averne paura,ahaha patetici ! http://www.liberopensiero.eu/2014/12/05/sinistra-radicale-governera-land/

 

  By: antitrader on Martedì 02 Dicembre 2014 17:52

"noi una del 13 ma stento a credere che questo numero non sia giusto, certamente per difetto" se vuoi fare i conti giusti e' semplice: prendi la Spagna che ha un tasso di occupazione simile al nostro (superiore di pochissimo). Li' i conteggi sulla disoccupazione son giusti perche', essendoci il sussidio di disoccupazione, si iscrivono tutti alle liste. Il tasso di disoccupazione spagnolo e' sopra il 20% e quindi anche il nostro lo e' di sicuro.

 

  By: fultra on Martedì 02 Dicembre 2014 16:22

Certamente Gianlini ma supporre che loro siano fessi....... come si intuirebbe dalle righe di DottJose , come dovremmo classificarsi noi itagliani ??? Intanto loro hanno una disoccupazione reale del 3% , noi una del 13 ma stento a credere che questo numero non sia giusto, certamente per difetto in quanto un sacco di gente manco più si iscrive alle liste tanto sono inutili. Forse se avesse avuto strada libera la proposta di grillo (che naturalmente è un'utopìa) , si avrebbero avuto dati un poco più certi. Comunque al di la di tutto essendo stati poco tempo fa la 6 zona industriale del mondo ed ora essere al 10 e oltre forse, indica il nostro status di co_glio_naggine (come popolo s'intende). Esclusi i famosi protetti dallo stato direttamente ed indirettamente , tipo i revisori delle caldaie, ma la lista è abbastanza fornita ed è inutile rivangare su quanto risaputo. Intanto loro hanno calato i carburanti del 5,2% , da noi forse lo 0,60 .

 

  By: gianlini on Martedì 02 Dicembre 2014 11:33

potrebbero essere anche fessi, ....chissenefrega? l'importante è che decidano loro cosa vogliono fare!

 

  By: fultra on Martedì 02 Dicembre 2014 11:21

Gli sfizzeri non sono proprio fessi come credi, appartamenti milionari nonchè ville ancor più costose non le costruiscono per gli impiegati o lavoratori indigeni, con quelle costruzioni che si fanno pagare almeno 4-5 volte il prezzo medio europeo ( ancorchè abbiano al loro interno il massimo del possibile) , gli sfizzerotti fanno girare un po di lavoro all'interno e spennano un poco i milionari esteri che così sono felici. Chiamali stupidi. Potrei anche capire la tua ideologia, ma visto che il mondo per ora gira ancora sui soldi, loro non fanno che essere razionali e non farli fuggire.

 

  By: DOTT JOSE on Lunedì 01 Dicembre 2014 17:43

E di nuovo mi trovo a dover commentare i risultati dei referendum svizzeri, non posso credere chemilioni di persone non vogliano far rimpatriare il loro oro prego teniamolo all'estero a Fort Knox che resta bello sicuro... ma certtto teneteli in America ! Quando potevano avere un salario minimo hanno detto " non vogliamo il salario minimo, prego mio padrone continua a sfruttarmi" Quando potevano tagliare i superstipendi ai megamagnager hanno detto " caru superdirigente tieniti pure i tuoi guadagi e tanto la sono tutti manager ! E difatti pure il 30 Novembre hanno votato contro l'abolizione dei forfait fiscali col solo risultato che i ricconi comprano casa a Gstaad,Sankt Moritz e poi non ci vanno mai, e i prezzi delle case aumentano svantaggiando gli indigeni Ma come c..o sono messi? spero che i referendum siano truccati

 

  By: XTOL on Sabato 29 Novembre 2014 18:57

quando un pregiudizio impedisce di leggere quel che scorre davanti agli occhi.. Shutting down the federal government is a step in the right direction, and since in recent years only the Tea Party has managed to do it, lets give them some credit ...the only thing that could stop the empire: a true Tea Party tax revolt. ricorda jose che l'unica opposizione interna all'imperialismo USA la fanno i libertari. quanto al collasso finale del capitalismo, mi sa che sia ancora al di là dell'orizzonte degli eventi. molto prima vedremo il collasso delle socialdemocrazie europee che, pur non avendo le spese del warfare stanno fallendo proprio su quelle del welfare.

 

  By: DOTT JOSE on Sabato 29 Novembre 2014 17:29

La profezia di Lenin sul collasso finale del capitalismo si stà oramai materializzando sotto i nostri occhi ! magno gaudio gli imperi sono come i batteri in un disco di Petri, si espandono continuamente, ad un certo punto, il cibo da mangiare finisce oppure hanno contaminato tutto l'ambiente e allora soccombono sotto il loro stesso peso, si espandono cosi tanto che il loro stesso peso e' la causa della loro morte ! per forza di gravita ! Di cosa si nutreo l impero? dei tuoi soldi e della tua paura Notate le bugie dei tea party: asseriscono che sono le spese del welfare che stanno mandando in bancarotta gli stati uniti, quando invece queste spese del welfare sono minuscole rispetto alle spese del moloch militare (longa manus delle elite finanza.nazi.imperiali) http://www.zerohedge.com/news/2014-11-28/only-way-stop-empire

 

  By: DOTT JOSE on Martedì 18 Novembre 2014 18:38

Un rendimento giornaliero dell 1 % !e i boccalons abboccavano anche !! Ahaha , ennesimo segno che il turbocapitalismo finanz.nazi.feudale e' oramai agli ultimi spasmi prima della inevitabile e definitiva fine , godiamoci lo spettacolo ! Truffa finanziaria mondiale: Sparito un miliardo di dollari dei correntisti di Secure Investment di Enrico Marro http://contropiano.org/economia/item/27593-finanza-o-truffa-e-la-stessa-cosa

 

  By: lutrom on Domenica 09 Novembre 2014 22:29

MR, apprezzo i tuoi interventi (anche se non li condivido sempre, per esempio certe volte, per i miei gusti, sei troppo "estremista", almeno su certe tematiche): su questi americani non hai tutti i torti...

 

  By: MR on Domenica 09 Novembre 2014 22:14

Ma in effetti, alla fine, cos'è l'american dream? Il diritto di chiunque a delinquere, a rubare la terra appartenente ai nativi, a fottersene delle leggi e della morale, ad imporre il proprio stile di vita al mondo, financo a dire in diretta TV che preferisci ipotecarti la casa per pagarti il dottore piuttosto che sentire puzza di socialismo. La stessa mentalità che qui mi sembra permeata benissimo.

 

  By: lutrom on Domenica 09 Novembre 2014 20:04

Il solito Gianlini, sempre a cercare il pelino nell'ovetto (credo proprio che tua madre ti abbia rovinato...). In quello che dici c'è sicuramente del vero, però 'sto ricambio di cui parli (a parte una quota fisiologica che esisteva anche al tempo dei faraoni) è una tua "visione a sfondo mistico" (modo elegante per dire cap.za.ta): "Ma esiste un continuo ricambio all'interno del gruppo. Probabilmente assai più dinamicamente che in passato". Per esempio (uno tra i tanti) ti ricordo (ma ora magari dirai che i tizi si sono sposati con qualche popolana, che il nonno era un plebeo, che il bisnonno era extracomunitario, ecc. ecc.) che dei maggiori 5 ricchi della Gran Bretagna, due sono nobili (di famiglie pure di alta ed antica nobiltà), per la precisione il duca di Cambridge ed il conte di non ricordo dove; qui non lontano dalle mie zone, una famiglia di feudatari (recente nobiltà), visto che la terra non rendeva più, si è riciclate nelle... banche, ed infatti è proprietaria di una banca dove i discendenti di coloro che zappavano a gratis le loro terre ora vanno a fare i mutui a vita (nuova servitù delle gleba), ed alcuni di questi discendenti credono anche alle belle storielle che oggi dal nulla puoi diventare qualcuno**, che dopo la rivoluzione francese il mondo è cambiato, che siamo tutti uguali davanti alla legge, ecc. ecc. (e poi si dice che crediamo ai rettiliani...). Poi vedo decine di famiglie (come la mia) dove quello che ha fatto più carriera (negli ultimi tre secoli!!!!!) è ora o professore di liceo (!!!!) o proprietario di un avviato ristorante (!!!!!): invece ci sono famiglie dove il più demente è professore universitario (idem nelle generazioni precedenti)... Naturalmente tu dirai che non siamo tutti allo stesso livello mentale, che alcuni esempi non fanno statistica, ecc. ecc. Comunque sai che ti dico?? C'è gente che anche se vedesse Cristo risorto, il Padre Onnipotente sul suo trono, gli angeli intorno, neanche crederebbero... Se ne parla anche nel Vangelo... Quindi, che parlo a fare??... ** Con questo non voglio dire che dal nulla è impossibile diventare qualcuno, ma comunque la cosa è difficile, non semplice (come vogliono farci credere gli americani), ed il fatto che i figli di povera gente abbiano fatto una certa "carriera" dipende più che altro dal fatto che oggi c'è più ricchezza (grazie alla meccanizzazione, ecc.): infatti se tornasse la miseria vera molti dei suddetti tornerebbero a zappare, inoltre molti non considerano che oggi uno che fa il funzionario in uno dei tanti uffici pubblici (e che crede di aver fatto carriera rispetto alla zappa) può essere equiparato ad un contadino di un tempo né ricco né povero ma che campava, mutatis mutandis (con la differenza che il contadino probabilmente era più utile per il prossimo, eh eh eh).

 

  By: gianlini on Domenica 09 Novembre 2014 18:29

Paolo, nn bisogna lasciarsi ingannare dalle parole. Quando si dice che i ricchi diventano sempre più ricchi nn vuol dire che quelli che sono già ricchi lo diventano sempre più ricchi, ma che gli appartenenti al gruppo che in un dato momento contiene il 1 o 2 o 5 % di più ricchi sono in proporzione sempre più ricchi rispetto alla restante parte della popolazione. Ma esiste un continuo ricambio all'interno del gruppo. Probabilmente assai più dinamicamente che in passato. Ti basti pensare che uno sportivo come Cristiano Ronaldo l'anno scorso ha guadagnato 64 milioni d dollari..il patrimonio di 5 o 6 vecchi famiglie d alta borghesia...