Antica Saggezza Orientale, Diete e Malattie

 

  By: foibar on Mercoledì 08 Gennaio 2014 19:08

X Burghy Tuco dai un occhio che visto il costo non vorrei sbagliare il libro :)))) http://www.lafeltrinelli.it ce ne sono altri 2 con titolo molto simile e uno che forse è una edizione vecchia... tu parli di quello che ho postato nel link giusto??? grazie --------------------------------------------------- Se ti può interessare, prova a cercarlo in biblioteca (la mia, associata ai comuni della regione, ne tiene due copie). Tipo materiale: Moderno Livello bibliografico: Monografia Tipo documento: Testo a stampa BID: AL01228840 Autore: McArdle, William D. Titolo: *Fisiologia applicata allo sport : aspetti energetici, nutrizionali e performance / William D. McArdle, Frank I. Katch, Victor L. Katch ; a cura di Giorgio Fanò, Giuseppe Miserocchi Edizione: 2. ed. italiana Pubblicazione: Milano : Ambrosiana, 2009 Descrizione fisica: LXIX, 1101 p. : ill. ; 29 cm Note: Trad. di vari Numeri standard: ISBN 9788808182241 Altri autori: Katch, Victor L. Katch, Frank I. Fano, Giorgio Miserocchi, Giuseppe Titolo originale: *Exercise physiology Soggetti: Sport - Fisiologia Classificazione: 612 FISIOLOGIA UMANA (ed. 11. rid. it.) Paese di pubblicazione: ITALIA Lingua pubblicazione: ITALIANO Destinatari: Adulti -------------------------------------------------------------

 

  By: Burghy on Mercoledì 08 Gennaio 2014 13:28

Bene compra la coreana e poi mi racconti! Pero prima provala!!! smontala e rimontala credimi

 

  By: Tuco on Mercoledì 08 Gennaio 2014 13:27

Anche io ho una centrifuga, la uso d'estate, ma non spessissimo, dato che è una seccatura lavarla tutte le volte ( la mia è una centrifuga robusta, fatta esteticamente circa come la Bork ma tutta in plastica. costata 50 euro...). La centrifuga non scalda, il prodotto che ne viene fuori è freddo, buono e deve essere bevuto immediatamente.

 

  By: Trucco on Mercoledì 08 Gennaio 2014 13:23

Burghy ma come può una centrifuga non ossidare e scaldare il succo che produce, deteriorando i principi nutritivi? In ogni caso non posso procurarmela la Bork, è introvabile!

 

  By: gianlini on Mercoledì 08 Gennaio 2014 12:41

temistocle! sai che con l'organizzazione di un ritrovo fra cobraffiani mi hai dato una buonissima idea??

 

  By: temistocle2 on Mercoledì 08 Gennaio 2014 12:09

Tua madre è un genio! concordo due volte "con questa dieta sono arrivata a 87 anni in pienissima salute ed efficienza (e così anche mio padre, se non fosse morto in seguito a caduta dal tetto) per cui non esiste alcun margine di discussione" "mangiare cose diverse alla stessa mensa è "non avere il senso della famiglia"....;)" per l'isolamento della villa invece organizza qualche discussione politico-economica con Zibordi relatore e ci sarà la fila fuori, in particolare se fai organizzare la pausa pasto a tua madre ciao Alberto

 

  By: Burghy on Mercoledì 08 Gennaio 2014 11:08

Trucco: La centrifuga in ogni caso, anche se di qualità, non può centrifugare verdure a foglia e germogli, ti pare una rinuncia da poco? Burghy: no non è una mancanza da poco! tieni pero conto che : il succo di germoglio è decisamente MENO gradevole rispetto al piscio di cammello caldo quindi i germogli , sempre che tu ti metta a coltivarli, li mangerai dentro alle insalate il succo di grano te lo puoi fare (sempre dopo aver coltivato l erba di grano) con un estrattore manuale PICCOLO e da circa 100 euri quindi la mancanza grossa della centrifuga è il melograno... io come ho risolto?? alla fine erba di grano e melograno li bevo fuori casa! (in questo periodo tra l altro su fruttaweb hanno dei melograni californiani ottimi) concordo con te sul comprare un apparecchio ottimo e costoso... ultimo mio tentativo per convincerti sulla centrifuga... comprare centrifuga estrattore e vitamix (a parte il prezzo) è un casino per lo spazio (servono anche un minifrullatore, un frullatore a immersione e l essicatore) insomma rischi un divorzio per grave colpa e mega alimenti da pagare!!!!! dei 3 quello che non è sostituible perchè fa cose diverse è il vitamix. quindi dovrai prendere vitamix e un altro. sei veramente sicuro che farai i germogli in casa?? e che poi berrai lo schifo immondo?? sei veramente sicuro che berrai litri di succo di melograno?? tra un angel e una centrifuga ottima... oltre alla maggior comodita ci sono anche 500 euro... con quei 500 euro quanti succhi estratti ti puoi fare nei bar appositi? ci sono nelle tue zone?? te lo dico perchè vedo che dai bar vegani di Mosca,Londra,Kiev e mi dicono anche Dubai o al KaDeWe di Berlino alla fine l estrattore lo usano SOLO per il melograno...

 

  By: Trucco on Mercoledì 08 Gennaio 2014 10:29

Burghy ma sei sicuro di quello che dici? non è che magari la carenza di enzimi nella tua alimentazione ti sta annebbiando un po'? (scherzo) Comunque la centrifuga Bork in ogni caso non è reperibile, quindi preferirei un estrattore a freddo per cominciare. La centrifuga in ogni caso, anche se di qualità, non può centrifugare verdure a foglia e germogli, ti pare una rinuncia da poco? Mi sembra di capire che la strada possibile alla fin fine sia quella di prendere tutti e 3, centrifuga, estrattore a freddo e frullatore. Ma poi mia moglie che si lamenta già del primo elettrodomestico nuovo in arrivo perché occuperà posto nella sua cucina mette me fuori di casa per fare spazio a loro… Mi sento di partire proprio dall'estrattore a freddo, dato che essendo io uno che consuma molti meno vegetali di te, l'idea di consumarli senza privarli degli enzimi mi sembra il miglior punto di partenza. Ma qui comincia il problema, che è l'unico strumento di cui Burghy non mi ha detto quale modello sia migliore! Dopo attenta ricerca una che si chiama Jo Pistacchio (è la sorella minore di Jo Squillo) indica come miglior rapporto qualità prezzo questo modello ^Oscar Neo DA1000#http://www.jopistacchio.it/oscarneoda1000-estrattore-succhi-a-coclea-migliore/^, ma forse lo dice perché lo commercializza lei stessa. Invece come miglior modello in assoluto, ma costa sui 1000€, la nostra Pistacchiona ^lascia intendere che sia la mitica Angel#http://www.jopistacchio.it/centrifuga-estrattore-migliore/^ di cui parlavo prima (e dice che ha la maggior resa in assoluto). Poi dice però che è più impegnativa la pulizia ma tanto la farei lavare da mia moglie :-) Io in genere ho imparato che le cose migliori costano e che quando paghi di più ottieni anche di più (poi esistono anche le eccezioni: io ad esempio sono un consulente molto caro eppure valgo poco…) e questo mi farebbe propendere per la Angel.

 

  By: Burghy on Mercoledì 08 Gennaio 2014 09:39

Tuco mi fido sulla parola e me lo ordino subito !

 

  By: Burghy on Mercoledì 08 Gennaio 2014 09:38

Ma no Trucco!!!!! una centrifuga di qualità come il Bork NON uccide gli enzimi, non sprigiona calore etc... estrae solo in maniera diversa. piu rapida ma meno accurata (cioè insieme alla buccia perdi anche un po di potenziale succo). Cerca magari un bar di centrifugati nelle tue zone e fatti fare davanti agli occhi dei centrifugati uno con una centrifuga uno con un estrattore. (i succhi vanno bevuti subito e non conservati) per iniziare e per fare il test prova questi due classici in cui già si vedono le doti della macchina: 1 ananas 2 finocchi 1 bel pezzettone di zenzero e un depurtaivo una rapa rossa (barbabietola rossa) 2 carote 2 mele 0,5 limone

 

  By: Trucco on Mercoledì 08 Gennaio 2014 09:08

Burghy: Fondamentalmente io NON cambierei la centrifuga per l estrattore ma li molto dipende anche dalla tua pazienza... ----- Ma così facendo ottieni sia frullati che centrifugati morti, senza enzimi, proprio tu che mi hai iniziato a questa religione. Metti i vegetali nell'essicatore a meno di 47 gradi per non distruggere gli enzimi, li ritiri con amore in un ambiente alla temperatura giusta, vai a trovarli ogni tanto per vedere se stanno bene, gli metti la musica di Mozart, ecc. e poi quando li usi mesi dopo, a sti poveri enzimi sopravvissuti, li ammazzi proprio poco prima di ingerirli? - - - Bibliografia (su confronto tra centrifughe e spremitori di succo a freddo): dal sito ^benessere.com#http://www.benessere.com/alimentazione/scuola/estrattori_di_succo_vivo_centrifughe_tradizionali.htm^ Durante il processo di spremitura, calore, elettricità statica e una grande quantità d’aria entrano nel contenitore di succo distruggendo le sostanze nutritive tramite ossidazione. Gli enzimi vivi contenuti in frutta e verdura vengono distrutti a temperature che superano i 50 gradi centigradi. Tutti gli apparecchi che utilizzano un meccanismo di rotazione centrifugale creano una quantità di calore da frizione che uccide le sostanze nutritive vive. - - - dal sito ^Casa di vita#http://www.casadivita.despar.it/page/guida-acquisto-centrifughe-estrattori-di-succo^ Cosa scegliere allora? Sicuramente la quantità di vantaggi è maggiore con l’estrattore di succo in quanto il prodotto che andrete a bere sarà più nutriente e ricco di fibre. - - - dal sito ^Innerclean Italia#http://www.casadivita.despar.it/page/guida-acquisto-centrifughe-estrattori-di-succo^ Ho deciso di promuovere e consigliare un estrattore di succo, o slow juicer, rispetto alle centrifughe perché presenta molte caratteristiche di maggior valore: estrae un maggior succo di frutta riducendo gli scarti, è più silenzioso, consuma meno energia (240 W contro i 1000 /1500 W delle centrifughe) ed è pratico e veloce da pulire. Differenza Centrifuga-Estrattore La centrifuga separa il succo del frutto grazie all’alta velocità di rotazione, ma il calore prodotto dall’attrito delle piccole lame distrugge buona parte degli enzimi e rompe le molecole organiche. sempre ^questo sito ma altra pagina#http://innerclean.it/spremitori-di-frutta/^ Costituiti da proteine, le migliaia di Enzimi conosciuti hanno virtualmente un ruolo in tutte le funzioni dell’organismo. Sfortunatamente gli enzimi sono assai sensibili al calore, e una temperatura relativamente alta, può distruggerne la presenza negli alimenti; quindi, alte velocità di spremitura (come nel caso delle centrifughe o frullatori) generando calore o addirittura l’estrazione a vapore dei succhi, eliminano totalmente questi micronutrienti essenziali! ... Gli enzimi aiutano praticamente tutte le funzioni dell’organismo. Queste importanti sostanze nutritive aiutano anche l’eliminazione delle tossine da parte del colon, dei reni, dei polmoni e della pelle. Un enzima, per esempio, da inizio alla formazione dell’urea, che viene espulsa nell’urina, mentre un altro rende possibile l’eliminazione dell’anidride carbonica attraverso i polmoni. Accanto alle altre funzioni, gli enzimi decompongono l’acqua ossigenata e da questo liberano ossigeno. Il ferro si concentra nel sangue grazie all’azione degli enzimi, che facilitano anche la coagulazione fermando le emorragie. Queste vitali proteine aiutano l’ossidazione, un processo nel quale l’ossigeno si unisce ad altre sostanze creando energia. Proteggono inoltre il sangue da pericolosi rifiuti che trasformano in forme facilmente eliminabili dall’organismo. - - - NdTrucco: problema è che esistono estrattori di succo a freddo, a doppio ingranaggio e masticatori, quale scegliere tra questi? Io scarterei gli spremitoi masticatori, perché mi da la sensazione che abbiano dentro dei cinesini miniaturizzati che masticano le carote e poi le sputano...

 

  By: Tuco on Mercoledì 08 Gennaio 2014 09:01

Burghy, il libro è quello, è molto vasto e ben scritto, li vale tutti. Prendi l'ultima edizione uscita. Gli stessi autori hanno scritto un'altro bel librone su gli aspetti esclusivamente alimentari, ma io ti consiglio per adesso questo che è il più famoso e contiene veramente tutto, dalla fisiologia all'alimentazione al dimagrimento. Per farti un'idea, essendo questi dei classici di biologia, li puoi consultare prima in qualsiasi biblioteca ben fornita.

 

  By: Burghy on Mercoledì 08 Gennaio 2014 00:57

Tuco dai un occhio che visto il costo non vorrei sbagliare il libro :)))) http://www.lafeltrinelli.it/products/2857398.html?utm_source=Trovaprezzi&utm_campaign=comparatori&utm_medium=cpc&utm_term=9788808182241&zanpid=1855772117204194304 ce ne sono altri 2 con titolo molto simile e uno che forse è una edizione vecchia... tu parli di quello che ho postato nel link giusto??? grazie

 

  By: Burghy on Martedì 07 Gennaio 2014 23:26

Per il libro benissimo, me lo comprerò e me lo leggerò con grande interesse come tutto quanto riguarda salute e alimentazione. Io faccio MOLTO meno sport rispetto a te e trovo che nella cultura occidentale sia stata pompata l importanza delle proteine in un uomo adulto oltre ogni limite.. comunque di proteine ne trovi ben + del necessario anche nei legumi, soya etc.. Io sono entusiasta della 80/10/10 che da tempo provo su me stesso MA questo è importante da capire io non faccio 80/10/10 al 100% ma quanto posso.. il che considerando il mio tipo di vita (160 giorni all anno in paesi dove non vivo abitualmente e dove non ho tutta la mia attrezzatura) equivale a circa un 70% dei pasti.. Oggi per dire sono stato vegano crudista perfetto da manuale e lo sarò anche domani a pranzo... domani sera invece sarp a cena fuori e mangero pesce e berro vino (una mezza bottiglia e non piu una bottiglia come prima) 80-10-10 al 100% concordo con te che sarebbe una forma di fanatismo, forse al fisico farebbe anche bene ma sicuramente creerebbe problemi e barriere psicologiche. Il punto sul quale forse all inizio non ci siamo capiti è che io considero l alimentazione sana come un percorso verso la salute MA non certo l unica parte.. La cosa importante è quello di limitare al massimo le sostanze dannose, di mettere dentro i minerali in forma piu sana possibili (verdura e frutta cruda) il tutto condito anche da un percorso psicologico e sportivo corpo,testa,cibo insomma. Poi alla fine se uno mette dentro il 15% di proteine o il 9,5% non cambia il mondo... Importante è avere disciplina, imparare a SENTIRE il proprio corpo e le proprie necessità. Quando uno riesce ad apprezzare il fatto di non digerire 24 ore su 24 per 365 giorni all anno è gia un grandissimo risultato... Per quanto riguarda il grasso corporeo tu hai ottenuto un risultato veramente ma veramente strabiliante. Una cosa che non mi aspettavo durante il dimagrimento è stata l ultima fase... cioè dai 98 kg agli 80 ogni kg perso lo si "vedeva", meno pancia, meno cosce , meno cul.o etcc.. dagli 80 ai 73 NON si è visto... non ho cambiato taglia ne altro... si sono bruciati grassi piu profondi..vicino agli organi, nelle arterie e chissa dove.. Ormai comunque come peso è da un pezzo che ci sono.. oscillo tra i 73 e i 74 per 185 cm (ho anche io 40 anni) dovrei mantenendo questo peso aumentare la massa muscolare.. cosa NON semplice quando sei a questi livelli di peso.. cerco il libro e me lo leggo! ciao

 

  By: Tuco on Martedì 07 Gennaio 2014 22:57

Burghy, ti rispondo solo adesso perchè era mia intenzione darti una risposta articolata, ma vedo che non ho tutto il tempo necessario. Comunque, brevemente: D'accordo sul fattore qualitativo dell'alimentazione, ritengo però fanatica una dieta 80:10:10 francamente limitare così tanto grassi e proteine non lo vedo sanissimo. 80:15:5 la può fare giusto un atleta di resistenza che bruci circa 4000 kcal al giorno in allenamento. Come forse ho giá detto, io faccio molto sport, anche a livello agonistico ( ma adesso ho un pò mollato, oramai a 40 anni, cercare di vincere e gareggiare mi sembra un po' patetico talvolta ). In stagione agonistica, quando faccio solo corsa 60/80 km a settimana, quando faccio ciclismo su strada 250/300 km a settimana. Come alimentazione mi sono sempre orientato sulla mediterranea, aumentando un pò la quota proteica, che in sports di fondo è importante per compensare il catabolismo. Non peso gli alimenti, mangio assolutamente di tutto, pure schifezze come hamburger e coca cola, birra e vino. Ovviamente mi regolo e non eccedo se non con la birra... Con un'alimentazione come la tua sarei sempre a secco, stanco ed avrei difficoltà ad alimentarmi correttamente, dato che ingerire 3000 kcal e 120 grammi di proteine al giorno con i centrifugati la vedo dura. Questo è il motivo per cui non vedo di buon occhio alimentazioni troppo sbilanciate in un senso oppure un'altro. Ovviamente i riscontri scientifici li trovi in una vasta bibliografia universitaria. Tanto per fare un nome: Fisiologia applicata allo sport di Mcardle-Katch. Ottimo libro, contiene aspetti alimentari, fisiologici e quant'altro, applicabili tutti i giorni pure dai non sportivi, oltre a contenere una critica ragionata di tutte le leggende metroplolitane relative all'alimentazione. Ti consiglio caldamente di leggerlo. Per quanto riguarda la massa grassa, come avrai capito, si può raggiungere tranquillamente un livello sotto 9/8, ma è necessario un carico allenante piuttosto alto e pure intenso come sforzo, ovvero compatibile con la pratica sportiva agonistica. Probabilmente esistono pure altri metodi, ho visto persone vegane e non particolarmente sportive veramente molto magre, ma li bisogna fare i conti con la fame...