Antica Saggezza Orientale, Diete e Malattie

 

  By: Tuco on Venerdì 03 Gennaio 2014 19:24

Se stai bene così, perfetto. Ci sono svariate strade per stare bene, l'unica cosa che non si può cambiare è la matematica della fisiologia. Calorie introdotte = metabolismo basale + calorie bruciate con attività lavorativa e sportiva. stop. Per il dimagrimento è necessario che le calorie introdotte siano inferiori al fabbisogno.

 

  By: Burghy on Venerdì 03 Gennaio 2014 19:08

io voglia di una bistecca non ce la ho mai... la volta che capita (tipo ogni 2 mesi) non faccio altro che prendere il top e mangiarmelo.. tanta frutta tanta verdura tanti centrifugati poi se capita altro ok.. ma raramente. di fatto i primi 2 anni ho perso 25 kg poi dopo mi sono stabilizzato. sprizzo energia positiva da tutti i pori. PS >per dire domani sera mi hanno invitato a cena e mangerò pesce bevendo vino ma non è la regola. l importante è non essere estremisti...sarebbe piu il male psicologico di rinunciare ad una cena con degli amici che il male fisico di mangiare un pesce... PS2: tutti i giorni, diciamo 6 su 7 un po di sport.. palestra, corsa, camminate in salita, nuoto, stretching, yoga

 

  By: Tuco on Venerdì 03 Gennaio 2014 17:09

Io come ho sempre detto, sono contrario a queste diete un po' strampalate, che ti fanno impazzire per seguirle e ti tengono perennemente affaticato, vittima dei sensi di colpa e desideroso di una bella bistecca ( che fra l'altro non hanno base scientifica, come l'Omeopatia ), comunque se può servire ad ottenere il risultato, ben vengano. Rimane il fatto che nei primi tempi uno deve costruirsi una coscienza alimentare, quindi bilancia calcolatrice e tabelle sono necessari. Dopo uno va ad occhio, io ad esempio mangio assolutamente di tutto e non peso gli alimenti, ma anni fa lo ho fatto.

 

  By: Burghy on Venerdì 03 Gennaio 2014 16:08

Si Gianlini devi perdere peso e anche tanto! io ho 21,3 di indice e peso tanto quanto al liceo... sono alto 185 cm e pesavo 98 kg.. ore ne peso 73. Avevo problemini di varicosi,prostatite abatterica e 3 ernie del disco che spesso mi facevano male, stanchezza cronica, fatica a dormire, digestione pesante etc.. tutti problemi scomparsi! vigoria massima forza voglia di fare uccello da 14enne! Ho cominciato a seguire le dieta vegano crudista 80-10-10 del dottor Grahm (trovi moltissimo materiale in inglese) il tutto pero senza fanatismi... diciamo che un buon 70% dei pasti li faccio seguendo Grahm il resto mangio roba cotta, un po anche di pesce se di primissima scelta. ZERO latticini ZERO roba confezionata eliminati zucchero e sale poco alcol etc... carne 5 volte all anno se capita. importantissimo l uso dei centrifugati, soprattutto quelli di verdura.. tra l altro niente piu forfora, unghie che quasi brillano, pelle bellissima,mai piu preso l influenza e una rinascita psicologica impensabile. Comunque la priorità è sempre all inizio quella di abbassare il peso, aumentare frutta e verdura, eliminare il cibo da super mercato, fare movimento, via carne e latticini... e poi ascoltare tanto il proprio fisico.. ciao

 

  By: Tuco on Venerdì 03 Gennaio 2014 13:04

Gianlini, a mio avviso per stare veramente bene devi calare di peso. Se torni magro, migliora l'assetto ormonale, trigliceridi, colesterolo, umore, etc.

 

  By: gianlini on Venerdì 03 Gennaio 2014 13:00

Tuco, il mio indice è 27,06.....

 

  By: Tuco on Venerdì 03 Gennaio 2014 12:26

Lutrom, io di questa materia parlo con dati scientifici alla mano. Le calorie ingerite si calcolano facilmente, quelle consumate pure, con errore trascurabile. Hai mai provato a fare due conti? Il problema è che le persone mangiano troppo. Se mangi quello che ti serve come quantità, ti assicuro puoi mangiare quasi di tutto come qualità. Hai mai fatto il calcolo del tuo indice massa corporea? Per stare in salute un uomo deve essere almeno sotto 25. Io sono 21,5 ma io sono uno sportivo, non pretendo che un adulto sedentario sia IMC 21. Si calcola facilmente, peso in kg diviso altezza in metri al quadrato. Quando si scende sotto un certo peso, come per magia tantissimi acciacchi che si imputavano all'età o all'alimentazione spariscono. Ti assicuro che io da quando sono al mio peso attuale sto da 10. Gianlini, daccordo sui centenari, ma bisogna vedere come ci si arriva a 100 anni. Pieni di acciacchi e allettati negli ultimi 30 anni oppure in salute ed autonomi fin quasi alla fine...

 

  By: gianlini on Venerdì 03 Gennaio 2014 12:26

leggevo ieri che a Milano ci sono più di 600 ultracentenari,

 

  By: lutrom on Venerdì 03 Gennaio 2014 11:25

Premesso che gli interventi su questo tema di Peavey sono sempre interessanti e veritieri (di questo lo ringrazio), premesso che a proposito del grano attuale ha ragione, devo però dire che i problemi che mi dà l'eccessivo consumo di farinacei comuni (parlo soprattutto del grano), mi vengono dati anche da quelli biologici: ultimamente infatti sto mangiando pane integrale a lievitazione naturale fatto con farina biologica proveniente da una qualità di grano "antica", a basso contenuto di glutine, con spighe che mettono, come una volta, pochi chicchi (non il grano di oggi "pompato"); devo dire che questo pane è eccezzzzionale, saporito, unico, lo puoi mangiare anche dopo giorni, però mi dà più o meno gli stessi problemini, a cui ho accennato qui sotto, del grano comune (beh, va detto però che le farine scadenti in commercio SICURAMENTE danno problemi che non si notano molto subito, a meno di intolleranze specifiche, ma ti distruggono dentro pian piano, causa sostanze chimiche, ecc. ecc.). Non so, forse mi sbaglio, però a me pare così.

 

  By: lutrom on Venerdì 03 Gennaio 2014 11:16

Mah, Tuco, sul "muoversi" sono d'accordissimo, fa bene e lo sanno tutti: sul muoversi in eccesso, non so, alla fine, secondo me, il corpo umano è come una macchina, che non deve stare ferma o quasi ma neanche deve fare migliaia e migliaia di kilometri (altrimenti si "consuma" in anticipo). L'eccesso di movimento probabilmente invecchia in anticipo, almeno da quello che vedo con molti sportivi accaniti: quello che credo faccia bene è fare attività fisica regolarmente, ogni giorno, ma non molta (40-60 minuti al giorno, ma sempre ed abbastanza intensa, cioè non una passeggiata tranquilla, ma camminare velocemente, flessioni, addominali, ecc.). Sull'ingurgitare di tutto neanche sono d'accordo: riempirsi di farinacei vedo personalmente che non va bene, dà sonnolenza, stanchezza, ecc. (senza parlare delle altre porcherie), senza contare i picchi glicemici causati dai farinacei neanche fanno bene (uno si trasforma in un piccolo diabetico, per così dire, per brevi periodi, ma ogni giorno ciò accade, e moltiplicato per gli anni...). Secondo me uno può anche mangiare farinacei, ma in quantità limitata, piccola, e farinacei di qualità (io preferisco, quando possibile, mangiare farinacei integrali, biologici, e non solo frumento). La carne di allevamento (tranne eccezioni) anche è una porcheria: tempo fa mio figlio piccolo volle acquistare un pulcino; il pulcino fu alimentato da noi soprattutto con mangime per polli (Mignini) che non era certo scadente ma neanche era di alta qualità né biologico (conteneva soia, granoturco, vitamine, minerali, un farmaco contro la coccidiosi, olio di palma); inoltre davamo al polletto anche un po' di scarti di cucina (ma erano il 20% scarso della sua alimentazione); viveva in una gabbietta e certo non faceva molto movimento. Ebbene, quando crebbe lo uccidemmo (aveva pochi mesi di vita) e lo mangiammo (noi esseri umani siamo cattivi, eh eh eh): la carne era buona, sembrava quasi quella di un pollo ruspante. Tutto sommato era un pollo non ruspante, allevato con un mangime non biologico e qualche scarto, eppure era buono: come mai quando ho acquistato la carne di pollo al supermercato (quasi mai avviene), la stessa carne era mooooolto meno saporita, era inconsistente e bianchiccia (quella del mio pollo era invece un po' scuretta)?? Quindi i polli negli allevamenti non è che vanno avanti solo a mangimi, perché anche il mio era andato avanti così, né fanno più moto del mio pollo (che quasi non si muoveva): evidentemente danno a questi polli ed altri animali di allevamento mangimi scadenti, ormoni e/o porcherie varie.

 

  By: peavey on Venerdì 03 Gennaio 2014 11:12

parlando di farinacei e grano.. Nessuno si ricorda che negli anni sessanta la colazione ricca era composta da grissini e pane secco sbriciolati nel latte?. I raccoglitori di frutta del sud pranzavano spesso con una fetta di pane abbrustolito condita con olio e sale. I contadini piemontesi invece mangiavano abitualmente la classica 'soma d'ai', crosta di pane su cui si sfrega aglio in quantita' ,sale ed un goccio d'olio. E' una vera delizia (da evitarsi se poi devi incontrare qualcuno). Al contrario oggi persino il pizzaiolo sotto casa mi ha proposto una pizza fatta con il Kamut, sostiene infatti che rileva un calo di vendite di pizza dovuto al fatto che sempre più persone sembrano essere divenute allergiche alla farina di grano. Domanda da contadino... non e' che queste persone, inevce che allergiche al grano, son diventate allergiche ai residui di fitofarmaci e trattamenti contenuti nelle farine di grano?. Avete provato a gettare un pugno di semi di grano in giardino, raccogliere le spighe, macinarle tra due sassi lisci e fare una pagnotta? Provate.. e confrontatela con il pane che si compra. Ma sopratutto notate il profumo che la cottura di una sola pagnotta emana e confrontatelo con l'odore di una qualsiasi panetteria. Io credo che a furia di diserbanti e di varieta' resistenti a dosi sempre più massicce di pesticidi il grano abbia perso molte delle qualita' originali.

 

  By: pana on Venerdì 03 Gennaio 2014 09:05

magnano di tutto queste mucche If you are like most Americans, you will probably eat beef several times this week. But most Americans have no idea that our cows are being fed sawdust, chicken poop, candy, crab guts, limestone and dead cows that have been ground up on a regular basis. http://endoftheamericandream.com/archives/soft-killing-the-american-people-using-toxic-food-toxic-water-and-toxic-vaccines

 

  By: Tuco on Giovedì 02 Gennaio 2014 11:25

Differenziare fra riso, frumento e poi fra gruppi sanguigni, non ha la minima base scientifica. È una cosa che va bene per chi vuole crederci, come con l'Omeopatia. Il fatto è che gli Italiani sono diventati sedentari, non bruciano più e in compenso mangiano molto e peggio. Il peso corporeo basso e l'attività fisica prolungata ( non l'oretta in palestra a far finta di alzare i pesi, ma correre, camminare, muoversi, pedalare ) sono la chiave del successo. Ma siccome fa fatica... Tutti cercano soluzioni improbabili e alternative ( che non possono funzionare ). Se dimagrisci, diventi magro e fai tanto movimento quotidiano, potrai permetterti di ingurgitare pressochè qualsiasi cosa ( non strafare ) senza particolari problemi.

 

  By: DOTT JOSE on Giovedì 02 Gennaio 2014 10:53

IL problema dei latticini e dei suoi derivati e' la pastorizzazione a 100 gradi che degrada la caseina e le altre proteine, rendendole indigeribili e tossiche,

 

  By: Moderatore on Giovedì 02 Gennaio 2014 02:13

l'ho uno poco rotta la dieta paleo, mangiando latticini e frutta a casaccio e anche farro (pasta e gnocco) e mi è venuto un calcolo e un infezione alle vie urinarie... adesso torno a eliminare i latticini e le farine a proposito di quello che dice Sogliola, questo medico Piero Mozzi, che sta su in montagna a Piacenza in montagna e ^ha anche messo sui una cooperativa#http://www.mogliazze.it/index.php^ che fa agricoltura bio, ha molto successo di casi risolti, stando alle sue trasmissioni a TVColor (tv locale di Pavia) dove chiama solo gente che dice di esser guarita da tutto La cosa straordinaria è che è sommerso di richieste di consulti e sembra però che veda pazienti solo in piazza, tre domeniche al mese, quando va nei mercati a pavia, monza e appiano gentile e incontra la gente in pubblico ^"video di Piero Mozzi"#http://www.youtube.com/watch?v=Wnm9sIKGNmU^ E' simile all'approccio "paleo" perchè dice sostanzialmente di mangiare come tremila anni fa, ma in più segue l'idea di un americano che differenzia per gruppo sanguigno, per cui alcuni solo pesce e qualche semi-cereale come il grano saraceno e altri sia pesce che carne. Mostra che gli italiani sono sempre più fiacchi, depressi e passivi perchè mangiano sempre più frumento, che è micidiale (e l'Asia che va a riso è vincente)