W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)

 

  By: traderosca on Sabato 29 Ottobre 2011 20:47

ed ecco IL RAGLIO DEL SOMARO..........

 

  By: antitrader on Sabato 29 Ottobre 2011 16:34

Come si vede da questi dati la leggenda secondo la quale in Italia si va in pensione troppo presto e' appunto una leggenda. In Germania si va alla stessa eta', in Francia ben 2 anni prima e solo in Spagna qualche mese dopo. Purtroppo gli asini continuano a credere che in Italia si va in pensione troppo presto perdendo cosi' di vista quello che e' l'unico vero problema: LE RUBERIE DI POLITICI, FACCENDIERI E LESTOFANTI! Se la spesa pensionistica e' piu' alta e' solo per le pensioni da parecchie migliaia di euro a fronte delle quali NON SONO STATI VERSATI I CONTRIBUTI mentre la Gloriosa Classe gia' adesso PRENDE MENO DI QUANTO VERSA, mentre i precari addirittura prenderanno solo un pugno in occhio.

 

  By: themaui on Sabato 27 Agosto 2011 20:50

http://www.youtube.com/watch?v=N0VYLTYwx3s

 

  By: OTM on Sabato 27 Agosto 2011 02:35

tutto questo è possibile perchè chi governa non ci rimette di tasca propria .. Sarebbe da far pagare a cuffaro la pensione di questo tizio .. ed invece quì in Italia nessuno mai risponde, non vanno in galera ma hanno pure l'immunità vedi Berlusconi ... Come fanno a non approfittare e farsi gli affari propri ? E' dalle basi che và curato questo paese ... altre leggi su leggi aumentano solo i costi mantenendo gli sprechi. E la lega, il celebroleso, non vuole toccare quelle pensioni ? A calci in *** pure BOSSI !!!! ma dai Esteban, il cerebroleso (strano che non ti abbia caxxiato qualcuno con cultura medio alta da settimana enigmistica, quella tipica di chi non sbaglia mai, nemmeno una consonante ;-D) il cerebroleso dicevo, ha moglie terrona che percepisce reddito PARASSITARIO (come tutta la famigliola che è a libro paga di romalardona) consistente in vitalizio da che aveva la veneranda età di 39(trentanove) anni, dopo una lunga e faticosa attività di insegnante hai toccato un punto cruciale: la deresponsabilizzazione totale dei VERI PARASSITI, questo però è un problema non solo italiano, chje riguarda la democrazia. l'ottimo, anche se un po' estremo, Hans Hermann Hoppe affronta egregiamente in "democracy, tha god that failed" a proposito di quel che giustamente dici( il numero infinito di leggi che servono solo a mmantenere in piedi l'autoreferenzialità dei VERI PARASSITI, la casta dei legulei etc etc se Gesù Cristo scendesse dalla croce, impazzisse e decidesse di creare un posto di lavoro da segretaria part time in questo bizzarro paese, un ottuso burocrate riuscirebbe di sicuro a trovare qualcosa che non va, qualcosa che non rispetta una norma.. ho trovato con mio grande stupore questo: http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/08/25/burocrazia-lo-stato-italiano-e-cretino/153486/ mi sembra ottimo e ineccepibile, da Jacopo Fo proprio non me lo aspettavo. Leggilo, davvero interessante e dà un'idea del livello di perversione e di invasività del Leviatano nelle nostre vite.

 

  By: OTM on Sabato 27 Agosto 2011 02:17

altro esempio di stupro del mercato e delle libertà è la vicenda fallitaglia. altro esempio di come si depredano i contribuenti per elargire ai clan e alle consorterie di riferimento i soldi che il pizzo di stato estorce appunto a quelli che vengno definiti senza vergonga evasori e parassiti dai VERI PARASSITI non c'era certo bisogno di wikileaks per scoprirlo. suppongo che qualcuno ne abbia già parlato, ricordrlo però non fa certo male. http://racconta.espresso.repubblica.it/espresso-wikileaks-database-italia/dettaglio.php?id=58 e c'è ancora qualcuno che - in evidente malafede o con il qi di una pecora scema - che addita come causa di tutti i mali della società (termine che detesto) chi prova a difendere da questi estorsori legalizzati il frutto del proprio lavoro. ma rob de matt direbbe qualcuno

 

  By: OTM on Sabato 27 Agosto 2011 02:04

altro banale esempio di parassitismo, spreco di denaro pubblico. oltre al costante e reiterato stupro del mercato e delle libertà, forse per par condicio nei confornti di catania a cui tempo fa avevano donato un centinaio di milioni per evitare che andassero a gambe all'aria, mancavano finanche i soldi per pagare le bollette enel. ecco quest'altra chicca. http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/08/22/il-governo-taglia-tutto-ma-trova-45-milioni-per-la-gesip-di-palermo/152878

 

  By: OTM on Sabato 27 Agosto 2011 01:52

bisogna fare lo sciopero delle Urne altro che referendum abbiamo visto tutti i Referendum la fine che hanno fatto...! beato te Defil che ci credi...! il mio sogno è che il romanzo di Saramago un giorno diventi realtà.. pura utopia però purtroppo vero, vedi quello sul finanziamento pubblico ai partiti. oggi sosituiti dai cd rimborsi elettorali e i VERI PARASSITI ci fottono molti più soldi di quelli che spendono per le maledete elezioni, tutti, indistintamente, credo che il meccanismo, con relativi numeri che indurrebbero a mettere mano alla fondina, sia stato bene svelato anche dall'ex legaiolo Pagliarini. mah, io penso sempre a questa profonda e sacrosanta verità del grande Bastiat ( che i sedicenti liBBerali all'italgiana ovviamente ignorano) Lo stato ( rigorosamente in minuscolo) è quella grande illusione attraverso cui tutti provano a vivere alle spalle di tutti gli altri.

 

  By: lutrom on Sabato 27 Agosto 2011 00:46

[...] un po' tutti hanno qualche parente che gode di qualche pensione, indennità, privilegio, o che fa qualche finto lavoro imboscato ma ben retribuito, o che acchiappa una cassa integrazione e intanto lavora in nero... per cui in realtà A NESSUNO INTERESSA UNA SOCIETà DOVE TUTTI SONO ONESTI, ma solo una società dove da qualche parte ci sia qualcuno da spolpare maggiormente, per continuare a alimentare il proprio privilegio. ------------------------------------------- Bravo, Bear, hai colto perfettamente nel segno! Appena inizi a parlare con qualcuno dei problemi dell'Italia, all'inizio a parole sono tutti bravi ed onesti, ma ben presto, abbastanza spesso, capisci a quale tipo di privilegiati appartiene (spesso sono piccolissimi privilegi che però ogni singolo cretino difende con le unghie e coi denti: e quindi, secondo il nostro cretino, tutte le cose in Italia sono da riformare tranne i suoi "privilegi"...). Il problema è che spesso la gente non comprende che per un tozzo di pane che fanno finta di darti come privilegio, i lor signori, i veri privilegiati, si rubano quintali di pane più tutto il forno che serve per cuocerlo. Eccovi un esempio di privilegiato cretino: anni fa, nelle mie zone alcuni politici illuminati ebbero l'idea di eliminare 5 piccoli comuni per farne uno grande; molti erano favorevoli, ma poi, per una serie di motivi, non se ne fece nulla, anche a causa di vari idioti come il tizio con cui parlai all'epoca (oltre naturalmente ai politici interessati alla difesa delle loro poltroncine). Il tizio mi disse che, se avessero eliminato il microscopico comune dove risiedeva, sarebbe dovuto andare per l'anagrafe (dove magari ci andava una volta l'anno...) a kilometri di distanza; premesso che comunque molti uffici sarebbero comunque rimasti nel vecchio suo comune, anche in caso di eliminazione del comune stesso, ammettiamo però che ciò non accadesse e che il tizio in media si recasse al comune 4 volte l'anno (secondo me, meno, comunque...); eliminando il comune, andare nel nuovo comune (comunque vicino) gli sarebbe costato ogni volta qualche euro di benzina e un po' di tempo in più perso; quantifichiamo la spesa in 40 euro l'anno (ma secondo me è di meno); inoltre il tizio diceva che aveva delle conoscenze in comune e quindi riusciva ad ottenere qualcosa. Povero scemo: in realtà conosceva qualche politico, piccolo ladro di paese che, ma solo durante la campagna elettorale, magari faceva mettere un po' di asfalto sul buco nella strada vicino alla casa del tizio idiota; ebbene quantifichiamo questo intervento con euro 160, ma ogni 4 anni: quindi in totale al nostro tizio, ma stando molto larghi, l'eliminazione del suo piccolo comune di cacca sarebbe costata al massimo 80 euro l'anno (dico comune di cacca ma nel passato questo comune microscopico ebbe una grandissima storia e dei grandissimi cittadini che hanno fatto la storia dell'Occidente, ma ormai è abitato non da giganti ma da topolini come il nostro tizio). Ora, a fronte di quegli 80 euro di, diciamo, guadagni derivante dal suo microscopico comune, il nostro tizio quanto pagherà di tasse in più, di servizi non funzionanti, di inutilità politica del suo comune, ecc. ecc. (mi spiegate che capzo di potere politico ha un sindaco di un tale comune microscopico, mi spiegate, coi 4 soldi che ha a disposizione un tale sindaco, cosa può fare se non la sagra della salsiccia e quella del cetriolo che ti mettono nel cul????!!!!). E poi diciamo che i problemi dell'Italia derivano dal nano... Eh no, belli miei, l' ITALIA E' UN PAESE DI NANI, QUESTO E' IL VERO PROBLEMA!!!!!!!!!!!!!!................ ...............

 

  By: bearthatad on Sabato 27 Agosto 2011 00:07

OTM: VERI PARASSITI, userebbero l'extra gettito per altra spesa pubblica improduttiva, per favorire le cosche e le consorterie legate al gruppo che si trova al potere. non è una mia opinione, è quello che succede da anni in questo paese con la tassazione scandinava e i servizi dell'africa nera. ------------------ Ma come è difficile far capire a troppi italiani cerebrolenti che il vero problema è questo. Ogni tanto vedo che c'è qualcuno che ne è consapevole, ma far accettare in giro questo concetto è come combattere contro i mulini a vento. Probabilmente perché un po' tutti hanno qualche parente che gode di qualche pensione, indennità, privilegio, o che fa qualche finto lavoro imboscato ma ben retribuito, o che acchiappa una cassa integrazione e intanto lavora in nero... per cui in realtà A NESSUNO INTERESSA UNA SOCIETà DOVE TUTTI SONO ONESTI, ma solo una società dove da qualche parte ci sia qualcuno da spolpare maggiormente, per continuare a alimentare il proprio privilegio.

 

  By: SpiderMars on Venerdì 26 Agosto 2011 23:51

Aspetta e spera...! perchè forse con il referendum e la legge elettorale si aboliscono i Politicanti...? ma per favore...! quando c' erano le preferenze in Lista i Ladroni ce li metteva Defil i candidati ? oppure il Signor DiPietro, come gli altri che critica a parole non prende la doppia la tripla pensione per lui figli e amanti a seguito? e Scilipoti in lista dell' IDV chi ce la messo...? bisogna fare lo sciopero delle Urne altro che referendum abbiamo visto tutti i Referendum la fine che hanno fatto...! beato te Defil che ci credi...!

 

  By: defilstrok on Venerdì 26 Agosto 2011 23:27

Cominciate allora a mettere la vostra firma al referendum indetto dall'IdV per riformare il sistema elettorale. Occorrono 500.000 firme per il 30 settembre. Correte e fate proseliti! (Se non sapete dove andare a firmare mandate una mail ad info@italiadeivalori.it)

 

  By: lutrom on Venerdì 26 Agosto 2011 23:10

Hai centrato il problema, Esteban! Il problema che fai notare, purtroppo, in Italia è diffuso a tutti i livelli (in molti contesti).

 

  By: Esteban. on Venerdì 26 Agosto 2011 20:57

Tutto questo è possibile perchè chi governa non ci rimette di tasca propria .. Sarebbe da far pagare a cuffaro la pensione di questo tizio .. ed invece quì in Italia nessuno mai risponde, non vanno in galera ma hanno pure l'immunità vedi Berlusconi ... Come fanno a non approfittare e farsi gli affari propri ? E' dalle basi che và curato questo paese ... altre leggi su leggi aumentano solo i costi mantenendo gli sprechi. E la lega, il celebroleso, non vuole toccare quelle pensioni ? A calci in *** pure BOSSI !!!!

 

  By: Alexan on Venerdì 26 Agosto 2011 20:41

Dare del "maledetto ladro" a uno così è ancora troppo poco. Non auguro del male a nessuno, ma se schiattasse domani mattina sarebbe una manna dal cielo...

 

  By: OTM on Venerdì 26 Agosto 2011 20:30

questo va bene invece?? http://blog.libero.it/GARANCE/10549772.html certo, meglio concentrarsi sulla micro evasione, quella dell'idraulico o dell'imbianchino. ma davvero c'è qualuno convinto che se babbo statale estorcesse ancora più denaro ai propri sudditi la conseguenza sarebbe quella di poter abbassare le tasse(o ridurre il debito) per coloro che sono i più tartassati ( i dipendenti del settore privato)?? se c'è qualcuno che ancora crede a questa favoletta, a questo mantra che ogni parassita politico ripete come un disco rotto da sempre, sarebbe opportuno si facesse vedere da uno molto bravo i VERI PARASSITI, userebbero l'extra gettito per altra spesa pubblica improduttiva, per favorire le cosche e le consorterie legate al gruppo che si trova al potere. non è una mia opinione, è quello che succede da anni in questo paese con la tassazione scandinava e i servizi dell'africa nera. è proprio vero: "to have open eyes does not necessarily mean to see".