W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Gano di Maganza on Domenica 10 Novembre 2019 10:30

"Secondo me"

 

Appunto, secondo te.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: gianlini on Domenica 10 Novembre 2019 10:23

Per altro non gli hai nemmeno risposto nel tema, probabilmente non avendo nemmeno capito bene cosa volesse dire con il suo post.

--------

Secondo me è lui che non ha capito proprio niente di quello che voleva dire Sala.

Ma proprio niente.

In ogni caso se volete sempre restare ignoranti, a me sinceramente importa poco.


 Last edited by: gianlini on Domenica 10 Novembre 2019 10:24, edited 1 time in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: XTOL on Domenica 10 Novembre 2019 09:30

a proposito di ilva, copio e incollo (e "mi perplimo"):

 

Silvano Mattioli
6 novembre alle ore 22:33
ILVA: la storia di una truffa.

Se qualcuno oltre che insultare ON-LINE si fosse degnato di usare il sito dell'ISTAT, forse non ci sarebbe stato un caso ILVA.

Allora iniziamo. C'è un emergenza tumori a Taranto ?
NO, non c'è nessuna emergenza tumori, ma c'è un emergenza CULTURALE e MEDIATICA.
Perché ? Perché adesso vi darò gli strumenti per verificarlo da soli.

Se andate sul sito dell'istat e verificate le CAUSE DI MORTE: scoprirete che a Taranto nel 2016 si è morti di TUMORE molto meno che a ROMA, ecco a voi il link e per i svogliati vi ho messo direttamente la foto:
( Link: http://dati.istat.it/Index.aspx?DataSetCode=DCIS_CMORTE1_EV )

Su 100 morti (ipotesi vita media 100 anni o se volete su 10.000 abitanti non cambia nulla) ogni anno a ROMA muore di Tumore il 29.01% della popolazione a TARANTO solo il 26.97%

Sconvolti ?
Bene se avete ripreso il senso delle cose allora iniziamo a dire VERAMENTE le cose come stanno.

I minerali che sono presenti a Taranto sono rappresentati essenzialmente dal CARBONE (ne so qualcosa perché il mio papà fu minatore tanti anni fa a Terni)...

I minatori che un tempo andavano in miniera, mi raccontava, soffrivano si per le polveri minerali che respiravano, ma la malattia tipica per le polveri di carbone non è il tumore, bensì è la Pneumoconiosi !!!

La Pneumoconiosi a Taranto non c'è.

Quindi dati:
1. A Taranto non si muore di tumore (in genere meno che a Roma)
2. A Taranto nessuno soffre di Pneumoconiosi, che è praticamente assente.

E allora ?

E allora vi stanno prendendo per il culo.

La realtà è che l'acciaio italiano è un concorrente mondiale terribile.

Chiunque riesca ad affossare la più grande acciaieria di Europa si libera, in un mercato asfittico, un grande concorrente disposto anche a vendere sottocosto.

Peraltro gli aiuti di stato italiani alla acciaieria sono noti e quindi non siamo visti benissimo... (anche a ragione visto che è stata ampiamente sovradimensionata per motivi statali).

L'unico tumore che è presente nella zona di Taranto in modo anomalo (incluso, ma lo trovate nel progetto "sentieri") è il MESOTELIOMA, che peraltro è un tumore legato all'AMIANTO.

Ecco l'amianto è il vero problema di Taranto insieme alle Zeoliti, che però sono tipiche delle raffinerie...

Non mi credete neanche con i numeri ?
Tranquilli sono in eterna MINORANZA, ma conosco la via per uscire da questo stato di cose che è letteralmente da DEFICIENTI.
Ma cari italiani, VOI SIETE DEFICENTI !

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Gano di Maganza on Domenica 10 Novembre 2019 09:16

Apro il forum e la prima frase che leggo è la seguente, per altro fatta a seguito di un post di Morphy, equilibrato e per me anche condivisibile.

 

"Morphy, rileggiti con calma, e ti accorgerai della incredibile idiozia del tuo intervento. Spero sia solo dovuto ad una cena troppo pesante o alla ennesima lite con la tua ex. Altrimenti sarebbe un brutto segno di demenza senile precoce."

 

Questa te la potevi semplicemente risparmiare.

 

Per altro non gli hai nemmeno risposto nel tema, probabilmente non avendo nemmeno capito bene cosa volesse dire con il suo post.


 Last edited by: Gano di Maganza on Domenica 10 Novembre 2019 09:44, edited 9 times in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: gianlini on Domenica 10 Novembre 2019 08:27

Morphy, rileggiti con calma, e ti accorgerai della incredibile idiozia del tuo intervento. 

Spero sia solo dovuto ad una cena troppo pesante o alla ennesima lite con la tua ex.

Altrimenti sarebbe un brutto segno di demenza senile precoce.

 

I 200mila laureati in fuga al Nord
Se negli anni del secondo dopoguerra a migrare era soprattutto giovane manodopera proveniente dalle aree rurali del Mezzogiorno, oggi sono laureati e studenti universitari (immatricolati fuori regione) a spostarsi dalle regioni meridionali e insulari, verso il centro-nord del Paese. Sono insomma i cosiddetti “best and brightest”- spiega lo studio curato da Gaetano Vecchione dell’università Federico II di Napoli - a fare la scelta di migrare. In particolare negli ultimi 15 anni il saldo della migrazione intellettuale italiana è risultato pesantemente negativo per le regioni del Mezzogiorno. Per effetto dei trasferimenti verso il Centro-Nord, si contano circa 200.000 laureati in meno tra i residenti del Mezzogiorno, senza considerare la crescente quota di pendolari a medio e lungo raggio.

https://www.ilsole24ore.com/art/la-fuga-200mila-laureati-nord-cosi-sud-ha-perso-30-miliardi-AEsJqk3D

 


 Last edited by: gianlini on Domenica 10 Novembre 2019 08:58, edited 4 times in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Morphy on Domenica 10 Novembre 2019 00:38

Mi spiace ma nel marketing "cannibalizzare" ha un'altro significato. Milano non sta cannibalizzando una emerita cippa, e non lo dico io ma il significato che la parola ha nella teoria. Se non la si capisce si torna a scuola e si evita di parlare a vanvera. Il fatto che Sala parli in questo modo da la misura di come Milano è quella che è non per merito di Sala, ma nonostante Sala (Sala o la politica in genere). Il fatto che lui si voglia fermare a riflettere non prelude nulla di buono per Milano. Fermi tutti adesso perchè penso. Siamo a posto.

 

Tra l'altro vuole pensare che sia una finestra temporale (che il sud abbia questo gap). Ma porca troia ci sono 60anni di realtà che dimostrano che il sud non ha nulla da spartire con lo sviluppo economico, e tu Sala mi salti fuori dicendo che preferisci pensare che sia una cosa momentanea? Una finestra temporale dice lui. Ma allora al posto del cervello devi avere una grossa merda d'asino...

 


 Last edited by: Morphy on Domenica 10 Novembre 2019 00:39, edited 1 time in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: gianlini on Domenica 10 Novembre 2019 00:05

Il solito, grande, lucido, Sala.

 
L’ex ministro del Mezzogiorno, Claudio De Vincenti presenta il suo manifesto per un «nuovo Sud» denominato «Cambia, Cresce, Merita». Il direttore del Corriere del Mezzogiorno Enzo D’Errico modera l’incontro promosso dai 200 esponenti della società civile che hanno firmato la proposta di De Vincenti. Ma l’intervento che più colpisce è quello del sindaco di Milano, Beppe Sala: «Milano sta cannibalizzando parte del Paese, ma ciò sta accadendo inconsapevolmente. Se però ci fermiamo a riflettere dobbiamo dire che non va bene, e vedere insieme cosa fare». Sala porta come esempi i tanti giovani del Sud che studiano nelle università milanesi e le 4.300 multinazionali in città, sulle 8 mila presenti in Italia. «È evidente che stiamo cannibalizzando ma voglio pensare che sia una finestra temporale, un po’ perché non ci riuscirebbe un po’ perché non è giusto», ha ammesso il sindaco.

 Last edited by: gianlini on Domenica 10 Novembre 2019 00:07, edited 1 time in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Bullfin on Sabato 09 Novembre 2019 18:16

FANTASTICO!! ....e...... negri che si fanno il cul nel mezzo ....ROB DE MAT!!

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: antitrader on Sabato 09 Novembre 2019 17:43

Ecco il "futuro" dell'occidente:

Gli statali da una parte, i pensionati dall'altra e i negri che si fanno il cul nel mezzo.


Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Tuco on Sabato 09 Novembre 2019 08:23

Lutrom zcrivi zu google: Nome modello tuo notebook + taztiera.

La acquizti e con due cartoncini come ztrumento, te la zoztituizci da zolo in 2 minuti.

ovviamente la ricerca la fai con un terminale con taztiera funzionante...

 


 Last edited by: Tuco on Sabato 09 Novembre 2019 08:27, edited 2 times in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Bullfin on Sabato 09 Novembre 2019 00:41

In realtà credo che stai mentendo e fai solo il figo con le zeta  mosce. L'idea non zzzarebbe male...

 

;)

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Morphy on Venerdì 08 Novembre 2019 23:30

Lutrom compra la tastiera e sostituiscila, ti costerà una ventina di euro (guardi su youtube e impari). Comunque, dato che non vanno solo alcuni tasti, prova con dell'aria, sia con un compressore sia con un'aspirapolvere (molto meglio il primo), magari si tratta solo di sporco. Altrimenti attacca una tastiera esterna.

 

In realtà credo che stai mentendo e fai solo il figo con le zeta  mosce. L'idea non zzzarebbe male...

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: gianlini on Venerdì 08 Novembre 2019 23:04

Eheheheh....matteuccio matteuccio....

 

Liliana Segre, memoria storica della Shoah, ha incontrato il leader della Lega, Matteo Salvini, a Milano. Il faccia a faccia, svoltosi a casa della senatrice, si è tenuto nel massimo riserbo per evidenti motivi di sicurezza, dopo le minacce ripetute che hanno portato il prefetto di Milano ad assegnare alla Segre una "tutela".

Salvini si sarebbe presentato accompagnato dalla figlia e non sarebbero state presenti altri rappresentanti di istituzioni.


 Last edited by: gianlini on Venerdì 08 Novembre 2019 23:10, edited 1 time in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: gianlini on Venerdì 08 Novembre 2019 22:52

ma perchè la panza viene scritta giusta, mentre la ztoria no?

hai due tasti "z"?

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: lutrom on Venerdì 08 Novembre 2019 22:30

E' un portatile, la ztoria è lunga, per ripararlo devo lazciarlo alcuni giorni e col computer ci lavoro pure, quindi è zcomodo, per uno nuovo non ci zono molti zoldi (al di là delle chiacchiere di chi ha la panza piena o è totalmente rincoglionito in Italia zi zta riempiendo di nuovi poveri...),    comunque hai ragione, zu certe coze zone anche pigro...