God bless America

 

  By: Andrea on Martedì 26 Luglio 2011 19:14

XTOL, l'unica persona che mi abbia mai citato Ron Paul in una conversazione "dal vivo" e' mio cognato. Che crede fermamente nel Tea Party ed e' un duro e puro dell'ala conservatrice Repubblicana. A 33 anni... A parte lui nessuno me ne ha mai parlato e quando, in un paio di occasioni, ho io accennato a lui, gli interlocutori han dimostrato di non conoscerlo. La mia conclusione e' che sia una persona di cui parlano molto e con passione (positiva o negativa, ma non importa) gli "interessati", coloro che si informano, hanno opinioni magari forti, ecc. Ma alle elezioni ci vanno anche e soprattutto gli altri pertanto allo stato attuale mi pare "marginale".

 

  By: Gano* on Martedì 26 Luglio 2011 19:12

Roosevelt non si piego' alle richieste delle banche e della finanza ma impose la sua agenda. Obama non mi sembra che abbia la stessa forza e la stessa energia, ma nemmeno lo stesso carisma per farlo. Ecco. Tutto qui.

 

  By: XTOL on Martedì 26 Luglio 2011 19:08

x Andrea. se hai voglia, saresti in grado di definire come viene visto ron paul negli states (non parlo della stampa, ovviamente)?

 

  By: Andrea on Martedì 26 Luglio 2011 19:08

Gano > Andrea, sei troppo intelligente per non capire che Gano > le STESSE IDENTICHE ricette di Roosevelt del 1933 Gano > non possono essere applicate nel 2011. Pensa che era quello che pensavo io di te! Secondo me l'uomo coi controcoglioni non e' la ricetta giusta per la crisi attuale. Per risolvere la quale serve, credo io, piu' che altro calma, sangue freddo e buonsenso.

 

  By: Gano* on Martedì 26 Luglio 2011 19:02

Inoltre cosa proponi, che venga requisito l'oro detenuto dalle famiglie? Pensa che qui l'accusa a Obama e' di usare ricette vecchie come quelle di Roosevelt, di dar retta a Keynes, ecc. ------------------------------------------------------------------------------------------- Andrea, sei troppo intelligente per non capire che le STESSE IDENTICHE ricette di Roosevelt del 1933 non possono essere applicate nel 2011.

 

  By: Andrea on Martedì 26 Luglio 2011 18:52

Gano > Forse che la' negli States hai visto un po' troppi film Western? Mi pareva che ad esprimere l'auspicio che l'uomo solo al comando fosse uno coi controcoglioni fossi stato tu, non io. Io sono, al contrario, per un uomo di buon senso e in grado di portare a una sintesi ragionevole (e, possibilmente, efficace) delle posizioni espresse dai rappresentati eletti dal popolo. Fregandomene delle sue gonadi.

 

  By: Andrea on Martedì 26 Luglio 2011 18:43

La situazione sotto le due Presidenze e' cosi' diversa (ai tempi di Roosevelt il 25% degli americani era disoccupato - adesso il 9%, nelle grandi pianure si moriva di fame - letteralmente, gli altri capi di stato erano Hitler, Stalin e Churchill, ecc.) che mi riesce difficile fare paralleli. Inoltre cosa proponi, che venga requisito l'oro detenuto dalle famiglie? Pensa che qui l'accusa a Obama e' di usare ricette vecchie come quelle di Roosevelt, di dar retta a Keynes, ecc. E poi erano veramente altri tempi e situazioni, un Presidente poteva essere in sedia a rotelle e gli americani lo ignoravano, adesso lo criticano per le maglie indossate dalla moglie mentre e' in giardino.

 

  By: Gano* on Martedì 26 Luglio 2011 18:32

> Perché se poi tiri fuori Reagan o la Thatcher O Andrea, ma in che mondo vivi? Mi riferisco a Roosevelt. Reagan e i due Bush, insieme ad un Clinton che non ha fatto niente, hanno ricalcato in modo abbastanza fedele le riforme liberiste di Harding e Coolidge, che portarono ad una smisurata espansione economica e finanziaria seguita dalla crisi e dalla depressione del '29. Ci volle una riforma della portata del New Deal per far riprendere il paese. Obama non e' un Roosevelt. Le sue idee potrebbero anche essere buone, ma del predecessore non ne ha ne' i coglioni, ne' il carisma, ne' le capacita'. > Auspichi che estragga la Colt, sciolga la Camera dei Rappresentanti > e instauri la dittatura? Forse che la' negli States hai visto un po' troppi film Western?

 

  By: SpiderMars on Martedì 26 Luglio 2011 18:28

Volevo scrivere piu' o meno le stesse cose. ---------------------------------- Ma toh...! se non vi capite almeno tra di voi, i controcoglioni se li è fatti con tutte quelle canne che si è spararto tanto che i neuroni ormai....! che sia andato anche lui al Leoncavallo mica gli interessa a lui la rielezione, nooo...! beato Andrea che ci crede e poi la spiegazione del Teaparty con l' affiliazione a Fox è strabiliante, tutti uguali sti Comunisti anche se si mascherano...! chissà se a Obama qualcuno gli a spiegato che per fare la riforma della Sanità ci volevano i Quattrini specie se si vuole favorire le Lobby dei suoi amici Assicuratori a scapito dei contribuenti. eheheh...!

 

  By: Gano* on Martedì 26 Luglio 2011 18:27

.

 

  By: antitrader on Martedì 26 Luglio 2011 18:12

Bravo Andrea! Volevo scrivere piu' o meno le stesse cose, pero' alla lunga anche bastonare i somari diventa molto faticoso. Per una volta ci hai pensato tu a impugnare la clava.

 

  By: Andrea on Martedì 26 Luglio 2011 16:26

Gano > Obama e' un bravo figliolo, e probabilmente -nei limiti che puo' Gano > avere un presidente americano- e' pure armato di buone intenzioni. Gano > Ha pero' un problema grosso come una casa: gli mancano le balle. Dobbiamo prenderlo come un dogma, una verità motu proprio o hai voglia di spiegarci quello che dici? Per me, al contrario, uno che continua a dire "Mi interessa la mia agenda, più di quanto mi interessi la rielezione" e si comporta di conseguenza è uno che, in un sistema come questo, ne ha anche parecchi di controcoglioni. Gano > In questa situazione ci vuole uno coi controcoglioni. Però adesso ti corre l'obbligo dell'esempio. Perché se poi tiri fuori Reagan o la Thatcher (anticipo Anti e ti risparmio la fatica) scoppiamo tutti in una risata. Allo stato attuale la soluzione "uomo forte" che dipingi tu non è certo uno di quelli ma un Pinochet. Perché, giova ricordartelo, gli USA sono in una situazione di impasse legislativo perché il potere è spaccato tra i due rami (e il Presidente). Auspichi che estragga la Colt, sciolga la Camera dei Rappresentanti e instauri la dittatura?

 

  By: Gano* on Martedì 26 Luglio 2011 16:16

Del discorso di Obama mi sono piaciuti certi attacchi diretti a uno status quo insostenibile, senza girarci intorno. -------------------------------------------------------------------------------------------- Obama e' un bravo figliolo, e probabilmente -nei limiti che puo' avere un presidente americano- e' pure armato di buone intenzioni. Ha pero' un problema grosso come una casa: gli mancano le balle. In questa situazione ci vuole uno coi controcoglioni.

 

  By: lmwillys on Martedì 26 Luglio 2011 16:13

per chi si fosse perso l'ultima puntata di questa incredibile farsa http://www.zerohedge.com/news/full-transcript-and-word-clouds-obama-and-boehner-speeches oltre 16 mila miliardi prestati aggratis di soppiatto (3,08 a strangers) e pure 600 milioni per il disturbo di appoggiare (si fa per dire) le insulse iniziative pro-ripresa http://www.infowars.com/the-federal-reserve-made-16-trillion-in-secret-loans-to-their-bankster-friends/

 

  By: antitrader on Martedì 26 Luglio 2011 16:08

"Del discorso di Boehner, sarò breve, mi ha fatto schifo tutto. Con un minimo di onestà intellettuale mi chiedo come uno possa dire che la situazione attuale è frutto delle riforme scellerate di Obama, come quella della Sanità, che nessuno voleva. E mi chiedo anche come si possa dire che la ricetta per la crescita dell'America è una sola e sempre quella: meno tasse e i nostri businessman creeranno posti di lavoro per tutti. E' un'affermazione PRIVA di un supporto e, anzi, sembrerebbe vero il contrario, sia in America che altrove. A questo aggiungi il tentativo, goffissimo, di bucare la telecamera da parte di uno che non ne ha le doti. Sembrava di essere a una recita parrocchiale, con un dilettante che prova a imitare Carmelo Bene." Ecco, bravo! Hai fatto una mirabile descrizione dei delinquenti di destra da reagan in avanti e delle incredibili fesserie con cui riescono a infinocchiare il popolino piu' sprovveduto e analfabeta. Fa specie che in Italia simili argomenti hanno avuto successo sopratutto nei contronfi del popolo del nord completamente infinocchiato da forzuti a padanari.