God bless America

Re: God bless America  

  By: gianlini on Sabato 11 Novembre 2017 12:02

Gano, non ci siamo capiti. Io non dico che i cinesi abbiano colpe, io dicoi che sono PERICOLOSI. 

Che cioè loro sì che fregano il lavoro agli italiani. 

Re: God bless America  

  By: shera on Sabato 11 Novembre 2017 10:33

Capisci che ai miei tempi era più sicuro ma io andavo a scuola da solo già alle elementari, il bamboccio che a 13 anni si fa accompagnare a scuola diventa il commerciale minchione che non ti vende il primo ordine anche se lo paghi anticipato, perchè gli costa troppa fatica, il figlio dell'imprenditore/nipote del fondatore che fa fallire l'azienda perchè non ha merito,e non ha mai sgobbato nella vita.

 

Sai quanto costa indicizzare un sito, sai quanta fatica acquisire un cliente, sai quanto sudore e quante rinunce creare da zero un industrietta???

e il bamboccio manda tutto a puttane

basta dare la colpa ai cinesi, tutte scuse del kazzo

se ne andranno solo dopo aver cagato in mezzo alla stanza...


 Last edited by: shera on Sabato 11 Novembre 2017 10:34, edited 1 time in total.

Re: God bless America  

  By: Bullfin on Sabato 11 Novembre 2017 02:18

L'osservazione del paese rincoglionito è calzane, le cause per niente...purtroppo la situazione attuale trova le sue origini nei movimenti di sinistra, sessantottini e stronzate varie....quelli dei DIRITTI...si diritti un per di cazz visto che i diritti li ottini facendoti il cul e lavorando e non avendoli facendo un caz, etc.

La generazione allevata da quelli degli anni 20-30-40 è ancora quella sana, putroppo invece quella degli anni 50-60 hanno tirato su delle merde umane, infarcite dai credi di sinistra, femministi e chi piu' ne ha piu' ne metta...ovviamente poi i sessantottini hanno sfornato persone degne della loro bassezza.

La morale, il credo nel lavoro, l'ordine e disciplina, l'etica che i nostri genitori (appunto nati tra i 20 e gli anni 30) tutta persa....e se ne sono viste poi le conseguenze...

Oggi poi questa filosofia da fancazzisti, da tutti diritti nessun dovere, da rincoglionimento trova la sua bella apoteosi nei nuovi slogan....reddito di cittadinanza per tutti....e lì si il fancazzismo regna dilagante...

 

FULTRA 10 MARZO 2020: Qui sotto la fotocopia dal vero "cialtrone medio italico" : Antitrader. Fatene una copia del pensiero per i posteri e quando tra 50 anni vorranno capire perchè l' talia sia finita miseramente

Re: God bless America  

  By: antitrader on Sabato 11 Novembre 2017 00:35

Oscar!

Anche quello fa parte del declino di un paese rincoglionito. Quando arrivi al punto che mamma' deve andare a prendere il. bamboccio alto 180 alla scuola altrmenti lo trattengono in quanto non capace di intendere e di volere e finisce sotto il tram cosa ti puoi aspettare?

I grandi calciatori, vedi Totti, Cassano etc... venivano dalle classi popolari e si facevano le ossa fin da piccoli giocando nelle strade e nelle sterpaglie intorno al paesello, adesso invece quello (il bamboccio) lo mandano a scuola di calcio dove, invece di lasciarli liberi di giocare, gli fanno leggere i libri su come si gioca.

Insomma, decadenza su tutti i fronti, fino a che i negri ci faranno neri.

 

Re: God bless America  

  By: traderosca on Venerdì 10 Novembre 2017 23:18

italia merda!!! speriamo nel ritorno...

Re: God bless America  

  By: Tuco on Venerdì 10 Novembre 2017 22:38

Shera, i cinesi barano... In Italia, a far le cose perbene e secondo legge, non ne levi le gambe;

quindi questi son bravi perché sfruttano le falle del sistema, utilizzano manodopera del loro paese,

importata e pagata a condizioni inapplicabili dagli indigeni. 

Oltre quanto sopra, non pagano le tasse...

Cosa vuoi di più?


 Last edited by: Tuco on Venerdì 10 Novembre 2017 22:40, edited 1 time in total.

Re: God bless America  

  By: Tuco on Venerdì 10 Novembre 2017 22:33

I cinesi so forti, gli Italiani saranno i nuovi negri, ma forse no...

Il senso d’inferiorità fisica li frena, non si integrano un cazzo anche ( anzi, solo ) per quello...

Se ti senti pari o superiore, non hai problemi ad inserirti nella vita sociale e politica di un paese,

questi invece voglion rimanere in disparte e parassitare con astuzia sottile.

I cinesi in Italia  rimarranno sempre dei furbetti sotterranei, non c’è da averne gran paura.

Nobel cinesi ne abbiamo? grandi filosofi o scienziati cinesi ne abbiamo?

Attualmente, at the time being, non ne vedo.


 Last edited by: Tuco on Venerdì 10 Novembre 2017 22:42, edited 1 time in total.

Re: God bless America  

  By: shera on Venerdì 10 Novembre 2017 22:29

Ho fatto richiesta ad un'aziendina italiana per un acquisto piccolo per testare il prodotto, ma mi hanno fatto storie e poi non mi hanno risposto. I cinesi me lo danno gratis e pago solo il trasporto...

L'arroganza non ha spazio nel mondo globalizzato... sono certo che anche se adesso va bene, tempo qualche anno l'aziendina italiana chiuderà schiacciata dalla "concorrenza sleale dei cinesi" in realtà dal fatto che prendevano a pesci in faccia i clienti.

se ne andranno solo dopo aver cagato in mezzo alla stanza...

Re: God bless America  

  By: gianlini on Venerdì 10 Novembre 2017 15:45

Tra l'altro nei magazzini Aumai gli unici non cinesi sono proprio i ghanesi e senegalesi di guardia agli ingressi.

I nigeriani se vuoi li controlli, i cinesi no, è questa la realtà.

I cinesi ti fanno concorrenza sleale, è questo il problema; e da quello che vedo, non hanno nessuna capacità di moderarsi.

Io dico solo che dove in piazzale Loreto c'era un Upim con 30 commesse italiane adesso c'è un Aumai con 30 commesse cinesi che fino a due anni fa non erano in Italia. Per gli italiani non vedo tutto questo vantaggio.

I tuoi amici benestanti cinesi che abitano a Firenze e Prato, frequentano quindi teatri italiani, cinema italiaini, trattorie toscane, supermercati italiani, negozi di abbigliamento italiani, campi da tennis o calcio italiani, ecc.ecc.?  A Milano, forse perchè siamo ancora indietro come generazioni (non è vero, in realtà a Milano sono da inizio secolo, ma facciamo finta che fino a poco tempo fa fossero pochissimi), non accade niente di tutto questo. 

 

 

 


 Last edited by: gianlini on Venerdì 10 Novembre 2017 16:07, edited 9 times in total.

Re: God bless America  

  By: gianlini on Venerdì 10 Novembre 2017 15:39

Per esempio, nella catena di magazzini Aumai, tutto il personale che non è alle casse praticamente non parla italiano.

Segno che è arrivato di recente, e su precisa chiamata del datore di lavoro.

Visto che però per lavorare come fattorino* in un grande magazzino in italia le competenze della lingua cinese non dovrebbero essere fondamentali, anzi!, perchè al posto di questi commessi cinesi non viene data la precedenza ad addetti italiani?   Come saranno strutturati i contratti con cui vengono assunti? verrà pagato regolarmente l'inPS, l'Inail, le tasse? 

dove dormono tutti questi cinesi?  pagheranno affitti regolari su cui vengono versate le tasse allo stato italiano? tutto in regola?

per lo stato Italiano, cioè per tutti noi cittadini, sarà equivalente, a parità di fatturato, l'incasso di imposte fra un Aumai cinese e un  Grancasa o Bennet italiano?

 

* il QI necessario per sistemare la merce sugli scafffali deve essere elevatissimo immagino.

 

 

 


 Last edited by: gianlini on Venerdì 10 Novembre 2017 15:41, edited 2 times in total.

Re: God bless America  

  By: gianlini on Venerdì 10 Novembre 2017 15:06

Avrai i tuoi motivi personali per averne un'opinione così buona. Anche gli ebrei sono integratissimi, eppure.....

Per te mantengono la lingua per ragioni commerciali, a me invece, chissà perchè, viene in mente che la mantengano per poter parlare fra di loro senza che nessuno possa capirli.

Non saprò  cosa accade ad est di Vigevano, ma, guarda caso, spesso ci azzecco:

"Oggi gli italiani di origine cinese perfettamente bilingue sono pochissimi — dice Luigi Sun, imprenditore in ambito alimentare, nato 57 anni fa in Cina e in Italia dal 1962 — L’obiettivo è formare una generazione di giovani in grado di fare da ponte fra i due Paesi, con i vantaggi che questo comporta da un punto di vista di opportunità. Secondo il nostro modello, inizialmente i bambini figli di italiani iscritti saranno fra il 10 e il 20 per cento del totale e la percentuale potrebbe poi crescere» (che gran concessione!!)

Una international school pensata per gli studenti figli dei cinesi che vivono in Italia, ma anche per i bambini delle famiglie italiane o straniere di altre nazionalità. Un campus di 24mila metri quadrati, con strutture didattiche e sportive all’avanguardia, che nascerà alla periferia orientale della città, in grado di ospitare 640 alunni, dalla scuola materna alle superiori. È il progetto di cinque imprenditori di origini cinesi, che si preparano a lanciare a Milano «un istituto scolastico d’eccellenza in cui italiano e cinese saranno insegnate allo stesso modo, con l’inglese obbligatorio come prima lingua straniera»,

http://milano.repubblica.it/cronaca/2014/07/04/news/milano_un_supercampus_cinese_per_640_studenti_cos_investiamo_sulla_formazione-90635941/

 

 

 

 


 Last edited by: gianlini on Venerdì 10 Novembre 2017 15:24, edited 7 times in total.

Re: God bless America  

  By: gianlini on Venerdì 10 Novembre 2017 14:59

Il mercato da 1 miliardo di persone è datato una ventina di anni in tutto.

Chi era qui nel 1980 non poteva nemmeno immaginare una Cina capitalista.

E' un fatto culturale, non si vogliono mischiare con gli autoctoni, non ti so nemmeno dire se si curano di farsi un'opinione di noi, e fanno i simpatici e i sorrisi solo per guadagnarci e sfruttarti.

Io sinceramente li sopporto sempre meno (anche perchè a Milano sono sempre di più, e puzzano, sputano e ruttano)


 Last edited by: gianlini on Venerdì 10 Novembre 2017 15:01, edited 2 times in total.

Re: God bless America  

  By: gianlini on Venerdì 10 Novembre 2017 14:39

Con i cinesi devi usare le maniera forti. Se speri di spuntarla in una trattativa, sei fritto.

Basta vedere cosa hanno fatto qui a Milano con Paolo Sarpi.  Ma anche che dopo 4 generazioni che sono qui, continuano imperterriti a parlare cinese.

 

 

Re: God bless America  

  By: hobi50 on Venerdì 10 Novembre 2017 14:31

Gianlini,spero  tu abbia notato che le uniche concessioni fatte dal premier cinese sono nella finanza.

Interessi stranieri potranno ,per la prima volta, andare in maggioranza nelle  banche e nelle società di brokeraggio.

Infatti qui c'è il marcio del sistema cinese .

Venghino signori ,venghino signori ....

Trump ,come prevedibile ,con i cinesi non la può spuntare.

In campagna elettorale erano stati bollati  come i "manipolatori della valuta " e rischiavano , in base alle leggi americane ,di  perdere la qualifica di "nazione più favorita " e quindi sottostare a dazi meno favorevoli.

Invece sono stati  pubblicamente elogiati !!.

Come contropartita hanno ricevuto la possibilità di investire nella finanza !

 

Hobi


 Last edited by: hobi50 on Venerdì 10 Novembre 2017 14:31, edited 1 time in total.

Re: God bless America  

  By: pana on Venerdì 10 Novembre 2017 14:22

trump riporta i lavori dalla cina in usa?