Cina vs. resto del mondo

 

  By: MR on Mercoledì 16 Settembre 2015 14:13

#i#PS mi è arrivata proprio poco fa la bolletta dell'elettricità; in due mesi (estivi) ho consumato 257 kwh, 130 al mese, metti pure che di inverno salga a 180, in media 160 fanno circa 1900 all'anno, quindi il tuo impianto da 3180 kwh annui ne lascerebbe 1200 circa inutilizzati (e cedibili alla rete)#/i# 60 GW 60 GW 60 GW ... Comunque, abolisci il conto energia e ne riparliamo anche dal punto di vista monetario.

 

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 16 Settembre 2015 14:12

Numeri, Gianlini, numeri basati su fatti concreti, non poesia od utopia...

 

  By: gianlini on Mercoledì 16 Settembre 2015 14:10

La domanda qual è? sul parco macchine indiano? sarebbe più razionale che il parco macchina africano e indiano sia elettrico che a benzina le ragioni sono molteplici, fra cui: il solare lì rende molto di più che da noi (un sacco di sole, ore di sole al giorno distribuite omogeneamente su tutto l'arco dell'anno e non come da noi solo su 6 mesi) percorsi mediamente più brevi che da noi (i ricchi e i benestanti lì abitano in città e si muovono prevalentemente all'interno della città) e quindi meno bisogno di autonomia rete di distribuzione del carburante poco sviluppata - tanto vale fare tanti punti d ricarica elettrica non ultimo, Musk è sudafricano....;)

 

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 16 Settembre 2015 14:04

Gianlini ESIGO che tu risponda alla mia domanda (mi sta bene anche un onestissimo "ma secondo te, come 'azzo faccio io a saperlo!?"). #i#"tu pensi improbabili, ma non impossibili"#/i# Allora non hai capito cosa voglio dire. Ragion di più perché tu risponda alla mia domanda. ------------------------------------------------------------------------------------------ Gianlini, scusa ma ti ricordi che ti avevo chiesto di farmi il conto di quante auto ci saranno in Cina e in India tra 10 e 15 anni, e quanta energia consumerà l' Africa nel prossimo decennio grazie anche alla sua esplosione demografica? E quanto sarà allora il bilancio energetico e il rapporto di utilizzo tra fossili e rinnovabili? Non mi hai ancora risposto...

 

  By: gianlini on Mercoledì 16 Settembre 2015 13:58

Gano, allora ti rigiro l'affermazione. Le energie alternative sono un'assicurazione contro EVENTUALI (tu pensi improbabili, ma non impossibili) forti rialzi dei combustibili fossili

 

  By: lmwillys5S on Mercoledì 16 Settembre 2015 13:52

http://www.ingalessandrocaffarelli.com/attivita/free-software-simulare-impianti-fotovoltaici.html http://www.sunearthtools.com/it/solar/payback-photovoltaic.php mejo er primo link

 

  By: pana on Mercoledì 16 Settembre 2015 13:51

Ditemi che non e' vero deve esserci un errore ! Oggi, a livello globale, spendiamo per i sussidi alle fonti fossili ben 5,300 miliardi di dollari, ovvero circa il 6,5 per cento del PIL mondiale. VERGOGNAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA a leggere i giornali pensi che i sussidi li prende solo il fotovoltaico !

 

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 16 Settembre 2015 13:49

Gianlini, scusa ma ti ricordi che ti avevo chiesto di farmi il conto di quante auto ci saranno in Cina e in India tra 10 e 15 anni, e quanta energia consumerà l' Africa nel prossimo decennio grazie anche alla sua esplosione demografica? E quanto sarà allora il bilancio energetico e il rapporto di utilizzo tra fossili e rinnovabili? Non mi hai ancora risposto...

 

  By: gianlini on Mercoledì 16 Settembre 2015 13:48

""Gianlini> "Il che ne mantiene il costo basso. " Penso che questa sia un' utopia gianliniana."" Allora, come si sapeva da tempo, i crucchi sono deficienti.....

 

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 16 Settembre 2015 13:44

#i#Lmwillys> "Il fotovoltaico sta in piedi solo con gli incentivi statali."#/i# Almeno per ora è così. Se lo paghi a prezzo pieno non te lo ripaghi. #i#Gianlini> "Il che ne mantiene il costo basso. "#/i# Penso che questa sia un' utopia gianliniana.

 

  By: lmwillys5S on Mercoledì 16 Settembre 2015 13:09

il fotovoltaico sta in piedi solo con gli incentivi statali. forse parli delle fossili .... http://www.rinnovabili.it/energia/sussidi-fonti-fossili-fmi-inquinamento-666/ ... azzerando ogni sussidio spariscono le fossili i crucchi incentivano l'accumulo domestico

 

  By: gianlini on Mercoledì 16 Settembre 2015 13:05

anche io ero molto negativo sul fotovoltaico ma recentemente ho visto quanto ne hanno installato in Germania, (ovunque vedi campi fotovoltaici ed eolici) e mi sono detto: i tedeschi non sono mica scemi, se lo fanno ci sarà un motivo. Così mi sono data quella spiegazione che indicavo. i tedeschi però non incentivano il fotovoltaico "fai da te" e di case private con pannelli ce ne sono pochissime.

 

  By: Ferpa on Mercoledì 16 Settembre 2015 13:02

Questo l’ho capito Gianligi, è il discorso che facevi sull’elevata elasticità della domanda di petrolio per cui grazie allo sviluppo di fonti alternative il prezzo del petrolio è crollato e quello che spendiamo in contributi al fotovoltaico lo recuperiamo in termini di minor costo unitario per barile di greggio .

 

  By: gianlini on Mercoledì 16 Settembre 2015 12:43

Ferpa il fotovoltaico sta in piedi solo con gli incentivi statali. Allora uno dice: togliamo gli incentivi - crolla il fotovoltaico Ma gli incentivi non sono un "regalo" che piove dall'alto. Rispondono alla precisa intenzione di incentivare una forma di produzione di energia che "tolga" dal mercato del fabbisogno di combustibili fossili. Il che ne mantiene il costo basso. Gli incentivi cioè si dovrebbero ripagare (teoricamente quanto vuoi) con il minor costo delle altre forme di energia.

 

  By: Ferpa on Mercoledì 16 Settembre 2015 12:31

Sui pro e contro dell'energia nucleare ci sono implicazioni di rischio non valutabili oggettivamente per cui trovo normale si creino opinioni opposte entrambe rispettabili ma che anche sulla convenienza o meno di una tecnologia come quella fotovoltaica ci siano opinioni così divergenti un ignorante come me si stupisce . Essendo i dati di sui costi e rendimenti ben noti dovrebbe essere come per il calcolo di una funzione in matematica, c'è una soluzione giusta e le altre sono per forza sbagliate . Poi è ovvio che la realtà è in continua trasformazione per cui gli stessi calcoli rifatti tra 10 anni forniranno un risultato diverso .