Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Martedì 15 Maggio 2018 20:27

E' il momento del coraggio

di Luigi Di Maio

Voglio raccontarvi cosa sta succedendo e cosa è successo in questi ultimi giorni. Innanzitutto noi abbiamo un obiettivo, in questa legislatura: portare a casa i risultati che gli italiani ci hanno chiesto. Ci hanno votato 11 milioni di italiani: siamo la prima forza politica del Paese, non circoscritta ad una zona. E abbiamo tanti problemi da risolvere ai cittadini.

Da sempre abbiamo corso da soli, perché delle altre forze politiche non ci fidavamo. E infatti, una volta entrati in questa nuova legislatura, abbiamo immediatamente proposto un contratto di governo e non un’alleanza. Perché è quel contratto che avremmo rivendicato nel momento in cui non ci fossero stati più i presupposti per andare avanti.
Vedo esperti di politica, opinionisti, che ironizzano su questo contratto. Se ne facciano una ragione: per noi è una cosa seria. È il perno di qualsiasi governo che si sta per costruire. E lo stiamo costruendo questo governo, insieme a un altro partito che è la Lega, negli ultimi sei giorni. Vi sto dicendo che abbiamo quasi concluso questo lavoro in sei giorni, in Germania ci hanno messo sei mesi. Ciononostante ci accusano di star perdendo tempo.
In questo contratto abbiamo già ottenuto risultati importantissimi: il reddito di cittadinanza che non sia assistenzialismo, la flat tax equa che abbasserà le tasse a imprese e cittadini. Non sono slogan, ma di aiuti concreti. Aiuti a chi perde il lavoro, aiuti alle nostre imprese che sono le più vessate d’Europa.
Vedete, in tutti questi anni, nei programmi dei partiti questi aiuti erano previsti. Peccato che erano solo nei programmi. Perché proponiamo il contratto? Proprio per questo. Perché vogliamo che le azioni siano legate a qualcosa di vincolante, un contratto di governo che è un atto di impegno davanti a tutti gli italiani.

Oltre a reddito di cittadinanza e flat tax è previsto anche il carcere per gli evasori. È un passo dovuto, in un Paese dove i furbi si sentono grandi uomini e gli onesti dei fessi. Poi il taglio delle pensioni d’oro, gli sprechi sulle opere pubbliche, la Rai, i vincoli europei che vanno rivisti. Ma come si fa a ironizzare? Questo è il cuore di quello che vogliamo portare a casa. Poi dopo vengono i nomi, vengono i ministri.
Non c’è un solo giornale che spenda una parola buona per questo tavolo. Solo attacchi, da eurocrati non eletti da nessuno. Il Financial Times che dice che Roma ha aperto le porte a nuovi barbari: ma come vi permettete? Il MoVimento 5 Stelle è stato votato da 11 milioni di italiani. Se questo governo con la Lega si farà avrà 17 milioni di persone che lo hanno votato.
Dobbiamo essere felici dei temi che stiamo portando avanti. E più arrivano attacchi, più sono motivato ad andare avanti, perché vedo tanta paura in un certo establishment, tanta paura per il cambiamento. Ma chi ha paura del cambiamento, oggi è nostro nemico. Se riusciremo a fare questo governo non lo so, ma so che a questo tavolo stiamo facendo un buon lavoro.

Siamo davanti a un bivio: da una parte c’è il coraggio e dall’altro c’è la paura. E questo è il momento del coraggio. Il coraggio di andare fino in fondo e cambiare le cose. I presupposti ci sono? Dipende. È importante capire se riusciamo a chiudere il contratto mettendoci dentro tutti i temi che servono. E di questo discuteremo anche ai gazebo del MoVimento, in tutta Italia, durante il prossimo weekend. Se ci riusciamo ridaremo, con coraggio, i diritti ai cittadini, riporteremo l’Italia ai tavoli europei per quello che vale (dà 20 mld di euro al bilancio europeo, è uno dei Paesi fondatori dell’Ue). Se ci riusciamo abbiamo la grande occasione di cambiare veramente le cose. Ma è un momento per coraggiosi, non per cuori deboli. Ed è questo il mio appello: chi ha coraggio ci dia una mano per andare fino in fondo. Questa è la strada del cambiamento, quella giusta! Il MoVimento 5 Stelle c’è. Vuole andare fino in fondo e portare a casa i risultati. Possiamo fare un buon lavoro per questo Paese, ma dobbiamo essere convinti di quello che stiamo facendo. Una rivoluzione gentile. Crediamoci e ce la possiamo fare.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Martedì 15 Maggio 2018 20:22

Lo vedo difficile un futuro di Salvini di nuovo insieme a Berlusconi. Dopo che ha fatto sognare milioni di Italiani di poter cambiare finalmente il paese, pensi che lo rivoterebbero tornasse col Cavaliere? Io non credo. Oramai Salvini e Di Maio sono legati l'uno all'altro. Il governo lo devono fare per forza. Hanno speso troppo e ne va del loro futuro.

 

E se Di Maio voleva sopravvivere bastava facesse l'oppositore a vita, con il popolo 5 Stelle che sarebbe invecchiato (e poi morto) aspettando di avere il mitico 100% dei voti e la lavastoviglie che va con l' e-cat. 

 

Hanno dimostrato coraggio.

 

L'uscita di Di Maio contro l'Europa ha secondo me un significato ben preciso: se non facciamo un governo non è colpa nostra. Noi siamo allineati sututti i temi. Anche l'Europa. 


 Last edited by: Gano di Maganza on Martedì 15 Maggio 2018 20:26, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Martedì 15 Maggio 2018 20:10

l'intera informazione sta facendo passare salvini rivoluzionario anti-Europa e Di Maio moderato pro-Europa, nun ce se crede, ameba te prego se salta lega-M5S dai il mandato a sallvini col centrodx e facce vede come distrugge l'Europa cor nanoporco ...

:-)

https://www.facebook.com/LuigiDiMaio/videos/1708983159138223/


 Last edited by: lmwillys1 on Martedì 15 Maggio 2018 20:21, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Martedì 15 Maggio 2018 19:35

Già è difficile intendersi con Salvini; se però Salvini fa il servitor di due padroni, è inutile sedersi al tavolo. A che si deve dunque l’improvvisa gelata leghista? Il “riabilitato” e rieleggibile B. ha fatto pervenire a Salvini una di quelle richieste che non si possono rifiutare? Se fosse vero che, nella parte di contratto di governo già concordata, ci sono la legge sul conflitto d’interessi, l’anticorruzione con l’agente sotto copertura, il blocco della prescrizione al rinvio a giudizio, il voto di scambio politico-mafioso, la galera per gli evasori, una Rai sottratta al governo e ai partiti, lo stop alla legge bavaglio sulle intercettazioni e all’inutile e costoso Tav Torino-Lione e una legge nazionale per l’acqua pubblica (il referendum tradito sui beni comuni), oltre all’avvio di tre riforme economico-sociali come la Fornero, il reddito di cittadinanza e la flat tax, non si scappa: B. sarebbe tagliato fuori e passerebbe non solo dall’astensione all’opposizione, ma alla guerra aperta contro l’(ex) alleato.
E questo farebbe finalmente chiarezza. Perché potrebbero accadere due sole cose. O Salvini ha il coraggio di tirare diritto, rompendo finalmente col Caimano e sostenendo un governo che farebbe riforme importanti e affermerebbe il paradosso di un partito di destra che fa (anche) cose di sinistra. Oppure torna a cuccia, cioè ad Arcore, fa saltare un accordo che fino a domenica sembrava a portata e si assume la responsabilità che finora era riuscito a scaricare sugli altri: quella del fallimento.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Martedì 15 Maggio 2018 19:13

'E al momento giusto ha abbandonato Berlusconi.'

 

a me non sembra ma mi auguro tu abbia ragione

comunque noi le cose da fare lo costringiamo a metterle per iscritto e le rendiamo pubbliche ... con uno coi suoi precedenti mi pare obbligatorio agire così 

:-)

comunque sallvini è bravo, sta passando il messaggio che quello contro l'Europa è lui e Di Maio è quello sottomesso .... nun ce se crede ... voglio vedere salvini sottoscrivere il contratto perché coi suoi precedenti la possibilità che faccia saltare il tavolo addossandoci pure le colpe è tuttora alta, ma spero di sbagliarmi


 Last edited by: lmwillys1 on Martedì 15 Maggio 2018 19:18, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Martedì 15 Maggio 2018 19:04

Lmwillys, non so che dirti. Io spero che valga per Salvini, per il quale provo simpatia. D'altronde senza Salvini il M5S col 32% non va in punti posti. Come oramai Salvini non va più in punti posti senza il M5S: l'alleanza con Berlusconi è infatti compromessa, se torna indietro torna anche al 5% dei voti che la Lega aveva ai bei tempi. Ma quando salvini aveva il 5 o il 10% cosa altro poteva fare? In questo modo ha condotto la Lega fino qui, fino alle soglie di un governo nuovo, che potrebbe cambiare il paese. E al momento giusto ha abbandonato Berlusconi.

 

Ha avuto coraggio. 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Martedì 15 Maggio 2018 18:50

salvini è da sempre noto per fare solo fumo e ci dice che non molla il nanoporco, quel nanoporco che ha votato TUTTO quello che ci ha distrutto

 

'Ora però basta, i tempi sono cambiati'

speriamo valga per salvini che notoriamente è tra i politici di più lungo corso in attività e specializzato nello sparare fregnacce in televisione con la faccia truce e spavalda ... spero anch'io si dimostri per gli italiani almeno una volta, il suo rimanere col nanoporco mi rende però scettico

 

Di Maio: “Più eurocrati attaccano, più sono motivato”

metteremo salvini e la lega alla prova, ma non 'alleandoci' per il governo, non col 'tranquillo che vi appoggio', glielo facciamo mettere per iscritto su un contratto che renderemo pubblico


 Last edited by: lmwillys1 on Martedì 15 Maggio 2018 19:10, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Martedì 15 Maggio 2018 18:41

Quello che è stato è stato, Salvini è stato anche con Berlusconi.

 

Ora però basta, i tempi sono cambiati. Vita nuova, chi ha i coglioni dimostri di averli. Salvini (per ora) sta dimostrando di averli.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Martedì 15 Maggio 2018 18:15

in Europa il M5S stava con Farage, sul fiscal compact il M5S votava contro mentre salvini e tutta la lega (eccetto Speroni e Borghezio) si asteneva ed anche per i migranti economici contro i quali inveisce quotidianamente salvini bisogna ringraziare la lega 


 Last edited by: lmwillys1 on Martedì 15 Maggio 2018 18:33, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Martedì 15 Maggio 2018 18:11

hai lavorato in Veneto (no)

 

(si)

:-)

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Martedì 15 Maggio 2018 17:48

Anti, invece il primo punto che ha fatto incazzare salvini è il nodo del conflitto d'interessi ,che invece è un punto su cui insistono i 5stelle,

ma mettono in difficoltà salvini,sul fronte dei noti rapporti col capo del cdx. Non pensare chi i 5stelle siano così teneri nei confronti

deil'europa,certo che flax tax , reddito di cittadinanza e pensioni.............

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Martedì 15 Maggio 2018 17:17

Che poi Moscowic, Dombrovskis, Katainen... è tutta gente che è stata trombata ed asfaltata senza pietà alle elezioni a casa loro e sono alla UE per chissà quali meriti verso chissà quali lobby, e vengono ora a rompere i coglioni da noi? 

 

Salvini fa bene ad incazzarsi, ed onore al merito, è l'unico che lo ha fatto e lo ha detto.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Martedì 15 Maggio 2018 16:49

Oscar!

Mi spiace dirlo, ma il cagasotto e' stato Di Maio, ha calato le braghe di fronte all'Europa assecondando mattarella.

Un governo "canonico" non serve a niente (e azzererebbe il MoVimento). O fai 100 miliardi di tagli sul bilancio pubblico oppure vai a rompere le palle ai burocrati europei.

I governi buonisti ci portano solo a una lenta agonia, ci vuole un governo eretico e il M5S dovrebbe tornare alla sana prassi del vaffancul!

Il rischio che corri e' il default, ma tanto, ci rrivi comunque, e ci arrivi piu' acciaccato di adesso.

 

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Martedì 15 Maggio 2018 15:12

tu parli del pd renzizzato ... io parlo del pd fino a veltroni

con gli operai ci parlo da decenni, da prima di te e con MOLTI più di te ...

:-)

 
no io parlo di prima, ma tu che cazzo vuoi....chi cazzo sei? che lavoro hai fatto in vita tua (oltre il perdi tempo in internet...)....hai lavorato in Veneto (no) e allora taci.

 


 Last edited by: Bullfin on Martedì 15 Maggio 2018 16:48, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Martedì 15 Maggio 2018 12:50

Speriamo bene... mi sdrucciola un rientro in campo di Berlusconi. Quella riabilitazione ORA non mi va giù....