Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Venerdì 23 Dicembre 2016 03:14

Mi sono allontanato un giorno e siamo già alla rottura dell'euro.

Calma ...un po' di negoziati prima.

Vogliamo prima un po' di litigi tra l'Italia e l!Europa sul risarcimento degli obbligazionisti, o no ?

E poi si salveranno tutte le banche che si rendesse necessario : questo non è un problema.

Ci sono tutti i fondi approntati dall'Europa ... e poi c'è la BCE.

Il problema sta nelle condizioni che devono essere rispettate per ottenerli.

Qui si gioca L' ambaradan: austerity o uscita dall' euro.

Hobi

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Venerdì 23 Dicembre 2016 00:27

"Di colpo per i poveracci perchè, come ovvio, per i ricchi avevano lasciato tutto il tempo necessario per portare via il danaro. Ecchecazzz non vorrai mica appianare i debiti con i soldi dei ricchi. Suvvia siamo in democrazia, mica pizza e frittelle..."

 

ma chi sono i ricchi e quali ricchi?

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Venerdì 23 Dicembre 2016 00:03

O ragazzi, sveglia. L' Argentina era un paese che stava bene. La crisi Argentina cominciò quando l' FMI, su ordine degli Stati Uniti, impose la parità del peso col dollaro, ufficialmente per sanare l' economia di fatto perché con il peso debole le esportazioni alimentari argentine, specialmente la carne, erano troppo competitive rispetto a quelle americane. Il susseguente disastro economico argentino è la prova provata che la parità col dollaro non servisse per niente a sanarle l' economia. Ecco, la parità del peso col dollaro è come la parità della dracma, o se preferite della lira, con il marco attraverso l' Euro. 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Venerdì 23 Dicembre 2016 00:01

L'Argentina è stata un bel dramma, comunque. Non oso immaginare che qui possa essere peggio.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Giovedì 22 Dicembre 2016 23:59

La questione della crisi argentina è molto iteressante da studiare. Io anni fa me la sono letta la storia. I ricchi banchieri se ne erano già andati tutti e i grandi capitali con loro. La svalutazione poi fu tremenda lasciando il popolo con un cazzo in mano. Per gran felicità dei B&B infatti poi l'occupazione riprese e con essa i salari salirono di parecchi punti per ogni anno seguente, peccato che l'aumento dei salri era sempre metodicamente inferiore all'inflazione.

 

La potete girare come volete, ma la frittata rimane sempre una frittata. E i trombati rimangono sempre i poveracci. Nulla di nuovo sotto il sole...

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Giovedì 22 Dicembre 2016 23:56

Morphy, e'  molto peggio dell'Argentina. In questi casi piu' sei una nazione "avanzata" e peggio e'. Ad es. se era negli anni 60, specialmente a sud, il cambio di moneta gli faceva un baffo alle gente, erano tempi in cui ciascuno sapeva badare a se stesso (e sapeva fare le cose indispensabili), adesso invece siamo nell'epoca in cui se si blocca feisbuc per 10 minuti ti ritrovi la notizia in prima pagina, se poi si blocca whatsapp allora si parla di calamita' naturale. Piu' la societa' e' avanzata e piu' e' fragile di fronte alle difficolta', il massimo che sanno fare e' chiamare i pompieri, i carabinieri, la protezione civile, il telefono rosa e lo psicologo invece di alzare il cul e affrontare l'emergenza.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Giovedì 22 Dicembre 2016 23:47

Ma poi basta andare su wikipedia e leggere "crisi argentina" e vedi cosa hanno fatto con il corralito. Non c'è tanto da inventarsi, le mosse sono quelle che diceva Anti. Si fan le cose di colpo.

 

Di colpo per i poveracci perchè, come ovvio, per i ricchi avevano lasciato tutto il tempo necessario per portare via il danaro. Ecchecazzz non vorrai mica appianare i debiti con i soldi dei ricchi. Suvvia siamo in democrazia, mica pizza e frittelle...


 Last edited by: Morphy on Giovedì 22 Dicembre 2016 23:52, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Giovedì 22 Dicembre 2016 23:34

Gian, credo basti un decreto legge (che poi dovra' essere convertito dal parlamento). Il problema non e' quello, tieni presente che in certe situazioni si possono anche sospendere le garanzie costituzionali. ma, per arrivare a questo, qulcuno ne dovra' pur parlare, e vuoi che non ti trovi lo spiffero su Dagospia? A quel punto devi chiudere le banche, bloccare ogni tgrasferimento di denaro, chiudere la borsa, chiudere le frontiere e mettere i carrarmati in p.zza Duomo (e in via Padova) e anche fuori i supermercati.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Giovedì 22 Dicembre 2016 23:26

E' come una nave. Quando ci sali per partire per la crociera sali in modo ordinato, facendo la fila, mostrando il biglietto e stando attento a imbarcare tutti i bagagli, quando la nave sta affondando e mostra già al cielo il suo fianco di sinistra, ti butti di sotto senza tanti complimenti.

 

xGianlini: mi sembra di aver letto che trattandosi di trattati di natura economica possa farlo il governo una volta che abbia rilevato che non ne esistono più i presupposti (economici). Non però al 100%.


 Last edited by: Gano di Maganza on Giovedì 22 Dicembre 2016 23:29, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Giovedì 22 Dicembre 2016 23:25

Anti. una cosa per volta. innanzitutto chi può prendere una tale decisione  (questo serve per capire quanto tempo è disponibile per la fuga di notizie )?

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Giovedì 22 Dicembre 2016 23:22

Lo vedi Morphy? Questi confondono il cambio della moneta col cambio delle mutande. Uno si sveglia la mattina e cambia le mutande..ops... la moneta. Quando fu fatto l'euro ci fu una feroce negoziazione fino al secondo decimale dei cambi. Poi arrivo' il cav fresco fresco a dire che l'euro andava cambiato a 1500, e la cosa tragicomica e' che tutti quelli che "quanto e' bella la svalutazione" son proprio i suoi fans!

In teoria si potrebbero usare le banconote in euro come fossero lire, peccato che in poche ore sparirebbero tutte (tutte portate in Germania).

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Giovedì 22 Dicembre 2016 23:11

Morphy, se le cose andassero bene non ci sarebbero problemi, ma le cose non stanno andando bene. Un po' di casino è inevitabile. Poi che sarà il ritorno alle valute nazionali? Dai... Mio nonno era un Ragazzo del '99 e mio padre ufficiale del genio sul fronte Yugoslavo. Se quello che capita alla nostra generazione è la fine dell' Euro con un  po' di casini finanziari connessi direi che ci ha detto di molto di lusso. 


 Last edited by: Gano di Maganza on Giovedì 22 Dicembre 2016 23:15, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Giovedì 22 Dicembre 2016 23:09

Anti lo davo per scontato ma mi fa sorgere spontanea una domanda. Chi ha facoltà di prendere una tale decisione ? il consiglio dei ministri? il ministro del tesoro ? il primo ministro ?...il parlamento ?

Come vedete la faccenda si complica..

 

Ps Gano è un po' trumpiano e vorrebbe decidere lui per tutti...ma perfino sul nome potrebbe non essere facile arrivare ad una soluzione condivisa in tempi brevissimi...

 


 Last edited by: gianlini on Giovedì 22 Dicembre 2016 23:12, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Giovedì 22 Dicembre 2016 23:07

Ma questi non sanno quello che dicono. Basta vedere un'evento idota come il Black Friday che trasforma la gente, che sembrerebbe per bene, in quello che realmente sono: delleabbbestie. Si ammazzano per prendere una friggitrice. Figuriamoci se cominciano a scarseggiare i beni alimentari.