Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Martedì 31 Gennaio 2017 11:29

Comunque GZ a me sembra bello confuso:

46 s46 secondi fa

I BTP hanno preso una batosta e ora sia La BCE che le banche italiane hanno qualche perdita sui loro acquisti di BTP

e nell'immagine che posta scrive: "Draghi ha comprato la maggioranza dei BTP in questa fascia di prezzo per cui ci perde..."

 

Ma la BCE non annullava il debito comprando i BTP? e allora, di quale perdita parla? e Draghi non dovrebbe fregarsene del mark to market dei titoli che compra?

 


 Last edited by: gianlini on Martedì 31 Gennaio 2017 11:30, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Martedì 31 Gennaio 2017 11:24

Adesso l'italica cialtroneria fa storie per una manovrina da 3,5 miliardi. L'Europa ha chiesto solo quella cifra ridicola perche' "non e' aria" per imporre le cifre vere, ma i cialtroni capiscono solo il linguaggio delle legnate e si abbandonanro a fragorosi ragli molesti.

In realta', dopo la voragine nei conti scavata dai forzafasciopadanari durante il famoso ventennio, renzi ha fatto un buco ulteriore di almeno 40 miliardi.

Ad aprile parte il tapering di Draghi (20 miliardi/mese in meno di acquisti di ciofeghe) e poi so' cazzzzz (in Spagna l'inflazione e' gia' al 3% e in Germania oltre il 2% e non sono ancor iniziate le spinte inflazionistiche del trampanaro).

Sell, sell, sellllll! (su un paese fallito).

 

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: pana on Martedì 31 Gennaio 2017 10:28

ti metto le figurine  bullfin, ok

col disegnino capisci meglio che coin le parole

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Martedì 31 Gennaio 2017 08:29

In effetti Bull, Milano è una città pericolosa...soprattutto se finisci nella mani id qualche manipolo di italianissimi liceali benestanti annoiati..

zona porta vittoria
 

In 15 contro uno: aggredito a calci
e pugni dal branco del liceo-bene

Uno studente ventenne di Ingegneria ha rischiato di morire per un pestaggio avvenuto in strada, dopo una festa privata durante la quale c’era stato un diverbio per una sigaretta. «Sono vivo grazie a due passanti»

http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/17_gennaio_31/15-contro-uno-ragazzo-studente-aggredito-calci-pugni-branco-liceo-porta-venezia-486b4c52-e77e-11e6-8168-2d40923ac04f.shtml

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Martedì 31 Gennaio 2017 08:10

Mediobanca: “Fuori da euro risparmiamo subito 8 miliardi”

Ne parla uno studio redatto per i clienti dell'istituto

 

30 gennaio 2017 - E’ di pochi giorni fa la prima, clamorosa apertura alla non irreversibilità dell’euro da parte della BCE presieduta da Mario Draghi, seppur con la postilla di costi semplicemente insostenibili per un paese come l’Italia. Tuttavia uno studio di Mediobanca redatto nelle ultime ore – e riportato da Il Giornale – oltre a certificare il fatto che negli ambienti economico-finanziari si inizia davvero a ragionare sull’ipotesi di un’uscita italiana dall’euro, ridimensiona l’eventuale impatto, parlando anzi di un risparmio immediato da 8 miliardi.

 

L’analisi di Mediobanca si basa su ragioni essenzialmente di tipo economico. “La prima questione è che la moneta conta. Eccome, quando si parla di produttività italiana. Il nostro differenziale con la Germania e la Francia è del 20 per cento. Una roba da pazzi: è come correre una gara con Bolt, e per di più azzoppati (…) Negli ultimi quindici anni la ricchezza italiana (il Pil) non è cresciuta di un euro. Dal 2008 ad oggi il Pil è sceso di sette punti percentuali. Le conseguenze si vedono nei portafogli delle banche pieni zeppi crediti inesigibili”.

In questo contesto c’è da considerare che l’Italia è stata aiutata dal basso livello di tassi di interesse, ma ora tutto rischia di finire per tre motivi. “Il primo è l’andamento generale dell’economia nel mondo. Mentre in Italia, ad esempio, i prezzi sono calati dello 0,1 per cento, in Europa sono mediamente cresciuti dell’1,1 per cento (…) Un secondo motivo deriva dal fatto che Mario Draghi non può continuare all’infinito a comprare i nostri Btp, comprimendone così il prezzo (…) Terzo fattore: le nostre banche. Sono gli acquirenti storici e più fedeli dei Btp. Ma i nuovi regolamenti europei, le obbligheranno ad alleggerire i propri portafogli di carta pubblica italiana, per ridurre la concentrazione del rischio su un solo emittente. Il combinato disposto di queste tre situazioni comporterà un aumento dei tassi di interesse sul nostro debito. E saranno guai. Nel solo 2017 dovremmo rinnovare più di 200 miliardi di prestiti e gli attuali tassi all’1,5 per cento per Mediobanca rischiano di essere un sogno”.

La soluzione, secondo Mediobanca, è quella di ridenominare il debito in lire, con il conseguente deprezzamento della lira. Tutti fattori che, come scrivono da Mediobanca, possono “supportare una decurtazione del debito e insieme ad una politica monetaria ritornata sovrana, possono creare le condizioni per un genuino rilancio dell’economia italiana. Il conto finale è che il passaggio dall’euro alla lira ci farebbe subito avere un risparmio di 8 miliardi”.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Martedì 31 Gennaio 2017 08:01

Quindi Anti, quando dice W la Clinton, W Obama, W R E N Z I...ha ragione?!!....ecco questa è la prova provata che sei un idiota e pure cialtrone...i grillini fiancheggiatori del PD!!!!!!!!!!!...........

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Martedì 31 Gennaio 2017 07:40

Antitrader> Ripeto forte e chiaro: Pana e' persona seria ed equilibrata

 

Certo. Come te. L' analogia si vede. O io che ho detto?

 

 

 

🤣🤣🤣


 Last edited by: Gano di Maganza on Martedì 31 Gennaio 2017 07:56, edited 3 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Martedì 31 Gennaio 2017 00:28

Ripeto forte e chiaro: Pana e' persona seria ed equilibrata che scrive cose condivisibili da qualsiasi individuo dotato di un minimo di raziocinio.

Tra i suoi detrattori invece spiccano uno squilibrato, un cretino, un rintronato e, a volte, un fascista.

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lutrom on Lunedì 30 Gennaio 2017 22:25

E ti meravigli, Bull??

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Lunedì 30 Gennaio 2017 22:21

L'affermazione di Anti è qualcosa che piu' disgustoso di così non si puo'....mai visto un'affermazione così racapricciante....

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Lunedì 30 Gennaio 2017 21:11

Antitrader> Pana e' uno de piu' sani di mente qui sopra.

 

E' vero. Insieme a te.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lutrom on Lunedì 30 Gennaio 2017 20:26

Pana e' uno de piu' sani di mente qui sopra.

---------------------------------------

 

ECCO, la dimostrazione, la prova PROVATA che Anti è un imbecille e somari sono coloro che lo seguono.


 Last edited by: lutrom on Lunedì 30 Gennaio 2017 20:38, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Lunedì 30 Gennaio 2017 17:38

Gianlini,la gente è abituata ai politici che dicono e poi non fanno quel che dicono, ma trump, nel bene o nel male, darà seguito a tutto quel che ha detto,almeno quello fa. Se sbaglierà si vedrà, ma fa,e subito.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Lunedì 30 Gennaio 2017 17:21

Stoppato sul DOW lungo....chiuso a 19833 (dall'apertura a 20015)

 

PS Oscar! se ne accorgono con due mesi di ritardo che magari l'ambiente economico globale può risentire delle bizze del Parrucchino?


 Last edited by: gianlini on Lunedì 30 Gennaio 2017 17:25, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Lunedì 30 Gennaio 2017 17:21

Gianlini,leggi sotto,in particolare le previsioni di trump sulla borsa,è aggiottaggio?