Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Lunedì 23 Ottobre 2017 21:38

Morphy,

siamo gia' alle prime bizzarrie post referendum. Zaia chiede lo statuto speciale, maroni chiede che la Lombardia diventi una "regione speciale" e renzi (ormai allo sbando) cosa fa?

Dice che bisogna abbassare le tasse dopo aver sperperato decine di miliardi in bonus strampalati per comprasi i voti dei piu cretini.

Quanzo a Zaia, non condivido, ma lo capisco, i veneti gli hanno dato un mandato forte, diversa la cosa in Lombardia dove, intanto han fatto un gran casino con in tablet, e poi i SI sono meno de 40%, ergo, i Lombardi non vogliono casini, del resto Milano e' una citta' che ragiona in termini internazionali per cui certi campanilismi possono solo apparire a mo' di strampalate bizzarrie.

Adesso so' cazzzz di Gentiloni che, a conti fatti, e' una delle poche persone serie che bazzicano la politica.

Intanto, sempre a scopo elettorale, auimentano il salario agli insegnanti di 85 euro non cumulabili con gli 80 di renzi, ai presidi invece danno ben 470 netti in piu' al mese nell'epoca in cui spadroneggiano i palloni gonfiati mentre la Gloriosa Classe dorme.

Intanto l'economia italiana gia' "batte in testa", gli ultimi dati indicano che si e' gia' fermato tutto di nuovo mentre la ripresa del rincoglionimento di massa non conosce sosta.

Quando incrocio qualcuno (ma soprattutto qualcuna) a cui faccio presente quel che gli aspetta mi guardano come fossi un ufo caduto da un'altra galssia.

E poi Gianlini si meraviglia se insisto a scommettere in misura temeraria contro un paese fallito. Possono far gli spiritosi finche' vogliono, alla fine sempre li' dovranno andare, a mignotte.

Meno male che Lindner c'e'.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Lunedì 23 Ottobre 2017 21:09

Questi chiedono che le tasse rimangano per i 9/10 nella regione. Che i soldi siano spediti a Roma o in regione poco cambia (si è solo abbassato di uno step la centralizzazione). E' il flusso delle responsabilità che va invertito. Non può essere lo Stato (o la regione (poco cambia)) che ha le responsabilità di spesa ma deve essere il comune. Il comune raccoglie le tasse e poi spende. Su alcuni servizi è autonomo, per esempio la distribuzione idrica per cui spenderà per essa. Su altri deciderà che gli conviene delegare e acquistare i servizi. Sicuramente un comune non può avere un esercito per fare le guerre e per questo cederà allo Stato una quota delle tasse raccolte per acquistare il servizio di difesa. E così via, in relazione alle dimensioni e alle convenienze. Invertendo l'ordine, è il comune (cioè il sindaco) che si prende le responsabilità di fare le cose e di spendere i soldi delle tasse. E se tira troppo la corda avrà i suoi concittadini alle calcagna (cioè sotto la porta di casa).

 

Invece qui si hanno i governatori delle regioni che semplicemente vogliono aumentare il loro potere al banchetto degli 800 miliardi. E' una cavolata cosmica e in questo caso ha ragione Anti a dire che aumenteranno a dismisura solamente le ruberie. Mi meraviglio come i padanari si facciano continuamente infinocchiare dai politici. Quì è una questione di metodo: o inverti il flusso delle responsabilità oppure non cambia nulla.

 

Ma come si fa a cambiare cose di questa portata in una nazione che se chiedi al tuo medico che ti venga inviata una ricetta a mezzo mail ti risponde che la devi andare a ritirare in reception e farti cosi 12+12 kilometri di auto? L'Italia è un paese irredimibile, irrimediabilmente votato alla NON innovazione e dove i cambiamenti si fanno talmente lentamente che alla fine non si fanno. Lo Stato adotterà una tecnologia oramai vecchia come la mail quando Amazon consegnerà i prodotti con il teletrasporto...

E intanto facciamo i tolksciò...

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Lunedì 23 Ottobre 2017 17:14

Questo sarebbe il rivoluzionario lombardo...;)

 

http://video.corriere.it/mentana-stuzzica-maroni-bonucci-lombardia-squadra-unita-ma-senza-gomitate/373e7a0a-b783-11e7-9b0d-a33e3b4f370f

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Lunedì 23 Ottobre 2017 12:20

L' Euro lo stampa la BCE

 

Non precisamente vero...

L'euro lo stampano le BC nazionali su mandato BCE per riacquistare roba nazionale, titoli stato e azioni.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Lunedì 23 Ottobre 2017 11:06

La faccenda catalana e' in via di ricomposizione. Per fare le secessioni, da che mondo e mondo, scorre il sangue, finche' si va in pzza a fare i selfie stai proprio fresco.

Alla fine faranno un accrocco di autonomia farlocca e un'amnistia per graziare Puigdemont e compari che rischiano 30 anni di galera e vissero felici e contenti.

Quanto al veneto, conta un cazzzz! Il ribasso puo' partire solo da WS, e, prima di gennaio, non se ne parla.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Lunedì 23 Ottobre 2017 10:54

Aggiungiamoci la risposta positiva di oggi dei mercati (sia alla Spagna che all'autonomia veneta) e il quadro è completo.....

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Lunedì 23 Ottobre 2017 10:28

il problema che anzichè chattare, quelli sono tutto il tempo su Amazon!

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Lunedì 23 Ottobre 2017 10:25

E si Gian,

anche gli scrutatori vogliono i "diritti",  non possono far tardi perche' devono andare a chattare.

Meno male che i negri ci sono.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Lunedì 23 Ottobre 2017 10:19

Tutta gente viziata, Anti!

Io avevo fatto lo scrutatore in una qualche elezione intorno al 1988-1990, e si era andati a casa alle 4 di notte, ....

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Lunedì 23 Ottobre 2017 10:12

Ieri sera c'era maroni che pontificava sulla "eccellenza" (in padania e' sempre tutto eccellente) del voto elettronico e dice che adesso, forte del risultato, andra' a Roma (ladrona) a pigliarsi le tasse. Dice che non vuole lo statuto speciale ma  che la Lombardia e' una regione "speciale" per grazia divina. Insomma, un superconentrato di cazzate.

La realta' e' un po' (molto) diversa, le macchinette han fatto cilecca (non si sa nemmeno quanti hanno votato) e, quanto al risultato, non ha vinto na' minghia, a conti fatti, meno de 40% dei padanari lombardi vogliono la secessione fiscale.


Referendum: presidenti di seggi e scrutatori bloccati fino a tarda notte
Si impallano le «voting machine»

Nessuno è potuto uscire dai seggi fino alle tre del mattino di lunedì quando le operazioni di controllo delle chiavette Usb sono state ultimate. La rabbia degli scrutatori: «Una cosa assurda, fallito il sistema»

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Lunedì 23 Ottobre 2017 10:12

Gano, a riprova di quello che hai detto, i mercati hanno aperto come se non fosse successo niente . A dire il vero è da dopo Macron che le elezioni hanno smesso di avere un qualche impatto sui mercati, però almeno qualche dubbio ad esempio sulla tenuta dei Btp ci dovrebbe essere....e invece...nada!

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Lunedì 23 Ottobre 2017 09:41

Bull (terùn!)

pensione de che? Sono ancora giovane (modestamente).

Quanto ai contributi, te che ti reputi uno "studioso" della materia finanziaria in senso lato, dovresti sapere come vanno in pensione gli autonomi,

4,4% netto (e con outlook negativo) dei conbtributi versati  a 67 anni. Per riaverli indietro devi campare fino a 89 anni.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Lunedì 23 Ottobre 2017 02:12

quindi Bullfin,ha ragione anche  Lindner dire che gli italiani si diano da fare e pedalino?

 

 

Mi pare di essere stato chiaro Oscar qualche mese fa, sull'esposizione dei miei principi e ragionamenti. Quindi si ha ragione da vendere, salvo pero', che noi sappiamo che lo status quo italico è causato dal meridione, i dati del settentrione sono a livelli teutonici (pure con l'euro)...sono i parenti di Anti che non fanno un caz!!!.(e quello che è venuto quassu'....l'informatico...pure.....(c'ha la pensione chissa' che rapporto ha contributi-pensione....)...

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Lunedì 23 Ottobre 2017 00:26

Maroni ha appena detto che i cittadini gli han dato il mandato per portare avanti l'autonmia vera della Lombardia. (autonomia de che?).

Questi si son bevuto il cervello (e c'han pure la crapa bacata).

Meno male che Lindner c'e'.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Domenica 22 Ottobre 2017 23:59

La lega e' nata per fare danni. nel 94 netralizzarono il tentativo di DI Pietro di ripulire le stalle e consegnarono il paese alla mafia che poi ha spadroneggiato anche nel nord (vedi Bianza).

Adesso si mettono a giocare con le tasse e "padroni a casa nostra!". Tra le altre cose Zaia ha detto che le tasse non diminuiranno ma saran solo spese meglio, della serie "i dane' li voglio e me li piglio comunque".

Tra le altre cose, l'inversione del ciclo economico e'  sempre piu' vicina e per l'Italia saran cazzzz, ci mancano solo le bizarrie padanare.

Meno male che Lindner c'e'!

P.S. Vorrei proprio vedere la faccia della fascistella romana (quella che "la patria") quando firma l'accordo con salvini (e il cav).