Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Giovedì 21 Giugno 2018 13:38

"Se fai 100 di spesa pubblica (e la fai bene) e' praticamente automatico che il pil ti aumenta almeno di 100."

Purtroppo è un po peggio Anti.

Non devi farla nemmeno bene questo fantomatica spesa ...il Pil aumenta comunque in ugual misura di quello che spendi( salvo la quota di risparmio correlata )

Il problema sono gli anni successivi.

Se l'hai finanziata con debiti ti rimane il servizio debito e nessun beneficio ( pensi ad un ponte non sufficientemente trafficato ).

Questo è ovviamente il caso dell'Italia : tanti debiti ...a fronte di quasi un cazzo .

Se l'hai finanziata con la stamperia elimini il servizio del debito ma hai il costo di opportunità associato alla stamperia e comunque nessun beneficio.

Siamo sempre alle solite ( e per fortuna queste sono immutabili salvo che nelle teste rettilianiche ): i soldi ,da qualsiasi parte vengono fuori ,devono essere ben spesi.

 

Hobi

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: shera on Giovedì 21 Giugno 2018 13:25

ridistribuiranno la ricchezza: se non tagliano vitalizi e pensioni d'oro in favore del REI arriva la rivoluzione...

Io sono certo che il governo cade perchè sono tutti in campagna elettorale, e nessuno vuole essere a dicembre con la finanziaria  e la fine del bazookino (gli ultimi mesi del 2018 saranno solo per iniziare a posizionarsi short, una distribuzione epocale di BTP)

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Giovedì 21 Giugno 2018 13:20

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: pana on Giovedì 21 Giugno 2018 13:07

avevo votatol M5S anche per le promesse di un taglio drastico agli f35..

per ora niente, speriamo

l comparto industriale militare assorbe una quota sproporzionata di investimenti del MISE, a danno di tutti gli altri settori industriali nazionali», osserva il Rapporto: «il comparto difesa assorbe i 3/4 del budget MISE per gli investimenti per lo sviluppo e la competitività di tutte le industrie italiane, nonostante contribuisca solo allo 0,8% del PIL.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Giovedì 21 Giugno 2018 13:02

"Del contratto di governo, l'unica cosa che salvo e' il salario di cittadinanza, ma lo devi finanziare ristrutturando gli 850 miliardi di spesa pubblica altrmenti sei un cazzaro."

 

Ho paura, caro mio, che qualsiasi cosa tu voglia fare sugli 850 miliardi sia sempre qualcosa di incostituzionale. Per cui, diciamolo fuori dai denti, non puoi fare nulla di concreto. Puoi solo aumentare le tasse, multare i bottegai, e diminuire l'assistenza ai più deboli. Quando in realtà, per mettere mano a questi 850 mliardi, si deve ridisegnare TUTTO il modello burocratico statale e questo per poi tagliare i veri costi attraverso l'informatizzazione (sburocratizzare per informatizzare). Ma questo non avverrà mai nel nostro paese perchè ci mancano le capacità o come si dice oggi, mancano le skills...

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Giovedì 21 Giugno 2018 12:55

E si,

una classe dirigente di ladri trasforma un'opportunita' (la spesa pubblica) in una sciagura (montagne di debiti).

Come mai le nazioni civili quali Danimarca, Svezia, Norvegia, pur avendo una spesa pubblica superiore alla nostra hanno un debito bassissimo (intorno al 40%)?

Se fai 100 di spesa pubblica (e la fai bene) e' praticamente automatico che il pil ti aumenta almeno di 100.

Da noi invece cosa succede? Finanzi la ricostruzione del terremoto, gli assessori si arrubbano tutto e dei soldi si perde ogni traccia.

Poi hai il caso di Roma, Parnasi ha dato montagne di soldi a tutti (da LEU fino ai fascisti), tranne che al M5S, e con chi se la pigliano? Con la Raggi che si e' ritrovata con un Lanzalone tra i piedi, e non puoi manco accusarla di incauta scelta, e dove lo trovi in Italia uno che abbia delle competenze e non sia anche un trafficone?

 

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Giovedì 21 Giugno 2018 12:36

Anti io approvo tutto al 100% ma ....,dal punto di vista TEORICO ,la moneta sovrana  ed un  sistema bancario efficiente ,sono la migliore opportunità per lo sviluppo economico .

Ovviamente una classe politica indecente trasforma un'opportunità in una sciagura.

E purtroppo il caso pratico rappresentato dal governo gialloverde è la temuta sciagura.

La temevamo ed  il M5S vi sarà coinvolto ,

 

Hobi

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Giovedì 21 Giugno 2018 12:21

Morphy,

certo che li ho votati, e li votero' ancora (colonnelli permettendo) ma si sono lasciati ingabbiare dal cazzaro verde.

Con un paese sul ciglio del baratro l'azione politica e' concentrata tutta sui negri, sui condoni (giusto quello per le piccole imprese)  ed e' tutta una gara a chi la spara piu' grossa.

Se salvini vuole azzerare le cartelle, Di Maio risponde che vuole azzerare tutta equitalia, e cosa ci metti poi? Il recupero crediti privato? Cosi' il contribuente viene massacrato ancora di piu' e il gettito, anziche' finire all'erario, finisce nelle tasche di qualche lestofante che scappa con la cassa, gia' successo e nel nord, non in calabria.

Del contratto di governo, l'unica cosa che salvo e' il salario di cittadinanza, ma lo devi finanziare ristrutturando gli 850 miliardi di spesa pubblica altrmenti sei un cazzaro.

La flat tax (che e' la voce piu' costosa) e' un oltraggio alla pubblica decenza.

A questo punto spero che il piano B ci sia per davvero, ma non e' certo quello di Savona il quale, nel suo scritto, ha semplicemente indicato le conseguenze di un ritorno alla lira, vale a dire: banche chiuse, borsa chiusa, frontiere chiuse e 10 anni con le pezze al cul (questo lo aggiungo io).Chiunque abbia conoscenze anche rudimentali di finanza sa che il percorso e' proprio quello, son solo i rettliani che credono di spaccare il cul ai passeri (sovranamente parlando).

Il cazzaro verde crede che sta ridando sovranita' all'Italia con le sue sparate da cazzaro (che purtroppo trascinano anche i 5S), in realta' siamo appesi a un filo di spread, bastano altri 100/200 punti e devi mandare Cottarelli a Bruxelles col cappello in mano.

 

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Giovedì 21 Giugno 2018 11:56

Io non vado a votare da una vita per il semplice motivo che non voglio avvallare le sconcerie politiche e di gestione che si vedono in Italia. E ho sempre fatto questo nella speranza che il non voto potesse diventare, in un certo qual senso, forza politica riconosciuta e che potesse per lo meno far riflettere. Certo che in questo mi tiro addosso le critiche dei perbenisti cattolici, comunisti e pure fascistelli i quali sostengono che non faccio mio dovere di cittadino (a questo si riduce, alla fine, il concetto di dovere del cittadino verso lo stato, e cioè il gravoso compito di alzarsi alla domenica e andare a mettere la crocettina con la matitina su un foglietino che indica un partitino. Pulendosi l'anima).

 

Tu pero Anti sei uno dei cittadini che hanno mandato questi signori al governo. E ora che fai? Dopo appena un mese li rinneghi? Dici che sono due coglioncelli che ci porteranno al disastro? Ho capito ma questi sono i tuoi uomini, quelli che tu hai mandato al governo. Non è per fare polemica ma almeno dagli il tempo di respirare, dagli un attimo di fiducia e lasciali sbagliare.

 

D'altronde con una struttura industriale completamente sfasciata, con un debito stellare impagabile e con una casta enorme che non molla di un millimetro i prorpi privilegi: Quali sarebbero le soluzioni che proponi? Non vale più il reddito di cittadinanza?

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Giovedì 21 Giugno 2018 11:55

Qualche mese fa Gundlach ha detto che l'oro sarebbe salito di 1000 USD perche' vedeva una "forza esplosiva" nel grafico.

Risultato: si e' schiantato.

Ray Dalio invece e' stato ancora piu' preciso, si era messo al ribasso sulle benche italiane per 24 miliardi, e quando si e' ricoperto? Il giorno prima che hanno iniziato a schiantarsi.

Insomma, la regola aurea e' sempre la stessa: nessun sa un cazzzz! (rettiliani compresi).

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: pana on Giovedì 21 Giugno 2018 10:54

prima del 1988 mai sentito parlare di terrorismo islamico

che vorresti dire? che e'stato causato dal crollo inborsa del 1987 ??
 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Giovedì 21 Giugno 2018 10:49

Mi sa che questi manco la troika ci mandano,

ci fanno fare default per direttissima,

il prox governo lo faranno i colonnelli.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Mercoledì 20 Giugno 2018 23:07

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Mercoledì 20 Giugno 2018 22:49

Questo è quello che diceva uno dei più grandi statisti che la nostra repubblica abbia mai avuto (e che io ho avuto l'onore di trasportare in automobile per un comizio) e lo diceva SOLO 26 anni fa:

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 20 Giugno 2018 15:53

Prima del 1988 avevate mai sentito parlare di terrorismo islamico? (non palestine che è laico ed è un'altra cosa).

 

Gianlini> "Quindi di per sè, se non provvede una Clinton a spingerli, gli islamici sono gente pacifica."

 

Il problema è che si tratta di gente molto ignorante, quindi facilmente radicalizzabile. Il mio collega del Bangladesh probabilmente era meno baciapile di te. Ma aveva un dottorato. La moglie stava in sari, ma non si metteva il velo in testa. E quando mi invitavano a cena c'era sempre la bottiglia di vino in tavola, anche se loro non bevevano.

 

Ma c'è un motivo per il quale noi prendiamo gli immigrati e pretendiamo di poterli selezionare.

 

I clandestini sui barconi se li piglino la Spagna e la Francia.


 Last edited by: Gano di Maganza on Mercoledì 20 Giugno 2018 15:59, edited 2 times in total.