Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Martedì 04 Luglio 2017 19:37

Anti, forse a Milano o Roma, ma a Benevento? Potenza? Perugia?

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: XTOL on Martedì 04 Luglio 2017 18:07

potrei citare quel che scrivevo stamattina: "si chiama struttura degli incentivi: è il sistema che DETERMINA (abbinandosi alla variabilità delle caratteristiche individuali) il comportamento degli umani"

boeri ha cambiato ruolo e, automaticamente, personalità.

 

come fa notare il sempre ottimo bottarelli:

 

Ma non li accoglievamo perché scappavano da guerra, fame, caldo, forfora e ginocchio della lavandaia? Non li accoglievamo perché l’accoglienza è un dovere morale, perchè l’Occidente ha depredato l’Africa con il colonialismo, perché sono nostri fratelli, perché vendiamo le armi ai governi che fanno le guerre da cui scappano, perché lo dice il Papa e perché, alla fine, salvare un profugo è un po’ come toccarsi i coglioni, porta bene?

Falsi. Ipocriti. Infami, Traditori. Spacciano per solidarietà quella che è una vergognosa partita di giro, anzi di roulette russa sulle nostre tempie: svendere l’anima del Paese per evitare di ammettere che l’Italia è fallita, che chi paga le tasse sperando di andare in pensione è un coglione, che la nostra economia è in mano a una banda di banche decotte e imprenditori politicizzati che stanno saccheggiando la parte sana del Paese (anzi, il poco che ne resta), che sperano nel miracolo dei “nuovi cittadini” per evitare un destino argentino o greco. Sono responsabili del disastro e ora vogliono completare l’opera, trasformando il Paese prima in un campo profughi a cielo aperto e poi cercando di sfruttare il marxiano esercito industriale di riserva, fatto da manovalanza a costo pressoché zero rispetto a un italiano. Pronta a qualsiasi condizione, visto che in Niger o in Mali dubito il dibattito sulla produttività o l’articolo 18 susciti grande interesse. Un pezzo di pane, un piatto di pasta, una stanza da dividere in otto e via.

Ecco l’accoglienza e la solidarietà del sistema Italia, della politica e delle istituzioni che si riempiono la bocca con il dovere dell’accoglienza e le tasche con i suoi profitti, garantiti dal sistema Sprar, dalle coop e della associazioni che spuntano come funghi dopo un temporale. E poi, fatevelo dire, siete anche degli idioti, almeno unificate le versioni. Ma come, fino a due settimane fa, per tranquillizzare, la narrativa era quella in base alla quale l’80% di chi approdava in Italia voleva andare verso Nord, quindi l’unico problema era trovare un accordo sui ricollocamenti e adesso, invece, l’INPS – in punta di simulazione dei conti da qui al 2037 – ci dice che senza immigrati saltano il welfare e la previdenza? Fate pace con il cervello, vanno verso Germania e Svezia o restano qui, in primis perché ne hanno bisogno i conti pubblici? Tradire il proprio popolo è atto di infamia suprema, farlo scientemente per perpetuare la propria esistenza di privilegiato è addirittura abominevole. C’è aria di Norimberga. Finalmente.


 Last edited by: XTOL on Martedì 04 Luglio 2017 18:08, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Martedì 04 Luglio 2017 17:50

Tuco,

nelle aste immobilari a MIlano sono gli stranieri che fanno salire i prezzi, a volte li fanno anche raddoppiare.

Se partecipi a un'asta e' vedi che c'e' un solo cinese, ti conviene lasciar perdere, quello si muove come una banca centrale, fondi illimitati.

Nelle zone di minor pregio vanno forte anche egiziani ed albanesi.

I mercati son tutti uguali, adesso che tutti son convinti che gli immobili giusti son quelli di pregio succedera' che gli affari migliori li fai con i bilocali munnezza.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Martedì 04 Luglio 2017 17:39

Boeri, così come Mauro Moretti, mi è sempre piaciuto, il problema demografico italiano è conosciuto, ma, a me sembra quasi voluto,

visto che non abbiamo mai fatto politiche anticicliche in tal senso, come invece ha fatto e fa la Francia...

Comunque, le piramidi delle età non mentono, in futuro, un terzo degli immobili italiani sarà in mano a immigrati,

con conseguenze sui loro prezzi e sul loro stato di manutenzione, ben immaginabili...

 


 Last edited by: Tuco on Martedì 04 Luglio 2017 17:43, edited 3 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Martedì 04 Luglio 2017 16:48

Manganello,

Boeri e' il piu' Grande presidente dell'inps di tutti i tempi, non a caso e' uno che faceva gli espropri proletari negli anni 70.

Boeri sta dicendo una cosa facile facile, se diminuiscono i lavoratori in attivita' le pensioni la paghi col piffero.

Come far lavorare i congoidi poi non e' affar suo, e' affare della cialtorneria politica.

In ogni caso, se i congoidi non li vuoi, non ti aspettare che ti arrivano gli svedesi, e le pensioni le devi tagliare comunque.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: XTOL on Martedì 04 Luglio 2017 16:30

spampana, di nuovo distratto?

cosa ci dici dell'austria (dove ha vinto le presidenziali il tuo candidato) che schiera l'esercito ai confini per respingere l'invasione delle risorse?

e della disoccupazione in crescita? si riparteeeee?

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Martedì 04 Luglio 2017 15:54

Se la popolazione diminuisce (nonostante l'invasione de "negri") e' evidente che le pensioni non si potranno pagare in un sistema a ripartizione.

Un paese serio cosa farebbe? Taglierebbe ferocemente le pensioni in essere dall'importo vergognoso.

In Cialtronia invece cosa si fa? NIENTE! si continua a spendere 275 miliardi/anno per le pensioni in essere e poi si continua ad aumentare l'eta' pensionabile per tappare in qualche modo la falla di frnte all'Europa.

Negri o non negri sempre cialtroni siamo. Il tronfo della cialtrneria si ha poi quando salvini vuole abolire la legge Fornero. e il bello e' che lo vuole fare senza tagliare le pensioni e senza l'apporto dei negri. Ecco, quando si dice "la cialtroneria al calor bianco".

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: fultra on Martedì 04 Luglio 2017 15:31

EFFETTI COLLATERALI,DEI PAGATORI DI PENSIONE, CHI LO DICE A BOERI ? Tratto da un intervento sullo jus soli, che poi in fondo è sempre la stessa minestra dei barcaioli arancioni. Karim è nato in Italia da genitori stranieri e, con la legge dello ius soli, è diventato cittadino italiano. All'età di dodici anni torna nel suo Paese d'origine perché i genitori non hanno più intenzione di restare in Italia. Karim è comunque un cittadino italiano e questo significa, ANCHE SE GLI ESTENSORI DELLA PROPOSTA DI LEGGE LO IGNORANO, che la Repubblica Italiana è tenuta a tutelarlo anche nella sua nuova destinazione. Nel suo Paese d'origine, l'obbligo scolastico si ferma a tredici anni anziché a sedici come in Italia, ne consegue che i genitori di Karim, in questo aspetto soggetti alla legge italiana, commetterebbero un reato se non gli facessero proseguire gli studi. Karim è coinvolto nelle stupidaggini che fanno i ragazzi, qualche bravata, qualche rissa, qualche furtarello. Per ognuna di queste situazioni, il Consolato Italiano è obbligato a seguire la faccenda ed eventualmente a promuovere una difesa legale per il cittadino italiano Karim. Karim segue i costumi sociali del suo Paese e si sposa con una bambina di dodici anni dopo averla messa incinta, in Italia questo è un reato ed è contestabile d'ufficio lo stupro di minore, essendo Karim un cittadino italiano la Procura competente per i reati all'estero dovrebbe intervenire. Karim non ha voglia di lavorare e finisce in miseria dopo aver commesso anche qualche piccolo reato. La Repubblica Italiana deve provvedere al rimpatrio del cittadino italiano Karim, della sua sposa bambina, dei suoi figli. Dopo aver lavorato nel suo Paese d'origine per tutta la vita, Karim decide di tornare in Italia per richiedere la pensione sociale che gli spetta di diritto in quanto cittadino italiano. L'INPS paga. Come si vede, al di là del fatto che una volta che Karim avrà ottenuto la cittadinanza italiana i suoi parenti avrebbero tutti titolo per richiederla anche loro, la concessione della cittadinanza a Karim in base allo ius soli e senza ulteriori rigorosi criteri è una emerita stupidaggine, un'offesa al concetto di legalità e di Nazione ed un buco mostruoso nella spesa pubblica.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Martedì 04 Luglio 2017 14:51

Manganello,ecco chi pagherà la tua pensione....eheh

Inps, Boeri: con la chiusura delle frontiere agli immigrati buco da 38 miliardi

 

Chiudendo le frontiere rischiamo di distruggere il nostro sistema di protezione sociale». A lanciare l’allarme è stato questa mattina il presidente dell'Inps, Tito Boeri, illustrando alla Camera la Relazione annuale dell'Istituto. Una simulazione basata su un'ipotesi di «azzeramento» dei «flussi in entrata di contribuenti extracomunitari» produrrebbe, ha spiegato, per il 2040 «73 miliardi in meno di entrate contributive e 35 miliardi in meno di prestazioni sociali destinate a immigrati, con un saldo netto negativo di 38 miliardi per le casse dell'Inps».

Valori, ha sintetizzato, che comporterebbero a «una manovrina in più da fare ogni anno per tenere i conti sotto controllo». Secondo Boeri, pertanto, «una classe dirigente all'altezza deve avere il coraggio di dire la verità agli italiani: abbiamo bisogno degli immigrati per tenere in piedi il nostro sistema di protezione sociale».

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: pana on Martedì 04 Luglio 2017 14:35

lo stavo per scrivere io, mai vari salvini, le pen e farage,che fanno dell immigrazione il loro cavallo di battaglia erano presenti???

no perche se fossero assenti pure loroil

SIETE RIDICOLIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

sarebbe meritatissimoooooooooo

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: pana on Martedì 04 Luglio 2017 14:35

lo stavo per scrivere io, mai vari salvini, le pen e farage,che fanno dell immigrazione il loro cavallo di battaglia erano presenti???

no perche se fossero assenti pure loroil

SIETE RIDICOLIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

sarebbe meritatissimoooooooooo

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Martedì 04 Luglio 2017 14:11

Grande Juncker. Cialtronica invece (come sempre) la risposta dell'italiano.


“Saluto i deputati che si sono presi la pena di essere presenti, ma il fatto che siano una trentina (su 751, ndr) dimostra a sufficienza che il Parlamento non è serio. Siete ridicoli. Il fatto che ci sono solo una trentina di deputati presenti dimostra che il Parlamento europeo non è serio. Se ci fossero stati Angela Merkel o Macron e non un piccolo Paese come Malta non sarebbe stato così. Non parteciperò più a riunioni di questo tipo”.

Immediata la reazione del presidente dell’Aula Antonio Tajani che lo ha richiamato chiedendogli di rispettare l’aula e di usare un linguaggio appropriato.

“Moderi i termini è la Commissione sotto il controllo del Parlamento non il contrario”.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: defilstrok on Martedì 04 Luglio 2017 11:17

Siamo alle solite "italianate".

Hanno "privatizzato le banche? Bene, che falliscano come le aziende "private".

Altrimenti smettiamola di chiamarle private, se lo stato deve intervenire come "salvatore" di ultima istanza, continuando a rispettare la sola regola che gli italiani non mancano mai di rispettare: privatizzare i guadagni (spropositati per quel che riguarda gli amministratori) e socializzare le perdite 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Martedì 04 Luglio 2017 10:42

La logica è questa.

La creazione di denaro tramite l'ATTIVITA'  BANCARIA  è un'attività rischiosa che inevitabilmente procura PERDITE e che il controllo delle BC sull'attività bancaria non può ragionevolmente evitare in toto.

Dovrebbe invece evitare disastri come quello del 2007 .

In questo caso è ovvio che ci sono COLPE.

Ora chi deve sopportare  queste perdite ?

Gli azionisti ..ovvio

Gli obbligazionisti ...a me pare ovvio ( tutti gli obbligazionisti sia ben chiaro )

E se le perdite fossero  superiori  e non assorbibili dalle precedenti categorie...come la mettiamo con i correntisti ?

La mia opinione è che ,invece di fare una distinzione idiota tra depositi sopra i 100.000 euro e depositi sotto,sia più logico distinguere tra depositi remunerati e depositi non remunerati.

Ma io sono molto laico sull'argomento .

E si puo discutere se a pagare debba essere il taxpayer o il correntista che ha ritenuto di percepire degli interessi .

E' una discussione da cui ,però,mi tolgo perchè mi interessa poco.

 

Hobi

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: XTOL on Martedì 04 Luglio 2017 09:18

uff!
si chiama struttura degli incentivi: è il sistema che DETERMINA (abbinandosi alla variabilità delle caratteristiche individuali) il comportamento degli umani, come di ogni altro essere vivente.
il sistema a moneta fiat incentiva il rischio e ha come INEVITABILE conseguenza l'incattivirsi dei cicli economici, che puniscono i più deboli e arricchiscono coloro che godono dei privilegi del potere, essendone vicini (capitalismo clientelare).
che si debba e possa uscire da questo orrore è reso evidente -anche- dal successo di bitcoin, che (per chi ha il cervello disponibile) è un formidabile incentivo a ragionare su cosa sia il denaro...