Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Lunedì 23 Ottobre 2017 10:25

E si Gian,

anche gli scrutatori vogliono i "diritti",  non possono far tardi perche' devono andare a chattare.

Meno male che i negri ci sono.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Lunedì 23 Ottobre 2017 10:19

Tutta gente viziata, Anti!

Io avevo fatto lo scrutatore in una qualche elezione intorno al 1988-1990, e si era andati a casa alle 4 di notte, ....

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Lunedì 23 Ottobre 2017 10:12

Ieri sera c'era maroni che pontificava sulla "eccellenza" (in padania e' sempre tutto eccellente) del voto elettronico e dice che adesso, forte del risultato, andra' a Roma (ladrona) a pigliarsi le tasse. Dice che non vuole lo statuto speciale ma  che la Lombardia e' una regione "speciale" per grazia divina. Insomma, un superconentrato di cazzate.

La realta' e' un po' (molto) diversa, le macchinette han fatto cilecca (non si sa nemmeno quanti hanno votato) e, quanto al risultato, non ha vinto na' minghia, a conti fatti, meno de 40% dei padanari lombardi vogliono la secessione fiscale.


Referendum: presidenti di seggi e scrutatori bloccati fino a tarda notte
Si impallano le «voting machine»

Nessuno è potuto uscire dai seggi fino alle tre del mattino di lunedì quando le operazioni di controllo delle chiavette Usb sono state ultimate. La rabbia degli scrutatori: «Una cosa assurda, fallito il sistema»

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Lunedì 23 Ottobre 2017 10:12

Gano, a riprova di quello che hai detto, i mercati hanno aperto come se non fosse successo niente . A dire il vero è da dopo Macron che le elezioni hanno smesso di avere un qualche impatto sui mercati, però almeno qualche dubbio ad esempio sulla tenuta dei Btp ci dovrebbe essere....e invece...nada!

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Lunedì 23 Ottobre 2017 09:41

Bull (terùn!)

pensione de che? Sono ancora giovane (modestamente).

Quanto ai contributi, te che ti reputi uno "studioso" della materia finanziaria in senso lato, dovresti sapere come vanno in pensione gli autonomi,

4,4% netto (e con outlook negativo) dei conbtributi versati  a 67 anni. Per riaverli indietro devi campare fino a 89 anni.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Lunedì 23 Ottobre 2017 02:12

quindi Bullfin,ha ragione anche  Lindner dire che gli italiani si diano da fare e pedalino?

 

 

Mi pare di essere stato chiaro Oscar qualche mese fa, sull'esposizione dei miei principi e ragionamenti. Quindi si ha ragione da vendere, salvo pero', che noi sappiamo che lo status quo italico è causato dal meridione, i dati del settentrione sono a livelli teutonici (pure con l'euro)...sono i parenti di Anti che non fanno un caz!!!.(e quello che è venuto quassu'....l'informatico...pure.....(c'ha la pensione chissa' che rapporto ha contributi-pensione....)...

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Lunedì 23 Ottobre 2017 00:26

Maroni ha appena detto che i cittadini gli han dato il mandato per portare avanti l'autonmia vera della Lombardia. (autonomia de che?).

Questi si son bevuto il cervello (e c'han pure la crapa bacata).

Meno male che Lindner c'e'.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Domenica 22 Ottobre 2017 23:59

La lega e' nata per fare danni. nel 94 netralizzarono il tentativo di DI Pietro di ripulire le stalle e consegnarono il paese alla mafia che poi ha spadroneggiato anche nel nord (vedi Bianza).

Adesso si mettono a giocare con le tasse e "padroni a casa nostra!". Tra le altre cose Zaia ha detto che le tasse non diminuiranno ma saran solo spese meglio, della serie "i dane' li voglio e me li piglio comunque".

Tra le altre cose, l'inversione del ciclo economico e'  sempre piu' vicina e per l'Italia saran cazzzz, ci mancano solo le bizarrie padanare.

Meno male che Lindner c'e'!

P.S. Vorrei proprio vedere la faccia della fascistella romana (quella che "la patria") quando firma l'accordo con salvini (e il cav).

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Domenica 22 Ottobre 2017 23:49

quindi Bullfin,ha ragione anche  Lindner dire che gli italiani si diano da fare e pedalino?

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 22 Ottobre 2017 20:57

Questo è vero, il testo è banale quanto banale è l'esito comunque il problema di fondo c'è e te non votando per la tua REgione lo hai perpetuato, ma sono CAZZI TUOI!!! (nota bene non so l'affluenza in Lombardia). Che ne venga un vero cambiamento dal referendum sono un po' perplesso ma è la prima volta che concretamente si fa capire che il Veneto ne ha pieni i coglioni di mantenere gli altri. Gli altri si diano da fare, pedalino!!.

W IL VENETO A STATUTO SPECIALE!!!....


 Last edited by: Bullfin on Domenica 22 Ottobre 2017 21:03, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Domenica 22 Ottobre 2017 20:51

Bull,

ma che minghia dici? Quel referendum li' e' come chiedere: volete bene alla mamma? SI/NO.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 22 Ottobre 2017 20:41

IN  VENETO SUPERATO IL QUORUM GIA' ALLE 19....GRANDE IL POPOLO VENETO!!!!.....FIERO DI ESSERLO!!!.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 22 Ottobre 2017 20:30

Cosa vuoi che voti lui....poi toglie i schei ai parenti terun....

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Domenica 22 Ottobre 2017 20:00

Anti,vai a votare per il SI che fai ancora in tempo,terun!!!!!

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Domenica 22 Ottobre 2017 19:04

Cosa c'entra Bruxelles in questo caso, Gano?

Questo è lo spirito della Lega 1985-1990, quella di Bossi senior, Speroni, Miglio e Prosperini.

Caso mai sono i tedeschi, che nel caso della Grecia, hanno copiato la Lega Lombarda e la Liga Veneta

Quello che semmai è accaduto, con Bruxelles, e con la globalizzazione, è che lo stato nazionale ha perso ogni importanza, per cui perchè mai un lombardo o un veneto dovrebbe pagare per mantenere un siciliano o un calabrese, quando nemmeno gli serve per tenere unita la nazione? Se prima poteva avere un senso perchè gli italiani, tutti, dovevano formare un fronte compatto, con Bruxelles e la globalizzazione questo ha perso ogni importanza. La gente può andare ovunque e trafficare ovunque senza appartenere alla medesima nazione, a questo punto a chi può più importare di tenere queste nazioni unite?

Per un milanese appartenere all'Italia o alla Padania cambia niente, però con la seconda si ritrova 2000 euro in più l'anno in tasca.

 


 Last edited by: gianlini on Domenica 22 Ottobre 2017 20:06, edited 2 times in total.