Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Domenica 24 Settembre 2017 11:16

Tuco, Grillo ha solo un desiderio, quello di chiamarsi fuori, non puo' coesistere con Casaleggio figlio, troppa differenza di eta'.

Che Di Maio non sappia fare niente e' vero, ma al pari di quasi tutti gli altri quali salvini, la fascistella, gentiloni etc... per non parlare poi dell'era delle olgettine fatte ministro, era che sta per tornare.

non si poteva prendere un personaggio esterno al movimento, sarebbe stata la fine, perfino Di Maio e' visto come troppo moderato dai grillini della prima ora, l'ala piu' romantica e oltranzista.

Grillo e' stato l'unico "politico" a rimetterci una barca di soldi con la politica, ha, di fatto, dovuto rinunciare al suo lavoro che fruttava milioni di euro, ha rinunciato ai rimborsi elettorali, e si e' anche ritrovato sommerso di querele.

Nel paese assuefatto alla melma questo non viene apprezzato, anzi, ci sono milioni di cretini (piu' o meno rettiliani) i quali son convinti che Grillo si sia arricchito col blog mentre ci ha rimesso una barca di soldi. Questa e' una nazione in cui un sindaco (grillino) di un paesotto della sicilia viene disarcionato perche' vuole abbattere le case abusive (gli sono anche stati incendiati un paio di bilocali), e la commissaria inviata al suo posto viene minacciata di morte.

In ogni caso il problema non si pone, il M5S non puo' vincere, quel tipo di MoVimento puo' vincere solo al primo colpo quando l'elettorato ciofega non si e' nemmeno reso conto di cosa stia votando (praticamente votano per quelli giusti a loro insaputa).

Ci sono due cose che non esistono in natura: la fedeltà e la democrazia ." (praticamente tutti cornuti e mazziati).

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Domenica 24 Settembre 2017 11:14

Gano, Di Battista e Fico sono fatti a Leader, e infatti non li hanno voluti...

Non voglio essere iper-complottista, il M5S vuole certamente vincere le elezioni,

ma con Di Maio perderà di certo. Con Di Battista o Fico avrebbero preso più voti, ma sempre insufficienti a stravincere

per governare da soli, non so se questa sia una strategia oppure meno, time will tell...


 Last edited by: Tuco on Domenica 24 Settembre 2017 11:16, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Domenica 24 Settembre 2017 10:39

Perché un Leader come Grillo, non si circonda mai di altri Leader come lui, vuole intorno uomini Beta, degli Yes Man non pericolosi, ubbidienti e gratificanti il suo ego.


 Last edited by: Tuco on Domenica 24 Settembre 2017 10:41, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Domenica 24 Settembre 2017 10:37

Se ho capito bene, Di Maio è figlio d'arte.

Forse è per quello.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Domenica 24 Settembre 2017 08:04

"Con questi dirigenti non vinceremo mai" 

 

Questo classico morettiano, lo ripropongo nei confronti del M5S.

Di Maio non ha la stoffa e la capacità di tiro del vecchio

Casaleggio e di Grillo, sembra un piazzista, un venditore di fondi comuni...

Non dice un cazzo, non una linea guida chiara.

Adesso vuole tenere l'Euro... Cambiando idea non si vince.

Euro = Default ( al rialzo dei tassi ).

.


 Last edited by: Tuco on Domenica 24 Settembre 2017 10:51, edited 4 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Sabato 23 Settembre 2017 13:21

Per chi suona la campana? Per il paese ciofega.

Il debito ha sfondato i 2300 miliardi e adesso vogliono aumentare le aliquote contributive sui contratti a termine che sono il 70% delle nuove "assunzioni". Visto che non ci sono soldi per gli incentivi si passa ai disincentivi con aumento di tasse.

L'altra eventualita' che circola e' una patrimoniale e una feroce tassa sulle eredita'.

Incredibile che si faccia una siffatta finanziaria a pochi mesi dalle elezioni, evidentemente semo gia' falliti.

e il cavaliere gode, lui proporra' il solito azzeramento 20ennale delle tasse, poi vince e ne mette ancora di piu' della sinistra (sinistra un cazzzz).

Insomma, siamo arrivati alla fine del ciclo espansivo mondiale e abbiamo piu' debiti di prima: per chi suona la campana....

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Sabato 23 Settembre 2017 11:10

Gano, hanno arrestato una quindicina di uomini delle istituzioni catalane, con manifestazioni in piazza e scontri. 

Io l'ho letto su Corriere e Fatto quotidiano. Forse eri disattento.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Venerdì 22 Settembre 2017 14:35

Quello che sembra evidente è che i mercati si sono ormai convinti che le notizie non contano più niente. 

Ti ricordi quando 3 anni fa sembrava che la Germania dovesse fallire per 4 marmitte in croce?  

Vendevano il dax come non ci fosse un domani.

Adesso la potenzialità di una guerra civile in Spagna, fatto ben più grave, ha rilevanza zero

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Venerdì 22 Settembre 2017 14:30

Eccellente definizione di quelli delle frasi senza soggetto:


Un nuovo interessante studio effettuato dalla rivista Political Research Quarterly ha individuato il profilo tipico entro cui rientrano la maggior parte di coloro che credono alle teorie complottiste.

In linea di massima, da precedenti studi effettuati dagli psicologi, sapevamo già che il complottista medio è convinto di essere un po’ speciale e superiore alla media delle persone razionali in quanto capace di estrapolare la realtà nascosta sotto i fatti apparenti. il dato nuovo che sembra emergere è che il complottista medio è, probabilmente, un “perdente”

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Venerdì 22 Settembre 2017 13:59

2 giorni fa era, Gano, non oggi

E poi cosa c'entrano i giornali?? Io sto parlando della inesistente reazione dei mercati, non che si preoccupi la zia Lina..

 


 Last edited by: gianlini on Venerdì 22 Settembre 2017 14:02, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: pana on Venerdì 22 Settembre 2017 11:26

ma come? ma come?? possibile? ho letto bene?

forse ho capito male ? hanno downgradato il rating della Cina

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE
PECHINO - Dopo Moody's arriva la pagella di Standard & Poor che taglia il rating del debito sovrano cinese a lungo termine da AA- ad A+, con outlook stabile, e ad essere messo sul banco delle accuse c'è il crescente ammontare del debito cinese.

 

MA NON LO SANNO che hanno sovranita monetaria e valutaria, che hanno la propria banca centrale

non lo sanno che possono stampare a gogo e monetizzare il debito?

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Mercoledì 20 Settembre 2017 14:57

Tra l'altro i mercati sono completamente immobili nonostante da Barcellona non giungano proprio notizie di tutta tranquillità!

Ma ormai tutto è solo legato all'acronimo magico QE...

 


 Last edited by: gianlini on Mercoledì 20 Settembre 2017 15:15, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: pana on Mercoledì 20 Settembre 2017 13:26

ti portano sempre l'esempio del giappone come nemico della globalizzazione perche non fa entrare immigratie

e poi...invece e poi che scopri? che si salvano grazie all'EXPORT !!!!

ahahahahah, dobbiamo copiare il giappone..


 Last edited by: pana on Mercoledì 20 Settembre 2017 13:29, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: alberta on Mercoledì 20 Settembre 2017 12:32

Era una cosa scontata che il Giappone, con il debito che ha sempre avuto, finanzia il suo sistema economico con un avanzo commerciale estero sitematicamente importante, per oltre 40 anni non aveva rivali, poi ci si è messa la Cina e poi l' India, in parte le altre Tigri asiatiche.... ma l'avanzo commerciale è comunque enorme.

Mettetici il risparmio privato record, i tassi di interesse sempre vicini allo zero...... e smetto qui, Il tasso di cambio potrà essere l'unico problema.... ma con l'arrivo dell'Euro forte germanocentrico, anche questo  è diventato un non problema, guardare grafici:

Morale della favola: se hai un avanzo commerciale estero importante, è il resto del mondo che finanzia il debito che accumuli.

Se, per motivi attualmente inesistenti, l'avanzo commerciale si azzerasse, il Giappone farebbe la fine delle Tigri Asiatiche a fine anni 90, poi la svalutazione dello Yen metterebbe tutto in ordine.

Un ultima cosa: la produttività giapponese batte quella tedesca con parecchi punti di scarto.... quindi .....

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Mercoledì 20 Settembre 2017 12:10

I giapponesi devono ringraziare cinesi e americani, per il momento. forse anche i robot (ma i titoli di stato giapponesi, a quel punto, li intesti ai robot?), chissà

 

Secondo i dati doganali nipponici, in agosto le esportazioni sono salite del 18,1%, il ritmo più deciso da quasi 4 anni, trainate da un +22,9% verso il Nord America e da un +19,9% verso il resto dell'Asia (+25,8% verso la Cina).

 

"Ma il caso del Giappone ti dimostra che questo funziona benissimo con una demografia in calo, senza immigrati,..."

quindi perchè preoccuparsi del calo delle nascite?


 Last edited by: gianlini on Mercoledì 20 Settembre 2017 12:18, edited 2 times in total.