Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Venerdì 21 Aprile 2017 10:10

Una dlelle cose che stavano funzionando,ovviamente subito una bella mazzata! Più che l'aspetto economico, ad agire da freno sarà la burocrazia in cui inevitabilmente si finirà....

Tassa Airbnb: in vigore dal 1 maggio 2017 la tassa affitti turistici

https://www.investireoggi.it/fisco/tassa-airbnb-vigore-dal-1-maggio-2017-la-tassa-affitti-turistici/

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 19 Aprile 2017 21:14

Quando Theresa May mandò la lettera per dare inizio al Brexit (una ventina di giorni fa) dissi che forse era il caso di comprare sterline. Era 0,87 Euro/GBP. Siamo tornati ai valori pre referendum sul Brexit, nonostante tutti i gufi. Ora tu le vuoi vendere... Se le volevi comprare potevi farlo prima. Se le vuoi vendere ora... mah...


 Last edited by: Gano di Maganza on Giovedì 20 Aprile 2017 00:40, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Mercoledì 19 Aprile 2017 10:26

E mo' mi so' venduto pure la sterlina Cos'hanno da festeggiare i sudditi di sua maesta?

Quando vanno via le banche a Londra metteranno le risaie e coltivazioni assortite.

Vita sana! Vita salutare!

 


 Last edited by: antitrader on Mercoledì 19 Aprile 2017 10:33, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Lunedì 17 Aprile 2017 00:53

peccato che per Michels,l'alternativa fu il fascismo........

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Lunedì 17 Aprile 2017 00:04

Eh ciao bello...decenni e decenni fa ci ha pensato gia' Michels a formulare una legge che dicesse questo....

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 16 Aprile 2017 23:03

Oscar quando ce vo ce vo....

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Domenica 16 Aprile 2017 23:02

"Questo conferma che Trump o Clinton non cambia niente. Il popolo operaio, la classe media sono e saranno sempre spennati ...."

 

caz. l'aveva detto anche Marx................

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 16 Aprile 2017 22:58

 

 

Questo conferma che Trump o Clinton non cambia niente. Il popolo operaio, la classe media sono e saranno sempre spennati ....

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 16 Aprile 2017 22:53

Invece questi - le centinaia di migliaia di congoidi giovani, sani, forti, arrivati negli ultimi tre anni e che tuttora continuano ad arrivare - se ne vanno a zonzo per Parma e per tutta l'Italia, tutti i giorni da mane a sera, per mesi e mesi ed anni, beatamente sfaccendati, nutriti, vestiti, curati e mantenuti da tutte le altre persone, italiani e non, che lavorano nelle fabbrichette.

E non mi sembra che indossare qualche straccio colorato in occasione dell'ultimo dell'anno sia una adeguata giustificazione alla loro parassitaria presenza in Italia.

 

 

 

Ah se tutti ragionassero come Nello vi sarebbe speranza per questo paese...poi leggo le stronzate di altri, i sinistri, i plagiati dai sinistri e capisco che non la speranza è gia' morta..

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Domenica 16 Aprile 2017 21:05

Auguri di Buona Pasqua a tutti i nostalgici!!!

 

https://www.youtube.com/watch?v=b98Tpur25VI

 


 Last edited by: traderosca on Domenica 16 Aprile 2017 21:06, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: NelloManga on Domenica 16 Aprile 2017 17:00

E comunque è sempre meglio concentrarsi sull'assessore, quello che dopo aver strappato il suo stipendio dal tuo reddito, non contento ti spara anche un autovelox a sorpresa.

La casta sempre più assetata di soldi... teniamo famiglia dicono...

 

Eccoli qua i tuoi assessori, usciti di bel fresco dall'uovo di Pasqua, giovani, sani e forti: 4500 nuovi "assessori" che strapperanno il loro stipendio(*) dal tuo reddito e, non contenti, andranno a spacciare droga a tuo figlio.

 

 

E tengono tutti famiglia (sono troppo giovani per essere orfani) e presto vorranno che anche la loro famiglia possa raggiungerli, poveri cari.

E i 4500 sono solamente quelli di questa Settimana Santa. Ricordiamoci che ci sono già gli altri 400 mila "assessori", arrivati negli ultimi tre anni.

 

(*) ovvero i 1200 euri mensili di spese per alloggio, pasti, bollette acqua-gas-metano, televisione e svaghi, abbigliamento, assistenza sanitaria e cure mediche: il tutto in cambio di NULLA (d'altronde nulla possono dare.

 


 Last edited by: NelloManga on Domenica 16 Aprile 2017 17:01, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: NelloManga on Domenica 16 Aprile 2017 15:21

Morphy,

se la disoccupazione è fisiologica come dici, significa che, di fatto, non c'è disoccupazione ovvero TUTTI gli italiani lavorano (o studiano); che poi vi sia una piccola percentuale di connazionali nullafacenti, mantenuti dalle proprie famiglie, ebbene anche questa è fisiologica: tu ed Anti la giudicate elevata (e forse lo è), ma vi invito a confrontarla con la percentuale dei congoidi che non fanno un accidente ogni giorno da mesi, se non anni, e che vivono alle spalle della società italiana, anziché essere mantenuti dalle proprie famiglie o dalla propria tribù (o stato) di origine.

 

Quanto al problema per le fabbriche, ci sono già, da quel che riferisci, gli indiani, gli albanesi, i rumeni, i macedoni che ci lavorano. A cosa servono le centinaia di migliaia di congoidi arrivati negli ultimi anni, i quali, con tutta la buona volontà del mondo, non sono letteralmente in grado di svolgere, nè di imparare a svolgere, altro che lavorazioni a contenuto tecnologico infimo? (e non parlo per sentito dire, parlo perché vedo e capisco ciò che vedo). A cosa servono? Sarà un caso che quelli che hai visto girare l'ultimo dell'anno, con le loro variopinte vesti ed i loro orridi culacci sporgenti, fossero proprio congoidi? E che non fossero indiani, albanesi, rumeni?

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Domenica 16 Aprile 2017 13:35

Auguriiii Buana Pasqua!

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: NelloManga on Domenica 16 Aprile 2017 12:27

Scusa Morphy, ma non riesco a capire.

 

Le fabbrichette del legno lì da te impiegano immigrati (L'imprenditore di una di questa avrà 40 dipendenti ha detto che se non ci fossero gli indiani, la fabbrica potrebbe chiudere) perché gli italiani NON VOGLIONO lavorare nelle fabbrichette (Non so perchè sembra che i giovani italiani non vanno più in fabbrica) o perché gli italiani GIÀ LAVORANO in altre fabbrichette (devo dire che qui la disoccupazione è oggettivamente bassa, non so se siamo sul 3 o 4 %)?

 

Quanto ai negri che escono l'ultimo dell'anno con i loro bei vestiti colorati e portano un po' di vita a Parma: a me non dà gran fastidio, come non mi danno fastidio, in generale, i turisti - che si pagano le loro vacanze e poi se ne tornano a casa - e le persone che viaggiano per lavoro - che si pagano i loro viaggi e trasferte e poi se ne tornano a casa loro. Quindi anche i negri possono tranquillamente girare per Parma, o dove vogliono, l'ultimo ed il primo dell'anno: a spese loro e poi se ne tornano a casetta loro.

Invece questi - le centinaia di migliaia di congoidi giovani, sani, forti, arrivati negli ultimi tre anni e che tuttora continuano ad arrivare - se ne vanno a zonzo per Parma e per tutta l'Italia, tutti i giorni da mane a sera, per mesi e mesi ed anni, beatamente sfaccendati, nutriti, vestiti, curati e mantenuti da tutte le altre persone, italiani e non, che lavorano nelle fabbrichette.

E non mi sembra che indossare qualche straccio colorato in occasione dell'ultimo dell'anno sia una adeguata giustificazione alla loro parassitaria presenza in Italia.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Domenica 16 Aprile 2017 12:09

La colpa e' sempre dell'assessore a cui l'imprenditore deve pagare il salario sotto forma di tasse. In buona sostanza paghi 2 e prendi uno, un salario al dipendente e uno all'assessore.

Fan ridere i sindacati quando parlano di "working poor", mai che si scagliassero contro le ruberie e i megasalari dei palloni gonfiati. Cofferati e' contro il taglio delle megapensioni, dice che bisogna fare invece la lotta all'evasione (evasione che ha salvato il paese al momento).

Il 30% del pil che se ne va in pensioni, assistenza e ruberie e' una sconceria pazzesca, un'economia in via di sottosviluppo non se lo puo' permettere, del resto questa enorme massa di denaro passa attraverso le mani del'assessore e...campa cavallo.

Intanto salvini che voleva far la rivolta fiscale consiglia di pagare le tasse a rate (cosi' paghi il10/30% in piu') e continua con i suoi ragli molesti contro i "negri" per garantirsi la seggiola nei secoli dei secoli.