Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Lunedì 01 Gennaio 2018 20:14

'Questo capitalismo è finito. '

 

bravo, diglielo tu che a me non credono, comunque qualsiasi tipo di capitalismo è finito ...

 

qualcuno ha visto ieri in tv il capodanno al Circo Massimo ? mi dicono che la rai si è collegata ovunque meno che a Roma ... deve essere un caso ...

 

del MPS non so di chi è la responsabilità del disastro ... so solo che dalla notte dei tempi il cda lo nominava la fondazione MPS la cui 'deputazione' era nominata in maggioranza da comune provincia e regione da sempre in mano a pci pds ds pd (me scordo sicuramente qualche sigla) ... non so di chi possa essere la responsabilità, ci penserà casini ad appurarlo

:-)


 Last edited by: lmwillys1 on Lunedì 01 Gennaio 2018 20:24, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: shera on Lunedì 01 Gennaio 2018 20:08

lo capisci dalle scelte che fanno, lo sai se parli con i bancari (non su questo forum, non sperare che uno ti dica le porcherie che facevano in filiale su internet)

Bullfin leggi qui hai bisogno di un grafico con le trendline per capire che 2+2 fa 4 !!!!

 

ma ci fai o ci sei? MPS? la boschi da dove arriva?

 bullfin cambia nome in cenerentola o biancaneve, o Alice nel paese delle meraviglie!!

 

ne ho quanti ne vuoi di link leggiti pure questo...


 Last edited by: shera on Lunedì 01 Gennaio 2018 20:12, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Lunedì 01 Gennaio 2018 19:52

poi moltissimi politici che fanno parte della cd mafia bancaria come dici tu (con che prove poi...) sono stati pure rivotati sovente...quindi? colpa della Merkel vero?

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: shera on Lunedì 01 Gennaio 2018 19:48

quindi il problema sono i politici che hanno creato il debito pubblico e hanno poi voluto pagarci sopra gli interessi...

ma poi ti chiedi perchè i parenti dei politici o loro stessi fanno i consulenti e i manager nelle istituzioni finanziarie

lo capisci o no che il debito pubblico e gli interessi sul debito sono lì perchè lo hanno voluto gli assessori, su consiglio della mafia bancaria...

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Lunedì 01 Gennaio 2018 19:00

concordo in tutto il discorso di Anti.

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Lunedì 01 Gennaio 2018 18:49

La stamperia, seppur attenua le sofferenze immediate, ha effetti funesti e nefasti nel medio/lungo periodo.

Nell'occidente ci si e' convinti che non serve piu' saper fare un cazzzz (bisogna fare la cultura) e la stamperia contribuisce a tenere in piedi e ad alimentare ulteriormente questa bizzarra convinzione.

Prendi l'Italia, non ha di certo i fondamentali per poter appaltare agli immigrati 4 milioni di posti di lavoro, eppure lo fa, perche' lo puo' fare? Perche' almeno la meta' della popolazione e' ancora piena di soldi (e altri ne vengono stampati). Questo porta a una situazione irreversibile perche' si perde il know how per fare i lavori che veramente servono che poi son comunque i bistrattatissimi lavori manuali.

L'altra sera nella trasmissione di Formigli si parlava di Amazon e dei suoi effetti, ecco che interviene sgarbi a dire che a lui non gliene frega un cazzz di Amazon, che non ha nessuna importanza mentre e' molto importante quella chiesetta sperduta in un borgo sconosciuto dove c'e' tal dipinto che rappresenta non si sa bene che cosa.

Se l'andazzo e' questo ovvio che poi i "negri" ci faranno neri (e ci buttano giu' pure la chiesetta e ci mettono dentro un bordello).

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: exnihil on Lunedì 01 Gennaio 2018 18:12

Bullfin ti ringrazio per l'osservazione. Siamo tornati proprio al tuo "non diciamo cazzate!" e alla pubblicazione della tabella sulla distribuzione della ricchezza in Italia in 150 anni. Anti ha capito subito il senso del mio ragionamento invece tu lo hai relegato all'Italia e lo hai spalmato su un grafico secolare. Le bocche da sfamare erano l'oggetto del mio intervento quando parlavo della disuguaglianza nella distribuzione della ricchezza e parlavo su scala globale. Non solo, anti ti ha già risposto. "I negri" quando saranno in condizione di farlo ci romperanno il culo. Se pensi che il capitalismo mantenuto in vita artificialmente possa contare sull'efficienza dei paesi in via di sviluppo per potersi liberare dalla necessità della stampante e creare libero mercato commetti un errore macroscopico. Poichè quei paesi nel pretendere lo stesso tenore di vita dell'occidente favoriranno lo sviluppo di altre voragini per di più avendo tra le mani gli strumenti per massacrarci. In poche parole ti ripeto il paradigma dell'efficienza non è più percorribile. Questo capitalismo è finito. Tu e anti sbagliate a considerare la stampante come uno strumento che necessariamente produce parassitaggine. Certo in questo contesto culturale il rischio c'è ed è evidente. Per questo parlavo dell'importanza del discorso culturale, laddove per cultura intendo la possibilità di considerare l'uomo un fine e non un mezzo. in futuro "nu' sfaccimm'"non sarà colui che è abile nel fare bensi chi sarà in grado di disfare senza però fare danni. 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Lunedì 01 Gennaio 2018 17:09

Eh no caro, un discorso è aver bloccato denaro (debito-credito) allocato in maniera inefficiente, un discorso è dire andiamo avanti a stampa. Gia' per altro quel salvataggio crea degli incentivi perversi, se te risolvi ogni porcata con la stampa e se la dai ai politici sei sicuro che diventa nuova porcata allora disincentivi l'agire. Io vado da Draghi e voglio che mi acquisti i bond aziendali. Gia' questo è una bestialita'. Quanto alla fine del capitalismo beh vi sono ancora milioni di persone da sfamare, tranquillo che ne manca prima di saturare tutto..

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: exnihil on Lunedì 01 Gennaio 2018 16:43

Ciao Anti, non è la "ricchezza" ad essere creata dal nulla, i broccoli vanno coltivati prima di poter essere raccolti, ma il denaro per acquistarli invece è possibile crearlo dal nulla. E dal 2008, se non lo avessero creato le BC per coprire la voragina aperta da quell'altra forma di denaro, che non è exnihil, poichè anticipa il non essere ancora del futuro (il debito), il capitalismo occidentale sarebbe ormai un lontano ricordo. Il problema che cercavo di far notare nell'altro thread, riguarda la poderosa capacità produttiva raggiunta dall'occidente attraverso lo sviluppo tecnologico. Quello che Bullfin non capisce, nello specifico di questo discorso, è che le catene del suo paradigma esistenziale, sono giunte al capolinea. Il problema oggi non è svegliarsi essere produttivi vincenti e realizzati, ma esserlo con la consapevolezza che se ancora lavora per due aziende è grazie ad una necessità contabile che ha permesso di rimandare il problema. Il problema è il paradigma. In poche parole il re è nudo. Il capitalismo è finito. Si produce per lo più munnezza, si usura ed inquina il pianeta a ritmi sconvolgenti, ci si strapazza per essere competitivi, illudendosi di esseri vincenti e alimentando il peggio dei vizi umani, compresi quelli dei parassiti italici. Il tutto grazie all'eroina pompata mensilmente dalle banche centrali. Falliti sono certamente i parassiti, ma lo sono a maggior ragione coloro che non si rendono conto che l'etica del sacrificio in questo paradigma si da solo perchè c'è qualcuno che pompa il sangue artificialmente. Come dire: fess' e cuntent'! o peggio, curnut' e mazziat'!


 Last edited by: exnihil on Lunedì 01 Gennaio 2018 16:44, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Lunedì 01 Gennaio 2018 15:24

L'aspetto tragico della faccenda e' che le questioni monetarie (che sono una cosa molto seria) finite in mano a strambi individui in vena di cercar notorieta'  "inventando" la creazione della ricchezza dal nulla (e' ghiut a' mmerd mman 'e criatur, direbbero a Napule), costituiscono uno scudo spaziale a difesa proprio di quelli che sono i veri responsabili dello sfascio del paese (gli assessori).

Se non passava la vigilanza alla BCE avevi ancora le banche venete (e toscane) impegnate a scavare voragini. Tra le altre cose bankitalia e' comunque in mano ai politici, renzi non e' riuscito a disarcionare visco solo perche' ci ha provato nel momento della sua massima debolezza,e comunque, visco e' rimasto al suo posto solo perche' spalleggiato da altri politici.

Quando sento dire che le banche centrali son "private" metto mano alla fondina.

P.S. Come e' stata fatta quel poco di ripresa del'ultimo anno? Aumenti le bollette e le tariffe e fai il PIL (oltre al normale traino di un mondo che galoppa).

 

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Lunedì 01 Gennaio 2018 15:17

Altro che uccello Gano, questi si taglian pure le palle per paura che se passa una bella figliola, gli possa venir l’idea, la voglia...

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: shera on Lunedì 01 Gennaio 2018 15:07

Bravo Gano, infatti il politico mangia lo stesso, va a finire che invece di pagare le donne, pagano per pigliarlo nel culo da un trans 

de gustibus

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Lunedì 01 Gennaio 2018 15:04

Il discorso di Antitrader e di Bullfin è il classico discorso di quello che si taglia l'uccello per perdere il vizio di andare a puttane. Magari a lui gli piace tagliarselo. Io invece l'uccello preferisco tenermelo e cercare magari di perdere il vizio.

 

Poi ognuno ha le sue preferenze. C'è anche chi ci sta bene senza.


 Last edited by: Gano di Maganza on Lunedì 01 Gennaio 2018 15:09, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: shera on Lunedì 01 Gennaio 2018 15:01

e poi ti chiedi perchè Zibo non scrive più sul forum, tra te e hobi, tanto vale prendere l'uniposca e andare nei cessi dell'autogrill...

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Lunedì 01 Gennaio 2018 15:00

Mi pento di aver cancellato Bull.

Comunque ascolta, per quelle aziende vai bene te, niente da eccepire ( cos’altro avresti dovuto fare? )

Gli stati son un po’ diversi dalle aziende, lasciami dire, ma, chiudiamola qui dai,

non ho altro da dire, quel che dovevo dire lo ho già detto mesi e anni fa.