Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 15 Marzo 2017 15:46

Hobi, sta dicendo cose piuttosto ovvie. Inoltre la domanda e' rivolta a Tradeosca, non a lei. "Cosa faresti in presenza di un saldo primario positivo con un debito pubblico che continua a salire?". L' opinione di Tradeosca, che invece non sara' sicuramente ne' ovvia ne' banale sinceramente mi interessa.


 Last edited by: Gano di Maganza on Mercoledì 15 Marzo 2017 15:58, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Mercoledì 15 Marzo 2017 15:27

Traderoscar ,non voglio intromettermi nei suoi contenziosi ..

Ma di striscio si è toccato un argomento in cui sono molto sensibile e che le zucche vuote ,non riescono a capire.

Ci ho provato molte volte con risultati zero .

Non ha senso chiedersi se le banche francesi o tedesche sono gestite da cretini o supercretini.

Il fatto è che anche loro non sanno una beata mazza .

Adesso investono in titoli italiani  e 10 anni fa hanno investito nei titoli della Grecia ...

Oppure che Traderoscar è un cretino perchè aveva obbligazioni General Motor ... o che Hobi ( cioè io ) è ancora più cretino perchè è rimasto dentro al fallimento Italease ..

Zucche vuote  ...fate paper trading così potete illudervi che c'è qualcuno che sa ...

 

Hobi

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Mercoledì 15 Marzo 2017 15:15

Ma Gano!! che domanda stupida!!...Oscar semplicemente esproprierebbe le ricchezze di chi si è fatto il culo tutta la vita mettendo da parte i risparmi....e sai perchè...perchè lui il sudore della fronte a lavorare NON SA COSA SIA"!!!!!!!!!!!!!....

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 15 Marzo 2017 14:30

Tradeosca, non mi hai risposto. Mi interessa davvero sapere cosa faresti tu.

 

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Tradeosca> "Debito pubblico torna a crescere, a 2250 miliardi"

 

Ma te Tradeosca, piu' che avere un saldo primario *ATTIVO* cosa proporresti di fare?

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 15 Marzo 2017 14:24

Uno si chiede se il nostro debito e' davvero in quelle condizioni come e' possibile che il 40% se lo siano comprato gli stranieri. Siccome i maggiori detentori sono i tedeschi (e i francesi, te pareva?) allora sono proprio fessi. A degli imbecilli del genere sarebbe buona regola non pagarglielo. 


 Last edited by: Gano di Maganza on Mercoledì 15 Marzo 2017 14:27, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Mercoledì 15 Marzo 2017 14:16

Si si, il debito lo han fatto gli sbarcati.

Questi padanari si erano un po' ravveduti ai tempi dei bot tanzanesi, delle trote, dei diamanti e delle finte ramazze.

Poi pero' si son resettati (come quei computer rattoppati) e son diventati peggio di prima.

Ma rob de matt!

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: fultra on Mercoledì 15 Marzo 2017 13:55

Gianlini, o non sai legger o non sai capire cose leggi, L'intervento di Traderoscar mi pare accusatorio verso il debito pubblico, peccato che con quello ci si pagano pure gli sbarcati da altri mondi, e che pesano sulle finanze nostrane, poi però si tagliano le barelle agli ospedali, Ma i grillini dicono che così va bene. Per loro forse.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Mercoledì 15 Marzo 2017 13:47

In realtà il debito è stabile da luglio scorso, la notizia Ansa citata da Oscar infatti puntualizza:

"Il livello del debito raggiunto a gennaio non fa segnare un nuovo record (toccato a luglio 2016 con 2.255,2 miliardi)."

 

Fultra, bravo, ottima puntualizzazione. Alcuni luoghi comuni sono davvero difficili da sgretolare.


 Last edited by: gianlini on Mercoledì 15 Marzo 2017 13:53, edited 3 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: fultra on Mercoledì 15 Marzo 2017 13:45

Per chi sostiene che il nostro debito pubblico è fortemente in mani straniere.Non è assolutamente vero, lo dice banca d'Italia.

Nel settore NON RESIDENTI, metteteci di converso i BUND o altri titoli di stato esteri  detenuti da cittadini italiani, poi fate i vostri conti.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 15 Marzo 2017 13:42

Tradeosca> "Debito pubblico torna a crescere, a 2250 miliardi"

 

Ma te Tradeosca, piu' che avere un saldo primario *ATTIVO* cosa proporresti di fare?

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Mercoledì 15 Marzo 2017 13:23

Istat rivede stime le preliminari sui prezzi a febbraio che toccano il massimo degli ultimi 4 anni

 

Debito pubblico torna a crescere, a 2250 miliardi

 

sempre meglio.....

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Mercoledì 15 Marzo 2017 12:45

Iberia vs Cialtronia (ottimo pezzo dal leggere).


“La via italiana alla ripresa, qualunque essa sia, al netto della pestilenziale retorica che fa di noi il caso umano d’Europa, è fallita miseramente. Questo e non altro sarà il segno distintivo della legislatura Renzi. Ma l’importante è baloccarsi con l’illusione ottica del “boom” di occupazione italiana. Frutto, in larghissima misura, della legge Fornero”


http://www.wallstreetitalia.com/al-contrario-dellitalia-spagna-si-e-servita-del-deficit-per-crescere/

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Martedì 14 Marzo 2017 13:59

L'Italia si puo assimilare ad un nobile decaduto che ,per sopravvivere ,vende,di tanto in tanto, un pezzo d'antiquariato.

Noi da oltre quarant'anni stiamo invece dando  l'assalto,tramite ruberie,furbizie,genialità italiche allo Stato italiano.

E siamo così abituati a questo stato di fatto che ,ho sentito, più volte, qualche somaro affermare che anche prima si rubava ma si stava bene ( o meglio ) lo stesso !

Sempra che non passi ,in certe  zucche vuote ,che a furia di rubare ,si arriva ad un punto in cui non rimane più niente.

E,come dice l'immenso P.C. Davigo,si è persa pure la vergogna delle cattive azioni.

E' mai possibile che un rettore universitario possa sostenere a proposito del debito verso l'inps ...solo 35 milioni di euro .... "Credevo fosse un errore dell'istituto delle pensioni"

 

Hobi

 

 

 


 Last edited by: hobi50 on Martedì 14 Marzo 2017 14:00, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Martedì 14 Marzo 2017 12:53

Questi han fatto il buco a loro insaputa. Sara' contento il nostro amico Lutrom che dovrebbe essere un indigeno del posto ( e se la piglia con la Merkel).


Il crac dell'università di Cassino, un buco da 44 milioni di euro

L'ateneo laziale non ha versato 35 milioni di contributi all'Inps. Indaga la Guardia di Finanza. Il rettore: "Credevo fosse un errore dell'istituto delle pensioni"


http://www.repubblica.it/cronaca/2017/03/14/news/il_crac_dell_universita_di_cassino_un_buco_da_44_milioni_di_euro-160519762/?ref=RHRS-BH-I0-C6-P3-S1.6-T1

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Martedì 14 Marzo 2017 10:47

Pana, la Scozia ha il petrolio, per quello l'Inghilterra se la deve tenere stretta.