Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Domenica 25 Giugno 2017 18:49

""Con cio' addio mi hai stufato per il basso livello di QI....e interlocutori facili mi stufano :)."

 

.....e pensare che solo una settimana fa mi avresti trovato una persona con alto livello di Q.I.

jejejejejejeje

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Domenica 25 Giugno 2017 18:34

orcocan, me sò perso una guerra monetaria .... Muschio, scusa, tu che hai letto il libro del Mod hai capito come lui pensa di risolvere la situazione odierna 'automazione-intelligenza artificiale' ? crede seriamente di creare occupazione ? no perché l'opinione Bullfinesca che questo nuovo cartalismo porti al 'NON SI FA PIU' UN CAZZO!!' mi pare condivisibile ... sono anni che ho messo quella ricerchina di Oxford ... http://www.oxfordmartin.ox.ac.uk/downloads/academic/The_Future_of_Employment.pdf ... pensare di risolvere monetariamente è solo un sogno anzi un incubo irrealizzabile, anzi accelererebbe la fine del lavoro 

:-)


 Last edited by: lmwillys1 on Domenica 25 Giugno 2017 18:42, edited 3 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 25 Giugno 2017 18:00

Lettura da sempliciotti

 

Ora aggiungo questo, ma poi basta perchè con Muschio perdo tempo e parlo con i somari. Vi è solo due cose che Te, GZ, stamparoli vari dimenticate....

a) uno, la CREDIBILITA' E LE ASPETTATIVE

b) l'incentivo all'azione umana....se passa il concetto...tanto stampo.....la banca va male...tanto inietto i soldi, tanto la salvo, l'azienda dell'imprenditore va male...tanto stampo e gli do un contributo a fondo perduto (vedi carta stampata e recente credito di imposta per esempio) ....NON SI FA PIU' UN CAZZO!!...

Con cio' addio mi hai stufato per il basso livello di QI....e interlocutori facili mi stufano :).

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Domenica 25 Giugno 2017 17:56

Il rapporto divorzio/tassi reali Bull l'ha capito perche' e' andato a prendersi i numeri e ha riflettuto sulla correlazione tra tassi reali e dimaniche inflazionistiche.

Il grande imbroglio di B (che ha fatto anche vittime illustri) sta tutti qui, dal 1981 ad oggi l'inflazione e' scesa di 20 punti, mettetevelo bene nella zucca, in tempi di inflazione calante i tassi reali pagati al servizio de debito diventano positivi, e' una questione di aritmetica, il divorzio non c'entra una beata mazza


 Last edited by: antitrader on Domenica 25 Giugno 2017 17:57, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 25 Giugno 2017 17:54

Intanto in Francia mi risulta il divorzio risalga al 1973...primo.

Quindi se in Italia alla fine il divorzio ha iniziato i suoi impatti nel 1988 (vedi lettura che trovi su internet di Blondet cui poi anche lui va a cadermi nel ridicolo e lo spiego via divorzio bcfrancia) e se la Francia aveva un vantaggio di 8 ANNI!!!! rispetto a noi dovrebbe aver avuto una massa di interessi spaventosa rispetto a noi....e invece no...

a) la base di partenza era piu' piccola

b) il divorzio appunto non c'entra una pippa...


 Last edited by: Bullfin on Domenica 25 Giugno 2017 18:05, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Domenica 25 Giugno 2017 17:43

"Non controlla piu' il tasso? che stai a di...tutti dopo gli anni 80 con o senza divorzio ebbero tassi reali positivi..."

Bullfin, è evidente che ti manchino i dati fondamentali quindi diventa una discussione tra sordi: prova a leggerti questa cosa che ti ho trovato al volo:

http://vitolops.blog.ilsole24ore.com/2014/11/03/la-finta-indipendenza-tra-banche-centrali-e-governi-a-parte-una/

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 25 Giugno 2017 17:29

Muschio per la moneta prenditi questo...

 

Sei in una stanza. siamo al tempo T...vi sono 100 beni....100 banconote di identico taglio con cui puoi acquistrare 100 beni.

Poi nella stanza  al tempo t+1 vengono immesse altre 100 banconote e  vi sono sempre 100 beni (ma possono essere anche 105 cambia poco)...quanto compra una singola banconota delle 200 esistenti?

Poi, poniamo di entrare al tempo T  in contatto con un nostro amico che ha 50 banconote in valuta diversa e voi scambiare le tue banconote con le sue. Gli scambi si fanno.

Poi andiamo al tempo T+1 e il nostro amico si ritrova con te...secondo te quante banconote ti chiedera' al tempo t+1 con le sue solite 50?

 

 

Per il divorzio

Non controlla piu' il tasso? che stai a di...tutti dopo gli anni 80 con o senza divorzio ebbero tassi reali positivi...questo è il vero problema non il divorzio...inoltre poniamo che "controlli il tasso.." (bah)....non controlla il cambio pero'...quando il cambio ti perde da 100 va a 10 vedi te le conseguenze....

 

 

Una cosa è certa...in economia non vi sono pasti gratis...

 


 Last edited by: Bullfin on Domenica 25 Giugno 2017 17:34, edited 3 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Domenica 25 Giugno 2017 17:28

Oscar caro,

in tutto il tuo ragionamento hai dimenticato il fattore decisivo: la moneta.

La Fiat non puo' creare Moneta, quindi utilizza moneta "esogena": lo Stato, invece, non può utilizzare moneta "esogena" (se non marginalmente con i saldi attivi di bilancio con l'estero).

Infatti, da dove viene la moneta (chi l'ha creata?) con la quale i cittadini pagano le tasse?


 Last edited by: muschio on Domenica 25 Giugno 2017 17:30, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Domenica 25 Giugno 2017 17:25

"Un suggerimento da un pentito come me...prendetevi i dati che vi ho messo qui...meditateci....e capirete che la favola del divorzio è tale.

Capirete che vi hanno preso e vi stanno prendendo per il culo"

Bullfin, dopo il divorzio, due sono state le conseguenze:

1) Lo Stato non controlla più il tasso con cui si indebita;

2) i titoli di stato diventano debiti (soldi che prima o poi dovrai rastituire, prelevandoli da tasse, tagli ecc.), e non una scrittura ad eternum di debito verso la banca centrale.

Piccole differenze eheheheheh 

oh, se non riesci più a riconoscere nemmeno questo, chiudiamo baracca e burattini.

PS: e non ho citato la variabile del debito sottoscritto dai propri cittadini o da investitori esteri.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 25 Giugno 2017 17:23

Molto bello il post di Xtol

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Domenica 25 Giugno 2017 17:23

Sbagliato Bullfin; il sistema finanziario di uno Stato non funziona e non PUO' (anche se si volesse) funzionare come il bilanzio di una famiglia o di un'azienda.

 

 

Caro Muschio,lo stato non è una azienda? invece si!!!

 

Una azienda come la Fiat ad esempio ha lo scopo di progettare,produrre e vendere veicolo con l'obiettivo di trasportare persone o cose.

Lo Stato gestisce servizi quali:l'istruzione,la giustizia,la salute,la moneta,il walfare,ecc.ecc.ecc. con l'obiettivo di dare al cittadino

la possibilità di vivere nei migliori dei modi.

Di cosa vive una azienda? Della vendita dei suoi prodotti ai clienti che li acquistano.

E lo Stato? Delle tasse dei cittadini che, con esse, "comprano" i servizi dello stato.

 

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 25 Giugno 2017 17:19

Bah non mi pare così la storia anche recente dica...non è servito a niente...se non erro sia ARgentina che Russia...

 

 

 

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-12-15/russia-bilico-recessione-213302.shtml?uuid=ABchHDRC&nmll=2707#navigation


 Last edited by: Bullfin on Domenica 25 Giugno 2017 17:24, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: XTOL on Domenica 25 Giugno 2017 17:19

una serie di motivi ed aggiustamenti che vanno aldilà di questi ragionamenti semplicistici con le quattro operazioni fondamentali

 

giusto; le variabili che dovremmo prendere in esame contemporaneamente sono più delle stelle nell'universo...

il problema è il meccanismo che scatta automaticamente in ciascuno di noi appena ci pare di aver capito qualcosa: "lo so io come risolvere tutto!"

è lo stesso identico meccanismo che fa di ciascun tifoso un infallibile commissario tecnico..

ma non è una sindrome che colpisce solo le zucche vuote antitraderiane: colpisce ancor più malignamente coloro che, per intelligenza, studi ed esperienza afferrano davvero la materia.

essi infatti non resistono alla tentazione di ritenersi depositari della ricetta sommamente benefica.

faccio un parallelo, un po' irriguardoso: keynes - zibordi!

entrambi intelligenti, entrambi competenti, entrambi convinti di aver individuato la pozione magica...

con keynes finì così, zibo ancora insiste...

Over lunch at the Bank of England, Keynes tells Henry Clay of his hopes that Adam Smith's 'invisible hand' can help Britain out of the economic hole it is in:
"I find myself more and more relying for a solution of our problems on the invisible hand which I tried to eject from economic thinking twenty years ago."


 Last edited by: XTOL on Domenica 25 Giugno 2017 17:20, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Domenica 25 Giugno 2017 17:18

Un debito in valuta sovrana se è pubblico, me lo ricompro in disavanzo Bull.

Prima di far Default meglio inflazionare.

Ma scherziamo??? Il sistema deve rimanere in piedi.


 Last edited by: Tuco on Domenica 25 Giugno 2017 17:20, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 25 Giugno 2017 17:14

con una moneta proprietaria sarebbe finita un ( bel ) po' meglio..

 

 

Non penso. I debiti o sono gestibili o non lo sono. impattano vari fattori. Quando un debito in moneta sovran non è piu' gestibile cosa fai? lo emetti in valuta estera (pagando un tasso basso). Oppure entri nell'euro (e infatti i tassi sono crollati...si lo so in tutto il mondo ma di certo avere una valuta etc credibile ha aiutato al loro abbassamento).

Ora la parabola finale è quella che non riesci a gestire nemmeno questa situazione e fai default. In pratica allunghi la minestra ma è sempre quella...