Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Venerdì 14 Aprile 2017 18:28

Tu inizia a segnartela. Me l'ha riferita persona assennata di buon livello sociale.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Venerdì 14 Aprile 2017 17:27

A proposito di fake news.

 

Gianlini> "gira la voce di un conflitto mondiale entro i prossimi 5-7 anni..."

 

Gira voce.... Sarebbe interessante che tu gianlini dicessi dove l' hai sentita o dove l' hai letta...

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Venerdì 14 Aprile 2017 15:48

" L'alternativa però  qual'è? "

L'alternativa e' la panza, quella caratteristica innata che ti porta a distinguere tra cose vere, cose false, cose verosimili e boiate pazzesche,

Ti faccio un es.: sui siti "alternativi" impazza la vulgata secondo la quale basta stampare soldi e siamo tutti ricchi. Ovvio che e' una boiata pazzesca.

Quanto al trampanaro e' il classico individuo da trivio catapultato al potere dalla plebaglia. Cosa ti potevi aspettare? e pensare che noi italiani avremmo dovuto essere efficacemente vaccinato dopo aver vissuto il 20ennio.

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Venerdì 14 Aprile 2017 15:05

a proposito di fake

 

"Questa volta, su internet, gira una «notizia» che - come postato sul suo profilo - mette all’indice sua sorella accusata di gestire «340 cooperative che si occupano di assistenza agli immigrati» e di cui «nessuno ne parla ovviamente».

 

 

Lo voglio dire a ridosso delle feste di Pasqua, proprio nel momento in cui molti si riuniscono in famiglia e con le persone care.

La mia unica sorella, morta anni fa per malattia, non si è mai occupata di migranti. Restaurava e dipingeva affreschi. Peraltro, non si chiamava nemmeno Luciana, ma Lucia.

Lo voglio dire a tutti quelli che hanno condiviso sulle loro bacheche e sui loro profili queste e altre menzogne su di lei.

E soprattutto a chi ha creato queste false notizie, personaggi senza scrupoli, sciacalli che non si fermano nemmeno davanti ai morti.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Venerdì 14 Aprile 2017 14:44

Bravo, infatti.

L'alternativa però  qual'è?

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Venerdì 14 Aprile 2017 14:17

Tuco,

l'informazione cosiddetta alternativa e' quella che ha dipinto il trampanaro come un pacifista salvatore dell'umanita'.

In meno di 100 giorni ci ha gia' portato a un passo dalla guerra nucleare, e questo senza che sia successo nulla di rilevante nel mondo (a parte le sue stronzate).

Quelli che "vi fanno credere...etc..etc..", a conti fatti, son dei fessacchiotti che si bevono le boiate piu' incredibili.

Da una parte l'informazione ufficiale che sicuramete e' "governata", dall'altra hai il mercato dell'informazione alternativa la quale, per restare appunto sul mercato, deve sparare boiate sempre piu' pazzesche, e tu nel mezzo.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Venerdì 14 Aprile 2017 13:13

Morphy> "L'occidente, dall'ultimo dopoguerra, ha fatto un uso della propaganda talmente massiccio che in confronto i cinesi di Mao sembrano dei bambini con la bavaglia sbrodolata. Basti vedere come i media trattano quella baggianata del femminicidio che, dati alla mano, è un fenomeno in via di estinzione che non andrebbe nemmno menzionato. Questa è la realtà, quella vera, rimbambire la gente."

 

I media sono fatti apposta per fare propaganda. E in occidente i maggiori media fanno cartello su quali notize dare e quali no, e soprattutto su quale versione della notizia dare. E' cosi' da che mondo e'mondo. Il panico che sta scoppiando ora sulle "fake news"e' che con internet puoi avere accesso ad informazioni alternative. Eheh... ;-) Infatti hanno il terrore di RT. Perfino il capo della CIA ha detto che e' RT e' complice di wikileaks. Non hanno ancora il terrore di ZeroHedge perche' e' a bassa tiratura.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Venerdì 14 Aprile 2017 12:57

Morphy , il linguaggio ...il linguaggio ..

Lanciare missili è ,di fatto ,non lanciare missili,ma fare una "mossa preventiva".

Epurare è invece tradotto con "riorganizzare ".

Il leghista Gibelli a Ferrovie Nord ,quando è entato in carica si è messo a "riorganizzare " e ,come prima mossa ,ha epurato quelli dell'ufficio  Ispezioni che avevano scoperto e denunciato il vecchio Presidente ladro.

Abolire significa invece .... cambiare nome.

Vedi Equitalia,finanziamento dei partiti,Ministero dell'Agricoltura.

Ma perchè puo avere successo una sequela di truffe collettive ?

Per me il mondo è diventato troppo complesso .

Soprattutto con l'avvento di internet tutti parlano di tutto.

 

Hobi


 Last edited by: hobi50 on Venerdì 14 Aprile 2017 12:59, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Venerdì 14 Aprile 2017 12:57

Morphy, la storia dei caschi bianchi e' interessante. Vengono presentati come un' organizzazione umanitaria, ci hanno fatto un film sopra, vincitore di diversi Oscar. Nel loro sito web, che sembra costruito da graphic designers professionisti (confrontalo con quello di Swedish Doctors for Human Rights) scrivono:

 

"When the bombs rain down, the Syrian Civil Defence rushes in. In a place where public services no longer function these unarmed volunteers risk their lives to help anyone in need - regardless of their religion or politics. Known as the White Helmets these volunteer rescue workers operate in the most dangerous place on earth.(...) UNARMED AND NEUTRAL"

 

Accidenti! Mi hanno convinto! Che eroi! Voglio unirmi ai caschi bianchi! Sento che e' la mia vocazione, anche Clooney ci ha fatto un film. C'e' chi va con Médecins Sans Frontières, chi con la Croce Rossa, io voglio unirmi ai Caschi Bianchi.

 

Non e' possibile. Cercate su Google. Mentre tutte le organizzazioni umanitarie fanno a gara per avere volontari, i Caschi Bianchi no. Curioso, vero? Chissa' perche'...


 Last edited by: Gano di Maganza on Venerdì 14 Aprile 2017 13:06, edited 4 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Venerdì 14 Aprile 2017 12:25

Ma no Morphy,  ti confondi.  La guerrafondaia era la Clinton...

Dai, te l'hanno ripetuto  in tutte le salse. Dai, ripetilo con me così lo impari anche tu...

'Trump è pacifista, la Clinton guerrafondaia, Trump è pacifista, la Clinton guerrafondaia, Trump è pacifista, la Clinton guerrafondaia, Trump è pacifista, la Clinton guerrafondaia, Trump è pacifista, la Clinton guerrafondaia, Trump è pacifista, la Clinton guerrafondaia...."

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Venerdì 14 Aprile 2017 11:08

Vedi Gian, sto qui rapianava con un ascia....altro che 800 soldati delle forze speciali

http://www.today.it/cronaca/norbert-faher-igor-russo-ricerche.html

Questo solo quando è venuto in possesso di armi è diventato mediamente pericoloso come tutti i criminali ladri armati.

Comunque per me è una vergogna....800 soldati e non l'hanno ancora preso...dillettanti...

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Venerdì 14 Aprile 2017 10:41

Chi lo sa....

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Venerdì 14 Aprile 2017 09:58

Anti,non è pazzo. A pensar male spesso ci si indovina.

 

Sono tifoso del Milan dalla nascita,molto prima che Berlusconi diventasse presidente e ricordo le grandi imprese del Milan

con la sua presidenza. Tuttavia,le grandi operazioni di mercato con scambi di giocatori o quote societarie a cifre iperboliche,frequentemente

nascondono operazioni finanziarie che poco hanno a che fare con lo sport.................

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: XTOL on Venerdì 14 Aprile 2017 09:48

ecco, questa sarebbe la risposta da dare ai terremotati come regalo di pasqua.

“TAX FREE ZONE” PER SEMPRE PER LE AREE TERREMOTATE

Come quel territorio, schiacciato non solo dal collettivismo e dal ‘sistema Italia’, ma adesso anche dal terremoto e dalla sua continua minaccia, possa risollevarsi è per me difficile da immaginare.

Tranne che in un caso. C’è una semplice decisione che, a mio modo di vedere, letteralmente dalla sera alla mattina darebbe vita a un processo inarrestabile che, in un tempo relativamente breve, trasformerebbe le zone terremotate in un posto con un reddito pro-capite che gli italiani possono solo sognarsi.

Rendere quel territorio una “tax-free zone”. Per sempre.

Tenetevi i soldi della ricostruzione, ficcateveli in quel posto e toglietevi dalle scatole. E fate largo alla bomba atomica alla meno uno: il processo di mercato. Senza se e senza ma.

Se lo faceste, vedreste affluire, nonostante il terremoto, investimenti da tutto il mondo. Investimenti: quelli volti al profitto. Vi stupireste, fra le altre cose, per la costosissima tecnologia antisismica che verrebbe messa in pratica con denaro privato in edifici che nulla avrebbero a che vedere con le casette antisismiche da geometra che temo. Scoprireste di essere il problema, non la soluzione. Quindi non lo farete mai.

 

Provate a immaginare quale partito italiota potrebbe fare sua una proposta come questa... nessuno ovviamente.

dopodichè chiedetevi se vale la pena andare a votare

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Venerdì 14 Aprile 2017 09:17

Gano, ma ti rendi conto che è riuscito, il somaro terun, a mischiare la vendita del Milan con l'euro, la Merkel, il ventennio....quello è  pazzo!...