Stupidi Uomini Bianchi

 

  By: NelloManga on Venerdì 16 Settembre 2016 17:02

Ma sì, Gianlini, certo che conosci qualche negro. Tutti ne conosciamo qualcuno: la famiglia del piano di sopra, il ragazzo del bar all’angolo, quello della security nel negozio di profumi, la parrucchiera della moglie ... ma sono tutte conoscenze superficiali, epidermiche, occasionali, fuggevoli; soprattutto, nonostante quel che tu credi, SONO CASI ISOLATI. Sono casi isolati perché sono pochi in assoluto; ma, soprattutto, sono casi isolati nel senso che comunque, fino a non più di 3-4 anni orsono, il numero dei nostri fratelli abbronzati era veramente ridotto, ^circa 200 mila in tutta Italia#http://www.tuttitalia.it/statistiche/cittadini-stranieri-2016/^, cioè molti meno di quanto la loro immediata percepibilità poteva far credere. Questo comporta che sono completamente dispersi nella massa della popolazione italiana, non possono far gruppo, mancano le condizioni per ricreare il loro ambiente d’origine e la loro società naturale: sono, in un certo senso, “costretti” ad adeguarsi all’ambiente circostante; è un adeguamento più esteriore che interiore, più di forma che di sostanza, ma, comunque, è già qualcosa, perché limita fortemente l’emergere dei tratti fondamentali loro propri, ovvero quei tratti che fanno sì che l’Africa sia l’Africa e sia così da 100 mila anni. Quindi, tornando all’inizio, sì, tu i negri li conosci, ma li conosci così: in maniera superficiale ed occasionale, persone singole, lontane dal loro ambiente di origine, sostanzialmente isolate dai loro simili e completamente immerse in un mondo differente dal loro. Cioè, come dicevo, non li conosci veramente.

 

  By: gianlini on Venerdì 16 Settembre 2016 10:40

Nello! io conosco personalmente diversi senegalesi* e un keniota, sono tutti integrati e gran lavoratori (oltre al fatto che ormai masticano milanese molto meglio di me); mandano i loro figli a scuola, si interessano molto del loro andamento scolastico, sono molto esigenti, li hanno mandati al liceo, ed ora i più grandi all'università, credo paghino regolarmente affitto, tasse e quant'altro. Saranno casi isolati? Non mi sembra, se vedi in giro gruppi di ragazzini, qualche ragazzo di colore nel gruppetto di bianchi lo trovi. E se non li emargini, non sembrano interessati a fare gruppo a se.** Cosa che invece non vale per i cinesi, per i pakistani, per molti magrebini e spesso per i sudamericani. (VEDI IMMAGINI ALLEGATE) Quelli che vedo, anche alla terza generazione, non comportarsi da italiani e limitarsi ad una cortese ma superficiale convivenza sono i cinesi! e i pakistani! * uno dei negozi lo ho affittato proprio ad una ragazza senegalese di 35 anni che fa la parrucchiera, è single, si mantiene tranquillamente da sola, è molto curata e puntuale nei pagamenti; invece uno dei bilocali che ho ereditato a Trento l'ho affitto proprio a dei ragazzi albanesi, che invece lasciano molto a desiderare come comportamento di condominio, purtroppo....come vedi io non parlo solo per idee teoriche, anzi! ho vissuto in uno stabile multietnico a Milano e fra i pochi che non davano problemi c'erano degli africani, mentre potrei dire peste e corna di filippini e dei sudamericani ** in Danimarca, in uno sf.igatissimo paesino del nord ho visto una scena che per fortuna in Italia vedi raramente se non mai; due ragazzini biondi-pel di carota sui 10 anni fare il dito medio a distanza e profferire insulti che ovviamente non ho compreso, , sghignazzando volgarmente, nei riguardi di 3-4 loro coetanei di colore che giocavano a qualche metro di distanza - per fortuna da noi queste cose non capitano

 

  By: NelloManga on Venerdì 16 Settembre 2016 08:47

Beh, sicuramente il colore della pelle (a lunga distanza) ed i lineamenti del volto (a distanza ravvicinata) rendono i negri (non a caso così denominati) immediatamente identificabili in mezzo agli altri. Quanto al fatto che siano l'UNICO elemento che permette #i#permette di distinguere un senegalese o un keniota che vive qui da 20 anni da un italiano#/i#, ebbene questa affermazione dimostra che i kenioti, i senegalesi, i ghanesi, i nigeriani etc. tu non li conosci, non li conosci proprio. Per carità, ne vedrai a migliaia a Milano, li incroci per strada, ogni tanto ci scambi qualche battuta al bar, ultimamente ne avrai anche trasportati sul tassì, ma non li conosci. NON. LI. CONOSCI. #u#P.S.#/u# Non è che lo dico a te, perché sei Gianlini. Lo stesso identico discorso vale per tutti coloro che degli immigrati, in generale, e dei terzomondiali, in particolare, parlano in termini neutri, astratti, intellettualistici: ci discuti dieci minuti e capisci che per loro "gli immigrati", in realtà, non esistono, sono come personaggi di un documentario scientifico, di cui vedi scorrere la vita sullo schermo, ma che non sono reali, vivi, vicini. Soprattutto NON SONO VICINI, anche se li incrociate ai giardini o li vedete dall'automobile o ci scambiate, ogni tanto, due insignificanti parole.

 

  By: gianlini on Venerdì 16 Settembre 2016 03:29

è da ritenere che nei prossimi venti-trent'anni essi diventeranno pressoché indistinguibili dagli italiani, nomi a parte." Ne sono convinto anch'io. ---------------------------- in effetti credo anche io che non diventeranno scuri di pelle, che è poi l'unica cosa che vi permette di distinguere un senegalese o un keniota che vive qui da 20 anni da un italiano.....

 

  By: NelloManga on Giovedì 15 Settembre 2016 18:40

Gianlini, desolato di contraddirti, ma per amor di verità devo informarti che: #i#sono 4 gatti, gli albanesi, ma mi sembrano davvero pestiferi!#/i# non è vero. ^Gli albanesi in Italia sono MEZZO MILIONE (= 500 mila)#http://www.comuni-italiani.it/statistiche/stranieri/al.html^. #ALLEGATO_1# Negli anni novanta, fino al 2000, parevano un'orda di selvaggi non integrabili, delinquenti, violenti, primitivi, tribali, musulmani: in effetti era successo che in Italia erano arrivati (anche su interesse dei governi albanesi dell'epoca) tutti i peggiori avanzi di galera. Oggi la situazione è totalmente cambiata e la comunità albanese si sta rapidamente e pienamente integrando (albanesi e kosovari ne conosco personalmente a decine; i kosovari, che sono arrivati dopo, sono meno "addomesticati"): nota, fra l'altro, che la percentuale dei maschi è pressoché pari a quella delle femmine, chiaro segno di una situazione che si sta stabilizzando. Aggiungo che non mi risulta che vi siano quartieri o strade o ghetti "albanesi": le famiglie sono distribuite in mezzo alla popolazione italiana. Chiaro che sono albanesi e tali resteranno ancora per un bel po' (anche dal punto di vista del crimine), ma è da ritenere che nei prossimi venti-trent'anni essi diventeranno pressoché indistinguibili dagli italiani, nomi a parte. Questo statisticamente, sui grandi numeri. Poi le personali convinzioni ed esperienze di vita possono essere differenti.

 

  By: DOTT JOSE on Giovedì 15 Settembre 2016 17:31

mi ero sbagliato, non era egiziano l'autista assassino bensi' il dpendente massacrato sull'altare dei profitti padronali, padre di 5 figli "I lavoratori di queste cooperative (spesso false coop), non si vedono. - prosegue il sindacalista Usb - Nell’ombra fanno funzionare la grande distribuzione. Ma nell’ombra succede di tutto: salari decurtati, zero diritti, zero sicurezza e chi sciopera viene licenziato. Il gravissimo fatto di questa notte è l’epilogo di una serata di gravi tensioni, che è sfociata in tragedia. http://www.controlacrisi.org/notizia/Lavoro/2016/9/15/47991-camion-bomba-contro-un-picchetto-di-lavoratori-della/

 

  By: gianlini on Giovedì 15 Settembre 2016 14:42

Gano, nessuno può importi di avere più paura di un albanese piuttosto che di un colorato. Scelta personalissima tua. Io le idee ce le ho sufficientemente chiare, poi ognuno faccia come gli pare.

 

  By: gianlini on Giovedì 15 Settembre 2016 14:05

il "deve" in oggetto non sottintendeva un imperativo categorico....anzi! quando non si tratta di una rapina violenta, magari lo hai solo sorpassato, oppure ti sei lamentato che era parcheggiato in posizione un po' scomoda in doppia fila, oppure eri assorto e l'hai guardato in un modo che lui ritiene offensivo....sempre che tu non incappi in una donna che è stata con lui, che finisci morto senza sapere probabilmente neanche perché.... in effetti ogni tanto sparano, e non accoltellano... http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/16_settembre_11/bresso-40enne-ucciso-coltellate-una-sala-slot-preso-l-assassino-5651caa2-77ea-11e6-83b8-0f3d7d1c35c5.shtml http://www.ilrestodelcarlino.it/rimini/cronaca/omicidio-lungomare-rivabella-killer-arresto-1.2195309 http://www.astinotizie.it/2016/08/02/leggi-notizia/argomenti/cronaca-12/articolo/ricercato-per-tentato-omicidio-arrestato-albanese.html http://www.giornaledibrescia.it/valsabbia/delitto-di-vobarno-arrestato-il-cognato-1.3093248 http://www.tiburno.tv/tivoli/item/14707-tivoli-padrone-di-casa-ucciso-dall-inquilino-in-arresto-un-39enne-albanese sono 4 gatti, gli albanesi, ma mi sembrano davvero pestiferi!

 

  By: gianlini on Giovedì 15 Settembre 2016 10:24

Gano, gli albanesi sono come i calabresi. Brava gente, ma se ti deve dare una coltellata non ci pensa un secondo. E dato che io delle coltellate ho paura, ho paura sia degli uni che degli altri. Invece aggressività latente negli africani non riesco a percepirla. Se guardi anche ai giocatori di calcio, di colore, è abbastanza difficile che siano fallosi e attaccabrighe. Invece gli slavi.... Cmq sto studiando il dossier somalo, che quei piccoletti denutriti dicono che sono indiavolati, così posso rispondere a Nello (mi spiace per te, MR, ma sono abbastanza preso fra taxi e il resto)

 

  By: gianlini on Giovedì 15 Settembre 2016 00:23

Shera, ma gli albanesi, in quanto europei bianchi, non vi piacevano? (Io invece ho sempre detto di non volerne)

 

  By: shera on Mercoledì 14 Settembre 2016 18:05

^Nigeriani e albanesi fanno amicizia#http://www.ilgiornale.it/news/cronache/incinta-si-ribella-furto-sul-treno-picchiata-due-albanesi-1306595.html^

 

  By: Tuco on Mercoledì 14 Settembre 2016 13:48

Infatti Gian! bisogna fare le cose secondo prassi e legalità! :-)

 

  By: gianlini on Mercoledì 14 Settembre 2016 12:19

Tuco, che schifo! da noi certe cose le fanno solo allo Stadio!

 

  By: Tuco on Mercoledì 14 Settembre 2016 10:15

 

  By: gianlini on Mercoledì 14 Settembre 2016 01:56

facciamo felice Shera! http://www.corriere.it/cronache/16_settembre_13/pozioni-torture-tratta-schiavi-colpita-mafia-nigeriana-italia-1e2a1892-79ce-11e6-bef8-ede1e707e339.shtml