Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)

 

  By: Gano* on Lunedì 19 Marzo 2007 10:39

Vi sono diversi fattori che influenzano il clima terrestre, dall' attivita' solare alle eruzioni vulcaniche. Ma mentre queste sono influenze di natura caotica, l' immissione antropica di CO2 nell' atmosfera e' un' influenza di natura sistemica, per questo molto piu' pericolosa. E' interessante quanto riporta piu' sotto GZ, che cioe' gli USA abbiano aumentato il budget per la ricerca su "climate change" e l' effetto di CO2 industriale dai 200 milioni del 1990 ai SEI MILIARDI DI DOLLARI (sorbole!) di oggi. Da questo ne deduco due cose: La prima che alla fine si siano resi conto anche loro della PERICOLOSITA' globale delle emissioni da effetto serra, dando implicitamente ragione al 99% degli scienziati; la seconda che siano soldi spesi in modo poco efficiente, visto che gli USA consumano il 19% delle risorse mondiali ma riescono da soli ad emettere il 36% (!) delle emissioni nell' atmosfera... ;-)

 

  By: Fortunato on Lunedì 19 Marzo 2007 09:30

Tonaus, ti ringrazio della tua gentile risposta. Sono senza parole. Penso che ormai la follia alberga sovrana. Ogni commento è superfluo. Fortunato

 

  By: polipolio on Lunedì 19 Marzo 2007 09:00

"la CO2 contribuisce al 50/60% riguardo l'effetto serra dei gas e aumenta la temperatura ; con l'aumento della temperatura aumenta il vapor acqueo che aumenta a sua volta la temperatura. L'uomo non incide sul vapor d'acqua , ma sui gas serra ,che aumentano da soli la T° e in più aumentano il vapor d'acqua." E' da quando abbiamo discusso su questo forum un paio di anni fa che non ho più seguito. Ma mi pare di ricordare che il vapor d'acqua (ovviamente non condensato) determina effetto serra in ragione di un multiplo del co2. Per quanto attiene al vapor d'acqua anropogenico sarei cauto a dire che non ce n'è: la combustione di idrocarburi che genera co2 genera h2o (e in misura maggiore per i combustibili 'nobili' e 'poco inquinanti' come il metano). Il raffreddamento industriale (ad acqua, di solito) genera vapore che viene condensato ma anche sfiatato. L'irrigazione e l'irregimentazione delle acque genera vapore ...

 

  By: tonaus on Lunedì 19 Marzo 2007 06:41

Caro Fortunato, purtroppo è tutto vero. Eccolo.... ^focus#http://www.focus.it/In_edicola/default.aspx?ide=23854^

 

  By: Fortunato on Lunedì 19 Marzo 2007 00:36

Caro amico Norton, non volevo diostrare assolutamente qualcosa o il suo contrario; nel mio intevento ho inteso solo scrivere il mio pensiero su come sono andate le cose in questo paese e come, purtroppo, non si vuol comprendere che non è possibile fare previsioni per il futuro in quanto non possono essere prese in considerazioni solo le costanti poichè le varianti, per nostra fortuna, mutano al mutar delle scoperte scientifiche e delle nuove tecnologie. Ecco perchè non credo minimamente ai catastrofisti come ai qualunquisti che circa 10anni orsono (The Independent di domani) hanno iniziato una battaglia ideologica per dimostrare con certa falsa scienza che l'equivalente della odierna cannabis era assolutamente senza pericoli di sorta. Ed ora ci viene a chiedere scusa affermando che èestato tutto un errore. Questo non solo mi fa incazzare da morire e gli autori che si sono di volta involta dato il cambio in questa campagna mediatica che ha avuto vasta eco anche nel nostro paese come anche del resto del mondo andrebbero torturati sul vero senso della parola, come andrebbero messi in galera i cosìdetti "lebertari" nostrani e del resto del mondo; pensa domani uscirà un articolo di una delle riviste più accreditate a livello scientifico che dimostra che oltre il 10% degli attuali schizzofrenici dipende proprio dall'assuzione di tale droga. E' un vero scandalo che ancora nel nostro parlamento siedano "persone" che hanno cercato di fare accettare una legge per la liberalizzazione. Non è assolutamente possibile andare avanti così! Scusami se sono duro quando tratto questi argomenti, nonriesco a tollerare certi loschi individui e tu che sei medico dovresti comeprendere le mie reazioni che vogliono essere solo un grido d'allarme a favore degli ingenui. Sono schifato da certi atteggiamenti che vorrei definire come meritano: DELINQUENZIALI. Fortunato

 

  By: Moderator on Lunedì 19 Marzo 2007 00:15

la CO2 contribuisce al 50/60% riguardo l'effetto serra dei gas e aumenta la temperatura ; con l'aumento della temperatura aumenta il vapor acqueo che aumenta a sua volta la temperatura. L'uomo non incide sul vapor d'acqua , ma sui gas serra ,che aumentano da soli la T° e in più aumentano il vapor d'acqua. La velocità della cosa e gli altri parametri che contribuiscono magari sono difficilmente quantificabili ma il principio base è quello. parlare di riscaldamento e danni vari non è terrorismo.La gente fa come i politici , non vuol vedere oltre il naso del proprio ciclo : i politici pochi anni , le persone qualche decina d'anni. [Se si vuole fare del terrorismo si potrebbe invece ipotizzare non tanto i danni sui rapidi cambiamenti climatici, ma la possibilità di raggiungere senza saperlo un qualche punto di rottura del sistema ,punto che non conosciamo,che potrebbe portare a quello che è capitato a Venere .Perchè su Venere pare che ad un certo punto un aumento di temperatura ed un aumento di evaporazione ha portato a ad un meccanismo a catena, fino ad evaporazione totale degli oceani e temperatura di 500 gradi con atmosfera al 90% di anidride carbonica.] Che il sistema non è capace di compensare bene questi imprevisti lo si vede anche con le grosse eruzioni:il riequilibrio è alquanto lungo . Però la CO2 rimane in atmosfera per 100 anni , non per 2 3 come le polveri. Anche il corpo umano è complesso e ha meccanismi sofisticati di autodifesa , ma degli ultramicroscopici virus sono in grado di mandarlo in tilt.Non si può pensare che tutto si autoregola come in un paradiso terrestre. Comunque la risposta l'ha data Fortunato , anche se voleva dimostrare l'esatto contrario : abbiamo svariati casi , politica energetica e delle acque.... , di classi politiche ignoranti e miopi che hanno portato un sacco di danni perchè non hanno preso in considerazione quello che un comitato di scienziati poteva proporre 50 anni prima di pagar la cambiale. Purtroppo m'ero riproposto di saltare l'argomento perchè nessuno si sposta di un millimetro , ma non sono troppo disciplinato . Ci riprovo

 

  By: Fortunato on Lunedì 19 Marzo 2007 00:12

Tonaus, è vera la notizia che hai riportato? Ad na prima lettura mi sono sbellicato dal ridere credendo tu vollessi scherzare; poi ho voluto rileggere una seconda e una terza volta e mi è sorto il dubbio che forse è vero, se così fosse saremmo ad una dimensione ben oltre la follia collettiva e il delirio della idiozia allo stato puro. Cortesemente mi rispondi? Fortunato

 

  By: polipolio on Domenica 18 Marzo 2007 22:37

Norton, che il co2 causi effetto serra è pacifico. Che il co2 sia aumentato è pacifico. MA i fatti (la temperatura) non sono coerenti con una relazione diretta. Dunque dovremmo capire un po' meglio, prima di buttare via tempo (e soldi eccetera) prima di curare un parametro che NON spiega la PRESUNTA malattia. Tu sai meglio di me che il vapore acqueo ha un effetto molto maggiore del co2 e una concentrazione 100 volte maggiore. Perché non ci preoccupiamo di quello? Ma prima di tutte queste questioni sull'aumento della temperatura (speriamo che come quest'inverno duri, tra l'altro) non ci si potrebbe occupare chessò di fame nel mondo, di corruzione nel terzo mondo, di guerra, di armi, di persecuzioni, di 'violazioni dei diritti umani' (leggi uccisioni barbare, torture, vessazioni varie), di libertà di sviluppo economico, di ricerca scientifica e del suo funding.

 

  By: tonaus on Domenica 18 Marzo 2007 22:00

tranquilli, ho io la soluzione al problema: andate in edicola e comprate Focus di aprile. In copertina troneggia :" Operazione clima - Così ripareremo la Terra." Le soluzioni (genialate da dopo sbronza di birra all' Oktober fest) 1° - Creare iceberg a difesa degli oceani (servirebbero "solo" 8100 isolotti con cannoni spara acqua nebulizzata) 2° - Far in modo che la CO2 venga assorbita dal fitoplancton grazie a del fertilizzante a base di ferro gettato in mare dalle navi 3° - creare un ombrello chimico fatto di zolfo, sparando nel cielo migliaia di palloni con bombole piene di idrogeno solforato 4° - pompare la CO2 nei giacimenti vuoti di petrolio, o addirittura in quelli ancora in uso, favorendo la fuoriuscita del petrolio. 5° - creari delle supernavi sparavapore per fare delle nuvole artificiali, raffreddando così il pianneta. Leggendo queste grandi idee, mi rendo conto che ha ragione Zibordi, che alla base di tutto c'è questa cultura del terrore climatico, dove qualcuno ci marcia alla grande. Alla fine è tutto un business. Saluti.

 

  By: Fortunato on Domenica 18 Marzo 2007 21:21

Esteban, certo che ho capito. A mio personalissimo parere, come affermato in precedenza, di scienza possiamo parlarne solo a livello amatoriale non certo per dare una lezione. E' un argomento di estrema complessità che va a toccare tanti di quei campi che non riusciremo ad elencarli tutti. A titolo del tutto personale questi presagi di sventura che ci stanno propinando ormai da moltissimi anni, secondo me in malafede, sono stati elaborati in modo del tutto speculativo perchè non tengono conto degli sviluppi della stessa ricerca scientifica e tecnologica che man mano che il tempo passa sono addirittura anche non inquinanti, almeno nella concezione delle conoscenze attuali. Ecco perchè giudico aria fritta continuare a essere tifoso per l'una o l'altra teoria. Hai parlato dell'acqua. Se i nostri politici negli ultimi 40anni avessero pensato soltanto a spendere via viadei soldi per una ristrutturazione della rete idrica italiana non ci troveremmo ora ad avere perdite in media del 50% e, in molti casi, dell'80%. Se i nostri politici, voglio chiamarli così per non sporcarmi la bocca con i veri attributi che meriterebbero, dicessero meno castronerie sull'ambiente e sull'energia e lasciassero fare ai veri scienziati sicuramente non ci troveremmo in queste condizioni. Se a capo dell'Enel negli ultimi 40/50anni avvessero nominato un comitato scientifico per una politica strategica dell'energia ora non saremmo quì a discutere del sesso degli angeli. E invece niente negli anni cruciali abbiamo optato per una politica energetica dissennata, strampalata, senza senso per non "turbare" alcune correnti politiche, divenute ora anche mebri dell'attuae governo, del tutto minutili e insignificanti; losappiamo bene entrambi, sai che ti reputo persona intelligente. E' venuto il momento delle persone serie inogni campo, pertanto togliamoci di dosso le ultime incrostazioni di falsi idoli e iniziamo da subito a mandare a quel paese tutti gli idioti che sino ad ora ci hanno fregato. Ma come puoi ascoltare Fassino &Compagnucci della Parrocchietta (ricordi questo magnifico film?) autodefinirs liberali, ormai siamoarrivati alla farsa, non hanno proprio vergogna di parlare di argomenti a lo completamente sconosciuti. Dai Esteban ormai dobbiamo ammettere che non esiste più morale ed etica, stanno frullando tutto per non far comprendere un tubo alla stragrande maggioranza del popolo italiano che ormai è copletamente fuori di testa. Prova ad esaminare ci che hanno affermato da quando sono al governo sullo stato dell'economia; addirittura abbiamo come vice ministrodell'economia Cento, sai chi è stato e chi è? Ti rendi conto che esponenti dell'attuale governo hanno avuto proposto senza vergognarsi che lo Stato Italiano avrebbe dovuto acquistare il papavero d'oppio agli Afgani? Ti rendi conto che c'è voluta una sentenza del TAR per abrogare la legge del raddoppio di dosisulla droga, votata sempre dall'attualegoverno? Addirittura domani uscirà un articolo di una delle più accreditate riviste scientifiche al mondo sulla estrema pericolosità della cannabis e questi "giocherelloni"avevano raddoppiato le dosi permesse. Mastiamo scherzando? Voglio terminare postando una poesia del grandissimo Totò: "Ogn'anno,il due novembre,c'é l'usanza per i defunti andare al Cimitero. Ognuno ll'adda fà chesta crianza; ognuno adda tené chistu penziero. Ogn'anno,puntualmente,in questo giorno, di questa triste e mesta ricorrenza, anch'io ci vado,e con dei fiori adorno il loculo marmoreo 'e zi' Vicenza. St'anno m'é capitato 'navventura... dopo di aver compiuto il triste omaggio. Madonna! si ce penzo,e che paura!, ma po' facette un'anema e curaggio. 'O fatto è chisto,statemi a sentire: s'avvicinava ll'ora d'à chiusura: io,tomo tomo,stavo per uscire buttando un occhio a qualche sepoltura. "Qui dorme in pace il nobile marchese signore di Rovigo e di Belluno ardimentoso eroe di mille imprese morto l'11 maggio del'31" 'O stemma cu 'a curona 'ncoppa a tutto... ...sotto 'na croce fatta 'e lampadine; tre mazze 'e rose cu 'na lista 'e lutto: cannele,cannelotte e sei lumine. Proprio azzeccata 'a tomba 'e stu signore nce stava 'n 'ata tomba piccerella, abbandunata,senza manco un fiore; pe' segno,sulamente 'na crucella. E ncoppa 'a croce appena se liggeva: "Esposito Gennaro - netturbino": guardannola,che ppena me faceva stu muorto senza manco nu lumino! Questa è la vita! 'ncapo a me penzavo... chi ha avuto tanto e chi nun ave niente! Stu povero maronna s'aspettava ca pur all'atu munno era pezzente? Mentre fantasticavo stu penziero, s'era ggià fatta quase mezanotte, e i'rimanette 'nchiuso priggiuniero, muorto 'e paura...nnanze 'e cannelotte. Tutto a 'nu tratto,che veco 'a luntano? Ddoje ombre avvicenarse 'a parte mia... Penzaje:stu fatto a me mme pare strano... Stongo scetato...dormo,o è fantasia? Ate che fantasia;era 'o Marchese: c'o' tubbo,'a caramella e c'o' pastrano; chill'ato apriesso a isso un brutto arnese; tutto fetente e cu 'nascopa mmano. E chillo certamente è don Gennaro... 'omuorto puveriello...'o scupatore. 'Int 'a stu fatto i' nun ce veco chiaro: so' muorte e se ritirano a chest'ora? Putevano sta' 'a me quase 'nu palmo, quanno 'o Marchese se fermaje 'e botto, s'avota e tomo tomo..calmo calmo, dicette a don Gennaro:"Giovanotto! Da Voi vorrei saper,vile carogna, con quale ardire e come avete osato di farvi seppellir,per mia vergogna, accanto a me che sono blasonato! La casta è casta e va,si,rispettata, ma Voi perdeste il senso e la misura; la Vostra salma andava,si,inumata; ma seppellita nella spazzatura! Ancora oltre sopportar non posso la Vostra vicinanza puzzolente, fa d'uopo,quindi,che cerchiate un fosso tra i vostri pari,tra la vostra gente" "Signor Marchese,nun è colpa mia, i'nun v'avesse fatto chistu tuorto; mia moglie è stata a ffa' sta fesseria, i' che putevo fa' si ero muorto? Si fosse vivo ve farrei cuntento, pigliasse 'a casciulella cu 'e qquatt'osse e proprio mo,obbj'...'nd'a stu mumento mme ne trasesse dinto a n'ata fossa". "E cosa aspetti,oh turpe malcreato, che l'ira mia raggiunga l'eccedenza? Se io non fossi stato un titolato avrei già dato piglio alla violenza!" "Famme vedé..-piglia sta violenza... 'A verità,Marché,mme so' scucciato 'e te senti;e si perdo 'a pacienza, mme scordo ca so' muorto e so mazzate!... Ma chi te cride d'essere...nu ddio? Ccà dinto,'o vvuo capi,ca simmo eguale?... ...Muorto si'tu e muorto so' pur'io; ognuno comme a 'na'ato é tale e quale". "Lurido porco!...Come ti permetti paragonarti a me ch'ebbi natali illustri,nobilissimi e perfetti, da fare invidia a Principi Reali?". "Tu qua' Natale...Pasca e Ppifania!!! T''o vvuo' mettere 'ncapo...'int'a cervella che staje malato ancora e' fantasia?... 'A morte 'o ssaje ched''e?...è una livella. 'Nu rre,'nu maggistrato,'nu grand'ommo, trasenno stu canciello ha fatt'o punto c'ha perzo tutto,'a vita e pure 'o nomme: tu nu t'hè fatto ancora chistu cunto? Perciò,stamme a ssenti...nun fa''o restivo, suppuorteme vicino-che te 'mporta? Sti ppagliacciate 'e ffanno sulo 'e vive: nuje simmo serie...appartenimmo à morte!" Credimi! E arrivata l'ora delle persone serie. Fortunato

 

  By: Esteban on Domenica 18 Marzo 2007 20:28

Fortunato ... dai ... hai capito ... non ho detto questo ! Pure io non bado ai litri ... il problema è che sino a quando lo faccio Io può essere indifferente (affatto)... pago una bolletta e finisce lì. ma quando è uno stato , una ideologia , che non lo fa ... che non controlla i limiti ... I problemi possono essere maggiori. (figuriamoci l'Italia che pensa solo a salvare interessi dei politici e chi + ha modo di speculare) Ti ricordi cosa ha significato la mancanza energia elettrica tempo fa quando ci fu il black out ? Ci si è resi subito conto di quanta importanza aveva l'energia ... Ed il periodo sucessivo con uno stato che ci diceva di limitare i consumi ... ridicolo ... eppure ... Quando non ce n'è , non ce n'è più e basta ... e le teorie non ti servono + per giustificare , semplicemente non ce n'è più. Come ti sei sentito quando la russia ci ha chiuso i Rubinetti del gas ? Hai poco da continuare a dire che sei la 6 potenza europea. Ora hai paesi come la cina e l'america che inquinano a nastro ... fantasie ? Non sto parlando solo del petrolio ... In mare non avete idea di che si scarica ... Penso che se tutti partecipassero sarebbe meglio ... Si lo so che noi valiamo poco a livello di inquinamento ... Però dire che siccome l'america e cina non lo fanno allora siamo tutti legittimati a seguire quell'esempio è una stronzata ... E' lo stesso principio per il quale ogni discorso fatto in questo forum , di carattere morale ,politico etc ... allora può essere evitato ... è tempo perso . Perchè se a te da fatidio l'inquinamento da petrolio allora a me che ci sto speculando invece può andar da dio ... quindi fatti gli affari tuoi ... CARPE DIEM ? mah ... questione di moralità ... e possibilità di crearsi una morale ... Si è vero che seguire una morale ti rende + "debole" se ad esempio ti misuri con un cinese nemmeno sa di che parli ... ti fanno fuori pure il chihuahua del vicino per vivere (questione di possibilità). Ma mi sembra pure che siamo diversi da loro ... Dipende ... per quanto può durare ...

 

  By: Fortunato on Domenica 18 Marzo 2007 18:50

Ciao Esteban, quanti litri d'acqua occorre per fare una doccia completa? Dovremmo evitare di lavarci? Metetic come anche Zibordi nei loro interventi non hanno parlato di teorie. Fortunato

 

  By: Esteban on Domenica 18 Marzo 2007 18:43

Dal mio punto di vista stiamo sbagliando argomenti ... Se si inizia a discutere di teorie diventa come per l'analisi tecnica e fondamentale ... Ed è questo il terreno ove si sta spostando il dibattito ... Mentre invece I fatti sono fatti e ... non li puoi contrastare con teorie ... E' un fatto che l'inquinamento in genere sta aumentando e cercare di limitarlo non dovrebbe essere difficile da capire ... Voglio dire se abitate in campagna provate a stare per 2 giorni a milano poi capirete di che parlo ... E' lo stesso discorso del fumo delle sigarette ad un non fumatore. ora se per "affari" si vuole negare l'evidenza dei fatti è un altro discorso ... Capisco pure ci siano ( perchè è ovvio ) personaggi che cercano di sfruttare la speculazione di certe notizie , ma dire che questo automaticamente cancella i " FATTI " è un assurdo ... Poi a volte rimango sorpreso quando leggo queste cose ... che mi confermano di certe assurdità ... Ci vogliono 8200 litri d’acqua per produrre il cotone di un paio di blue jeans Ci vogliono 1800 litri d’acqua per produrre il cotone per una maglietta Ci vogliono 18200 litri d’acqua per far crescere uno staio (= 36.35 litri) di granoturco Ci vogliono 50050 litri d’acqua per far crescere uno staio (= 36.35 litri) di frumento Ci vogliono 18200 litri d’acqua per produrre 500 gr. di manzo, perciò ci vogliono 4550 litri di acqua per produrre un hamburger di McDonald’s Ci vogliono 75 litri d’acqua per produrre una Coca-Cola. Ora scendo in cantina ed inizio a riempire le damigiane ...

 

  By: Moderator on Domenica 18 Marzo 2007 18:23

non capisco che difficoltà ci sia a capire che l'asse terrestre e le radiazioni Solari hanno modificato il clima in passato e che altre volte è stato un meteorite o delle eruzioni vulcaniche e che la stessa cosa può capitare per aumento di CO2. Come si fa ad ammettere che i Vulcani possono far diminuire la temperatura facendo diminuire l'arrivo al suolo di radiazioni solari(creando una cortina) e poi non ammettere che uno strato più spesso di CO2 permette ai raggi solari di arrivare alla terra (perchè la CO2 non li blocca, come invece le polveri dei vulcani) , ma blocca quelli , di lunghezza diversa , che emette la terra all'arrivo di quelli solari. Ma è tanto difficile?

 

  By: Fortunato on Domenica 18 Marzo 2007 18:11

No Gano, basterebbe leggere ognuno di noi in consequenzialità su ogni argomento. Vede Gano non ho mai potuto soffrire i radical-chic, in special modo su questo argormento. Ritengo la scienza un argomento serio nella quale non si puuò entrare solo dopo aver letto qualchelibelo di dubbia qualità scientifica. Occorre essere estremamente prundenti e non saccenti. Al massimo possiamo solo affermare ciò che sono lenostre impressioni non certo saliresulla cattedra. Ho sempre diffidato di tutti coloro che hanno strillato presagendo catastrofi che nel corso del tempo si sono dimostrate fallaci, stupide, completamente sbagliate e che sonoservitesoltantoa far perdere inutilemnte del tempo prezioso all'umanità ealla stessa scienza. Con estrema semplicità metetic hapostato due suoi scritti che ho trovato molto illuminanti e lo ha fatto non ergendosi al di spotra di tutti noi anche se, credo, lo avrebbe potuto fare er le sue conoscenze ma cercando di farci comprendere. Spero sia d'accordo, ma se non lo è, Le garantisco che non mi cospargerò il capo di cenere. Fortunato