W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: lmwillys1 on Mercoledì 16 Ottobre 2019 10:41

con un secolo di soldi pubblici ai belanti alle spalle e dopo il gas dell'ebete e di calenda con una nostra dipendenza secolare dalle fossili abbiamo ora un governo che per il nostro paese del sole punta sul green e incentiva l'elettrico offrendosi di aiutare una nuova filiera e c'è pure chi si lamenta

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: antitrader on Mercoledì 16 Ottobre 2019 10:27

L'evoluzionne tecnologica non la possono fermare (o indirizzare) nemmeno i rettiliani.

Quello che ha impedito di passare alle auto elettriche da 50 anni erano solo le batterie.

Adesso sembra che si sia arrivati a 500 Km di autonomia, un altro raddoppio e sei a 1000,

praticamente ricarichi una volta al mese per un uso medio dell'auto.

I costruttori san benissimo che l'auto elettrica costera' meno e sara' di facile produzione.

Chi non si adegua sparisce.

Ovviamante per la sostituzione completa ci vogliono 50 anni.

A Milano gia' hanno un nutrito parco di autobus elettrici, e quando circolano sembrano

che scivolano sull'aria.

 

 

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: lmwillys1 on Mercoledì 16 Ottobre 2019 09:58

cioè noi abbiamo un avanzo annuo di una quarantina di miliardi mentre spendiamo più o meno altrettanto per importare fossili e passare alle elettriche per noi sarebbe una tragedia .... meglio continuare a sovvenzionare a suon di miliardi anche la fossile fca che da noi produce il 20% in meno dello scorso anno

ahahahahahahahahahahahah

cazzo, questi si che hanno le soluzioni per l'Italia, come saalvini che vuole abolire ogni limite al contante .... siccome l'auto fossile è morta e a noi costa decine e decine di miliardi dobbiamo spendere molti più miliardi ogni anno che passa per continuare a sostenere un sistema morto con aziende che devono continuare a rimanere fossilizzate su tecnologie morte .... pazzesco ... una strategia industriale per l'Italia totalmente cogliona e suicida


 Last edited by: lmwillys1 on Mercoledì 16 Ottobre 2019 10:17, edited 3 times in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: traderosca on Mercoledì 16 Ottobre 2019 09:34

Dovrebbero essere interdetti i nostalgici dei politici del passato.Amen

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Tuco on Mercoledì 16 Ottobre 2019 09:27

Morpy, yes.

L'auto elettrica intesa come auto per tutti non la vedremo mai. Sarà a noleggio, poi tutti in bicicletta come in Cina o Vietnam.

Non è miseria più nera, è un nuovo ordine sociale, per me, distopico

Sono consapevole che, però, sia inevitabile.


 Last edited by: Tuco on Mercoledì 16 Ottobre 2019 09:31, edited 1 time in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Morphy on Mercoledì 16 Ottobre 2019 09:20

Gano, la mia più grossa preoccupazione è che questi scimuniti attuali, sono una specie di setta millenarista che crede in progetti più o meno strampalati: dalle raccolte differenziate, al solare etc. Se dovessero veramente spingere (a livello di normative) verso le auto elettriche (solo per fare un esempio) e magari si dessero pure tempi stretti per l'eliminazione di auto tradizionali, per noi sarebbe uno stupido costo di proporzioni ciclopiche che ci manderebbe nella miseria più nera possibile.

 

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: lmwillys1 on Mercoledì 16 Ottobre 2019 08:54

abbiamo i geni che rimpiangono andreotti e craxi

non ci si crede

il mondo è bello perché vario

speriamo il progresso tecnologico elimini definitivamente queste deviazioni

:-)

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: lmwillys1 on Mercoledì 16 Ottobre 2019 08:46

'Attribuire alla DC il benessere italiano del dopoguerra è una battuta di cattivo gusto dato che la DC è stata proprio il contrario e cioè un freno allo sviluppo. Come dice Gano, il periodo storico era favorevole, l'economia mondiale e pure i soldi che ci venivano dai blocchi contrapposti. L'economia italiana andava bene solo per merito del nord che ha sempre avuto una grossa propensione al commercio oltre che un grado di malavitosità molto basso.

Uno dei mali assoluti del nostro paese è stato il voto di scambio e in tal periodo la DC ha occupato ogni posto occupabile, che non fosse però una catena di produzione dove c'era da sudare: dal posto di bidello, a quello di boiardo di stato. Anzi la DC è stata piuttosto un freno per l'ascensore sociale, il quale adesso è appunto completamente fermo. La sproporzionata classe parassitaria attuale italiana c'è ed esiste proprio grazie alla DC, altro che balle. Se poi Gianlini tu nasci in una famiglia borghese e cattolita, ci credo che prima stavi meglio. L'Italia ha sempre avuto sacche di povertà, gente che lavorava per due spicci per mantenere i privilegi di altri...

Questa in sintesi la storia del nostro "sviluppo economico"...'

 

FANTASTICO leggere una roba simile da uno che si iscriveva al psi di craxi sicuramente affascinato dai versamenti per circa 22 miliardi effettuati dalla società off-shore All Iberian, riconducibile al gruppo Fininvest, sui conti esteri Northern Holding e Constallation Financiere, riferibili secondo i giudici all'ex segretario del Psi Bettino Craxi (processo all iberian finito prescritto coi voti della lega) ... ovviamente scelti ladri fin dalla gioventù Morphy ha continuato a seguire l'esempio per tutta la vita e viene pure qui a predicare ... ma vaffanculo coglione ladro di merda

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Morphy on Mercoledì 16 Ottobre 2019 08:45

Gano, considera che l'attuale classe politica che si sta formando (i ventenni), hanno come strumenti d'informazione e di lotta, Facebook, Twitter e Instagram (non usano YouTube perchè è uno strumento per professionisti e c'è da lavorare). Fra una decina d'anni l'Italia sarà in mano ad un'accozzaglia di scimuniti totali, per cui non abbiamo speranza alcuna credo...

 


 Last edited by: Morphy on Mercoledì 16 Ottobre 2019 08:45, edited 1 time in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Morphy on Mercoledì 16 Ottobre 2019 08:37

Mi fai scrivere per un cazz. Ma vaffanday...

 

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Morphy on Mercoledì 16 Ottobre 2019 08:36

Attribuire alla DC il benessere italiano del dopoguerra è una battuta di cattivo gusto dato che la DC è stata proprio il contrario e cioè un freno allo sviluppo. Come dice Gano, il periodo storico era favorevole, l'economia mondiale e pure i soldi che ci venivano dai blocchi contrapposti. L'economia italiana andava bene solo per merito del nord che ha sempre avuto una grossa propensione al commercio oltre che un grado di malavitosità molto basso.

 

Uno dei mali assoluti del nostro paese è stato il voto di scambio e in tal periodo la DC ha occupato ogni posto occupabile, che non fosse però una catena di produzione dove c'era da sudare: dal posto di bidello, a quello di boiardo di stato. Anzi la DC è stata piuttosto un freno per l'ascensore sociale, il quale adesso è appunto completamente fermo. La sproporzionata classe parassitaria attuale italiana c'è ed esiste proprio grazie alla DC, altro che balle. Se poi Gianlini tu nasci in una famiglia borghese e cattolita, ci credo che prima stavi meglio. L'Italia ha sempre avuto sacche di povertà, gente che lavorava per due spicci per mantenere i privilegi di altri...

 

Questa in sintesi la storia del nostro "sviluppo economico"...

 

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: gianlini on Mercoledì 16 Ottobre 2019 08:33

Gano, ci siete cascati come dei polli.

Non si stava affatto bene. Pochi stavano bene, ed erano quelli che avevano voce. Ma la stragrande maggioranza stava molto peggio.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: lmwillys1 on Mercoledì 16 Ottobre 2019 08:29

 c'erano politici molto più intelligenti e per bene di quelli che ci sono ora, indipendentemente dal partito di appartenenza, cito qui Fanfani, Andreotti, Moro, Craxi, Pertini, Nenni, Berlinguer, Malagodi.

-------

 

che dire , per troppi i fatti non contano , per me sono fondamentali ... 'politici per bene' una MERDA ASSOLUTA come craxi con i suoi MILIARDI DI MAZZETTE INTASCATE ( https://www.ilfattoquotidiano.it/2017/01/20/bettino-craxi-tangenti-per-miliardi-a-domicilio-ecco-perche-fu-condannato/3329146/ ) e un'altra MERDA ASSOLUTA come il gobbo andreotti prescritto per mafia  è assolutamente INCREDIBILE

 

ma tant'è

 

ora c'è il M5S che fa la rivoluzione, chi evade in galera, tasse alle multinazionali, i politici corrotti in galera e fuori da cariche pubbliche a vita, ecc. ecc. 

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: gianlini on Mercoledì 16 Ottobre 2019 07:12

Ai tempi della DC (e non già come qualcuno scrive erroneamente...della lira) si viveva felici e contenti.

Tutti, .....se poi qualcuno si iscriveva al PSI, fatti suoi!


 Last edited by: gianlini on Mercoledì 16 Ottobre 2019 07:13, edited 1 time in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Morphy on Mercoledì 16 Ottobre 2019 00:17

Esagerato... tutti è un aggettivo che puoi utlizzare solo in alcuni casi. E poi ognuno ha le sue storie familiari. Io per esempio, con il cognome che porto, quando a 24 anni sono entrato nel PSI, la sorella di mio papà mi ha quasi tolto il saluto. La mia famiglia, al tempo della guerra, è stata perseguitata (rovinata a livello di povertà assoluta) dai demo/fascisti... figurati. Per cui il mio giudizio su Conte è molto di parte e magari anche poco equilibrato...