W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: gianlini on Giovedì 10 Maggio 2018 12:00

No, ma sono diventato asessuato, non so se vale uguale....;)

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Gano di Maganza on Giovedì 10 Maggio 2018 11:58

Gianlini> "anzichè dargli i soldi per fare un lavoro controproducente, gliene dai di meno come reddito di cittadinanza per sopravvivere nel breve termine e per mettere meglio a profitto le proprie competende nel medio lungo"

 

Gianlini, sottoscriverei in pieno ogni tuo post! Che è successo? Hai anche cambiato sesso?

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: lmwillys1 on Giovedì 10 Maggio 2018 11:53

Gano, evidentemente nonostante io bazzichi da queste parti da anni ancora non mi conosci ... io sono favorevole ad eliminare possibilmente tutto il lavoro ...

 

il concetto di lavoro controproducente è applicabile ad almeno la metà del totale dei posti di lavoro esistenti nel pianeta

:-)


 Last edited by: lmwillys1 on Giovedì 10 Maggio 2018 11:54, edited 1 time in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Gano di Maganza on Giovedì 10 Maggio 2018 11:50

E' un po' come dire non facciamo fare i controlli ai computer perché creano disoccupazione...

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: gianlini on Giovedì 10 Maggio 2018 11:48

Nel breve termine è abbastanza ovvio.

Ma anzichè dargli i soldi per fare un lavoro controproducente, gliene dai di meno come reddito di cittadinanza per sopravvivere nel breve termine e per mettere meglio a profitto le proprie competende nel medio lungo

 

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: lmwillys1 on Giovedì 10 Maggio 2018 11:47

a parte che le dichiarazioni sono telematiche ed i controlli li fanno i computer dico solo che 'semplificazione' (che facciamo anche noi a Roma) è equivalente a 'disoccupazione'

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Gano di Maganza on Giovedì 10 Maggio 2018 11:44

Lmwillys> "in pratica altri disoccupati a migliaia ... "

 

Si ritroveranno un lavoro, e incentivati dalla flat tax si daranno da fare per guadagnare e mettere su un proficuo business invece di fare l'oscuro impiegato che controlla dalle 8 alle 16, in qualche ufficio polveroso, migliaia e migliaia di dichiarazioni fiscali.

 

Questo non esclude un pensierino anche agli f35 e alla TAV.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: lmwillys1 on Giovedì 10 Maggio 2018 11:38

'tutte le strutture che ora sono incaricate di gestire tutti i mille flussi legati alle mille voci e varianti, sparite.'

 

in pratica altri disoccupati a migliaia ... 

miliardi di risorse recuperabili facilmente dato che ormai tutti fanno quello che gli pare li abbiamo anche noi, io partirei dagli f35 e dalla tav, poi buttiamo la sen di quel cretino di calenda ed il suo amatissimo gas, ecc. ...


 Last edited by: lmwillys1 on Giovedì 10 Maggio 2018 11:44, edited 1 time in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: hobi50 on Giovedì 10 Maggio 2018 11:29

Traderoscar governare come si è sempre fatto è possibile .... anche tra M5S e Lega.

Ma a noi va bene ?

No.

Io col diavolo ( Salvini ) non faccio un "governicchio" ( con o senza Berlusconi oramai relegato ad essere una scocciatura ).

Ma bisognava chiarire subito che i risultati elettorali non avrebbero consentito al M5S di fare un governo con chicchessia.

 

Hobi

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Gano di Maganza on Giovedì 10 Maggio 2018 11:07

Tradeosca> "Quindi un accordo M5S-Lega sarebbe auspicabile senza berlusconi di mezzo,tenendo presente che berlusconi influirà sempre meno, il crollo di berlusconi è indubitabile,la senescenza fa il resto,alle prossime elezioni sarà quasi sparito."

 

Penso anch'io.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: gianlini on Giovedì 10 Maggio 2018 11:00

Fai pure. Non c'è problema!

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Gano di Maganza on Giovedì 10 Maggio 2018 10:54

Gianlini, il tuo post è geniale, anche per quanto riguarda reddito di cittadinanza + flat tax. Andrebbe scritto nel bronzo di Cobraf.

 

E' un concetto che però ora ti rubo... :)))))

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: traderosca on Giovedì 10 Maggio 2018 10:45

Hobi,

Quando non si possono creare maggioranze di governo con leggi elottorali proporzionali,bisogna scegliere il minore dei mali e fare tutto

il possibile per governare il paese. I compromessi sono obbligatori purchè non snaturino i programmi delle diverse formazioni.

Nè il CDX nè il M5S avevano la maggioranza per governare,quindi l'aggregazione è obbligatoria.

M5S e PD era la soluzione più idonea come sempre esortata da Travaglio,ma non con questo PD espressione di una maggioranza

renziana che nulla a che vedere con i fondamentali storici di un partito di sinistra,infatti naufragata miseramente.

Pure impensabile un accordo con Salvini con berlusconi al tavolo delle trattative.

Men che meno un governo tecnico o neutrale il peggiore dei mali.

Le elezioni a Luglio sono un salto nel buio,l'unico partito vincente potrebbe essere quello del non voto per ovvi motivi,e comunque

senza modificare la legge elettorale ,molto probabile con gli stessi risultati.

Quindi un accordo M5S-Lega sarebbe auspicabile senza berlusconi di mezzo,tenendo presente che berlusconi influirà sempre meno,

il crollo di berlusconi è indubitabile,la senescenza fa il resto,alle prossime elezioni sarà quasi sparito.

Quindi non rimane che verificare l'eventuale programma di accordo Lega-M5S,sicuramente con critiche dai militanti di ambo le parti,

ma con la speranza che vi siano segnali di grossi cambiamenti........sperem

 

A riveder le stelle

 

 

 

 

 

 


 Last edited by: traderosca on Giovedì 10 Maggio 2018 10:45, edited 1 time in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: antitrader on Giovedì 10 Maggio 2018 10:38

Il salario di cittadinanaza deve assorbire tutti gli ammortizzatori esistenti.

Se perdi il lavoro (o non ti piace lavorare) ti pigli il salario di cittadinaza che e' diverso dall'attuale NASPI. Intanto non e' a termine e poi e' uguale per tutti, la naspi invece e' proporzionale al salario percepito dal lavoratore e scade dopo 18 mesi, questo in teoria, in pratica poi che succede? che, tramite gli intrallazzi dei sindacati, hai i dipendenti Alitalia che vengono pagati per decenni.

La flat tax e' una boiata pazzesca, trppo a vantaggio dei ricchi, ma, se metti anche due sole aliquote gia' diventa piu' commestibile. Anche qui i soldi ci sarebbero, basta eliminare le infinite agevolazioni fiscali messe a scopo prevalentemete clientelare. Tra le altre cose, il paese diventerebbe piu' "sexy" sotto l'aspetto fiscale.

Poi ci son le pensioni, la legge Fornero, che sembra cosi' penalizzante, in realta' e' fin troppo morbida almeno per chi ha 18 anni di contribuzione al 1995, questi, che poi son quelli che stanno andando in pensione in questi anni, non han subito alcun danno, stanno andando in pensione a 61/62 anni con importi altissimi, insomma, come al solito il conto e' stato addebitato ai giovani. Riequilibrare un po' le cose sarebbe giusto, ma qui scendono in campo i parrucconi, quelli che non vogliono rinunciare ai loro 15.000/mese di pensione.

Insomma, ci vuole un governo "eretico", e, quelli che stanno andando al governo sono, almeno in teoria, i piu' eretici.

Certo che se poi metti Cottarelli alle finanza, per compiacere l'Europa, allora la partita e' persa in partenza.

 

 

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Gano di Maganza on Giovedì 10 Maggio 2018 10:19

Bingo!!! Per me infatti sarebbe perfetta. Oltre a pagare di meno (che è comunque un aspetto interessante) avrei una semplificazione fiscale ENORME. Gianlini, hai introdotto un discorso molto interessante, -lo vedi che quando vuoi sei utile ;-) - viene infatti ora da chiedermi se risparmierei di più dall'aliquota inferiore o dalla semplificazione.