W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: (telesma) on Mercoledì 09 Gennaio 2019 20:44

....posso rispondergli solo....col dito medio?

pp


 Last edited by: (telesma) on Mercoledì 09 Gennaio 2019 21:09, edited 1 time in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Tuco on Mercoledì 09 Gennaio 2019 20:34

La tua bella Parma, al 50/60% di negher... tre generazioni e ci siamo... Una razza integrata, un’intelligenza media, un senso civico ....medio.

 


 Last edited by: Tuco on Mercoledì 09 Gennaio 2019 20:36, edited 2 times in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: traderosca on Mercoledì 09 Gennaio 2019 20:24

Quell'articolo è delirio puro......

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Tuco on Mercoledì 09 Gennaio 2019 19:42

Oscar! Tranquillo! Per adesso niente alieni ma...

C’è l’Affrica nel tuo futuro!

——————————————————

Per la serie: quando son vicini alla morte dicon la verità.

http://espresso.repubblica.it/opinioni/vetro-soffiato/2017/08/02/news/c-e-l-africa-nel-nostro-futuro-1.307312

 

————————————————————-

“Ma se invece di ragionare su un processo millenario ragioniamo di un processo di pochi secoli, allora l’Africa diventa un elemento positivo, che va aiutato in tutti i suoi problemi. E non solo l’Africa, ma tutti i popoli migranti che hanno di mira Paesi di antica ricchezza, con i quali convivere nel tentativo di ridurre le disuguaglianze.
La vera politica dei Paesi europei è quindi d’essere capofila di questo movimento migratorio: ridurre le diseguaglianze, aumentare l’integrazione. Si profila come fenomeno positivo, il meticciato, la tendenza alla nascita di un popolo unico, che ha una ricchezza media, una cultura media, un sangue integrato. Questo è un futuro che dovrà realizzarsi entro due o tre generazioni e che va politicamente effettuato dall’Europa. E questo deve essere il compito della sinistra europea e in particolare di quella italiana.

Ma questo è un altro discorso. L’abbiamo già fatto e ancora lo rifaremo, speriamo che ci ascoltino e non facciano orecchie da mercante


 Last edited by: Tuco on Mercoledì 09 Gennaio 2019 20:22, edited 5 times in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: traderosca on Mercoledì 09 Gennaio 2019 19:22

"provate ad immaginarvi come lobby petrolifere, delle armi, delle banche, delle industrie manifatturiere... che sono in grado di innaffiare i partiti con miliardi di dollari, come possano cambiare le cose per loro a seconda del presidente che viene eletto, e dall'altro lato, come di fronte a tutto questo fluire di soldi ogni partito voglia vincere e voglia che il suo presidente sia eletto)."

 

Gano, quella grande verità è valida anche per il M5S....?

 

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: shera on Mercoledì 09 Gennaio 2019 18:56

Bravissimo Gano, come dire che il mare e gli oceani non esistono perchè sono semplicemente una massa enorme di acqua salata

 

Teniamo contenti i sempliciotti che lasciano i 5 euro al prete la domenica mattina, chi vota silvio perche le sue tv piene di mignotte e pubblicità sono gratis, persino Gianlini che se non c'è scritto sul corriere della sera allora la massoneria non esiste e i media sono indipendenti

 

Per un ricco la fica non vale niente, è un modo per far lavorare il popolo, le religioni occidentali hanno usato la femmina per sottomettere l'uomo e farlo lavorare per il potente

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: lutrom on Mercoledì 09 Gennaio 2019 18:54

Ottimo, Gano!

Ma Anti sarà sempre di opinione contraria...

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Tuco on Mercoledì 09 Gennaio 2019 18:08

Hobi sono con lei, saggia scelta.

Detto questo: fine fase complottista. Eran tutte cazzate ragazzi!

Hasta la vista!

 

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: gianlini on Mercoledì 09 Gennaio 2019 17:19

Esposizione esemplare di Gano sul tema. 

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 09 Gennaio 2019 17:08

Le società segrete o meno non contano nulla dal punto di vista complottistico/affaristico: Bilderberg, Trilaterali, Massonerie, P2, P3 P4, P5, Opus Dei, Illuminati.... A volte sono associazioni con obiettivi morali molto alti (molto più spesso sono però solo fuffa), ma in quanto a capacità di smuovere o indirizzare il mondo al massimo ti servono per fare entrare il nipote al catasto. E nemmeno sempre. Alcune di queste associazioni sono magari molto piacevoli dal punto di vista sociale, ma la cosa finisce lì.

 

Detto questo, non è vero che nel mondo non ci sono "complotti". Ma per riconoscere i complotti, prima bisogna capire quali sono le cose che muovono il mondo; queste sono solo due: i soldi e la fica. Lasciando ora per un attimo da parte la fica, restano i soldi. Chi c'è veramente dietro ai "complotti" sono gli interessi finanziari, le lobby, gli "interessi nazionali" e direi anche i partiti politici che sono organizzazioni potentissime, che una volta al governo sono nella condizione di esercitare un potere enorme e quindi una capacità enorme di spostare gigantesce masse di denaro (specialmente in USA, ma anche in Europa --> provate ad immaginarvi come lobby petrolifere, delle armi, delle banche, delle industrie manifatturiere... che sono in grado di innaffiare i partiti con miliardi di dollari, come possano cambiare le cose per loro a seconda del presidente che viene eletto, e dall'altro lato, come di fronte a tutto questo fluire di soldi ogni partito voglia vincere e voglia che il suo presidente sia eletto).

 

Dietro al complotto deve esserci sempre un interesse economico molto forte. E non sono nemmeno complotti organizzati o pianificati, ma nascono "automaticamente". Dietro ad interessi economici fortissimi si aggregano in modo naturale e spontaneo poteri altrettanto forti. Perché il profumo dei soldi è irresistibile. C'è solo un altro profumo altrettanto potente, ma di quello e dei suoi effetti sul mondo ne parleremo un'altra volta. ;-)


 Last edited by: Gano di Maganza on Mercoledì 09 Gennaio 2019 17:20, edited 6 times in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: hobi50 on Mercoledì 09 Gennaio 2019 15:19

La ringrazio ,Tuco,ma io ho capito che non  ci sono Leonardo da Vinci in grado di spaziare nei vari campi dello scibile umano..

E comunque se ci sono ...non sono certo io.

Per cui mi limito a continuare quello che faccio da oltre 50 anni : finanza e bridge.

 

Hobi

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Tuco on Mercoledì 09 Gennaio 2019 14:56

Io ce l’avrei un bel libro dove cominciare, per lei hobi.

Ovviamente poi mi maledirà per il resto dei suoi giorni, ma non potrà più fare a meno di ciò che vi avrà letto.

ma non pubblico su Cobraf ovviamente.


 Last edited by: Tuco on Mercoledì 09 Gennaio 2019 15:01, edited 3 times in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: traderosca on Mercoledì 09 Gennaio 2019 14:43

a quando gli alieni........?

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: hobi50 on Mercoledì 09 Gennaio 2019 14:07

Mi sembra un piano diabolico e di durata secolare .

Probabilmente neppure esplicitato.

Un giornalista ,invitato a partecipare a queste riunioni,potrebbe benissimo non esserne consapevole e pensare di  arricchire solo  le sue relazioni personali.

Personalmente mi piacerebbe partecipare ad una riunione ma solo per curiosità intellettuale ed armato di grande scetticismo.

 

Hobi

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: XTOL on Mercoledì 09 Gennaio 2019 13:59

al contrario, direi: sono convinto che esistano molte associazioni, più o meno segrete, più o meno potenti, più o meno raffinate

e tutte intente a determinare il futuro del mondo.

e tutte invariabilmente alle prese con l'imprevedibilità delle conseguenze inattese