W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Gano di Maganza on Domenica 17 Novembre 2019 11:44

Ad occhio...

 

Tav: in Italia costa 61 milioni al chilometro, in Spagna 10, e in Giappone 9

 

Alcune considerazioni in tema di investimenti in infrastrutture in Italia e all’estero

 

Perché in Italia realizzare le Autostrade costa di piú?

 

Perché tanto paga Pantalone (Antitrader, Gianlini, Bullfin, XTOL, Gano...) in due comode rate (IRPEF).

 

Ma l'avete visto o no l'assessore con la Stelvio che non vi siete potuti comprare? :)))))


 Last edited by: Gano di Maganza on Domenica 17 Novembre 2019 11:49, edited 4 times in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: gianlini on Domenica 17 Novembre 2019 11:43

a me stupisce l'ignoranza di certi dettagli di molti partecipanti al forum, visto che dovrebbero averne esperienza diretta.

Quando ho iniziato 20 anni fa a lavorare da libero professionista, l'aliquota contributiva inps era del 15 %. Adesso è del 33 %.

In vent'anni è lievitata del 120 %.

Ma a parte questo, è palese che il 15 % era troppo poco e che la generazione dei nostri genitori (i babbi di Gano, Gianlini, Xtol, Bullfin) abbiano pagato TROPPO POCHE TASSE (dove includo anche i contributi pensionistici), non il contrario!!

Sento di colleghi che non hanno pagato per anni nemmeno una lira di contributi inps e poi si lamentano di prendere SOLO 1000 euro al mese. Che sembreranno anche pochi ma se li prendi, come avviene in media, per 25 anni (includendo la porzione di probabile reversibilità), vuol dire 300.000 euro!!  A fronte dei quali solo negli ultimi anni si è riusciti a fargliene pagare 6-7000 l'anno . Il saldo a loro favore è ancora ampiamente positivo.


 

 

 

 


 Last edited by: gianlini on Domenica 17 Novembre 2019 11:44, edited 1 time in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Gano di Maganza on Domenica 17 Novembre 2019 11:38

"ad occhio"

 

Ad occhio....

 

Io comincerei a dimezzare gli stipendi degli assessori, anche per dare il buon esempio. Poi, se si vuole, si può anche parlare di tasse.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: gianlini on Domenica 17 Novembre 2019 11:36

Anti, nessuno nega le ruberie.

L'incidenza è ad occhio del 5 % confrontando realtà simili.

Quello è il massimo che puoi aspirare ad ottenere come sgravio fiscale.

Parlare del 22 % è un buttar lì un numero tanto per giocare al Lotto.

 

 


 Last edited by: gianlini on Domenica 17 Novembre 2019 11:38, edited 1 time in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: antitrader on Domenica 17 Novembre 2019 11:32

Che la tassazione elevata dipenda dalle mangiatoie e' fuor di dubbio. Abbiamo due tipi di mangiatoie,

quelle sulle opere pubbliche (tutte) e quelle sulle pensioni e salari pubblici (non tutti)

Il confronto lo devi fare con la Spagna. Germania, Inghilterra e Francia ormai sono fuori portata, basti

pensare che fino al 1970/80 il pil di Italia, Germania, Francia e Inghilterra era quasi uguale, adesso

siamo a poco piu' della meta' della Germania e 6/700 miliardi sotto Francia e Inghilterra.

IL costo dei lavori pubblici in Italia sono e' da 3 a 5 volte superiore a quello della Spagna, ovviamente

la differenza se ne va tutta in ruberie.

La corruzione, tra le altre cose, costringe la magistratura a intervenire a strascico, per cui hai che

non si riesce piu' a fare niente senza intoppi giudiziari, basti pensare che tutti i governatori delle

"virtuose" regioni del nord (maroni, formigoni, galan, cota etc...) son finiti condannati, due sono

addirittura andati in galera.

Il decollo delle ruberie c'e' stato con l'avvento dell'era berlusconiana, certo che anche i democristi

rubavano, ma, almeno, sapevano stare a tavola.

Se poi qualcuno propone soluzione "fai da te" al grido di "io le tasse non le pago!" allora e' un

somaro che non merita commenti.

P.S. il precedente commissario del MOSE prendeva 800k/anno, la spesa pensionistica e' di

275k/anno (con aultlook fortemente al rialzo) e il costo medio dei dipendenti pubblici e'

poco meno di 50k/anno, praticamente come la Germania. Ma allora, come e' possibile

che il vigile urbano o l'impiegato dell'inps prenda solo 1300/1400 al mese? La differenza

dove e' finita? Se la sono arrubbata i palloni gonfiati.

 

 

 

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: gianlini on Domenica 17 Novembre 2019 11:29

"Hanno fatto una legge speciale per lei? "

Insegnante, Gano. cioè dipendente pubblico

 

Ha lavorato dal 1953 al 1968 (quando sono arrivato io) (quanti anni sono? . mi sembra 15 ) - più riscatto università

Può darsi che fino al 1973 non abbia percepito pensione, togli magari 5 anni dai 48 che ho indicato. 

 

Le baby pensioni furono introdotte in Italia nel 1973 dal governo Rumor[2] con l'art. 42[3] del DPR 1092 "Approvazione del testo unico delle norme sul trattamento di quiescenza dei dipendenti civili e militari dello Stato", che consentiva le baby pensioni nell'impiego pubblico: 14 anni 6 mesi e 1 giorno di contributi per le donne sposate con figli;

 

 


 Last edited by: gianlini on Domenica 17 Novembre 2019 11:32, edited 2 times in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Gano di Maganza on Domenica 17 Novembre 2019 11:27

Gianlini> "Mia mamma con 15 anni di lavoro (diciamo pagando circa 7000 euro l'anno di tasse , totale 100.000) ha percepito per 48 anni 1300 euro al mese di pensione cioè 750.000 euro. Il saldo a suo favore è di 650.000 euro."

 

Come ha fatto tua madre ad andare in pensione con 15 anni di lavoro? Hanno fatto una legge speciale per lei?

 

 

Gianlini> "molti dei suoi colleghi erano sugli 7-8000 euro"

 

Peggio!


 Last edited by: Gano di Maganza on Domenica 17 Novembre 2019 11:28, edited 1 time in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: gianlini on Domenica 17 Novembre 2019 11:25

mio padre dei suoi colleghi è quello che è andato in pensione con di gran lunga meno (ha tardato qualche anno e non ha approffittato di condizioni mollo più vantaggiose)

molti dei suoi colleghi erano sugli 6-7000 euro


 Last edited by: gianlini on Domenica 17 Novembre 2019 11:27, edited 1 time in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Gano di Maganza on Domenica 17 Novembre 2019 11:24

Gianlini> "circa 3.500 euro al mese - altri circa 700.000 euro"

 

Un'esagerazione. Con 1.100 euro il mese avrebbe percepito 220.000 euro. Che ci possono stare benissimo.


 Last edited by: Gano di Maganza on Domenica 17 Novembre 2019 11:25, edited 1 time in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: gianlini on Domenica 17 Novembre 2019 11:22

Anzi, anche con le tasse del babbo di di Gano, Gianlini, Bullfin e XTOL.

----------
Mia mamma con 15 anni di lavoro (diciamo pagando circa 7000 euro l'anno di tasse , totale 100.000) ha percepito per 48 anni 1300 euro al mese di pensione cioè 750.000 euro. Il saldo a suo favore è di 650.000 euro.
Mio padre ha lavorato circa 40 anni e poi ha percepito pensione per 17 (circa 3.500 euro al mese - altri circa 700.000 euro) - ergo se nei 40 anni ha pagato più di 1.350.000 euro di tasse ( 33.750 euro l'anno) si può dire che abbia anche un po' contribuito alla Salerno-Reggio Calabria, altrimenti no.
 
Temo che sia per quello che il costo della Salerno - Reggio calabria ce lo troviamo più nel debito pubblico che nelle eredità non percepite......
 

 

 


 Last edited by: gianlini on Domenica 17 Novembre 2019 11:24, edited 1 time in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Gano di Maganza on Domenica 17 Novembre 2019 11:20

È un esempio del menga. L'amministratore di condominio se ruba lo denunci. Lo stato no, perché lo stato difende se stesso e i suoi privilegi.


 Last edited by: Gano di Maganza on Domenica 17 Novembre 2019 11:21, edited 1 time in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Bullfin on Domenica 17 Novembre 2019 11:17

Xtol, l'aggettivo "giusto" si riferiva all'adesione al regolamento condominiale. Se non paghi le rate condominiali, hai sempre torto e non sei "nel giusto

 

non è vero, dipende se l'amministratore fa secondo il regolamento condominiale è una questione concettuale non banale per le menti semplici :)..

 

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: Gano di Maganza on Domenica 17 Novembre 2019 11:16

La Salerno - Reggio Calabria, ci hanno messo 50 ANNI per completarla. Oramai è anche impossibile fare un calcolo per capire a quali costi, tanto sono enormi e oramai fuori da qualsiasi bilancio.

 

Con cosa sono state pagata tutte le mangiatoie che ci sono state sopra? Parbleu! Ma con le tasse di Gano, Gianlini, Bullfin e XTOL. Anzi, oramai si può dire anche con le tasse del babbo di Gano, Gianlini, Bullfin e XTOL.

 

Quella Stelvio che non avete potuto comprarvi perché vi è arrivata fra capo e collo la seconda rata IRPEF? O peggio, l'IMU che è pure una tassa che non è nemmeno a fronte di redditi? Se l'è comprata l'assessore... :)))))

 

Ahahahah!!!!!


 Last edited by: Gano di Maganza on Domenica 17 Novembre 2019 11:22, edited 3 times in total.

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: XTOL on Domenica 17 Novembre 2019 11:16

l'aggettivo "giusto" si riferiva all'adesione al regolamento condominiale

il giusto che riceve dallo Stato è, fino a prova contraria, il 47 %

 

ribadisco: fai pace con te stesso

Re: W l'Italia...l'Italia che lavora (De Gregori)  

  By: gianlini on Domenica 17 Novembre 2019 11:16

Ho completato il post sotto con il grafico, Gano.