God bless America

Re: God bless America  

  By: gianlini on Sabato 07 Ottobre 2017 16:53

a proposito di produzione industriale....

Saudi Arabia signs agreement to manufacture Russian weapons locally

The Saudi Arabian Military Industries (SAMI) signed a Memorandum of Understanding with Russia's state company for exporting military products ROSOBORONEXPORT to manufacture high-grade military equipment in the kingdom.

The agreement, SAMI announced, includes the transfer of technology for the local production of the Kornet-EM anti-tank guided missile (ATGM) system, the TOS-1A advanced multiple rocket launcher and AGS-30 automatic grenade launchers with grenades.

“These agreements are expected to have tangible economic contributions and create hundreds of direct jobs. It will also transfer cutting edge technologies that will act as a catalyst for localizing 50 percent of the Kingdom's military spending as targeted by Vision 2030 which was launched by His Royal Highness the Crown Prince, Deputy Prime Minister and Minister of Defense,” the company said in their statement.

http://english.alarabiya.net/en/News/gulf/2017/10/05/Saudi-Arabian-Military-Industries-signs-agreement-to-manucafture-Russian-weapons-locally-.html

 


 Last edited by: gianlini on Sabato 07 Ottobre 2017 16:55, edited 1 time in total.

Re: God bless America  

  By: Gano di Maganza on Sabato 07 Ottobre 2017 12:26

No, è verissima (*). E' una strategia necessaria e di cui gli USA non possono farne a meno in una situazione di completa libertà di scambi. Il problema nasce dal fatto che questa politica egemone diventa presto insostenibile per gli USA con una Cina con un miliardo e mezzo di persone e una crescita del 5% l'anno, e con una Russia che sta cominciando a far sentire il suo peso militare, politico e diplomatico. Meglio quindi trovare degli accordi di stabilità con Russia e Cina. Trump è quindi costretto a rivoluzionare questo paradigma, da un lato riportando entro certi limiti la libertà del mercato e cercando di creare le condizioni per far ripartire la produzione industriale in USA, dall' altro facendo accordi con gli altri due grandi player mondiali, Cina e Russia (**). Non a caso il suo primo provvedimento è stato l'immediata cancellazione del TTIP e del TTP.  

 

E Trump ha otto anni davanti a sé...

 

(*) Non mi pare che siano "i detrattori" dell'America a dirlo. E' un'analisi oggettiva ed è una strategia che dal punto di vista degli americani è stata più che legittima. Anche un fan dell'America potrebbe enunciarla. Probabilmente nei loro piedi avrei fatto uguale.

 

(**) E' interessante di come sembri che l'Europa non venga considerata necessaria da Trump in questo patto di stabilità.


 Last edited by: Gano di Maganza on Sabato 07 Ottobre 2017 15:59, edited 8 times in total.

Re: God bless America  

  By: gianlini on Sabato 07 Ottobre 2017 10:01

adesso però calciamo la palla in avanti, e non stiamo sempre a discutere delle stesse cose....

I detrattori dell'America hanno sempre detto che la politica militare aggressiva all'esterno era necessaria agli americani per imporre il dolllaro e per poter scaricare all'esterno l'enorme debito pubblico e l'enorme deficit commerciale. Si diceva che gli americani vivevano sulle spalle degli altri, i quali obtorto collo dovevano sottomettersi per la minaccia militare.

Nel nuovo scenario di stabilità mondiale, l'affermazione di cui sopra è quindi falsa?

Re: God bless America  

  By: gianlini on Sabato 07 Ottobre 2017 09:38

I segnali di distensione fra USA e Russia risalgono al novembre 2015, ricordi sicuramente che dissi che il tono della conferenza stampa di Kerry e Lavrov all'ONU me l'aveva fatto pensare.

By: gianlini on Giovedì 01 Ottobre 2015 10:53.

OScar, non fatevi ingannare dalla stampa ieri ho visto la conferenza congiunta Lavrov-Kerry, gli americani fanno solo finta di non essere d'accordo PS visto che a Gano piacciono tanto le previsioni, chissà se ha conservato il mio pezzo di una dozzina di mesi fa quando in risposta ai soliti allarmisti parlavo di una situazione tutt'altro che realmente tesa fra Russia e USA
 
GAno: "Nessuno, oggi, ha intenzione a fare guerra ad Israele. "
Perfetto....il percorso iniziato il 9 settembre 2001 si è direi portato al suo risultato finale. Israele si è finalmente liberata dai pericolo esterni.L'obiettivo è stato raggiunto.
 

 Last edited by: gianlini on Sabato 07 Ottobre 2017 09:46, edited 2 times in total.

Re: God bless America  

  By: Gano di Maganza on Sabato 07 Ottobre 2017 09:33

Non è vero. Obama e le precedenti amministrazioni hanno fatto di tutto per creare stupidamente tensione con la Russia: con la guerra in Georgia (Obama), la destabilizzazione dell'Ucraina nel maldestro (e fallito) tentativo di sottrarre alla Russia il porto militare di Sebastopoli in Crimea (Obama), con i missili anti missile messi in Europa orientale per cercare di destabilizzare l' equilibrio nucleare rischiando pure una guerra (Bush Obama), fino alle sanzioni internazionali (Obama) e altre che ora non ricordo. Trump cerca di fare macchina indietro, ma è impedito dal Congresso.

 

Sicuramente con Russia e Cina Trump sta cercando un accordo di stabilità globale. Trump governerà otto anni, e alla fine riuscirà a farlio.

 

Nessuno, oggi, ha intenzione a fare guerra ad Israele. Nemmeno l'Iran, perché a) strategicamente non gliene frega niente.  b) perché in caso di vittoria si dovrebbe prendere i palestinesi che tutti vogliono lasciare ad Israele. c) Perché darebbe origine ad una guerra atomica.


 Last edited by: Gano di Maganza on Sabato 07 Ottobre 2017 09:42, edited 4 times in total.

Re: God bless America  

  By: gianlini on Sabato 07 Ottobre 2017 09:08

I segnali di distensione fra USA e Russia risalgono al novembre 2015, ricordi sicuramente che dissi che il tono della conferenza stampa di Kerry e Lavrov all'ONU me l'aveva fatto pensare.

In pratica ora bisogna fare carta straccia di tutto quello che si è scritto e detto negli ultimi 4 anni sulla situazione internazionale. Azzerare tutto. Si ricomincia da capo.

Il grande cambiamento significativo è per Israele che al termine di tutte queste vicende e a spese di tutte le potenze coinvolte, si trova per la prima volta dal '67 se non della sua storia,quasi pacificato con tutti i suoi vicini. L'unico che gli era ancora ostile, l'Iran, è talmente isolato da non essere sicuramente un pericolo.

Russia-Turchia-Arabia-Giordania-USA ....in pratica si è costruito un ombrello protettivo inattaccabile.....

 

 

 

 


 Last edited by: gianlini on Sabato 07 Ottobre 2017 09:16, edited 2 times in total.

Re: God bless America  

  By: Gano di Maganza on Sabato 07 Ottobre 2017 00:53

C'è sicuramente ora un patto di stabilità tra America e Russia. Fossi stato in Trump avrei fatto la stessa identica cosa.

Re: God bless America  

  By: gianlini on Venerdì 06 Ottobre 2017 19:29

Certo che i sauditi ci tengono a non passare inosservati!..;)

Chissà Nello come ha goduto alla vista di tutti quei beduini!

Quindi ricapitolando: Mosca non aiuta Trump a diventare presidente degli Stati Uniti, e pochi mesi dopo vende armi all'alleato storico degli  Stati Uniti....come minimo, Putin, è nato con la camicia!

MAke AMERICA GREAT AGAIN!

 

PS avete notato che anche l'aereo del saudita riporta la scritta : God bless you? ....è tutto un tripudio di dei....!


 Last edited by: gianlini on Venerdì 06 Ottobre 2017 19:40, edited 2 times in total.

Re: God bless America  

  By: pana on Venerdì 06 Ottobre 2017 16:15

STIAmo ancora aspettando che riapra le indagini sull 11 settembre come promesso incampagna elettorale

pure le famiglie delle vittimi del 911 aspettano

Re: God bless America  

  By: Gano di Maganza on Venerdì 06 Ottobre 2017 15:25

uu

 

 

 

 

Re: God bless America  

  By: Gano di Maganza on Venerdì 06 Ottobre 2017 11:33

I russi hanno stipulato un accordo per la vendita dei S400 all'Arabia Saudita. Acquisti di questo tipo non possono avvenire senza il permesso USA.  È evidente che ci sia un accordo non pubblico USA - Russia per la stabilità. 

Re: God bless America  

  By: Gano di Maganza on Giovedì 05 Ottobre 2017 08:04

US House panel approves $10bn for Mexico border wall

 

Ma poi lo fanno o no il muro?


 Last edited by: Gano di Maganza on Giovedì 05 Ottobre 2017 08:40, edited 1 time in total.

Re: God bless America  

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 04 Ottobre 2017 23:20

Gianlini> "il dax al massimo storico (sia in euro che ancor di più in dollari) testimoniano ..."

 

Non testimoniano un bel niente. Testimoniano solo che Draghi ha aperto le stamperie (lo hai detto tu stesso).

Re: God bless America  

  By: gianlini on Mercoledì 04 Ottobre 2017 16:04

Russia welcomes its largest ever Saudi Arabia delegation

https://finance.yahoo.com/video/russia-welcomes-largest-ever-saudi-061800468.html

Re: God bless America  

  By: pana on Mercoledì 04 Ottobre 2017 14:57

se ricordo bene il piu grande finanziatore di trump e Deutsche Bank

poi aggiungi che il nonno era pure crucco(fece fortuna in america aprendo bordelli)