Il Problema è l'Europa

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: lmwillys1 on Mercoledì 16 Maggio 2018 07:24

scusssi marattin ... volevo dirle una cosa ... ma vadi a fare la cacca 

:-)

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 16 Maggio 2018 01:41

Non sono d'accordo, perché a fronte di quei titoli la BCE ha emesso moneta che ha dato alle banche centrali, suoi azionisti, che hanno messo ad attivo di bilancio. Fra l'altro nei QE la BCE ha rispettato perfettamente le quote di proporzionalità dei suoi azionisti. In questo modo ha già ripianato la loro perdita. Quello che dice Marattin sarebbe vero se le banche centrali avessero affidato alla BCE i titoli di stato a titolo gratuito e la BCE li consolidasse.

 

L'idea mia è che la BCE avesse già in mente la distruzione del debito europeo così acquistato.


 Last edited by: Gano di Maganza on Mercoledì 16 Maggio 2018 01:44, edited 1 time in total.

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: antitrader on Mercoledì 16 Maggio 2018 01:33

Se cancelli da un bilancio un attivo di 250 miliardi hai effettivamente una perdita equivalente che potrebbe dover essere ripianata dagli azionisti.

Marattin ha perfettamente ragione in termini contabili.

Pero`, come a tutti i contabili, gli sfugge il significato strategico della richesta. La richiesta del `regalo` da 250 miliardi serve ad attivare la procedura di default parziale per una cifra equivalente.

Ciao ragazzi.

 

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: Bullfin on Mercoledì 16 Maggio 2018 01:28

beh dai almeno lui non dice che uscendo dall'euro i mutui si pagano all'euribor (Borghi) oppure non dice che Cannata ha sbagliato a coprire i tassi (Borghi) con il sottoscritto che gli ha spiatellato un grafico di 200 anni dei titoli di stato italiani in cui il minimo era al 4% e quindi giustamente la Cannata aveva coperto, oppure non dice che dal consolidato spariscono i debiti (puffete, senza dire che si ELIDONO, SI CONSOLIDANO), non dice che il debito è risparmio dei cittadini (quando i cittadini detengono una quota marginale e il resto è in mano all'estero e banche italiane) (sempre Borghi), che la colpa di tutto è il divorzio (quando il debito in termini reali è aumentato di piu' negli anni 70) (Bagnai), etc....dai ragazzi cerchiamo di elevare il tasso di intelletto del contentuo dei post..

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 16 Maggio 2018 01:21

Marattin ha scritto una fesseria, perché per aquistare il debito ha creato moneta, che è a sua volta un titolo di debito e l'ha data alle banche centrali. Ha quindi già un attivo verso le banche centrali pari al debito acquistato, con il quale si annulla.

 

E sarebbero questi i maghi della finanza italiana???

 

No ragazzi, se questa è la vostra conoscenza finanziaria vi inibisco a comprare in borsa :)))))


 Last edited by: Gano di Maganza on Mercoledì 16 Maggio 2018 01:22, edited 1 time in total.

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: Bullfin on Mercoledì 16 Maggio 2018 01:21

Caro Oscar, Marattin ha competenza da vendere, esperto giuridico, economico e aziendale, dovresti inchinarti altro che fare il giullare....se parli con quello ti fa secco con due parole....a meno che non fai come Gz che non lo lasciava parlare....

 

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: traderosca on Mercoledì 16 Maggio 2018 01:17

quello è un fesso come moltri altri.......

Farisei ipocriti che vi stracciate le vesti nella presunzione di avere la verità in tasca, esperti da tastiera lasciate lavorare chi si impegna seriamente e ci mette la faccia!!!!

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: Bullfin on Mercoledì 16 Maggio 2018 01:05

mettiamo il buon Marattin.....uno dei pochi che usa la testa....

E-mail o telefono Password
     
 
 
Vedi altri contenuti di Luigi Marattin su Facebook
 
 
 
 

Il debito pubblico italiano è un grosso problema da circa 30 anni. In tutto questo tempo, le migliori menti del Paese (accademici, economisti di mercato, politici, intellettuali) hanno cercato di individuare ed applicare un modo per ridurlo, purtroppo senza riuscirci.

Ma la soluzione era davanti ai nostri occhi. Come abbiamo fatto a non vederla. E a mostrarci la via sono stati un ex-bancarottiere, un ex-trader di Borsa e una ex praticante nei Caf (tre prossimi futuri ministri).

La soluzione è semplice: dal 2012 la Bce - per abbassare i rendimenti dei titoli a lunga scadenza e quindi diminuire la nostra spesa per interessi - ha iniziato a comprare sul mercato secondario (cioè da altri investitori) titoli del debito pubblico italiano. Li ha pagati in contanti e li ha messi in bilancio (nella colonna dell’ “attivo” dello stato patrimoniale).

I geni di cui sopra - nel contratto che deve regolare la nascita del “governo del cambiamento”, quello che “scrive la Storia” - hanno trovato la soluzione che da 30 anni nessuno riusciva a trovare: la Bce prenda 250 miliardi di quei titoli che ha in bilancio, accenda un fiammifero e ne faccia un falo’. Del resto a Francoforte in maggio fa ancora freschino, così magari si scaldano un po’. E così il nostro debito pubblico diminuisce di 250 miliardi.

Geniale no?

Naturalmente i tre geni non hanno considerato che il bilancio della Bce funziona come qualsiasi altro bilancio di una impresa o di una banca: se elimini una voce di attivo dello stato patrimoniale (che misura crediti e debiti), ne risulta una perdita in conto economico (che misura costi e ricavi). Una perdita che devono ripianare gli azionisti. E chi sono gli azionisti della Bce? Gli Stati membri dell’Unione Europea, tramite le banche centrali nazionali.

Quindi l’idea geniale di M5S e Lega per ridurre il debito pubblico italiano è chiedere all’Europa di regalarci 250 miliardi.

Ora. Quando da domani mattina analisti, economisti, politici, giornalisti e in generale tutta la comunità internazionale comincerà a riderci dietro, alcuni di noi proveranno vergogna. Altri sconcerto. Altri - meno furbi - soddisfazione, Perché questa buffonata non è opera del loro partito politico.

Io, più modestamente, mi limiterò a chiedermi che cosa abbiamo fatto di così terribile nelle nostre vite per vedere l’incompetenza elevata a virtù, la cialtronaggine spacciata per sapere, e un gruppo di buffoni contrabbandato per classe dirigente.

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: antitrader on Mercoledì 16 Maggio 2018 00:49

Hobi,

i due giovanotti hanno una fortuna non trascurabile, nessuno dei due ci capisce una beata mazza di questioni finanziarie e questo e` un grande vantaggio perche` spiazza completamente la controparte. Stasera c`era Cottarelli che usciva pazzo e parlare di quel che vogliono fare Stanlio e Ollio.

Salvini ha un`ulteriore fortuna, il suo suggeritore e` Borghi che le spara ancora piu` grosse (quel furbacchine di bagnai invece tace).

Quando ci saranno i tavoli europei questi le spareranno talmente grosse che gli euroburocrati acculturati non riusciranno nemmeno ad applicargli il codice Tsipras/Varoufakis.

Morale della favola, se sei con le pezze al cul meglio buttarla in caciara, e in questo i due giovanotti sono perfetti (e divertenti).

 

 

 

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 16 Maggio 2018 00:40

Non è esattamente così. Se è vero lo scoop dell'Huffington post (da verificare), Salvini - Di Maio propongono che la BCE consolidi i debiti pubblici europei già acquistati con i 3000 miliardi di QE (di cui 250 sono italiani).

 

Se ricordo bene ne parlammo anche qui qualche giorno fa, quando Antitrader fece notare che con i QE i debiti nazionali erano stati sterilizzati, cioè la differenza degli interessi pagati e riscossi con l'estero erano pari a zero (quasi, 200 milioni di euro).

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: hobi50 on Mercoledì 16 Maggio 2018 00:30

Ho letto della genialità dei 250 miliardi di Euro ...

I due giovanotti vogliono di fatto fare default parziale ,ma ,siccome non sarebbe condivisibile da tutti ( eccetto Anti ed Hobi ),cosa ti inventano ....CHE TE LI CONDONINO .

Mi tocca ricordare ai due che si può certamente fare a testate con la UE ma ....ci vogliono palle ...in altri termini ci devono essere leadership e popolo.

Mi pare che manchino sia l’uno che l’altro.

In questa trovata ridicola c’e comunque qualcosa di positivo.

Qualcuno comincia a rendersi conto che la struttura finanziaria dello stato italiano è insostenibile.

 

Hobi

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: Gano di Maganza on Martedì 15 Maggio 2018 23:19

E chi ci metti a trattare? Mattarella? Berlusconi che qualsiasi mossa faccia che non piaccia a Bruxelles gli fanno portare via le aziende da Bolloré? Renzi? Marco Travaglio? Ma dai...

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: Bullfin on Martedì 15 Maggio 2018 23:03

Caro Gano, nella vita ci vuole prima ancora del coraggio testa e strategia...affrontare di pieno petto la situazione portera' solo casini e perdite di ricchezza, mettersi sotto banco a trattare con altri Stati per formare un blocco che vada contro i paesi del nord lo vedo molto piu' intelligente...use your brain...

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: Gano di Maganza on Martedì 15 Maggio 2018 23:00

Mi rendo conto che in Italia manca una cosa preziosissima, molto difficile da ricostruire quando si è perso, e che pure un tempo abbiamo dimostrato di avere in abbondanza... 

 

il coraggio

 

Di Maio e Salvini stanno dando una lezione a tutti. 


 Last edited by: Gano di Maganza on Martedì 15 Maggio 2018 23:02, edited 2 times in total.

Re: Il Problema è l'Europa  

  By: antitrader on Martedì 15 Maggio 2018 22:49

Hobi,

Credo che , nelle condizioni in cui siamo, ci resta solo la possibilita` di buttarla in caciara facendo leva sulle domensioni del nostro debito che puo` causare problemi a largo spettro.

La Spagna e` uscita dalla crisi portando il debito dal 60% al 90, la Francia ha anche essa aggiunto 20 punti e cosi` l`inghilterra.

Noi che avevamo un debito gia` fuori norma non abbiamo potuto fare proprio niente, pero` se continui cosi` non ne esci mai.

In un contesto del genere un caciarone quale Salvini puo` tornare utile.

Certo che se poi, come prima cosa, vai a chiedere l`annullamento di 250 miliardi di BTP allora... sei proprio un caciarone.

Insomma, le caciaronate di Salvini possono aprire la strada a un default parziale senza il quale rimarremo sempre nella m....