Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Martedì 28 Agosto 2018 15:23

Gano, ti sei forse reso conto che l'articolo del 24 ore sottolineava che quel parametro si era rivelato efficace per parecchi anni, e lo hai furbescamente sostituito con un link ad un articolo che non lo dice? ;)

 


 Last edited by: gianlini on Martedì 28 Agosto 2018 15:24, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Martedì 28 Agosto 2018 15:16

"Che quei numeri siano stati scelti ad  capocchiam e' una balla degna dei peggiori somari. Si e' scelto il 3% perche' quello e' un livello neutro ai fini del debito,"

 

In periodi di inflazione a due cifre il criterio deve essere il solito di quello di periodi di deflazione? E se hai crescita del 4% devi avere gli stessi parametri che in periodo di decrescita? Perfino chi decise per il 3% ammise che "fu sostanzialmente un numero a caso, tirato fuori dal cappello, senza particolari ragioni economico-finanziarie".

 

Per altro il 3% di crescita media nel mondo occidentale oramai possono scordarselo.  

 

Non è che dando del somaro agli altri poi uno abbia autoragione. 

 

L'incroyable histoire de la naissance des 3% de déficit​

 

 

D'altronde è tipico del mondo Euro.Parametri messi ad cazzum, così come ad cazzum è l'Euro. Perché la volontà politica ha voluto prevalere sulla realtà economica. Ma quando fai prevalere la politica sull'economia crei il disastro. È la cultura che è stata Monte dei Paschi, Banca Etruria, Antonveneta.... etc. ed ovviamente dell'Euro. 

 

 

 


 Last edited by: Gano di Maganza on Martedì 28 Agosto 2018 15:27, edited 4 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Martedì 28 Agosto 2018 14:40

Che quei numeri siano stati scelti ad  capocchiam e' una balla degna dei peggiori somari.

Si e' scelto il 3% perche' quello e' un livello neutro ai fini del debito, una crescita del pil

NOMINALE del 3% e' piu' che ragionevole e solo i paesi cialtroni non riescono a farla.

Per le altre cose qui sotto siamo alla solita infima cialtroneria: c'e' chi, per non pagare

dazio si inventa un napoletanesco "debito ad alto livello", e chi, pur avendoglielo

spiegato con la semplicita' e la pazienza che si usa con un ragazzino un po' cretino

ancora non ci arriva, e rimanda all'articolo del rettilianissimo Blondet che fa parte

di quella nutrita categoria di acculturati che non ne azzecca mai una.

Insomma, nemmeno col collo gia' dentro al cappio si riesce ad emanciparsi dalla cialtroneria.

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Martedì 28 Agosto 2018 13:51

Traderoscar ,è vero che quei numerini li si possono cambiare.

Sono numerini di riferimento che servono per discutere i budget fra stati e commissione europea

Ma attenzione che  i mercati se ne fottono di quei numerini.

Da un po di tempo la Spagna sul deficit ha numeri molto peggiori dei nostri ma ha uno spread inferiore.

Perchè ?

Perchè la valutazione di credito è un compendio di dati che non si sommano ma si pesano.

Quindi solo gli idioti (anche un po somari ) posso semplificare i problemi facendo impossibili equazioni tipo ...se il Giappone ha un debito del 250% del Pil ..perchè non possiamo anche noi ?

Io non so il perchè ma so  quello che importa.

Noi con un 130% di debito sul Pil ,abbiamo problemi con una BC che potrebbe non sostenerci ed un budget  molto rosso.

Per fortuna qualcuno potrà tranquillizzarsi ascoltando  la Santanchè : ....gli italiani se ne fregono dello spread perchè non si mangia ....

 

Hobi

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Martedì 28 Agosto 2018 13:46

>>>del non auspicabile default non si paga neppure quello.<<<

Questo è ovvio...

Di fatto il T2 è un debito ad alto livello, inesigibile rimanendo, né uscendo ( dato che nessuno pagherà e ciò è risaputo dalle controparti ).

 

Quindi non è un debito.


 Last edited by: Tuco on Martedì 28 Agosto 2018 13:47, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Martedì 28 Agosto 2018 13:28

Anti piddinato? eheheheh

Caro Anti,è inutile che ti sforzi a presentare soluzioni catastrofiche,ve ne sono tante altre e nessuna fa parte di quelle da te menzionate.

Il 3% ed il 60% di debito/pil non hanno nessuna base scientifica,sono numeri buttati lì,forse andavano bene 20 anni fa ora i tempi sono

cambiati perchè non rivederli? ad  esempio 5% e 100%? gli investimenti produttivi perchè conteggiarli nel debito?,ecc.ecc.

In tutti i casi se l'europa si vuole autodistruggere proceda pure con la rigidità che ha mostrato nel caso diciotti,altrimenti le soluzioni

per procedere con una europa più coesa esistono,Savona ha un paio di soluzioni consigliabili.............anche per superare il fiscal compact

da non sottovalutare.

Sul target2 hai perfettamente ragione,quello è un debito ma non ha scadenza,solo in caso di uscita è da pagare,è chiaro che in caso

del non auspicabile default non si paga neppure quello.

 

 

ma la BCE andò stà?  

  By: shera on Martedì 28 Agosto 2018 13:03

Shera,

se un tedesco apre un conto presso Intesa e ci fa su un bonifico di 1000 euro

la Germania deve 1000 euro all'Italia tramite la BCE che fa da cassa di compensazione..

 

ecco vedi che ci siamo arrivati? si tratta di moneta endogena

questione di banche non di stati

 

ps.

per precisione cambia "sistema bancario tedesco" con Germania e "sistema bancario italiano" con Italia, siamo d'accordo?

ora capisci l'articolo di blondet con i cittadini tedeschi incazzati per il T2?

i banchieri tedeschi e i politici tedeschi sviano le loro responsabilità sull'italia ma la BCE andò stà?

 


 Last edited by: shera on Martedì 28 Agosto 2018 13:04, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Martedì 28 Agosto 2018 12:21

caro il mio buon Anti piddinato ... continui a sfrugugliarmi ben sapendo che sono uno che sproloquia di fine del denaro ... figurati quanto mi toccano questi discorsi

 

comunque

juncker mi bacia le chiappucce

il mio debito può arrivare al 20.000% , i miei tassi possono arrivare al 1.000%, nulla me frega se qualcuno me lo compra, se c'è una normetta europea che dice che il mio debito deve essere de meno si cambia la normetta

noi non possiamo tornare alla lira, noi siamo sistemici

 

default o non default ... 'to be or not to be' , questo è il problema ... una decina d'anni Anti ed il problema è risolto


 Last edited by: lmwillys1 on Martedì 28 Agosto 2018 12:24, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Martedì 28 Agosto 2018 12:14

WIll,

quando parlo di situazione compromessa (e inevitabile ritorno alla lira) non mi riferisco ai saldi T2,

quelli peggiorano ulteriormente le cose ma sono di difficile riscossione (son senza scadenza).

Supponi che Junker ci concede un deficit del 10%, che fai? Per renderli soldi spendibili

devi vendere titoli i cui tassi arriverebbero al 4/5/6%.

Per abbattere il debito hai 3 possibilita':

o tagli le spese, ma lo devi fare con criterio altrimenti affondi il PIL ed e' peggio di prima,

o viene la crescita, ma quello e' impossiible, non abbiamo piu' il fisico,

oppure ci vuole l'inflazione che e' il sistema piu' comodo e politicamemnte meno impegnativo.

se non eserciti nessuna delle 3 opzioni rimane solo il default.

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Martedì 28 Agosto 2018 12:11

cazzo Hobi, tu e Anti a volte vi piddinate ...

su con la vita

ottimismo

e avanti

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Martedì 28 Agosto 2018 12:02

non sto parlando di meccanismi contabili

sto parlando di saldare

bce ha accettato di tutto in contropartita in questi anni, può anche accettare le mie mutande sporche e pure lacerate, quello che accetta bce in contropartita si decide a maggioranza

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Martedì 28 Agosto 2018 12:00

La logica dietro ai meccanismi contabili non si stabilisce a maggioranza ...

E' una ed una sola .

Solamente dopo che viene stabilito in maniera univoca il rapporto debito/credito ,allora si puo iniziare la discussione ...pago ....non pago ....

Ma questo nulla ha a che fare col meccanismo contabile che ha originato il rapporto finanziario.

 

Hobi

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Martedì 28 Agosto 2018 11:51

Anti, i tedeschi non hanno il 100% della bce, hanno il 27%, la sistemazione dei saldi in bce si può decidere a maggioranza, bce può saldare i crucchi accettando in contropartita da noi le mie mutande sporche ...

rilassati

in ogni caso come ben sai io sono l'ULTIMO che si lagnerebbe per un disfacimento del sistema ....

 

è inutile che i crucchi fanno gli spacconi, quelli messi male sono loro ... e lo psicolabile francese già si caca sotto ...

:-)


 Last edited by: lmwillys1 on Martedì 28 Agosto 2018 11:54, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Martedì 28 Agosto 2018 11:35

Shera,

se un tedesco apre un conto presso Intesa e ci fa su un bonifico di 1000 euro

la Germania deve 1000 euro all'Italia tramite la BCE che fa da cassa di compensazione..

Lo so che e' controintuitivo, ma a questo punto ti vai a studuare il meccanismo

e scopri, con tuo sommo sconcerto, che e' proprio cosi'.

Ti ripeto, le questioni tecniche non le puoi esaminare con spirito rettiliano.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Martedì 28 Agosto 2018 11:35

Morphy ,nei forum c'è varia umanità di competenze non universali ...tanto per intenderci non alla Leonardo Da Vinci.

Però la maggior parte tende a parlare di tutto.

Per cui trovi personaggi francamente imbarazzanti .

Non solo a basso livello come quelli che scrivono abitualmente nel forum ,ma anche a più alto livello mediatico ed istuzionale .

Tra questi ultimi ricordo tale Saba ed il Professor Galloni secondo i quali le banche si "arrubavano " il denaro che stampavano ...

A parte questi  casi che definerei patologici ,poi trovi quelli che buttano tutto in caciara ( Anti è un genio a interpretare queste realtà ).

Sono quelli che quando parlano di un argomento non hanno limiti ne spaziali ne temporali.

Tirano in ballo tutto come si fa nelle discussioni tra tifosi nel calcio .

Ti ricordi nel  2013 che l'arbitro non ha dato un rigore a Balotelli .....?

Insomma bisogna aver pazienza.

 

Hobi