Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 12 Marzo 2017 18:07

Mamma mia che interpretazione racapricciante e perniciosa del grafico...ma non perdo tempo a spiegarlo ai somari.

Gian invece il nord ha bisogno della lira perchè ha mantenuto, mantiene e manterra' il Sud e questo incide sulla tassazione, il cambio darebbe respiro a cio'.

La filastrocca è molto semplice per il Nord. O fuori dall'euro con il Sud Italia insieme, o Secessione e possiamo restare nell'euro.

Molto easy.

Poi se fosse secessione metterei una legge per mandare al confino tutti i terroni, di Milano, ed ex consulenti informatici....(previa tortura per alto tradimento alla Patria!!, Padania)....

Prenderei con la Madre Patria Padania anche la Toscana e l'Emilia Romagna, eccetto il loculo che si è preso un trader in quel di parma che metterei come zona infestata da somari e narcisisti...


 Last edited by: Bullfin on Domenica 12 Marzo 2017 18:09, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Domenica 12 Marzo 2017 18:04

Secondo me tutti hanno capito benissimo come è il giro dei soldi.

Il punto è che qualcuno crede che essendo la BUBA o la BCE delle banche con potere illimitato di stampa, e non dei soggetti dal forziere determinato e non estendibile, il problema potrebbe essere facilmente risolto, accendendo le stampanti. Sono banche, hanno la stampante, perchè mai dovrebbero star lì a chiedere indietro dei soldi?

Credo che sia questo il ragionamento degli ottimisti.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Domenica 12 Marzo 2017 17:57

Gian, ci sei andato molto vicino alla soluzione finale. Il particolare tecnico definitivo e' che, quando fai un pagamento verso un paese dell'eurozona, se segui i movimenti dei soldi noti che c'e' un'interruzione quando dovrebbero transitare da bankitalia a bundesbank, questa fase non viene regolata ma genera un rapporto debito/credito a babbo morto.

Il sostanza i soldi alla controparte tedesca glieli da' la bundesbank per cui il cliente italiano e il fornitore tedesco sono a posto, ma l'Italia e' in debito verso la Germania per una cifra equivalente alla transazione.

Bisogna essere dei sommi asini per mettere in dubbio l'esistenza del credito e/o il dovere di ripagarlo se si esce dall'euro (a mo' di cialtroni).

E mo' basta, chi non capisce nemmeno cosi' lo volgio somaro.

Ciao ragazzi!

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Domenica 12 Marzo 2017 17:50

Non è così. Non scrivete fesserie. Ora esco davvero.

 

Hint: Antitrader dicendo che gli italiani dovrebbero ricomprarsi i BTP detenuti all' estero ha scritto una grossa fesseria cui te per altro gli hai dato anche fiato. Se ragioni su questo punto arrivi alla risposta.


 Last edited by: Gano di Maganza on Domenica 12 Marzo 2017 17:53, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Domenica 12 Marzo 2017 17:49

La faccio estremamente semplice

A) Con la lira se Gano compra dei Bund, Gianlini si trova con la benzina che costa di più e ne compra di meno

B) Con l'euro se Gano compra dei Bund, Gianlini continua a pagare la benzina sempre lo stesso e ne compra sempre la stessa quantità.

Nel caso B, chi sta "regalando" (in realtà prestando) a Gianlini quel surplus di benzina?

Se non è un regalo, ma un prestito, prima o poi quel qualcuno vorrà indietro i soldi.

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Domenica 12 Marzo 2017 17:43

Non essere approssimativo e piega in dettaglio. Ti ascolto. Un nodo della questione che terrorizza la Germania sui possibili esiti del saldo Target2 effettivamente c'è, ma NON E' LI'.

 

Hint: prova a chiederti perché nessuno chieda la restituzione dei saldi se questi fossero effettivamente un debito.

 

PS Faccio come Hobi. Ora esco... ;-)


 Last edited by: Gano di Maganza on Domenica 12 Marzo 2017 17:49, edited 4 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Domenica 12 Marzo 2017 17:42

Con la lira sarebbe stato impossibile che gli italiani si comprassero tutti solo titoli esteri (la lira si sarebbe svalutata talmente tanto da renderlo impossibile)

Viceversa con l'euro abbiamo questa possibilità, teoricamente tutti potremmo detenere solo titoli esteri (perchè non subiamo alcuna svalutazione legata a questi acquisti) .

lo stato italiano potrebbe quindi fare default senza che i cittadini dello stato stesso subiscano alcuna conseguenza, anzi, se si torna alla lira, si arricchiscono tutti!

e' qui il nodo della questione

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Domenica 12 Marzo 2017 17:39

Gianlini>  "Se ricordi Gano, l'avevo già spiegato tempo fa."

 

No, non ricordo assolutamente. Potresti rispiegare? Perché pensi che il saldo negativo sia un debito? (spoiler: non lo è).


 Last edited by: Gano di Maganza on Domenica 12 Marzo 2017 17:42, edited 4 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Domenica 12 Marzo 2017 17:37

Se ricordi Gano, l'avevo già spiegato tempo fa.

In ogni caso il problema è che in caso di uscita dall'euro la BCE avrebbe in pancia dei BTP (che ha comprato al posto degli investitori privati italiani che si sono invece comprati il bund) ad un valore che rischia di essere molto inferiore a quello di acquisto. Chi mette i soldi per appianare questa perdita?

come dice Anti, se PRIMA dell'uscita dall'euro, gli investitori italiani (o anche esteri) si ricomprassero tutti i BTP in circolazione, annullando quindi la partecipazione ora detenuta dalla BCE, non ci sarebbero problemi

 

PS_ E daje! E' VERSO I PAESI EUROZONA, che non è la STESSA COSA che I PAESI EU. E' vero assomiglia. Ma sono due cose ben differenti.

si parla di 100 milioni al mese di defici o avanzo....mentre la T2 peggiora a colpi di 30 miliardi ! (300 VOLTE TANTO) ...se trovo cmq i dati per l'eurozona li posto, cercali anche tu, che non è facile trovarli.


 Last edited by: gianlini on Domenica 12 Marzo 2017 17:40, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Domenica 12 Marzo 2017 17:37

"Pensa te che panacea l'euro debole...figurati se avessimo la lira....saremmo la Germania dell'europa....rob de mat!."

 

Bullfin,mamma mia sei in netto peggioramento!!!

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Domenica 12 Marzo 2017 17:30

Gianlini, sei un approssimativo, perché dovresti considerare anche gli interessi sul debito pagati all' estero verso i paesi dell' Eurozona. In ogni caso... sorvoliamo, perché non è questo l' aspetto che mi interessa.

 

Quello che non ho ancora capito è perché tu consideri il saldo Target2 un debito da resituire.

 

Gianlini> GANO, forse nel 2016 abbiamo addirittura un saldo positivo complessivo (pochi spiccioli) verso i Paesi EU

 

E daje! E' VERSO I PAESI EUROZONA, che non è la STESSA COSA che I PAESI EU. E' vero assomiglia. Ma sono due cose ben differenti.


 Last edited by: Gano di Maganza on Domenica 12 Marzo 2017 17:37, edited 4 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Domenica 12 Marzo 2017 17:28

Il saldo della bilancia con i Pesi Ue nel mese in osservazione si è attestato a 124 milioni dal disavanzo di 301 milioni di dicembre 2015."

----------

GANO, forse nel 2016 abbiamo addirittura un saldo positivo complessivo (pochi spiccioli) verso i Paesi EU

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Domenica 12 Marzo 2017 17:27

Gianlini> Gano, sappiamo benissimo che T2 si riferisce all'area euro e non confondiamo un bel niente.

 

Speriamo. Comunque faresti meglio a parlare al singolare. Non ho ancora capito bene se questa conoscenza si estenda anche ad altri soggetti.

 

In ogni caso non ho capito perché continuiate a considerarlo un debito.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Domenica 12 Marzo 2017 17:24

Gano, sappiamo benissimo che T2 si riferisce all'area euro e non confondiamo un bel niente.

Semplicemente ti stiamo dimostrando che ai fini della discussione gli spostamenti di capitale sono di un ordine di grandezza e più maggiori rispetto a quelli commerciali, quindi si può tranquillamente trascurare questi ultimi. Peraltro, gli scambi commerciaoli sono nel complesso ampiamente positivi per l'Italia, quindi anche quello non sarebbe un problema.

Nel link che avevo postato c'era anche il dato, mensile, relativo allo scambio con i paesi EU

"Guardando al mese di dicembre, il saldo della bilancia commerciale ha registrato un surplus di 5,798 miliardi di euro, a fronte di un avanzo di 5,586 miliardi nello stesso mese del 2015.

....

Il saldo della bilancia con i Pesi Ue nel mese in osservazione si è attestato a 124 milioni dal disavanzo di 301 milioni di dicembre 2015."

STIAMO PARLANDO DI MILIONI, GANO, POCA ROBA, DAVVERO POCA ROBA


 Last edited by: gianlini on Domenica 12 Marzo 2017 17:27, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Domenica 12 Marzo 2017 17:16

Gano, è improbabile che se l'Italia ha complessivamente 50 miliardi di bilancia commerciale attiva, abbia una bilancia commerciale verso paesi Ue di valore negativo significativo! ho messo i dati complessivoi perchè non avevo trovato il dettaglio relativo ai Paesi UE.

Mentre invece i saldi T2 hanno valori MOLTO elevati. Segno che sono dovuti, quasi per intero alle transazioni finanziarie e non commerciali.

Dal grafico che hai messo sembra ad esempio che il saldo commerciale annuo Germania-Italia sia negativo al massimo per circa 10 miliardi di euro per l'INTERO ANNO, mentre se ho capito bene in un solo mese il T2 è peggiorato di 30 miliardi (TRENTA VOLTE TANTO fatte le debite proporzioni)

Quindi per le discussioni relative al T2 possiamo tranquillamente traslasciare la bilancia commerciale  e concentrarci sugli spostamenti di capitale (che non vogliono dire che cittadini italinai portano fisicamente soldi in conti esteri, ma semplicemente comprano azioni Linde e BASF e Bund)

Ps non è la prima volta che confondi un pezzo di  notizia che io posto con qualcosa che avrei scritto in prima persona. Qual'è il problema nell'individuare la parte che ho copincollato da un'altra fonte?


 Last edited by: gianlini on Domenica 12 Marzo 2017 17:21, edited 2 times in total.