Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Lunedì 26 Marzo 2018 00:01

la madonna,ancora sugli anni 70!!?? Anti,ravvedititi su Monti......

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 25 Marzo 2018 23:57

perchè chiedere un'opinione altrui è sintomo di debolezza, ignoranza?....Muschio...te hai forti problemi curati...concludo con previsione azzeccata 6 anni in anticipo...tranquillo che per la borsa sono tra i migliori in circolazione...

zitto e impara...

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Domenica 25 Marzo 2018 23:54

I piu' ostili all'unione monetaria erano i tedeschi che, in teoria, ne sono i maggiori beneficiari. Perche' dico in teorria? Perche' di fatto i tedeschi stan finanziando tutto il baraccone con soldi che probabilmente finiranno in cavalleria o avranno procedure di recupero molto accidentate.

L'unione monetaria fu imposta dalla Francia che, come contropartita, dette il consenso alla riunificazione tedesca.

Perche' fu voluta dalla Francia? Perche', nonostante lo SME era tutto un susseguirsi di liti commerciali con l'Italia e la Spagna soprattutto sui prodotti agricoli.

Non c'e' dubito che senza la controreazione del cambio si generano squilibri negli scambi commerciali, ma, anche li', queste cose non e' che le abbiamo scoperte noi (o il professore), si sanno da sempre, e, nel momento in cui entri in un'unione monetaria, devi prendere le necessarie contromisure anche in virtu' del fatto ceh se non aderisci all'unione assumi lo status di cialtrone nel consesso de paesi civili.

Quando dico che bisogna tagliare salari (che sembra un'eresia) non scherzo mica, il taglio deve essere pero' ammortizzato mediante la leva fiscale, pretendere che i tedeschi debbano pagare i 150 milioni/anno che costa il palazzo dei Normanni e' una pura cialtroneria.

I danni che ha fatto il prof tuo beniamino son proprio questi: derubricare il problema delle ruberie e delletangenti a una simpatica  e innocua pierinata. E' tipico degli "acculturati" sostenere: so' tutto io, il resto son bazzecole!

Ecco, in questo momento, da Giletti, la Gabriella Gianmanco (molto carina tra al'altro) sta pontificando sulle pensioni sostenendo che non sono alte perche' sono tassate.

Dove vuoi anna' con questa gente qui?

P.S. noi avevamo la forza per stare nell'euro, ma ce la siamo ARRUBBATA.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: XTOL on Domenica 25 Marzo 2018 23:54

Mi è capitato tra le mani questo libretto di una (a me) sconosciuta economista, Deirdre McCloskey:

I vizi degli economisti, le virtù della borghesia

 

è bellissimo.

la tesi di fondo? lo studio dell'economia negli ultimi 50 ha imboccato un vicolo cieco, fatto di presunzione e rigidità pseudoscientifiche che ha portato gli economisti a praticare sempre più diverse forme di ingegneria sociale, con l'ambizione di prevedere e controllare la vita delle persone.

consigliatissimo a tutti quelli che "lo so io come fare"

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Domenica 25 Marzo 2018 23:49

Bullfin, ti devo chiedere scusa: non avevo letto che sei anche apprezzato da vari commercialisti dell'alto Veneto!

ahahahahahah sto morendo ahahahah

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Domenica 25 Marzo 2018 23:46

Infatti l'Euro è una cagata. Può darsi che uscendone ci impoveriamo -non ne sono sicuro- ma salviamo il paese e salviamo le generazioni future

 

Le élite convincono il popolo ad accettare sacrifici facendogli credere di aver avuto troppo. Di aver vissuto sopra i propri limiti. Poi sapendo che il popolo è pavido per natura, gli fanno paura, lo terrorizzano di perdere anche quel poco che ha. E a questo punto il lavaggio del cervello è fatto.


 Last edited by: Gano di Maganza on Domenica 25 Marzo 2018 23:50, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Domenica 25 Marzo 2018 23:46

"".....i consulenti bancari mi temono e rigano dritti perchè sanno che a me non mi fregano...pure il Direttore corporate di una grande banca italiana ha riconosciuto quello che ho fatto e quello che so.....sono apprezzato da svariati commercialisti dell'alto Veneto, sono uscito con max dei voti e tesi di ricerca, con complimenti da parte della commissione e di svariati professori, ho corretto anche gli esami ad un professore che ha riconosciuto un suo errore,......"

Bullfin, non lesinare sulla paghetta e pagati un bravo psichiatra: non badare a spese perché il caso è serio! :)

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Domenica 25 Marzo 2018 23:42

" non solo dirigo due stabilimenti, ma pure mi hanno aumentato il salario,"

Bulfinn, ma il giorno chiedi a Oscar dove va la borsa e nello stesso tempo dirigi due stabilimenti AHAHAHAH

ma vaffnculo va! che se lavori alle posta è grasso che cola! o sei in scivolo per la pensione come Anti :)

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Domenica 25 Marzo 2018 23:28

Anti, ho sempre detto, e lo sai, che l’uscita sarebbe/sarà per forza traumatica.

L’impoverimento rispetto al resto del mondo ci sarà sicuramente, molto meno all’interno del paese.

Francamente, visto che non sei proprio l’ultimo arrivato, vorrei domandarti come possa funzionare un’unione monetaria

nella quale non sono e non saranno mai contemplati ne i famosi trasferimenti interni, ne limiti alla circolazione dei capitali.

Perché chi ha seguito la nascita del progetto europeo sa benissimo che l’idea alla base è ognuno per se.

Dimmi dimmi che sono curioso, non esiste al mondo un altro esempio  di “unione monetaria” simile, noi siamo l’esperimento.

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Domenica 25 Marzo 2018 23:14

C'e' chi si convince (e ci crede!) di saper suonare la chitarra perche' ha letto un manuale su come si suona la chitarra.

Questa prassi spopola nelle discipline piu' svariate, noi siamo il popolo della "cultura" per cui si va incontro all'autoesaltazione per aver letto qualche libro (del cazzzz).

In realta' le cose le sa per davvero solo chi le fa, cosi' come diceva Socrate gia' un paio di millenni orsono.

Se ti sei occupato per alcuni decenni di letteratura, di arte,  di psicologia, di burocrazia etc... e poi pigli in mano un libro di economia e credi di padroneggiare la materia allora sei sicuramente un sommo somaro.

Ma c'e' una cosa ancora piu' sconcertante, quelli qui sotto giudicano i governi esclusivamente in relazione ai loro interessi personali, e cosi' succede che chi ha patrimoni immobiliari vuole l'inflazione e intanto si lamenta per qualche migliaio di euro di imi infischandosene de fatto che un autonomo che fattura solo 50.000 euro ne paga ben 25.000 (e oltre) di tasse.

Questi individui dovrebbero anche sapere che le faccende economiche sono molto spesso controintuitive per cui non e' affatto detto che con l'inflazione succede quello che dovrebbe succedere. I mercati (TUTTI) sono cinici e bari.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 25 Marzo 2018 22:53

Anti io sono di indole tranquillo, nel senso che se non rompono non rompo, sto al mio posto....

Pero' se mi attaccano allora replico.....e ho replicato su queste affermazioni che tendevano a sminuirmi....e le riporto (TRA VIRGOLETTE)...

" I tipi come te Bulfinn, che pensano di essere tanto ganzi, farebbero  un passettino avanti se riconoscessero che alle persone che governarono in quegli anni i tipi come te potevano far al massimo da maggiordomo o autista, o anche giardiniere "

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Domenica 25 Marzo 2018 22:30

Bull,

non condivido i toni troppo aggressivi ma li hai letteralmente stesi con i dati veri.

Aggiungo solo che gli hai perfino risparmiato un particolare non irrilevante a ulteriore supporto della tua tesi:

In un contesto di tassi decrescenti (e qui stiamo parlando di una decrescita di 20 punti!!!) il debito ne soffre perche' hai l'effetto zavorra delle cedole grasse su titoli emessi negli anni precedenti.

In ogni caso, con questi qui sotto,  sembra di stare alla scuola media: E' cosi' perche' lo ha detto IL PROFESSORE.

Ma rob de matt!

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Domenica 25 Marzo 2018 22:21

"candidamente"

 

Beh, ha affermato "candidamente" di essere un cretino. Onore al merito. Non lo ha affermato come un imbroglione qualsiasi.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 25 Marzo 2018 22:18

"Quindi intanto dal 1965 al 1981 non vi era il divorzio, non vi era l'euro, sme, etc...."

Bullfin, non rispondo a te perché sei troppo limitato (scusa, ma non è una colpa); do elementi ad altri che leggono.

1) il vero aumento (la riesci a vedere l'inclicazione del segmento?) c'è stato dopo il divrzio del 1981 ed è un fatto;

2) l'aument del debito pubblico dal 1965 al 1981 è più che contenuto tenendo conto di cosa è successo in italia dal 1965 al 1981: '68, autunno caldo, stragi e, soprattutto, brigate rosse.

I tipi come te Bulfinn, che pensano di essere tanto ganzi, farebbero  un passettino avanti se riconoscessero che alle persone che governarono in quegli anni i tipi come te potevano far al massimo da maggiordomo o autista, o anche giardiniere.

 

 

Te Muschio stai ampiamente guadagnandoti sul campo le stellette di supremo capo dei somari e sei pure arrogante....ripetendo la filastrocca degli altri senza nemmeno sapere i rudimenti dell'economia...

1) riporto analisi mie....a) tabella con dati del debito pubblico nominale dati Pace, tasso annuale di inflazione istat....avevo gia' tre quattro anni pubblicato questo...ora prendi i dati del debito pubblico nominale e li depuri dall'inflazione...ottieni il debito reale (spiego cose di una banalita' sconcertante ma Muschio occorre erudirlo dai rudimenti) poi il debito pubblico reale lo metti in rapporto con i vari anni e ottieni per ogni anno l'incremento percentuale....bene il debito pubblico incrementa in termini reali molto di piu' negli anni 70 che non dopo...guarda a caso....

3) te sei indottrinato da cretini e sei pure piu' cretino di costoro...

4) in questi anni dove la concorrenza nel mercato del lavoro è altissima non solo dirigo due stabilimenti, ma pure mi hanno aumentato il salario, ed ho ottenuto benefit che i miei predecessori non hanno mai ottenuto....vi è un solo problema...non vogliono che prenda ferie e permessi...e sai perchè? perchè ad ogni problema i titolari vengono da me perchè sono per loro un punto di riferimento... i consulenti bancari mi temono e rigano dritti perchè sanno che a me non mi fregano...pure il Direttore corporate di una grande banca italiana ha riconosciuto quello che ho fatto e quello che so.....sono apprezzato da svariati commercialisti dell'alto Veneto, sono uscito con max dei voti e tesi di ricerca, con complimenti da parte della commissione e di svariati professori, ho corretto anche gli esami ad un professore che ha riconosciuto un suo errore, ............te sei un poveretto sempliciotto....tu cosa fai? chi sei?...Muschio, sparisci....

 

 

 

 

 

 


 Last edited by: Bullfin on Domenica 25 Marzo 2018 23:07, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Domenica 25 Marzo 2018 22:12

" candidamente "


Appunto, candidamente, mica come un imbroglione qualsiasi? (o un rettiliano che e' un cretino per definizione)?

Quando ti impoverisci (o ti riempi di debiti) DEVI PRODURRE PER GLI ALTRI, la tua capienza da "consumatore" si e' deteriorata (ti sei gia' magnato tutto!).

La cialtroneria invece e' alla perenne e affannosa ricerca della "genialata" e della napoletanata per non pagare dazio.

Spero che almeno una cosa te l'abbia ben presente, il ritorno alla lira sarebbe efficace proprio per questo, ridurrebbe il paese in miseria e, a quel punto, devi per forza lavorare per gli altri per tre cocomeri e un peperone visto che la tua moneta non vale un cazzzz.

Il tuo campione invece te la racconta diversa: STAMPA E MAGNA!