Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: shera on Domenica 20 Maggio 2018 10:49

Marx è un genio purtroppo è stato capito fin troppo bene dalla sinistra che ha imparato a sfruttare le masse come classe dominante, i vari banchieri e imprenditori che si fingono di sinistra e vogliono che si paghino interessi su interessi e poi distruggono banche e comprano le aziende con i soldi dei risparmiatori

il problema del debito pubblico è che è stato creato per pagare il malaffare degli assessori e per fare affari con i soldi dello stato, sono soldi che devono tornare indietro allo stato, non soldi che la repubblica deve restituire, sarebbe da capire molto bene questo punto

ma tanto ne riparleremo quando arriverà la troika che metterà sullo stesso piano il banchiere con i soldi nel paradiso fiscale e la barca in croazia, con  bullfin e la sua auto sfigata e la prima casa da tassare per benino

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Domenica 20 Maggio 2018 10:46

Se riescono a stoppare il governo, Mattarella dovrà darsi da fare per far ricadere la colpa su Salvini di aver rovesciato il tavolo.

 

Una strada potrebbe essere di sostituire il Ministro degli Interni e il Ministro dell'Economia con tecnici.

 

PS. La Verità parla di possibile "esecutivo neutro". Potrebbe esserci uno scenario ben peggiore, direi catastrofico: Di Maio presenta comunque il governo rimaneggiato in Parlamento ed ottiene la fiducia di M5S, Renzi e Berlusconi. 


 Last edited by: Gano di Maganza on Domenica 20 Maggio 2018 10:52, edited 3 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Domenica 20 Maggio 2018 10:25

Nei giorni passati ve lo dicevo io. Oggi cominciano a parlarne anche altri. E se Mattarella facesse saltare tutto?

 


 Last edited by: Gano di Maganza on Domenica 20 Maggio 2018 10:39, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Domenica 20 Maggio 2018 09:48

http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/cacciari-for-president-nbsp-ldquo-maio-salvini-hanno-174167.htm

 

Sono sempre in sintonia con " il Fatto quotidiano" e con Cacciari.

Il che  è molto tranquillizzante.

Poi ,quando l'altra parte è formata ,con qualche eccezione ,da persone che non stimo ...lo è molto di più .

 

Hobi


 Last edited by: hobi50 on Domenica 20 Maggio 2018 09:58, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Domenica 20 Maggio 2018 09:23

Monete parallele ( tipo Caribe ,Patacones sono proibite dalla BCE ).

Strumenti "geniali" che possono mandare fuori controllo i deficit non sono tollerati ne dagli esponenti che contano in Europa ,ne dalle regole europee ne da quelle italiane ( il pareggio di bilancio è in costituzione ).

Quindi si puo cercare di fare tutto ma a condizione di essere pronti a ribaltare il tavolo con l'Europa.

Come ho già scritto non ci sono ne gli uomini ne il popolo per farlo.

Quindi bisognava evitare la tentazione di andare al governo con un partito "costoso" in termini di deficit come la Lega ( flat tax ):

Fra l'altro con connotazioni razziste.

Ora ,ma anche questo l'ho già detto ,la nostra prospettiva è andare a sbattere o fare un "governicchio ".

 

Hobi


 Last edited by: hobi50 on Domenica 20 Maggio 2018 09:31, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Domenica 20 Maggio 2018 07:01

dicevo

'il denaro di qualsiasi tipo non può risolvere un tubo ... a volte mi chiedo quanto altro tempo passerà prima che vi rassegnerete ...:-)'

va bene repetita iuvant ma inzomma inzomma ... 

leggo che è stato proposto ad un ruolo nel governo il nostro Zibordi, quindi come dicevo arriverà anche il ccf (spero non nella modalità proposta perché come scrissi sarebbe inutile, senza guadagnarci nessuno con gli euro comprerebbe il ccf al morto di fame)

nessuno con cognizioni economiche standard potrebbe accettare di presiedere un governo che parte con 70 miliardi di minibot, come hanno detto a più riprese salvini e Di Maio il premier sarà un politico, dato che il partito con più voti nel costituendo governo è il M5S a suo tempo indicai il più probabile in Toninelli, ora leggo che indicano il premier come uno che ha partecipato al tavolo ... :-)

certo l'ameba quirinalizia è un problema, se gli dici le coperture 'minibot' qualche resistenza la farà

l'Italia non può continuare ad accettare di pagare più della Germania per il suo debito pubblico, se non vogliono gli eurobond noi minibot e ccf a profusione

qualunque rivoluzione monetaria tu instauri resta sempre il problemino di fondo, a meno che si applichi pienamente il luddismo a livello planetario TU NON PUOI CREARE LAVORO COL DENARO, in una società capitalistica dove regna la proprietà privata l'imprenditore privato se può scegliere tra una macchina e Bullfin sceglerà sempre e comunque una macchina (minimo minimo evita un sacco di fesserie) .... TU puoi dare solo reddito SLEGATO dal lavoro, se lo fai nessuno vuole più lavorare e qualcuno mi deve spiegare QUANTO sarebbe il mio reddito di giovane plurilaureato plurimaster plurilingue che ha girato il mondo con piena familiarità con le nuove tecnologie ma impossibilitato ad esprimere il mio enorme potenziale dato che non posso competere con le macchine 

 

è banale, il capitalismo banalmente è MORTO .... torna in auge Karl Marx, dite che è un caso ? ...

:-)


 Last edited by: lmwillys1 on Domenica 20 Maggio 2018 07:58, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Domenica 20 Maggio 2018 00:20

"la rivoluzione è un atto di violenza."

Anti, Mao Tse-Tung non ha conosciuto i principi del m5s

Il M5s è l'ultimo baluardo contro  derive imprevedibili .Noi rappresentiamo l'ultima opportunità democratica, dopo resta la ribellione violenta.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Sabato 19 Maggio 2018 23:36

Compagno, questo germe di rivoluzione lo vedo con grande simpatia, al punto di digerire perfino salvini (e le sue boiate tipo la flat tax).

Temo pero' che questi ragazzotti, che inseguono le stronzate di noti cazzari, si faranno molto male.


La rivoluzione non è un pranzo di gala,

non è una festa letteraria,

non è un disegno o un ricamo,

non si può fare con tanta eleganza, con tanta serenità e delicatezza, con tanta grazia e cortesia,

la rivoluzione è un atto di violenza. 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Sabato 19 Maggio 2018 23:36

Gano, Paolo Savona ha una certa età,poi di incarichi ne ha avuti già a sufficienza nel passato,però mi è simpatico è esperto

in derivati..

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Sabato 19 Maggio 2018 23:35

Il M5s continua a bruciare nomi

Il no del “ministro” Tridico diventa un guaio e per Di Maio è sempre più difficile trovare qualcuno con un minimo di reputazione disposto ad accettare le sue offerte 

15 Maggio 2018 alle 20:29

 

Roma. Anche Pasquale Tridico è uscito dal gruppo. L’economista dell’università Roma Tre, indicato prima delle elezioni da Luigi Di Maio come ministro del Lavoro del suo fantagoverno, ha comunicato ai vertici del Movimento 5 stelle la decisione di ritirarsi. Tridico, che ha una storia e una formazione da keynesiano di sinistra, non è più disponibile a far partciliabili, con il programma della Lega su questioni fondamentali come il fisco, l’Europa, il Mezzogiorno, gli investimenti, i migranti e i diritti civili.

 

  

Stessa situazione per Andrea Roventini, professore al Sant’Anna di Pisa, anche lui con radici profonde a sinistra (anche se a Keynes aggiunge Schumpeter), indicato da Di Maio come ministro dell’Economia ed elogiato perché “ha l’età di Macron ma già scrive con un premio Nobel che è Stiglitz”. Roventini, dopo qualche intervento iniziale, è sparito dai radar e anche adesso preferisce non rilasciare alcuna dichiarazione. E’ come se fosse in letargo. Ma sicuramente si può intuire il suo stato d’animo, non dissimile da quello di Tridico, rispetto alla stesura del programma giallo-verde. Anche perché nel suo discorso di investitura su due pilastri come Europa e fisco prese posizioni in netta contrapposizione con quelle della Lega. “L’uscita dall’euro non è in discussione” disse, prima passare a criticare duramente la tassa piatta leghista: “La flat tax è una ‘fake tax’, una proposta bizzarra che non ha mai funzionato, produrrà un deficit pubblico crescente e porterà benefici all’1 per cento della popolazione”. Il problema è che alle trattative sul “contratto alla tedesca” la Lega ha mandato i suoi esperti Claudio Borghi, capofila dei no-euro, e Armando Siri, ideatore della flat tax salviniana, mentre il M5s no. Seduti al tavolo del Pirellone non c’erano i “supercompetenti” Tridico e Roventini, ma i fedelissimi Vincenzo Spadafora e Rocco Casalino. Non il coautore del Nobel Stiglitz, ma il concorrente del Grande Fratello.

  

Se il Roventini è in ghiacciaia, c’è un altro nome che in queste ore viene rosolato per ben. E’ quello di Giuseppe Conte, professore all’Università di Firenze, avvocato del prestigioso studio di Guido Alpa, eletto dal M5s nel Consiglio di presidenza della giustizia amministrativa, indicato come ministro della Pubblica amministrazione del fantagoverno Di Maio e ora promosso a “possibile premier”, e cioè dato in pasto per qualche giorno alla stampa come è stato fatto con Giulio Sapelli.

  

Una sorte analoga è toccata a un altro stimato giurista amministrativo, Giacinto della Cananea, incaricato da Luigi Di Maio in persona di presiedere una “commissione scientifica” per predisporre un “pre-contratto” da sottoporre a Lega e Pd e indicare un metodo da seguire per trovare un accordo sul “modello tedesco”. Inutile dire che il lavoro di Della Cananea non è servito a nulla e il suo metodo che prevedeva “dieci gruppi di lavoro” per “approfondire e precisare gli obiettivi” è stato cestinato il giorno seguente. Il ruolo svolto da queste personalità è quello cinicamente descritto dal neosenatore Gianluigi Paragone pochi giorni fa a Piazzapulita: “La campagna elettorale si fa anche con grandi colpi di teatro – ha detto a proposito dei fantaministri nominati da Di Maio – e quello è stato un grandissimo colpo di teatro che ha premiato il M5s”.

  

Ma a furia di immolare personalità sull’altare della premiership di Di Maio, per il M5s sarà sempre più difficile trovare qualcuno con un minimo di reputazione disposto a offrirsi per il ruolo di vittima sacrificale.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Sabato 19 Maggio 2018 23:31

PER L'AMOR DEL CIELO...QUESTO NON è REALTA'....è UN INCUBO....D'ALTRONDE DA 20 MILIONI DI COGLIONI NON POTEVA VENIRE FUORI QUALCOSA DI MEGLIO....

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Sabato 19 Maggio 2018 23:07

Antiiiiiiiiiiiiiiiiiii, e quanto scassi!

Se devi fare la rivoluzione non puoi stare a guardaare se la messimpiega è fatta bene o male o così così! 

Cazzo di rivoluzionario sei?! 

PS: Zibo è stato proposto come sottosegretario. 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Sabato 19 Maggio 2018 22:57

Se indicassero Paolo Savona PdC sarebbe un colpo da maestro. E' la persona giusta, con la levatura morale, culturale e professionale appropriata, un passato rispettabile e le idee giuste. Voglio vedere se Mattarella ha il coraggio di dire di no.

 

Paolo Savona: "Perché all'Italia serve un leader che ci porti fuori dall'Europa"

 

Praticamente perfetto.

 

Oscar, ce la fai a fare arrivare a Di Maio il messaggio? ;-)


 Last edited by: Gano di Maganza on Sabato 19 Maggio 2018 23:05, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Sabato 19 Maggio 2018 22:24

ma anche Rocco Casalino ha partecipato.....MA ROB DE MAT!!!!!!!!!!!!!!!!!!........DA VERGOGNARSI DI ESSERE ITALIANI.....

 

W Silvio

W REnzi...

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Sabato 19 Maggio 2018 22:09

Oscar!

Dice salvini che il presidente del consiglio sara' un professionista che ha partecipato alla stesura del contratto.

Sara' mica bagnai (o Borghi)? Annamo proprio bene.

L'Europa si mostrera' tutt'altro che ostile, staranno a guardare e si godranno lo spettacolo.

Se vuoi far le cose a debito devi collocare titoli, e li' ci sara' da ridere. La partita si gioca sul MTS.