Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Sabato 04 Agosto 2018 14:34

noi diamo gli ordini e l'Europa esegue, di quello che blaterano mattarella renzi berlusconi e qualche altro milione di geni italici o meno non ce ne frega un cazzo

:-)

 

 

AHAHHAHAHA POVERO PIRLA!!... ma è possibile che dobbiamo leggere tali cazzate di uno psicopatico?...va beh dai mettiamola che leggiamo le comiche....

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Sabato 04 Agosto 2018 14:32

Lmwillys, non è questione di "fare piacere" a qualcuno. Il fatto che lo spread sia già a 250 è un indicatore sufficiente che nell'Euro non ci puoi stare e devi tornare alla lira, e il fatto che diceva Tuco che oramai i BTP li compra solo la BCE e con lo spread ti controlla di fatto la politica interna è motivo di più per abbandonare l'Euro il prima possibile.

 

Il problema è che se l'Italia esce dall'Euro, non solo l'Euro come moneta è finita, ma crei un cataclisma disastroso in tutto il sistema finanziario europeo. Quindi nessuno vuole una uscita unilaterale dell'Italia e faranno DI TUTTO per impedirlo. Ma in forza di questi fatti l'Italia ha un potere negoziale ENORME. E questo Trump lo sa benissimo. 

 

Perché se lo spread continua a salire o continuano comunque a farci girare i coglioni, si arriva davvero al rigore di Shera, che è poi la soluzione Sansone.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Sabato 04 Agosto 2018 14:09

Shera, ma tu credi sul serio che noi si voglia uscire dall'Europa isolandoci per fare un favore al parruccato decadente ?

te l'ho detto un milione di volte, noi dobbiamo risistemare rafforzare rifondare e rimanere in Europa ... in che lingua bisogna dirtelo ?

noi diamo gli ordini e l'Europa esegue, di quello che blaterano mattarella renzi berlusconi e qualche altro milione di geni italici o meno non ce ne frega un cazzo

:-)


 Last edited by: lmwillys1 on Sabato 04 Agosto 2018 14:12, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Sabato 04 Agosto 2018 13:24

 

A Treviso cento contratti al mese non saranno rinnovati con il decreto dignità

La simulazione: da dicembre ad aprile persi 450 precari nella sola provincia di Treviso. Sono 60 mila i dipendenti a termine a rischio nella Marca di Andrea De Polo

 
 
03 agosto 2018
 

TREVISO. Un’ecatombe di oltre cento posti di lavoro al mese, nella sola provincia di Treviso. Dopo l’allarme di imprenditori, categorie e Assindustria Venetocentro ora arriva la simulazione scientifica di Veneto Lavoro, che ha calcolato quali sarebbero le conseguenze del decreto dignità se fosse già in vigore. Nella Marca, dal primo gennaio al 20 aprile 2018 si sarebbero trovati senza lavoro circa 450 precari.

Il calcolo

L’analisi condotta dall’Osservatorio Mercato del Lavoro parte dalla fotografia della situazione veneta al 31 dicembre, quando in regione erano 14.168 i rapporti di lavoro a tempo determinato tra un lavoratore e la stessa impresa (non si considerano, quindi, i contratti di somministrazione) che avevano superato i 24 mesi (soglia massima raggiungibile con rinnovi secondo il decreto dignità) e non raggiunto i 36. Di questi, al 20 aprile 2018 solo 4.490 (circa il dieci per cento in provincia di Treviso) erano ancora in essere con lo stesso datore: una situazione che con le nuove norme, che vietano i rinnovi dopo i 24 mesi, non sarebbe possibile. Il dato, tuttavia, è più ottimistico della realtà, perché non considera tutti i rinnovi effettuati prima dei 24 mesi, che per le aziende sono tutt’altro che scontati. Gli esempi di imprenditori che hanno annunciato di non rinnovare i precari in scadenza non mancano, in questi giorni, perché a spaventare - fin dal primo rinnovo - è la reintroduzione delle causali, considerata un aggravio di burocrazia e un’anticamera di vertenze legali. Oggi i precari nella Marca sono una cifra che oscilla, in base alla stagionalità di alcune professioni e all’andamento del mercato, tra le 45 mila e le 61 mila unità. A sentire gli imprenditori sono tutti a rischio, fin dal primo rinnovo.

Più turnover

«La quantificazione di 4.490 contratto a rischio non implica una crescita automatica della disoccupazione» spiega Tiziano Barone, direttore di Veneto Lavoro, «in quanto queste posizioni potrebbero essere coperte,

se necessario alle imprese, con altrettanti lavoratori disponibili». Un aumento, quindi, del ricambio tra i lavoratori: «Lo sviluppo di carriera dei 4.490 lavoratori coinvolti si trova nel crocevia delle altre variabili, che dipendono da ragioni organizzative, produttive e di mercato».

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Sabato 04 Agosto 2018 13:15

Per non dimenticare...

 

https://www.youtube.com/watch?v=KMY3o46BTgc

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: shera on Sabato 04 Agosto 2018 13:07

Tuco verissimo ma in base agli accordi di Renzusconi dal Nazzareno devi fare una finanziaria per aumentare le tasse e i ragazzi al governo promettono di tagliarle:

 

mattarello si mette sicuramente di traverso, quindi o cade il governo e il ruspa ha solo fatto lo spaccone per tirare la campagna elettorale

 

oppure si forza mattarello, tria, europa etc sale lo spread e chiediamo a qualche superpotenza di comprare i nostri titoli che ripagheremo appena ritorniamo alla lira, se Trump non è scemo ci da lui un 100 Miliardi che restituiamo comodamente a rate, per far salire il marco tedesco e il franco francese, vince la terza guerra con la germania senza perdere un soldato...

 

ma deve avere veramente le palle il biondino, shera lo farebbe, è come un calcio di rigore in finale dei mondiali a 5 minuti dalla fine

servono due palle d'acciaio

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Sabato 04 Agosto 2018 12:27

Io sto qui a leggervi èh, mi diverte: quelli dello spread, quelli del paese fallito, quelli delle rubberie... il tecnico del: debbito brutto! calare, no rubberie brutte brutte brutte... che stato essere come azienda, come famiglia e lui sapere come ffare!

Bischeri, in una situazione recessiva come quella attuale, i titoli di stato li compra quasi solo la BC,

è ovvio che lo spread lo decida lei o no?

Questo governo sta rompendo troppissimo il cazzo alle elites europoidi,

che ovviamente useranno la maniera più semplice per farlo fuori senza il rischio di ritorno.

( la forzatura di Foa alla RAI è stat l’ultima goccia, dato che tutti i media sono filo PD e devono rimanerlo )

Devono fare però ben attenzione che questo governo non trovi gli appoggi per fare Eurexit prima di essere defenestrato...

 


 Last edited by: Tuco on Sabato 04 Agosto 2018 12:59, edited 7 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Sabato 04 Agosto 2018 12:11

'questo governo non ha fatto un cazzo e quel poco che ha fatto  a fatto schifo.' ... 'MENTECATTI'

Bull, in amicizia, ma vaffanculo ... solo per i sequestri ai casamonica e a cerroni io ai miei ragazzotti je faccio un monumento e li bacio pure

 

"Vi consiglio di investire in Italia, nazione grandiosa con gente grandiosa"

beh, almeno una cosa decente l'ebete parruccato l'ha detta

:-)

 

'lo spread e' andato a 270 e si sono cagati addosso'

fratello Anti, me sa che dei nostri hai capito pochino ... i nostri sono del tipo 'tu mi soffi contro ? io ti sparo col bazooka'


 Last edited by: lmwillys1 on Sabato 04 Agosto 2018 12:19, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Sabato 04 Agosto 2018 11:30

E ALLORA SE NON FANNO RUBERIE VOGLIO VEDERE IL DEBITO CALARE!!!!...

E comunque se si eccettua un po' di disciplina negli arrivi dei barconi questo governo non ha fatto un cazzo e quel poco che ha fatto  a fatto schifo....!

 

E poi lo spread è lì a testimoniare che siete dei cazzari!....


 Last edited by: Bullfin on Sabato 04 Agosto 2018 11:41, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Sabato 04 Agosto 2018 11:07

Il miglior presidente USA ed il miglior governo italiano degli ultimi 30 anni: in pratica un rarissimo allineamento perfetto di corpi celesti :)

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Sabato 04 Agosto 2018 11:05

Bull,

ma che stai a di'? Questo e' uno dei pochi governi che non ruba, ed e' il primo che argina le ruberie.

Purtroppo e' arrivato troppo tardi. non puoi salvare piu' niente con metodi convenzionali, il paese e' in default

e il governo si dovrebbe comportare a mo' di un curatore fallimentare e i relativi poteri.

Il patrimonio dei cittadini dovra' confluire nella massa fallimentare, poi ti insinui al passivo e si fa il riparto di quel che rimane.

 

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Sabato 04 Agosto 2018 10:37

questo per la prima volta nella nostra storia è un governo del popolo, oggi comanda il popolo e tocca rassegnasse

 

MA CHE STAI A DI'!!??? IL POPOLO NON VUOLE CERTO LO SPREAD A 1000 E LE PEZZE AL CULO, COGLIONE!!!

 

ROVINERETE PER SEMPRE QUESTO PAESE, IGNORANTI!, VERRETE RICORDATI NEI LIBRI DI STORIA COME COLORO CHE CI HANNO BUTTATO NELLA DARK AGE....MENTECATTI!!


 Last edited by: Bullfin on Sabato 04 Agosto 2018 10:39, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Sabato 04 Agosto 2018 10:27

Will,

ieri mentre tria e l'allegra combriccola erano riuniti lo spread e' andato a 270 e si sono cagati addosso.

Faranno una finanziaria elettorale in funzione delle europee, la flat tax solo per le partite iva e il reddito solo per quelli particolarmente  sfigati.

Fin qui nulla di male, pero' poi scopri che finanzieranno il baraccone con l'aumento dell'iva, vale a dire un'ulteriore inasprimento fiscale che e' il contrario di quello che serve.

Solita aria fritta, tirare a campare per non tirare le cuoia.

Insomma, o tagli la spesa pubblica di 100 miliardi (per cominciare), oppure attivi il piano B (ma questi manco ce l'hanno il piano B).

Intanto la situazione e' gravissima, l'emigrazione nel 2018 sfondera' il record degli anni 50, e, se continua cosi', vedremo i barconi invertire la rotta.

Il conto dell'allegro 20ennio e'  giunto a maturazione con tutto il suo carico di tragedia, e, con la prossima recessione arrivano i colonnelli.

 

 

 

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Sabato 04 Agosto 2018 08:58

ah, Shera, ma tu Gano Muschio ed altri potete tranquillamente continuare a ritenere trump un genio .... mica m'offendo

:-)

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Sabato 04 Agosto 2018 08:19

caro Shera la vediamo all'opposto, il mondo è bello perché vario, tutti con la stessa opinione sai che palle ...

 

ormai siamo rimasti gli unici che (LUI CREDE) se lo filano, il parruccato prende ceffoni da tutti, manco gli storici fratelloni inglisc ormai lo cacano più di striscio ... http://www.atimes.com/article/shanghai-london-stock-connect-to-roll-out-this-year/

 

io aspetto i dazi così (insieme al sostegno indefesso alle fossili con ormai mercati di sbocco per le sue fossili inesistenti) dopo decenni di invasioni depredazioni omicidi ecc. ecc. vedremo yankees poveri piagnucolanti

certo che in soli due anni vedere un presidente yankee ridursi in ginocchio fa un pò impressione ... :-)


 Last edited by: lmwillys1 on Sabato 04 Agosto 2018 08:51, edited 1 time in total.