Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Domenica 12 Marzo 2017 17:39

Gianlini>  "Se ricordi Gano, l'avevo già spiegato tempo fa."

 

No, non ricordo assolutamente. Potresti rispiegare? Perché pensi che il saldo negativo sia un debito? (spoiler: non lo è).


 Last edited by: Gano di Maganza on Domenica 12 Marzo 2017 17:42, edited 4 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Domenica 12 Marzo 2017 17:37

Se ricordi Gano, l'avevo già spiegato tempo fa.

In ogni caso il problema è che in caso di uscita dall'euro la BCE avrebbe in pancia dei BTP (che ha comprato al posto degli investitori privati italiani che si sono invece comprati il bund) ad un valore che rischia di essere molto inferiore a quello di acquisto. Chi mette i soldi per appianare questa perdita?

come dice Anti, se PRIMA dell'uscita dall'euro, gli investitori italiani (o anche esteri) si ricomprassero tutti i BTP in circolazione, annullando quindi la partecipazione ora detenuta dalla BCE, non ci sarebbero problemi

 

PS_ E daje! E' VERSO I PAESI EUROZONA, che non è la STESSA COSA che I PAESI EU. E' vero assomiglia. Ma sono due cose ben differenti.

si parla di 100 milioni al mese di defici o avanzo....mentre la T2 peggiora a colpi di 30 miliardi ! (300 VOLTE TANTO) ...se trovo cmq i dati per l'eurozona li posto, cercali anche tu, che non è facile trovarli.


 Last edited by: gianlini on Domenica 12 Marzo 2017 17:40, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Domenica 12 Marzo 2017 17:37

"Pensa te che panacea l'euro debole...figurati se avessimo la lira....saremmo la Germania dell'europa....rob de mat!."

 

Bullfin,mamma mia sei in netto peggioramento!!!

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Domenica 12 Marzo 2017 17:30

Gianlini, sei un approssimativo, perché dovresti considerare anche gli interessi sul debito pagati all' estero verso i paesi dell' Eurozona. In ogni caso... sorvoliamo, perché non è questo l' aspetto che mi interessa.

 

Quello che non ho ancora capito è perché tu consideri il saldo Target2 un debito da resituire.

 

Gianlini> GANO, forse nel 2016 abbiamo addirittura un saldo positivo complessivo (pochi spiccioli) verso i Paesi EU

 

E daje! E' VERSO I PAESI EUROZONA, che non è la STESSA COSA che I PAESI EU. E' vero assomiglia. Ma sono due cose ben differenti.


 Last edited by: Gano di Maganza on Domenica 12 Marzo 2017 17:37, edited 4 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Domenica 12 Marzo 2017 17:28

Il saldo della bilancia con i Pesi Ue nel mese in osservazione si è attestato a 124 milioni dal disavanzo di 301 milioni di dicembre 2015."

----------

GANO, forse nel 2016 abbiamo addirittura un saldo positivo complessivo (pochi spiccioli) verso i Paesi EU

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Domenica 12 Marzo 2017 17:27

Gianlini> Gano, sappiamo benissimo che T2 si riferisce all'area euro e non confondiamo un bel niente.

 

Speriamo. Comunque faresti meglio a parlare al singolare. Non ho ancora capito bene se questa conoscenza si estenda anche ad altri soggetti.

 

In ogni caso non ho capito perché continuiate a considerarlo un debito.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Domenica 12 Marzo 2017 17:24

Gano, sappiamo benissimo che T2 si riferisce all'area euro e non confondiamo un bel niente.

Semplicemente ti stiamo dimostrando che ai fini della discussione gli spostamenti di capitale sono di un ordine di grandezza e più maggiori rispetto a quelli commerciali, quindi si può tranquillamente trascurare questi ultimi. Peraltro, gli scambi commerciaoli sono nel complesso ampiamente positivi per l'Italia, quindi anche quello non sarebbe un problema.

Nel link che avevo postato c'era anche il dato, mensile, relativo allo scambio con i paesi EU

"Guardando al mese di dicembre, il saldo della bilancia commerciale ha registrato un surplus di 5,798 miliardi di euro, a fronte di un avanzo di 5,586 miliardi nello stesso mese del 2015.

....

Il saldo della bilancia con i Pesi Ue nel mese in osservazione si è attestato a 124 milioni dal disavanzo di 301 milioni di dicembre 2015."

STIAMO PARLANDO DI MILIONI, GANO, POCA ROBA, DAVVERO POCA ROBA


 Last edited by: gianlini on Domenica 12 Marzo 2017 17:27, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Domenica 12 Marzo 2017 17:16

Gano, è improbabile che se l'Italia ha complessivamente 50 miliardi di bilancia commerciale attiva, abbia una bilancia commerciale verso paesi Ue di valore negativo significativo! ho messo i dati complessivoi perchè non avevo trovato il dettaglio relativo ai Paesi UE.

Mentre invece i saldi T2 hanno valori MOLTO elevati. Segno che sono dovuti, quasi per intero alle transazioni finanziarie e non commerciali.

Dal grafico che hai messo sembra ad esempio che il saldo commerciale annuo Germania-Italia sia negativo al massimo per circa 10 miliardi di euro per l'INTERO ANNO, mentre se ho capito bene in un solo mese il T2 è peggiorato di 30 miliardi (TRENTA VOLTE TANTO fatte le debite proporzioni)

Quindi per le discussioni relative al T2 possiamo tranquillamente traslasciare la bilancia commerciale  e concentrarci sugli spostamenti di capitale (che non vogliono dire che cittadini italinai portano fisicamente soldi in conti esteri, ma semplicemente comprano azioni Linde e BASF e Bund)

Ps non è la prima volta che confondi un pezzo di  notizia che io posto con qualcosa che avrei scritto in prima persona. Qual'è il problema nell'individuare la parte che ho copincollato da un'altra fonte?


 Last edited by: gianlini on Domenica 12 Marzo 2017 17:21, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Domenica 12 Marzo 2017 17:03

Gianlini> "nel 2017 abbiamo avuto un surplus commerciale record, terzi in Ue"

Gianlini> "Nel 2016 l'Italia ha registrato un avanzo commerciale record grazie a un forte incremento delle vendite verso Giappone e Cina e a un calo dell'import dalla Russia, secondo i dati diffusi oggi da Istat."

 

Gianlini, mi sbalordisci. Il target2 riguarda solo la bilancia commerciale intra area Euro, compreso -suppongo- il pagamento degli interessi sul debito, ma sempre in area euro.

 

Antitrader> "Quando c'era LUI ... la bilancia commerciale..."

 

No, non ci credo... non è possibile..

 

Antitrader, si sta parlando di target2 ed Euro, quindi il saldo commerciale riguarda i paesi dell' Eurozona ed in modo particolare quello VERSO LA GERMANIA, che è cambiata dal 2000, guarda caso data dell' introduzione dell' Euro.

 

Ragazzi, ve lo dico con simpatia perché mi avete fatto passare due ore piacevoli ma NON CAPITE UNA SEGA.

 

 

 


 Last edited by: Gano di Maganza on Domenica 12 Marzo 2017 17:25, edited 10 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Domenica 12 Marzo 2017 16:39

Quando c'era LUI (e relativo codazzo di fasciopadanari) la bilancia commerciale era sotto di 25 miliardi con gli ultimi rigurgiti del 20ennio funesto e fatale.

Poi arrivo' Monti e raddrizzo' la baracca (almeno quella commerciale).


 Last edited by: antitrader on Domenica 12 Marzo 2017 16:40, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Domenica 12 Marzo 2017 16:22

Bull, considerando che l'Italia da Firenze in giù non partecipa sostanzialmente alla vita economica della nazione (diciamo 30 milioni su 60) e che i tedeschi sono 80 milioni contro i nostri 60, ti renderai conto che facendo 4 conti, sostanzialmente, l'italia che lavora (i 30 milioni sopra Firenze) è già come la Germania, senza bisogno di tornare alla lira.

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Domenica 12 Marzo 2017 16:12

Co vorrebbe poco a risolvere il problema sopratutto in una nazione di secessionisti, fascisti, nazionalisti, sovranisti, forzaitalioti (e patrioti assortiti).

Basta vendere tutti i titoli dell'eurozona e comprare BTP e Generali e il T2 va a 0 (ZERO). Poi possiamo anche tornare alla lira in virtu' della ritrovata sovranita' che era stata malamente dispersa sull'onda di acquisti sconsiderati di asset esteri (tanto paga Weidmann).

In realta' i cialtroni vogliono la sovranita' monetaria tenendo in loro averi all'estero (o in asset esteri).

Insomma, solita cialtrneria al calor bianco.

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 12 Marzo 2017 16:11

Pensa te che panacea l'euro debole...figurati se avessimo la lira....saremmo la Germania dell'europa....rob de mat!.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Domenica 12 Marzo 2017 15:52

Gano, dubito che il debito T2 sia dovuto all'acquisto di merci, beni e servizi: il problema invece è che è molto più desiderabile possedere azioni Apple e Bund che non azioni MPS e BTP:

nel 2017 abbiamo avuto un surplus commerciale record, terzi in Ue

ROMA (Reuters) - Nel 2016 l'Italia ha registrato un avanzo commerciale record grazie a un forte incremento delle vendite verso Giappone e Cina e a un calo dell'import dalla Russia, secondo i dati diffusi oggi da Istat.

Lo scorso anno il surplus della bilancia commerciale è stato pari a 51,566 miliardi di euro a fronte dell'avanzo di 41,807 miliardi del 2015, il livello più alto dal 1991, anno di inizio della serie storica.

Secondo Eurostat, nel 2016 il surplus commerciale dell'Italia (che al netto dell'energia sarebbe stato pari a 78 miliardi) è risultato il terzo più alto nell'Ue, dietro a Germania (257,3 miliardi) e Paesi Bassi (59,9). Ultima della lista la Gran Bretagna, con un deficit di 204,5 miliardi di euro.  

http://it.reuters.com/article/topNews/idITKBN15V13X


 Last edited by: gianlini on Domenica 12 Marzo 2017 16:09, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Domenica 12 Marzo 2017 15:47

"Oscar, ma quanti vuoi che abbiano ancora "solo" Generali rispetto a quelli che hanno fondi internazionali diversificati su tutto? "

 

Gianlini,certo che vi sono più soldi all'estero tramite fondi,titoli,depositi ecc. che sulle generali, ed è un problema di grosse dimensioni

ed un intervento sarà quasi certo.Infatti il problema e l'entitpà del T2 è proprio sui movimenti finanziari non certamente il surplus

commerciale della Germania nei nostri confronti che è di lieve entità,nonostante i disinformatori del forum con gli esempi della mercedes.