Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: alberta on Lunedì 27 Febbraio 2017 17:19

Meno male che Shaeble c'e'.

________________________________________________

Perfetto, così, alla peggio, sappiamo a chi affidarci per la "soluzione finale "   ..... tanto cara ai suoi connazionali.....

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: pana on Lunedì 27 Febbraio 2017 12:23

TOH MA che strano! ora salta fuori che il grande nemico della finanza speculativa ha in Robert Mercer un suo grande finanziatore e fan

il gestore di Renassaince ha elargito al trumpone decin edi milioni di dollari e  cosa succede?? un suo dipendente David Magerman osa criticare Trump sul suo profilo facebook, lo hanno licenziato in troncooo!!!!! VERGOGNAAAA

(la storia l ho presa dal twitter di zibordi che l ha capita al contrario la storia )

strano strano strano chei giornali, TUTTI CONTRO TRUMP, noni abbiamo insistito su questa ghiotta storia, che pure la figlia del mercer coordinava la camagna presidenziale di trump

Some Renaissance executives chafed at the unwanted publicity brought to the firm by Mr. Mercer’s activities during the presidential race, according to people close to the matter. In addition to providing crucial financial help when Mr. Trump’s candidacy was lagging, Mr. Mercer and his daughter Rebekah advised the campaign, suggesting the installation of two Mercer family confidantes, Steve Bannon and Kellyanne Conway, atop the campaign. Those two now hold senior White House positions.

 


 Last edited by: pana on Lunedì 27 Febbraio 2017 12:25, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Lunedì 27 Febbraio 2017 12:18

Lo vedrei bene con un bel "crew cut" da suprematista bianco mentre grida "america first ".

Hobi


 Last edited by: hobi50 on Lunedì 27 Febbraio 2017 12:30, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Lunedì 27 Febbraio 2017 12:16

Hobi, chissà se un giorno mi darai ragione sulla natura "intenzionale" di questo rally....

25 feb

Great optimism for future of U.S. business, AND JOBS, with the DOW having an 11th straight record close. Big tax & regulation cuts coming!

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Lunedì 27 Febbraio 2017 12:12

è arrivato un parrucchiere dall'italia per Trump,presto avrà un nuovo look!!!

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Lunedì 27 Febbraio 2017 12:07

Ma ...il ribasso è già finito ...?

Oscar,stanno aspettando il discorso del trumpanaro da " li belli capelli " ?

 

Hobi

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Domenica 26 Febbraio 2017 20:33

Anti,e lo chiameranno,governo di solidarietà nazionale delle grandi intese.....il nuovo che avanza...

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Domenica 26 Febbraio 2017 19:56

Avvoca', adesso torna il cav e ci pensa lui con la bizzarra collaborazione di salvini.

Ha gia' detto che torna alla lira (MA ANCHE NO), vuole stampare miliardate di lire e distrubuirle aggratis, dopo due anni le lire son convertibili in euro alla pari.

Ecco, basta quest'annuncio e semo falliti, ion bankitalioa si son gia' messi le mani nei capelli. La cosa tragica e' che ha un'altissima probabilita' di vincere col proporzionale, il PD di renzi finira' sotto il 20% e il 35/40 del M5S servirra' a ben poco.

Un bell'inciucione e si magnano pure le sedie. Peggio di renzi ci son solo il cav e salvini, e, come ben si sa, la fauna italica ha un'irrestibile attrazione verso il peggio del peggio.

Meno male che Shaeble c'e'.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: alberta on Domenica 26 Febbraio 2017 19:11

Questa la situazione all' interno del PD, opposizione che mente sapendo di mentire.

Speranza va a SKY e dichiara: 

«Io penso che Renzi passerà alla storia come il segretario che ha distrutto il Pd». Così Roberto Speranza intervistato da Maria Latella su SkyTg24, durante L’Intervista. «Più che un viaggio, quello di Renzi mi sembra una fuga», ha continuato, «una fuga dalle responsabilità. Il Pd è imploso e lui ha deciso di infischiarsene. Poi anche la scelta della California non si capisce. Oggi in California ci sono poche aziende finanziarie che portano il lavoro fuori dagli Stati Uniti. Anche qui occorre riflettere: non possiamo imitare modelli che non hanno funzionato». 

Ma che cavolo dici Speranza e tu Latella te la bevi ???????

Questi sono i dati USA:

http://www.foxbusiness.com/markets/2017/02/23/u-s-jobless-claims-up-four-week-average-lowest-since-1973.html

e questi i dati ed i grafici della California:

https://data.bls.gov/timeseries/LASST060000000000003

Cosa aggiungere ? I politici mentono contro i loro stessi compagni di partito e nessun giornalista pare in grado di controbattere, almeno non ho letto niente in proposito.

La California non sarà il paradiso in terra, ma la "nostra" California, ossia il Mezzogiorno, per la disoccipazione è sicuramente molto simile ad un "inferno".

VERGOGNA !!!!!

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 26 Febbraio 2017 15:16

-


 Last edited by: Bullfin on Martedì 28 Febbraio 2017 00:16, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Domenica 26 Febbraio 2017 15:08

te pareva che uno scorretto fessacchiotto non portasse come esempio qualche valorosa azienda italiana che si fa onore all'estero,il tutto non

per un dibattito serio ed oggettivo,ma per mettere in difficoltà e  ridicolizzare l'interlocutore,MR,Zibordi,docet e Bullfin l'allievo.

 

Se vuoi ti posso allungare l'elenco di aziende italiane che si fanno onore all'estero e sono tante,se non ci fossero saremmo a livelli greci

o forse peggio.

La struttura di un sistema produttivo di una nazione influenza direttamente le sue possibilità di crescita.Nell'industria italiana i settori tradizionali di base pesano per il 50% degli occupati,contro il 30%  della Germania,quindi una industria tedesca a maggior valore aggiunto.E' come una corsa tra una bicicletta e una moto.Se poi aggiungiamo il sistema politico canaglia italiano,l'evasione,l'assessore e tutti i relativi privilegi,la mafia,la corruzzione,ecc.ecc la differenza si ingigantisce. E tu pensi di risolvere i nostri problemi col ritorno alla liretta? rob de matt

 

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 26 Febbraio 2017 01:38

.


 Last edited by: Bullfin on Martedì 28 Febbraio 2017 00:16, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Domenica 26 Febbraio 2017 01:22

 "Con il sistema costituzionale che abbiamo ricevuto in eredità un governo dura al massimo uno o due anni. Nessun leader è in grado di muoversi con una visione e una pianificazione che vada oltre i sei mesi o l' anno. E questo è disastroso."

 

Gano,bendetto,però poi cadi nel  banale Bullfinismo,cioè quando c'era la lira...prima del divorzio...eravamo una potenza...quanto si stava bene,

W Craxi,cirino pomicino,de mita,ecc.ecc. dimenticando che non c'era la Cina,ecc.ecc e noi vincevamo principalmente con maglioni,scarpe e armadi.

Quindi essendo cambiato lo scenario generale,non possiamo adottare soluzioni datate e purtroppo fare la prova sarebbe molto costoso

e tornare indietro,se non dovesse funzionare,sarebbe una catastrofe.........

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Domenica 26 Febbraio 2017 01:01

Uno dei grandi problemi dell' Italia, è che negli ultimi decenni, ha negoziato e firmato un numero molto grande di accordi e trattati internazionali, senza mai considerare il reale interesse economico del paese e senza alcuna pianificazione significativa del futuro della nazione. E' per quello che oggi ci troviamo in questa situazione. Siamo passati in vent'anni da essere il secondo paese manufatturiero d' Europa dopo la Germania ad essere prossimi alla desertificazione industriale. 

 

 

Dal TTIP ci ha salvato Trump... Noi lo avremmo firmato senza fiatare.

 

E' a mio avviso un problema anche costituzionale. In Germania, come in Inghilterra, in Francia e negli USA è molto difficile, se non impossibile, sfiduciare un premier. La Merkel, come Hollande o come Obama o Trump  sono quindi in grado di fare pianificazioni a lungo termine. Con il sistema costituzionale che abbiamo ricevuto in eredità un governo dura al massimo uno o due anni. Nessun leader è in grado di muoversi con una visione e una pianificazione che vada oltre i sei mesi o l' anno. E questo è disastroso.

 

Non solo. Il premier in Italia ha molto meno potere decisionale. Per questo la riforma Renzi per quanto pasticciata avrebbe potuto cambiare le cose.


 Last edited by: Gano di Maganza on Domenica 26 Febbraio 2017 01:18, edited 3 times in total.