Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Giovedì 04 Ottobre 2018 15:24

Dipende tutto come viene fatto. Io penso che sarà molto annacquato rispetto a quanto immaginate voi, nel senso che solo una piccola parte della popolazione potrà usufruirne (almeno per ora). Secondo me un 15-20 % di tutti quelli teoricamente aventi diritto, cioè delle persone tecnicamente "disoccupate". Voglio vedere poi di quanto mi sono sbagliato.

 

Bisogna comunque vedere come sarà definito in sede di legge di bilancio. Gianlini chiedeva se sua figlia ne potrà usufruire. Ovviamente non lo sappiamo, ma è un caso interessante, fossi io il legislatore prenderei in considerazione, anche per i figli maggiorenni, il patrimonio e il reddito dei genitori: sarebbe anche legalmente sostenibile, visto che diverse sentenze di cassazione hanno ribadito l'obbligo per i genitori di mantenere figli disoccupati fino che non sia ragionevolmente completata l'età degli studi, quindi almeno 25 anni. Gian, mi spiace.... :)))))

 

L’obbligo dei genitori di concorrere al mantenimento dei figli non cessa automaticamente con il raggiungimento della maggiore età da parte di questi ultimi, ma dura, in linea di principio, finché essi non abbiano raggiunto una propria indipendenza economica.  

 

In ogni caso il reddito di cittadinanza è stato messo nel contratto di governo, quindi in un modo o nell'altro devono introdurlo, su questo non ci piove. Poi, il fatto che sia introdotto non vuole assolutamente dire che venga dato a tutti.

 


 Last edited by: Gano di Maganza on Giovedì 04 Ottobre 2018 15:30, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Giovedì 04 Ottobre 2018 14:51

25 min25 minuti fa

il cosiddetto "reddito di cittadinanza" è molto impopolare qui in Emilia, anche tra gente comunista che conosco e in genere nel Nord. Ma anche nel Sud è appena al 53%!. Centrare la finanziaria su questo, usare quel poco di deficit che hai per sussidi è un ERRORE per Salvini

 

e' vero che la misura può non essere molto popolare, ma non credo che sposti voti. Può dar fastidio, ma non ti fa modificare la preferenza.


 Last edited by: gianlini on Giovedì 04 Ottobre 2018 14:52, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lutrom on Giovedì 04 Ottobre 2018 14:35

Grazie, muschio!

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Giovedì 04 Ottobre 2018 13:49

Sottoscrivo in toto quanto scritto da Lutrom.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lutrom on Giovedì 04 Ottobre 2018 13:34

Io sono favorevole a questo governo (di cui certo vedo i difetti, non essendo io un fissato come molti qui dentro), però sono contrario al reddito di cittadinanza che potrebbe andare bene forse per paesi dove c'è maggior senso civico ma non può andar bene per l'Italia (furbi, ecc.). 

Bisogna invece agevolare il più possibile chi crea posti nel privato e non mazzolarlo come avviene oggi: lo stato invece di spendere soldi nel reddito di cittadinanza dovrebbe togliere le tasse a chi assume, per esempio, creando così lavoro VERO. 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Giovedì 04 Ottobre 2018 12:16

"Per questo penso che il reddito di cittadinanza sarà indispensabile."

 

Diamo pure il reddito di cittadinanza in previsione di questo nero futuro che verrà (forse). Nel frattempo, già da due anni ed entro i prossimi due, l'Europa avrà accumulato un bisogno di programmatori di circa un milione di unità IN PIU' di quelli che il sistema scolastico riesce  a formare. Un problema concreto non solo per l'Europa ma per molti altri paesi occidentali. Per fortuna a noi italiani poi il problema non ci sfiora nemmeno perché siamo il paese del lusso e dell'arte...

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Giovedì 04 Ottobre 2018 11:54

Il lavoro scarseggia ma aumenta il cazzeggio.

Se solo vuoi tenere aggiornato il tuo pc, il tuo iphone, il navigatore, il tablet, l'orologio che ti conta i passi etc...

ci passi la vita (a tirar le madonne).

Questo e' l'effetto piu' nefasto e funesto di internet. Ha abolito la noia che era un potente propellente per darsi da fare.

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Giovedì 04 Ottobre 2018 11:44

Semmai il paradosso è che una generazione di donne che non ha lavorato in vita sua campa benissimo di pensione, mentre la generazione successiva, di donne che hanno lavorato, avrà qualche difficoltà in più.

Gano, già ora la maggior parte delle aziende non vuole avere come dipendenti donne dai 57-58 anni in su, perchè hanno produttività più bassa, più assenze, ecc.ecc.. Fa tutto il possibile per agevolarne l'uscita.

 

 


 Last edited by: gianlini on Giovedì 04 Ottobre 2018 11:48, edited 3 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Giovedì 04 Ottobre 2018 11:41

Gianlini> "Il problema è semmai che fra 20 anni dubito che le cassiere esistano ancora...."

 

Penso anch'io, e anche moltissime altre professioni, ci saranno presto masse di persone non impiegate, ma questo non significa che il PIL debba ridursi, perché quei lavori saranno fatti comunque (dalle macchine o dall'elettronica). Per questo penso che il reddito di cittadinanza sarà indispensabile. 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Giovedì 04 Ottobre 2018 11:38

L'Idea della casa quale ricchezza e' difficilissima da smontare, un concetto che, solo in Italia, si e'

tramandato di generazione in generazione e che ci si ostina a perpetuare anche contro le attuali evidenze.

Certo, se ce l'hai in p.zza san Babila la vendi e te ne vai in un borgo a vivere di rendita (o meglio consumando il capitale),

negli altri casi ti ritrovi solo con una palla al piede che ti porta ada essere escluso anche da eventuali sovvenzioni.

Credo che il 90% delle unita' abitative in Italia gia' non vale piu' un cazzzzz, e, qualora valesse ancora qualcosa,

lo devi ai "negri".

Sui vecchi invece ci hai preso, potrebbe essere proprio quella la fonte di lavoro per gli attuali semigiovani, ma,

anche li', ce la vedi una 50enne moderna tutta abitini, profumini, palestra e corso di yoga a far quella roba li'?

Per qualsiasi lavoro ci vuole il know how, per gli altr il salario di cittadinanza.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Giovedì 04 Ottobre 2018 11:19

I vecchi di domani (giovani oggi) saranno circa la metà dei vecchi attuali e avranno TUTTI la casa di proprietà. Non c'è motivo di credere che se la passeranno tanto peggio degli attuali.

Forse l'unica cosa di cui patiranno è la mancanza di figli e nipoti ad accudirli (di cui oggi molti vecchi ancora si giovano). Ma lato economico non vedo problemi.

Anti, la casseria Auchan, eredita poi la casa dei genitori, ed è quella la sua pensione. I numeri dicono che ci sono un numero di ventenni pari alla metà dei cinquantenni. Siamo noi, che quando arriviamo a 75 avremo qualche problemino di sovraffollamento fra portatori di pannolone....(nella fascia dei nati fra il 1964 e il 1969 siamo tantissimi)

A parte che non c'è alcun motivo per cui una che fa la cassiera debba andare in pensione.....una volta che sia stufa di andare a lavorare tutti i giorni, si fa un parttime verticale e fino agli 80 è perfettamente in grado di lavorare....Il problema è semmai che fra 20 anni dubito che le cassiere esistano ancora....

 


 Last edited by: gianlini on Giovedì 04 Ottobre 2018 11:33, edited 5 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Giovedì 04 Ottobre 2018 11:19

Gian,

hai una visione molto distorta di cosa sia diventato il mondo del lavoro.

il mondo del lavoro e' diventato na' schifeza (anche nelle grande Milano che sembra cosi' frizzantina).

Tu prendi a riferimento il settore dei professionisti o piccoli imprenditori con l'aziendina di famiglia

o i dipendenti 50enni di grandi imprese.

Devi far riferimento ai grandi nuimeri che son quelli del settore pubblico, e operai o bassa manovalanza

impiegatizia del settore privato che sono la stragrande maggioranza.

Se si escule il settore pubblico, le banche (su cui pero' stanno arrivando le mazzate) e le grandi imprese,

gli altri lavoratori (in particolare quelli giovani) son tutti in situazione di m...da, e a tentare di cambiare non ci pensano nemmeno perche'

sanno benissimo che cambierebbero in peggio.

Sai quanto prende una cassiera presso auchan? 780 eur/mese e il magazziniere poco piu' di 800.

Proietta queste situazione a 40 anni e vedi cosa succede da vecchi.

Per maturare 1000 eur di pensione ci vogliono poco meno di 400.000 eur versati, e quando li versi?

 

 

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Giovedì 04 Ottobre 2018 11:14

Gianlini ,su molte cose io vado a spanne ...anzi larghe spanne.

Quindi un paese che non cresce e che privilegia i vecchi è destinato a lasciare i fichi secchi a chi rimane .

Ripeto larghe spanne ed i dettagli non mi interessano.

 

Hobi

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Giovedì 04 Ottobre 2018 10:50

"Tipo ..i nostri giovani da vecchi moriranno di fame "

e perchè?  mi sembra una affermazione piuttosto infondata

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Giovedì 04 Ottobre 2018 10:41

Il problema delle pensioni è mondiale anche perchè è stato aggravato dalla politica delle BC che per salvare l'attuale sistema superindebitato attraverso i bassi tassi, hanno conseguentemente indebolito i fondi pensioni tutti underfunded.

Sicuramente i tedeschi hanno le risorse per  risolverlo meglio degli altri.

Tipo ..i nostri giovani da vecchi moriranno di fame e quelli tedeschi tireranno la conghia.

 

Hobi