Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Mercoledì 15 Agosto 2018 12:06

FANTASTICO!!! BRAVO!!!! BIS!!!... QUESTI CI SPEDIRANNO DIRITTI ALL'INFERNO.....

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Mercoledì 15 Agosto 2018 11:37

h ... qui si passa di imbecillità assoluta in imbecillità assoluta ... dato che per amianto si calcola muoiano ogni singolo anno oltre 5.000 persone da noi e addirittura oltre 100.000 nel mondo ... ma vaffanculo

 

 

 

 

ah perchè il tuo comunismo di merda quanti morti pensi che faccia....a milioni!!!.....

per il resto Hobi ha ragione...come Anti...

Salvini sta diventando molto pericoloso (come i 5seghe), meno male che avevo avvertito questo pericolo ben prima del 4 marzo....

 

 


 Last edited by: Bullfin on Mercoledì 15 Agosto 2018 11:50, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Mercoledì 15 Agosto 2018 10:45

Hobi,ha ragione!! senza contare il monte spese,contando solo le spese di opere inutili,opere abbandonate e inutilizzate,tangenti e ruberie,

persino spese su opere fantasma come sotto,potevamo concentrare quei soldi sulla messa in sicurezza di buona parte delle strutture

pericolanti e non solo ponti.............

 

Il ponte sullo Stretto di Messina è costato 960 milioni

Venerdì 13 Gennaio 2017 20:02
 
La Corte dei Conti stila la lista dei costi dell'intero progetto dell'infrastruttura mai costruita dalla dalla costituzione della società a oggi. E non è ancora finita.


Il ponte sullo Stretto di Messina esiste solo sui rendering promozionali diffusi dalla società concessionaria e probabilmente resterà in tale forma, ma finora è costato al contribuente italiano quasi un miliardo di euro. Un record mondiale per un'opera fantasma. Nel verdetto che chiede una rapida chiusura della procedura di liquidazione della società Stretto di Messina, la Corte dei Conti ha calcolato che questa società ha speso dal 1981, anno della sua costituzione, al 2013, anno della decisione di liquidarla, 958.292 milioni di euro, cui vanno aggiunti altri sei milioni dal 2013 al 2016, perché la società esiste ancora, e spende.
I giudici hanno articolato la storia della società in sei periodi. Nel primo, dal 1981 al 2001 ha speso 74,443 milioni per studi di fattibilità, ricerca e progetto di massima. Nel biennio successivo (2002-2003) ne ha spesi altri 91,246 per il progetto preliminare e gli atti di convenzione, per poi spenderne 146,999 nel 2004-2006 per la gara di appalto, il piano finanziario, i sistemi informativi e gestionali.
La sospensione delle attività nel biennio 2007-2008 è costata, paradossalmente, 160,612 milioni. Nel 2008 sono iniziate le attività per gli accordi con i contraenti, l'aggiornamento delle convenzioni e il piano finanziario terminate l'anno successivo, che hanno comportato un esborso di 172,637 milioni. Ma il maggiore salasso è arrivato tra il 2010 e il 2013, quando la Stretto di Messina ha speso ben 312,355 milioni. Le causali sono la stesura del progetto definitivo, il monitoraggio ambientale, l'aggiornamento del piano finanziario e la stipula dell'atto aggiuntivo. Nel 2013 è stata decisa la liquidazione della società, che però è costata quasi due milioni l'anno nel 2014 e 2015 ed è prevista una spesa di 1,4 milioni per il 2016.
Ma non è tutto, perché è in corso la vertenza giudiziaria avviata da Eurolink, la società che ha vinto l'appalto per la progettazione e la costruzione del ponte, per ottenere un indennizzo per la mancata realizzazione dell'opera. Una vertenza che comporta ovviamente costi di avvocati e periti e che comporterà un esborso notevole se Eurolink vincerà la causa. La società ha chiesto, infatti, 700 milioni.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Mercoledì 15 Agosto 2018 10:25

Del dibattito sul crollo del ponte non me ne fotte niente.

Mi interessano invece  le  dichiarazioni false ,pericolose,di Salvini per cui il crollo sarebbe da ascriversi alla politica di austerità della UE..

Con i quasi 850 miliardi di spesa pubblica attuale , i governi italiani che si sono succeduti negli ultimi decenni avrebbero potuto/dovuto trovare mezzi per le criticità varie che ci sono nei terittori italiani.

Non averlo fatto è  responsabilita assoluta dell'Italia e far ricadere la colpa sulla UE è la solita bugia propagandistica di Salvini che nasce da " prima di tutto gli Italiani ",

E quando gli italiani sono colpevoli ...in realtà è colpa degli altri..

 

Hobi

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Mercoledì 15 Agosto 2018 09:51

'Gli strumenti e la tecnologia per fare controlli ci sono, ma prova a controllare tutti i viadotti, hai che, secondo gli standard attuali son tutti a rischio!

Sarebbe come annunciare, quatto quatto, l'uscita dall'euro.'

 

quello che mi è dispiaciuto è questo post di Anti ... me ne fotto di quanto 'costa', dell'euro, se la tecnologia odierna mi dice che c'è rischio si aggiusta o si demolisce, non esiste rassegnarsi alla roulette russa quotidiana per il denaro, qui siamo ormai alla follia conclamata

 

37 morti accertati senza alcuna calamità , era semplice gente di passaggio

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Mercoledì 15 Agosto 2018 07:10

io ESIGO di attraversare con la mia auto un ponte con la certezza assoluta che a meno di cataclismi eccezzionali quali bombe o un aereo che lo centra o la Terra sottostante che si squarcia io arriverò sano e salvo sulla sponda opposta ... così come esigo che la casa in cui abito o qualsiasi immobile in cui entro per qualsiasi motivo abbia lo stesso requisito di TOTALE SICUREZZA

 

 


 Last edited by: lmwillys1 on Mercoledì 15 Agosto 2018 08:50, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Mercoledì 15 Agosto 2018 06:32

anche quelli che han tirato su il colosseo son tutti morti, sticazzi chi ha edificato, qualcuno consente la fruizione del colosseo come di qualsiasi ponte, se consente e qualcuno della mia famiglia muore io lo ammazzo, non è una ipotesi, è una certezza

 

Toninelli annuncia lo stato parte civile e parla di sensori, Toninelli non è un alieno, è solo una persona normale ... e addirittura l'ameba quirinalizia che parla di DIRITTO a strutture sicure mostra segni di normalità


 Last edited by: lmwillys1 on Mercoledì 15 Agosto 2018 06:52, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Mercoledì 15 Agosto 2018 06:23

'Qui chiudo qualsiasi discussione sull'amianto che è una stronzata tipicamente italica. Chiudo, significa che considero, chi parla di amianto pericoloso, più o meno come considero un beduino al galoppo su un dromedario pieno di zecche...'

 

beh ... qui si passa di imbecillità assoluta in imbecillità assoluta ... dato che per amianto si calcola muoiano ogni singolo anno oltre 5.000 persone da noi e addirittura oltre 100.000 nel mondo ... ma vaffanculo


 Last edited by: lmwillys1 on Mercoledì 15 Agosto 2018 09:31, edited 7 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Mercoledì 15 Agosto 2018 01:27

Bell'intervento Anti....sei il migliore e il piu' onesto (per ora) dei 5seghe...

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Mercoledì 15 Agosto 2018 01:24

l'italia ha un debito elevatissimo,la colpa è del M5S,

DEL DEBITO NO, DELLO SPREAD CHE CRESCE SI

crolla un ponte pure,

DEL PONTE NO, DI AVER SOTTOVALUTATO IL PROBLEMA SI

qualsiasi cagata commessa dai delinquenti che hanno

governato sino ad ora,la colpa è del M5S,

NO MA STATE ONORANDO CHI VI HA PRECEDUTO, LORO LADRI FURBI, VOI STUPIDI IGNORANTI E TRA UN LADRO FURBO E UNO STUPIDO IGNORANTE NON SO COSA SIA MEGLIO

si può essere così deficienti ed in malafede?

SI SI CHIAMA WILLIS SPECIE SULLA MALAFEDE GUARDARE SOLO LE RESPONSABILITA' ALTRUI SUL PONTE E NON AMMETTERE CHE IL M5S NON HA FATTO NULLA ANZI AGGRAVATO LE COSE

Però c'è un risvolto positivo perchè ad ogni insinuazione

ad ogni intervento perdete un sacco di voti,sino ad arrivare a zero.

TRANQUILLO QUANDO LA GENTE AVRA' LE TASSE AUMENTANTE CAUSA SPREAD ANDRETE VIA CON GLI ELICOTTERI E VENGO A PARMA A STANARTI E CARICATI SU UNO DI QUELLI COSì CI LIBERIAMO UNA VOLTA PER TUTTE...

 

GUARDA PER EVIDENZIARE LA MIA BUONA FEDE ESPRESSAMENTE AVEVO EVIDENZIATO DI NON BUTTARLA IN POLITICA ...POI OVVIAMENTE UNO DI VOI ALTRI PROVOCATORI CAZZARI INVECE L'HA FATTO....

 

 


 Last edited by: Bullfin on Mercoledì 15 Agosto 2018 01:25, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Mercoledì 15 Agosto 2018 01:24

Adesso ha fatto il terremoto in Molise, chi sa chi sara' il colpevole? Ah saperlo!

Questa chiassosa cagnara alla ricerca del colpevole del crollo del viadotto e' davvero indegna.

Quella roba li' entro' in esercizio nel 1967, oltre mezzo secolo fa, ergo, i colpevoli son tutti morti.

Il colpevole piu' probabile sara' un capentiere che posiziono' in modo maldestro l'armatura in ferro dentro il cemento.

Quel tipo di incidente non da nessun segnale di preavviso, il pilone scoppia perche' si e' superato

il carico massimo che puo' sopportare e vien giu' tutto di schianto.

Gli strumenti e la tecnologia per fare controlli ci sono, ma prova a controllare tutti i viadotti, hai che,

secondo gli standard attuali son tutti a rischio!

Sarebbe come annunciare, quatto quatto, l'uscita dall'euro.

Il capitalismo sta arrivando al capolinea, quando sento che bisogna rilanciare i consumi (la chiamano la domanda aggregata)

metto mano alla fondina, cazzz vuoi consumare ancora? stiamo divorando l'intero pianeta.

Mettetevelo bene nella zucca (vuota) la tecnologia ha dei limiti, l'onnipotenza non e' di questo mondo.

P.S. so che fare questi calcoli ragioneristici puo' sembrare cinico, ma vi ricordo che, fino a pochi lustri fa, alla fine di ogni we

usciva il bollettino dei morti sulle strade, mediamente erano 20/30 a settimana, praticamente "crollava un ponte" ogni 7 giorni.

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Mercoledì 15 Agosto 2018 01:16

LA FAVOLETTA PER I 5 SEGHE...

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Mercoledì 15 Agosto 2018 01:03

Me ne fotto della pagina 64 (non so cos'è, non la voglio leggere e mai la leggerò). Qui chiudo qualsiasi discussione sull'amianto che è una stronzata tipicamente italica. Chiudo, significa che considero, chi parla di amianto pericoloso, più o meno come considero un beduino al galoppo su un dromedario pieno di zecche...

 


 Last edited by: Morphy on Mercoledì 15 Agosto 2018 01:11, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Mercoledì 15 Agosto 2018 00:59

questo OGGI è il coglione che hai riportato 4 volte consecutive https://www.huffingtonpost.it/2018/08/14/lex-presidente-di-confindustria-genova-sul-crollo-del-viadotto-la-mia-fu-una-provocazione_a_23502286/

 

 

bravo cretino, visto quello che è accaduto vuole togliere l'attenzione su di lui, mona. Curati te psicopatico.

 

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Mercoledì 15 Agosto 2018 00:42

'Spero sia una battuta'

 

basta leggere

pagina 64