Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: XTOL on Venerdì 18 Gennaio 2019 09:46

ahaha! sì sì, sarà un problema di qi.... ahahah!

 

 

quanto alla moralità, lascia perdere, hai sbagliato completamente bersaglio

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Venerdì 18 Gennaio 2019 09:29

Il tuo limite Xtol, è probabilmente un limite morale ( e forse anche di qi, visto che, comunque, ragionando, anche a essere immorali ci si dovrebbe arrivare ), visto che non riesci a ragionare in termini di collettività e di bene pubblico.

Deve essere il tuo egoismo di fondo. 

Se vai sull’appennino Tosco, ci sono simpatiche comunità autogestite senza tasse, luce, etc. credo ti stiano vicino, perché non ci fai un salto?

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: XTOL on Venerdì 18 Gennaio 2019 09:08

e cos'è pagare il 75% di tasse sotto minaccia di sequestro/galera?

non si chiama servitù?

ti ricordi bernard hinault, il ciclista?

"ogni 4 pedalate che faccio, 3 sono per lo stato"

 

in ogni caso, keynes è un idiota

 

 


 Last edited by: XTOL on Venerdì 18 Gennaio 2019 09:10, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Venerdì 18 Gennaio 2019 09:05

Xtol, prima lo “ stato “ per far lavorare la gente aveva due sistemi: La schiavitù, oppure le angherie ( lavori obbligatori ), entrambi assai peggiori.

2 Succende che qualcuno che si è accaparrato la terra e le risorse con vari metodi, li prende a lavorare per un tozzo di pane fino a quando sono giovani e sani, praticamente la schiavitù diventa preferibile.


 Last edited by: Tuco on Venerdì 18 Gennaio 2019 09:09, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: XTOL on Venerdì 18 Gennaio 2019 09:01

esercizio mentale interessante

 

keynes è un somaro.
1- se c'è sempre tutto il denaro necessario, il denaro non vale niente
2- eliminiamo quindi il denaro dall'"equazione" e torniamo al baratto, cosa succede? succede che i nostri disoccupati devono trovare qcn che ceda loro qcs di sua proprietà in cambio del loro lavoro.
chi gliela da?


 Last edited by: XTOL on Venerdì 18 Gennaio 2019 09:01, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Giovedì 17 Gennaio 2019 21:45

https://www.youtube.com/watch?v=zL2-likoanE

 


 Last edited by: Morphy on Giovedì 17 Gennaio 2019 21:46, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Giovedì 17 Gennaio 2019 21:29

Antitrader, questo è vero ( non alla portata di tutti ), le nuovissime generazioni son addirittura allucinanti. Ma ciò non toglie che ci siano ancora un gran numero di muratori, idraulici, intonachini, semidisoccupati; i quali per un po’ di lavoro pagato male si fanno la spola settimanale Salerno-Prato in pulmino ( casi che conosco direttamente ). Molte maestranze addirittura, dopo l’ultima crisi, si son riciclate in altri ambiti nella precarietà più nera.

Vorresti quindi dirmi che non abbiamo maestranze capaci e libere? Certo che, entro pochi anni invecchieranno definitivamente uscendo dal mercato.


 Last edited by: Tuco on Giovedì 17 Gennaio 2019 21:41, edited 4 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Giovedì 17 Gennaio 2019 21:11

Tuco,

i tempi cambiano, quando sento dire (a qualche filosofo da strapazzo) "lo diceva anche Aristotele"

mi faccio 4 risate.

Dammi retta, quelli lasciali al bar a scolarsi le birre col salario di cittadinanza, altrmenti li paghi lo stesso

e fanno pure danni.

Alla base di queste genialate rimane sempre la convinzione che fare lavori manuali si alla

portata di tutti, un par di ball! Oggi fare il cretino davanti a un pc e' alla portata di tutti, ma tirar

su un muro (o montare un rubunetto) e' alla portata di pochi, tanto e' vero che li stiamo importando tutti dalla Romania

e dalla Polonia.

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Giovedì 17 Gennaio 2019 20:30

Ho estrapolato da questa famosa intervista del K alla BBC:

giornalista Le ho chiesto da dove proviene il denaro, signor Keynes. Il denaro non c’è, e lei mi risponde che è solo una questione tecnica! Il Regno Unito la sta ascoltando.”

Keynes:  “Vi racconterò come risposi a un famoso architetto che aveva dei grandi progetti per la ricostruzione di Londra, ma li mise da parte quando si chiese:”Dov’è il denaro per fare tutto questo?”. “Il denaro? – feci io – non costruirete mica le case col denaro? Volete dire che non  ci sono abbastanza mattoni e calcina e acciaio e cemento?”. “Oh no – rispose – c’ è abbondanza di tutto questo. “Allora intendete dire che non ci sono abbastanza operai?”. “Gli operai ci sono, e anche gli architetti”. Bene, se ci sono mattoni, acciaio, cemento, operai e architetti, perché non trasformare in case tutto questo? ”. Insomma possiamo permetterci tutto questo e altro ancora.”

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Giovedì 17 Gennaio 2019 19:59

Questo è un esercizio mentale interessante; chi ha letto un po’ il Keynes forse lo conosce:

Abbiamo un gruppo di disoccupati seduti al Pub, e poco distante una montagna di mattoni inutilizzati.

Quindi a una persona con un po’ di fantasia viene in mente di dire: Facciamogli costruire un ponte ( o un monumento )!

Ed un’altro tizio, meno fantasioso, grida: Non ci sono i soldiiii!

Riflettete.


 Last edited by: Tuco on Giovedì 17 Gennaio 2019 20:01, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca1 on Giovedì 17 Gennaio 2019 19:26

ne vedremo delle belle.......

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Giovedì 17 Gennaio 2019 19:22

Tuco,in linea di principio mi sento di darle ragione ma...sentirei Traderoscar che pare abbia delle idee in proposito.

Personalmente non riesco più a pensare a soluzioni pratiche.

So solo che in un modo o nell’altro la gente non può morire di fame in un paese civile.

 

Hobi

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Giovedì 17 Gennaio 2019 17:53

"Purtroppo c'è la convinzione ,evidentemente difficile a morire ,che siccome la stamperia non costa nulla ,sia possibile costruire il ponte tra HK e Macao che nessuno utilizza e che è costato 18 miliardi di $."

 

Hobi, è ovvio che in tutte le cose, dalla costruzione dei ponti alla "stampa" di denaro ci voglia buon senso.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Giovedì 17 Gennaio 2019 17:40

Intanto ci penzo...

Ceeeerz!

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Giovedì 17 Gennaio 2019 16:44

no Tuco non è la medesima cosa.....