Genesi di un crash

 

  By: gianlini on Lunedì 10 Dicembre 2007 12:11

deve essere per questo, che mezz'ora fa si sono gettati a comprare gli indici.....

 

  By: Esteban on Lunedì 10 Dicembre 2007 12:07

^``The risk of a financial accident is vastly greater than it was three months ago,'' says Crandall, whose firm is a unit of ICAP Plc, the world's largest broker for banks and other financial institutions. ``A lot of firms are running on Plan C in dealing with the turmoil, and they don't have a Plan D.''#http://www.bloomberg.com/apps/news?pid=20601087&sid=apZNenl.ZTOI&refer=home^

 

  By: Eki on Lunedì 26 Novembre 2007 15:38

Tutto a posto, mercato 'normalizzato': sui covered bond ^problemi zero...#http://www.borsaitaliana.reuters.it/news/newsArticle.aspx?type=companyNews&storyID=2007-11-26T131300Z_01_L26640808_RTRIDST_0_COVERED-BOND-SCAMBI.XML^

 

  By: defilstrok on Venerdì 23 Novembre 2007 02:03

al momento reggono perche' tutti i mercati sono su supporti vitali e i trader "ci stanno provando".... ----------------------------------- E per forza che ci provano! Ancora solo qualche settimana fa c'era chi in questo forum diceva che il peggio è alle spalle, ridicolizzava la crisi subprime a una minutaglia di mld (un nonnnulla paragonata al PIL mondiale), tifava per una prosecuzione ininterrotta di questo meccanismo che ha portato a squilibri abnormi e a uno scollamento assurdo tra economia reale e finanza, guardava solo al lato dell'offerta e snobbava la domanda, come se l'indebitamento e il depauperamento del potere d'acquisto fossero cose "vecchie", ipotizzava un never ending carry trade, insisteva a guardare quella minchiata di inflazione "core" come se fossimo tutti qui a tradare digiuni, coi termosifoni spenti e, anziché servirci dei PC e dei telefoni, inviando piccioni viaggiatori da una parte all'altra degli oceani con le fiches nel becco. Io, si sa, non la vedo così. Soprattutto non vedo cosa ci possa essere di amorale in una correzione dei mercati soprattutto dopo la salita pazzesca che hanno percorso, se proprio non vogliamo guardare ai recenti accadimenti. Come diceva quel tipo: una recessione è sacrosanta, come è sacrosanto che salgano finalmente un po' i tassi (con buona pace di Gianlini in merito alle sue considerazioni sui rendimenti obbligazionari). Ma mi sono stufato di ripetere le stesse cose da un anno e mezzo e per questo sono intervenuto sì e no due volte negli ultimi due mesi. A riepilogare mostruosità e i tanti perché ci sta pensando benissimo il buon Zibo col suo Blog. Resta di fatto che l'Emergency Exit è stretta e da ora in poi c'è il rischio che qualcuno passi avanti calpestando tutti per uscire prima che suoni la campana antincendio. Se, come previsto a suo tempo, la lettera sugli indici contiuerà, magari col freno a mano tirato, fino a fine anno, avrò ragione nel credere che stiamo ricalcando le stesse dinamiche viste a fine 2000 (inizio della discesa gli ultimi tre mesi e poi sempre più giù).

Comprare oro è troppo da ottimisti, investo nel cibo in scatola - gz  

  By: GZ on Giovedì 22 Novembre 2007 17:32

c'è effettivamente un diluvio di notizie orribili e la citazione del giorno è questa: -------------------------------- "Comprare oro è troppo da ottimisti, io investo nel cibo in scatola" -------------------------------- questo dopo aver letto ad esempio Nouriel Roubini ieri "I now see the risk of a severe and worsening liquidity and credit crunch leading to a generalized meltdown of the financial system of a severity and magnitude like we have never observed before. In this extreme scenario whose likelihood is increasing we could see a generalized run on some banks; and runs on a couple of weaker (non-bank) broker dealers that may go bankrupt with severe and systemic ripple effects on a mass of highly leveraged derivative instruments that will lead to a seizure of the derivatives markets (think of LTCM to the power of three); a collapse of the ABCP market and a disorderly collapse of the SIVs and conduits; massive losses on money market funds with a run on both those sponsored by banks and those not sponsored by banks (with the latter at even more severe risk as the recent effective bailout of the formers’ losses by theirs sponsoring banks is not available to those not being backed by banks); ever growing defaults and losses ($500 billion plus) in subprime, near prime and prime mortgages with severe known-on effect on the RMBS and CDOs market; massive losses in consumer credit (auto loans, credit cards); severe problems and losses in commercial real estate and related CMBS; the drying up of liquidity and credit in a variety of asset backed securities putting the entire model of securitization at risk; runs on hedge funds and other financial institutions that do not have access to the Fed’s lender of last resort support; a sharp increase in corporate defaults and credit spreads; and a massive process of re-intermediation into the banking system of activities that were until now altogether securitized.

 

  By: Mr.Fog on Giovedì 22 Novembre 2007 13:32

L'unica cosa che impedisce alle borse di crollare è la sensazione o rumor che la FED tagli i tassi immediatamente -------------------------------------------------------- Puo' essere, ma al momento reggono perche' tutti i mercati sono su supporti vitali e i trader "ci stanno provando".... Questa dovrebbe pero' essere la zona di: "bastona il cane fino a che non affoga"....o qualcosa del genere, ricordi?

Le banche europee hanno sospeso il mercato delle obbligazioni sui mutui immobiliari - gz  

  By: GZ on Giovedì 22 Novembre 2007 12:53

Questo dovrebbe essere sulla prima pagina dei quotidiani oggi e il fatto che venga trattato come una notizia tra le altre è incredibile Le banche europee da Barclays a HSBC a UniCredit ieri si sono messe d'accordo per sospendere il mercato delle obbligazioni sui mutui immobiliari, i bonds che hanno creato cartolarizzando i mutui. Parliamo di un mercato da 2 mila miliardi di euro che è stato congelato. L'unica cosa che impedisce alle borse di crollare è la sensazione o rumor che la FED tagli i tassi immediatamente ---------- Europe Suspends Mortgage Bond Trading Between Banks (Update3) By Esteban Duarte and Steve Rothwell Nov. 21 (Bloomberg) -- European banks agreed to suspend trading in the $2.8 trillion market for mortgage debt known as covered bonds to halt a slump that has closed the region's main source of financing for home lenders. The European Covered Bond Council, an industry group that represents securities firms and borrowers, recommended banks withdraw from trades for the first time in its three-year history until Nov. 26. Banks are still obliged to provide prices to investors, according to the statement today. Banks including Barclays Capital, HSBC Holdings Plc and UniCredit SpA took the step as investors shun bank debt on concern lenders face more mortgage-related losses than the $50 billion disclosed. Abbey National Plc, the U.K. lender owned by Banco Santander SA, became the third financial company to cancel a sale of covered bonds in a week as investors demanded banks pay the highest interest premiums on covered bonds in five years. ``We are in a deteriorating situation,'' Patrick Amat, chairman of the Brussels-based ECBC and chief financial officer of mortgage lender Credit Immobilier de France, said in a telephone interview. ``A single sale can be like a hot potato. If repeated, this can lead to an unacceptable spread widening and you end up with an absurd situation.''

 

  By: Fortunato on Venerdì 09 Novembre 2007 19:31

No Sir, Mr Greenspan è colui che insieme al segretario al Tesoro USA del 1988/1989mha fatto saltare Gardini (Agricola Finanziaria), uno dei migliori traders al mondo di materie prime in special modo la soia, in quegli anni aveva mandato in tilt tutto il mercato della soia e fu costretto, per colpa anche dell'allora governo italiano che aveva preso per i fondelli avendo rivenduto l'Enimont con grandissima plusvalenza. Insomma era diventato proprietario attraverso i futures di tutta la soia disponibile. Fortunato

 

  By: Sir Wildman on Venerdì 09 Novembre 2007 18:27

Che fai il misterioso? :-)

 

  By: Fortunato on Venerdì 09 Novembre 2007 17:25

Sir, vuoi conoscere una vera porcata o misfatto commesso da Greenspan? Fortunato

 

  By: GZ on Venerdì 09 Novembre 2007 16:47

il dollaro sta perdendo un -1.8% sullo Yen, 110.6 possono fargli fare 109 entro domenica notte abbiamo comprato Yen e venduto Canadese questa settimana, guarda qui il rimbalzo +6.5% dal minimo

 

  By: GZ on Venerdì 09 Novembre 2007 16:06

per il dollaro è il contrario, i movimenti violenti sono spesso a ferragosto o capodanno

 

  By: gianlini on Venerdì 09 Novembre 2007 16:05

sì, ma alla vigilia di un ponte lungo la probabilità che scenda sono ridotte

 

  By: GZ on Venerdì 09 Novembre 2007 16:03

i BOT americani, i treasury bill a 3 mesi, aprono ora al 3.00% esatto, il livello più basso a cui hanno mai chiuso in agosto era 2.95% la FED tiene i tassi a breve al 4.5%, implicitamente il mercato segnala di avere bisogno di tassi intorno al 3% questo è l'indicatore da usare perchè è quello che in agosto ha indicato il patatrac se guardi il grafico vedi che ha sempre seguito fedelmente l'andamento dei tassi della FED che dal 1% nel 2002 erano saliti al 5.25% nel 2006, ma da luglio invece resta tra 1% e 1.5% sotto i tassi della FED, non è mai successo

 

  By: gianlini on Venerdì 09 Novembre 2007 15:59

zibo, è festa lunedì e anche oggi sono a metà regime anche stavolta il crash è rimandato