Genesi di un crash

Re: Genesi di un crash  

  By: antitrader on Sabato 07 Dicembre 2019 18:22

Ma no Gian,

la somaraggine e' ben piu' stratosferica, il pivello sostiene che se ad es. aumenti il

debito da 40 a 80 lo hai aumentato del 100%, mentre se lo aumenti dal 100 a 140

lo hai aumentato solo del 40%. Ergo la Francia ha fatto piu' debiti di noi (!!!)

La somma asineria di chi sostiene una cosa del genere e' del tutto evidente, quello

che conta come impatto sul pil sono i punti di pil in piu' che hai fatto di debito

che, in entranbi i casi sono 40  nel periodo in cui la Francia ci ha lasciati indietro

di 700 miliari di PIL

In ogni caso gli ho concesso le attenuanti, queste somme strnzate non frutto

del suo sacco, ma sono mutuate da noti infinocchiatori di asini che han creato

legioni di " economisti della domenica" che non sanno manco l'aritmetica.

 

Re: Genesi di un crash  

  By: gianlini on Sabato 07 Dicembre 2019 18:11

100/70 = 1,4285

135/100 = 1,35

La differenza Muschio è tale da inficiare il discorso di Anti? non mi sembra proprio....

 

Re: Genesi di un crash  

  By: antitrader on Sabato 07 Dicembre 2019 18:03

Camerata,

me se sei cosciente che il 3% e' riferito al PIL nominale come mai hai messo quel grafico?

Poi la faccenda de PIL da 70 a 100 e da 100 a 130 e' una prova definitiva che non conosci

nemmeno l'aritmetica alimentare.

Comunque adesso mi son stufato, non capisci niente di economia, di finanza, di mercati,

di aritmetica (con te mi ripiuto di usare il temine "matematica") etc.. etc.. etc...

ti lascio impigliato nelle tue righette colorate assieme a Bull, un altro che ho degradato a

somaro irreversibile.

Ciao ragazzo !

 

Re: Genesi di un crash  

  By: muschio on Sabato 07 Dicembre 2019 17:44

Non fare tu l'ennesima figura di saccente ignorante.

Il 3% di Maastricth si riferisce al pil dell'anno di riferimento e non può distinguere tra pil nominale e reale perché il pil i preso in considerazione dalla UE è sempre e solo NOMINALE, ed è ovviamente sempre e solo nominale perché non si riferisce ad una serie storica.

Ora, considerando che negli ultimi anni perfino la crescita nominale del 3% tu l'hai vista col binocolo, consegue che come sempre dimostri di avere una profonda ignoranza e parli perché sei un trombone ed è gratis.

PS: quando hai detto che passare dal 70% al 100% di aumento dle debito pubblico equivale a passare da 100% a 135%, lì hai toccato l'apice dell'ignoranza; meglio della storia dei rollaggi dei future.


 Last edited by: muschio on Sabato 07 Dicembre 2019 17:48, edited 2 times in total.

Re: Genesi di un crash  

  By: antitrader on Sabato 07 Dicembre 2019 17:32

Camerata,

ma e' mai possibile che non perdi occasione di dimostrare tutta la tua ignoranza?

Quello che hai messo e' il PIL REALE (quello depurato dall'inflazione, sai cos'e' il deflattore?)

Il 3% di Maastricht riguarda iln PIL NOMINALE il quale e' sempre stato sopra i 3% (tranne

che in qualche paese di cialtroni.

Germania, Francia e anche Spagan har raddoppiato il pil dall'inizio dell'euro nonostante la

crisi decennale (che in realta' e' stata vera crisi solo per Cialtronia).

Ciao ragzzo! Ci rinuncio, ma non per cattiveria, ma perche' i fascisti proprio non li sopporto!


Re: Genesi di un crash  

  By: Morphy on Sabato 07 Dicembre 2019 17:23

Ecco lo sapevo, prima l'Inghilterra ora la Francia, riescono a tagliare sui privilegi degli imboscati pubblici. Qui non vola mosca sia da destra, sia da sinistra. 

Re: Genesi di un crash  

  By: muschio on Sabato 07 Dicembre 2019 17:17

Grande Foibar!

Re: Genesi di un crash  

  By: muschio on Sabato 07 Dicembre 2019 17:15

"Il 3% e' un numero ragionevole perche' rappresenta un crescita dei pil nominale facile da raggiungere"

Le tue stronzate, come esempre, non necessitano di argomentazioni per essere confutate: esse sono confutate dai dati. Succome non sai leggere i dati, ti metto una figura.

Re: Genesi di un crash  

  By: foibar on Sabato 07 Dicembre 2019 17:09

C'è chi molto tempo addietro disse: "La città con la torre di ferro diventa vittima della stessa gente, accende tutto, la rivoluzione è, e tutto sta andando selvaggiamente".

Per chiarezza, e per non farvi confondere con i fatti di questi giorni, quanto detto dal sig. Irlmeier è l'epilogosolo di una serie di fatti ben più gravi.

Che sia vero o no solo vivendo lo scopriremo, chi lo sa, ma è alquanto impressionante la tensione ed il caos che aleggia su questa ns terra.

Buona Domenica

Re: Genesi di un crash  

  By: Gano di Maganza on Sabato 07 Dicembre 2019 17:01

Antitrader, sono d'accordissimo con te, Quando lo proposi, 1.100 euro di pensione per tutti e fiscalità generale, Gianlini mi saltò addosso. Forse te lo ricordi.

 

Purtroppo il software di questo forum è fatto con i piedi. Quando voglio cercare un post passato, sul mio profilo arrivo fino a 15 post indietro. Non c'è  modo di scorrere la pagina per andare ai seguenti 15 post. Quindi se ne voglio cercare uno vecchio, devo cancellare tutti gli altri fino che non lo trovo. Però a quel punto ho perso tutti i post più recenti. E certo non ho voglia di cercare thread by thread.

 

 


 Last edited by: Gano di Maganza on Sabato 07 Dicembre 2019 17:10, edited 2 times in total.

Re: Genesi di un crash  

  By: Gano di Maganza on Sabato 07 Dicembre 2019 16:59

Non mi ricordavo che fosse saltato il governo. Effettivamente Juppé ritirò il piano di riforma pensionistica.

 

Vediamo cosa succede ora.

Re: Genesi di un crash  

  By: antitrader on Sabato 07 Dicembre 2019 16:57

Il bug che c'e' in tutti i sistemi pensionistici e' la separazione tra contributi e tasse, deve essere

tutto assimiliato a fiscalita' generale e la pensione deve dinventare un supporto assistenziale.

Se sei un tizio che ha versato milioni di contributi durante la tua vita lavorativa avevi anche i soldi

per farti un fondo pensione, ergo, anche con le pensioni statali flat, saresti in una condizione

molto migliore di quelli che han passato la vita con le pezze al cul.

Tra le altre cose, siccome i contributi si deducono dall'imponibile irpef, hai che i palloni gonfiati

deducono il 42% mentre i pezzaculisti solo il 23.

Insomma, tutto fatto a vantaggio dei ricchi, ci vuole una potente dose di Comunismo da

somministrare preferibilmente con le buone ma, piu' probabilmente, con le cattive (le risaie

vietnamite).

 

 

Re: Genesi di un crash  

  By: traderosca on Sabato 07 Dicembre 2019 16:44

Gano, ti ricordo che Macron è presidente della repubblica,io ho scritto "governo" e proprio nel 1995 e saltato il governo Juppè dopo giorni

di protesta per il tentativo di riformare il sistema pensionistico.

Re: Genesi di un crash  

  By: Gano di Maganza on Sabato 07 Dicembre 2019 16:26

Tradeosca> "ma Macron ce l'ha dura perchè altri governi sono saltati nel tentativo di mettere ordine."

 

Quali governi?

 

Macron se vuole le riforme può farle, il Presidente francese ha infatti il potere di un monarca assoluto. Non può essere sfiduciato, quindi non vedo chi possa farlo saltare.

 

Il problema è un altro. Macron vuole davvero scontentare mezza Francia? Se vedi bene infatti lo sciopero è generale. Non è di categoria. Non sono i ferrovieri solo a scendere in piazza, ma tutti i sindacati.

 

Vi rammento che al quesito "Approuvez-vous le projet de loi qui autorise la ratification du traité établissant une Constitution pour l'Europe?" il 55% dei votanti francesi ha risposto "Non"


 Last edited by: Gano di Maganza on Sabato 07 Dicembre 2019 16:31, edited 2 times in total.

Re: Genesi di un crash  

  By: traderosca on Sabato 07 Dicembre 2019 16:21

" Solo che loro non sono infestati da ladri, corrotti e corruttori

come noi e quindi rimangono ancora in piedi, pero' Macron sa che e' arrivato il momento di metterci

mano, ma, siccome non e' un cialtrone come i nostri sa anche che per diminuire la tassazione

devi diminuire anche la spesa pubblica, e, se hai i ferrovieri che vanno in pensione a 50 anni, mi

sembra proprio il caso di iniziare da li'."

 

Anti, non sono infestati da ladri,corrotti e corruttori come noi,ma come noi per avere consenso i governi precedenti hanno esagerato

coi privilegi a numerose categorie. Non solo i ferrovieri vanno in pensione a 50 anni,gli statali ad esempio vanno in pensione co la media

dello stipendio degli ultimi sei mesi e così hanno creato 42 categorie di pensioni,facendo a gara  chi ha più privilegi. Penso che un po'

d'ordine sia necessario,ma Macron ce l'ha dura perchè altri governi sono saltati nel tentativo di mettere ordine.