Genesi di un crash

è possibile avere un crash del -6 o -10% per ragioni artificiali, - gz  

  By: GZ on Domenica 29 Luglio 2007 01:18

J-trader negli ultimi cinque anni non si è mai rallentato come è successo negli ultimi due giorni, comunque Interactive Brokers non ha avuto problemi e il vero casino è stato sul lato delle azioni americane al NYSE dove è successo di tutto, vedi qui sotto Jim Cramer che lamenta la manipolazione, specialmente negli ultimi 15 minuti di venerdì sera Qualche mese fa il NYSE è diventato anche lui elettronico per la prima volta nella storia per cui ora non ci sono più gli "specialisti" che possono tenere fermo un titolo quando c'è uno squilibrio tra vendite e acquisti. E la settimana scorsa è stata eliminata la "regola dell'up tick" introdotta dopo il crac del 1929 che impediva di vendere al ribasso i titoli sui "downtick". (In America, dove si è sempre venduto al ribasso ogni titoli anche con margine di 4 a 1, per impedire un crash si consentiva di farlo solo se c'era un compratore sotto, cioè bisognava che qualcuno avesse comprato facendo segnare una quotazione più alta di un tick per poter vendere "short" un azione. Se tutti stavano solo vendendo "short" (CHE E' DIVERSO DA VENDERE) dovevi fermarti ed aspettare che un compratore entrasse per un momento. Dalla settimana scorsa invece di nuovo non aspetti e puoi vendere "short" senza fermarti e travolgere tutto in fretta) Queste due modifiche tecniche creano la premessa per un crac "artificiale" tipo -10% in un solo giorno. Bisogna stare attenti perchè quando si comincia a liquidare è possibile avere un crash per ragioni artificiali con tutti questi ETF, derivati e future che ci sono ora. Nel 1989 il crash fu un -19% in un giorno perchè avevano appena introdotto i futures e opzioni su indici e non avevano capito che se tutti mettevano ordini in stoploss un cedimento del -4% veloce poteva accellerare di colpo quanto tutte le stoploss venivano prese I ribassisti ora comprano Put su singoli titoli e poi spingono giù vendendo short l'ETF del settore o il future (che comprende anche il titolo) perchè non richiede molti soldi (specie in chiusura) e il costo di mandare giù del -3% un ETF è più che compensato dall'incremento della put ---------------------------------- Disorderly Selloff Underscores Lack of Human Touch By Jim Cramer 7/27/2007 6:51 PM ^Manipulation. Cheating. Phony numbers. No specialists. No break in the action#http://www.thestreet.com/p/rmoney/jimcramerblog/10370851.html^ A fast market in the last 15 minutes where you couldn't keep up with the prices. A 15-minute break where the prices were wrong on your screen when it was going down and looked like it was going up. Sorry. This is about as phony a market as I have ever seen. If there were any refs, they would have stopped play and thrown people out. Now, look, I understand, if I were short, it would be nirvana. If I were short I would say, "Look, we got there by hook or by crook." I am telling you that much of it was the latter. It hasn't been since 1987 that I have seen a market so easily overwhelmed by the futures selling. Except back then we didn't have ETFs that could blast things down. I saw traders buying puts and then blasting down stocks with ETFs where you don't have to wait for a buyer to bring it back up. (Scott Rothbort has done good work on that.) I saw a total absence of buyers because the speed of the decline was too great. Had there been specialists, I believe they would have halted some trading for order imbalances, so those of us who might have wanted to take advantage of the declines could put money to work. Nah. It went down, crushed, mutilated, and no one could get in who might have wanted it. Now here's what has to happen. We need total panic at this point to create any sort of tradeable low. We open up Monday, and I think it could be a joke, a setup. If we open higher, you actually need to sell what you might have bought when you picked, if you pick like me. Because without a moment when the sellers are finished or the buyers have had time to find levels and put in orders, we are going to go down a thousand points in a heartbeat. I never use terms like that wildly. This is a market that is not nearly as healthy as the stocks or the companies underneath it. In February when we had the glitch, I excused it -- even as it made people make decisions that were hopelessly wrong. The fact that it happened again makes me not trust the system. I believe it might have happened yesterday too, but no one wanted to acknowledge it. You should be infuriated. I know I am. I am not saying stocks "deserved" to go up; I am not that stupid. I am simply saying that if they are going down, at least try to make it orderly so we have time to think about what to do and not be stampeded out of the game by endless fear.

 

  By: hans on Sabato 28 Luglio 2007 10:37

Per quanto ne sapevo io Amibroker mi pareva fosse pricipalmente un software di charts, che poteva essere alimentato da vari data providers. Non mi risulta essere una piattaforma di negoziazione (..almeno). X-Trader è la piattaforma più usata in assoluto dai clienti istituzionali che operano in derivati e dagli "high volume traders" visto il suo costo mensile, piuttosto esoso (si parte da circa 650 $ mensili per un solo exchange). Ha una velocità di esecuzione attorno ai 100 millisecondi e ti consente di fare meno "queue" Insomma hai degli eseguiti più rapidi e fai meno coda. Hanno da poco aggiunto un software per i grafici, abbastanza modesto Inoltre è l'ideale per lo spread trading P.s.: XTrader (Trading Technologies) è quella che per intenderci ha fatto causa a tutte le altre piattaforme di negoziazione, per la violazione del Patent sul Dom ( causa vinta contro Pats (J Trader) e persa all'appello con CQG) In pratica loro hanno rivendicato di essere i creatori del DOM verticale statico e hanno vinto quasi con chiunque

 

  By: Esteban on Venerdì 27 Luglio 2007 23:40

Sera hans, non la conosco X trader , o meglio l'ho appena guardata ora , rispetto ad amibroker è molto meglio ?

 

  By: hans on Venerdì 27 Luglio 2007 22:29

CQG è una piattaforma eccellente, appena un gradino sotto X-Trader Se Le interessa la sola negoziazione futures le consiglio di testarle entrambe per almeno tre/quattro mesi. X trader necessita di una connessione ADSL praticamente perfetta, altrimenti potrebbe sperimentare dei freeze. E' superba per lo spread trading. J-Trader è un vero cesso. E'la più diffusa nel mondo del retail ma perchè costa una pippa. Pats system ha una tecnologia obsoleta e imprecisa. Decisamente con CQG ha fatto un salto di qualità. Complimenti ---------------------------------------------------------------------- Questo weekend mi imparo a usare la piattaforma di CQG per il trading che dicono è la più robusta 27 July 2007 16:16 ho protestato perchè ieri il J-Trader nei momenti di picco si rallentava e mi dicono che ieri per i futures a Chicago hanno avuto il secondo massimo volume di contratti della storia della storia ! e il J-trader per i future è la piattaforma più collaudata del mondo e sui futures sono più robuste che non sulle azioni ieri non era nemmeno un crash gli indici USA perdevano dei -2.5% come futures, massimo -3% il Russell il giorno del crash vero, tipo -6% o -8% degli S&P questa volta le piattaforme si bloccano a mio avviso e la gente non riesce a mettere gli ordini ed uscire

 

  By: Esteban on Venerdì 27 Luglio 2007 18:43

Zibordi l'ha mai provato Amibroker ?

 

  By: GZ on Venerdì 27 Luglio 2007 18:18

Questo weekend mi imparo a usare la piattaforma di CQG per il trading che dicono è la più robusta

Questa volta le piattaforme si bloccano - gz  

  By: GZ on Venerdì 27 Luglio 2007 18:16

ho protestato perchè ieri il J-Trader nei momenti di picco si rallentava e mi dicono che ieri per i futures a Chicago hanno avuto il secondo massimo volume di contratti della storia della storia ! e il J-trader per i future è la piattaforma più collaudata del mondo e sui futures sono più robuste che non sulle azioni ieri non era nemmeno un crash gli indici USA perdevano dei -2.5% come futures, massimo -3% il Russell il giorno del crash vero, tipo -6% o -8% degli S&P questa volta le piattaforme si bloccano a mio avviso e la gente non riesce a mettere gli ordini ed uscire

 

  By: GZ on Giovedì 26 Luglio 2007 19:39

le piattaforme di trading si stanno intasando

 

  By: fcoa on Giovedì 21 Giugno 2007 19:34

prima ne piazzano un pò....

Ora dovranno ammettere le perdite sui mutui cartolarizzati in USA ? - gz  

  By: GZ on Giovedì 21 Giugno 2007 19:22

ci sono fondi, fondi hedge, banche e altri che hanno comprato miliardi di CDO solo che a differenza delle azioni pirelli o microsoft o del dax NON SAI A CHE PREZZO POSSONO ESSERE VENDUTI sui giornali o su internet non trovi le loro contrattazioni, occorre che qualcuno si faccia avanti e faccia un prezzo, fino ad allora metti a bilancio quello che hai pagato e stai tranquillo, il bello di comprare derivati è questo, che se sei in perdita non lo mostri se questi due fondi liquidano a prezzi di saldo 1 miliardo di CDO su mutui di colpo hai un prezzo a cui poi tutti gli altri portafogli di CDO di mutui subprime verrano valutati e di colpo tanti fondi e banche dovranno ammettere le perdite -------------------------- Bear Stearns Fund Collapse Sends Shock Through CDOs By Mark Pittman June 21 (Bloomberg) -- Merrill Lynch & Co.'s threat to sell $800 million of mortgage securities seized from Bear Stearns Cos. hedge funds is sending shudders across Wall Street. A sale would give banks, brokerages and investors the one thing they want to avoid: a real price on the bonds in the fund that could serve as a benchmark. The securities are known as collateralized debt obligations, which exceed $1 trillion and comprise the fastest-growing part of the bond market. Because there is little trading in the securities, prices may not reflect the highest rate of mortgage delinquencies in 13 years. An auction that confirms concerns that CDOs are overvalued may spark a chain reaction of writedowns that causes billions of dollars in losses for everyone from hedge funds to pension funds to foreign banks. Bear Stearns, the second-biggest mortgage bond underwriter, also is the biggest broker to hedge funds. ``More than a Bear Stearns issue, it's an industry issue,'' said Brad Hintz, an analyst at Sanford C. Bernstein & Co. in New York. Hintz was chief financial officer of Lehman Brothers Holdings Inc., the largest mortgage underwriter, for three years before becoming an analyst in 2001. ``How many other hedge funds are holding similar, illiquid, esoteric securities? What are their true prices? What will happen if more blow up?'' Shares Fall Shares of Bear Stearns, the fifth-biggest U.S. securities firm by market value, and Merrill, the third-largest, led a decline in financial company stocks yesterday, and the perceived risk of owning their bonds jumped on concerns losses related to subprime home loans may be bigger than initially thought. Both companies are based in New York. The perceived risk of owning corporate bonds jumped to the highest in nine months today. Contracts based on $10 million of debt in the CDX North America Crossover Index rose as much as $10,000 in early trading today to $178,500, according to Deutsche Bank AG. They retraced to $171,500 at 8:28 a.m. in New York. U.S. Securities and Exchange Commission Chairman Christopher Cox said yesterday that the agency's division of market regulation is tracking the turmoil at the Bear Stearns fund. ``Our concerns are with any potential systemic fallout,'' Cox said in an interview.

 

  By: fcoa on Giovedì 21 Giugno 2007 12:59

c'è poi la storia di bear s. con due HF a rischio....

 

  By: GZ on Giovedì 21 Giugno 2007 11:33

Questo è il governatore della Banca d'Inghilterra oggi che ^avverte la City del pericolo dei mutui tossici#http://www.telegraph.co.uk/money/main.jhtml?xml=/money/2007/06/21/cnboe121.xml&CMP=ILC-mostviewedbox^ contenuti nei CDO

 

  By: GZ on Giovedì 21 Giugno 2007 11:29

nel 2000 era il pubblico che comprava in borsa, era un fenomeno "di massa", gente non professionista che si illudeva ora sono le grandi banche che danno via miliardi a KKR, Apax Blackstone, a migliaia di heddge fund e alle stesse aziende per comprare tonnellate di azioni, è un fenomeno tutto nell'ambito della grande finanza professionale cioè il rischio oggi sono i 1.700 miliardi di crediti erogati solo negli ultimi 3 mesi

 

  By: Gano* on Giovedì 21 Giugno 2007 10:22

Sui massimi del 2000 solo 5 azioni a New York avevano un rating sell e tutti (o quasi) parlavano di inesauribile cavalcata delle borse...

 

  By: shabib on Giovedì 21 Giugno 2007 10:12

Stimatissimo G.Z. , e' vero ; hanno messo in moto un meccanismo di cui anche parecchi di loro temono di perderne il controllo...e' veramente il piu' grande esperimento finanziario di tutti i tempi ,sia sotto l'aspetto della massa di danaro internazionale e di popolazione coinvolta che concettualmente , cioe' la pseudo-moneta-globale....certo , secondo le regole della vecchia finanza piu' sono grandi le bolle e piu' e'grande il disastro al loro scoppio...credo che vogliano testare se il sistema di protezione finanziario globale funziona.....hai messo lo stop - loss ?