L'oro un difensivo? Nah ...

Re: L'oro un difensivo? Nah ...  

  By: XTOL on Lunedì 10 Febbraio 2020 17:09

le magnifiche sorti e progressive degli eurocoriandoli

 

Re: L'oro un difensivo? Nah ...  

  By: gianlini on Giovedì 06 Febbraio 2020 07:26

Ecco perchè oggi il DOW fa il record storico!!

Re: L'oro un difensivo? Nah ...  

  By: pana on Giovedì 06 Febbraio 2020 07:16

e vabbe...ma mica gli hanno fatto il voodooo agli aerei boeing?

non e  possibile che ogni 3,4 giorni se ne rompa uno !!!!

un altro incidente...

stavolta si e' rotto in 3 parti a instambulll

 

https://www.youtube.com/watch?v=F2ptkRckm_0

Re: L'oro un difensivo? Nah ...  

  By: XTOL on Venerdì 31 Gennaio 2020 07:37

!

Re: L'oro un difensivo? Nah ...  

  By: pana on Venerdì 31 Gennaio 2020 07:17

il super mega top arci giga extra top arci mega trader

LARRY WILLIAMS fa le sue previsioni peri mercati del 2020

compreso l oro per restare in topic

da vedere

https://www.youtube.com/watch?v=uAcmxy0eUGQ&t=364s

Re: L'oro un difensivo? Nah ...  

  By: Gano di Maganza on Giovedì 30 Gennaio 2020 11:27

Non è quello. È quello che hai scritto nel tuo post che mi sembra una stupidaggine. 


 Last edited by: Gano di Maganza on Giovedì 30 Gennaio 2020 11:52, edited 3 times in total.

Re: L'oro un difensivo? Nah ...  

  By: gianlini on Giovedì 30 Gennaio 2020 10:03

Essendo una delle conseguenze del ritorno alla lira,  c'entra esattamente come la tua affermazione l

Re: L'oro un difensivo? Nah ...  

  By: Gano di Maganza on Giovedì 30 Gennaio 2020 09:01

Cosa c'entra? 

Re: L'oro un difensivo? Nah ...  

  By: gianlini on Giovedì 30 Gennaio 2020 08:49

E anche il 70 % dei pensionati, tenuti in vita da dozzine di pillole al giorno, che ora pagano poco o niente.

A parte il SSN senza soldi, chi glielo fa fare alle aziende farmaceutiche di vendere in Italia a 10 quello che possono vendere all'estero a 20?

 

Le 13 italiane

Il rapporto Nomisma si basa sui dati di tredici aziende “made in Italy” aderenti a Farmindustria: Abiogen Pharma, Alfasigma, Angelini, Chiesi, Dompé, Ibn Savio, Italfarmaco, Kedrion, Mediolanum, Menarini, Molteni, Recordati e Zambon. “Aziende – sottolinea Nomisma – tipiche del nostro capitalismo farmaceutico, caratterizzate dal controllo familiare e dalla pervicace volontà di mantenere in Italia buona parte della ricerca e della produzione, nonché la principale sede legale”.

I ricavi

L’analisi mette a confronto i risultati raggiunti da queste aziende – chiamate nel report le “Fab13” – nel 2007 e nel 2017. Un decennio di successi, nonostante la crisi economica. Nel 2017 le aziende italiane hanno incassato ricavi aggregati per oltre 11 miliardi di euro contro i 6,1 miliardi del 2007 (70,3%), grazie soprattutto all’espansione dei ricavi esteri.

Export e primati

Ancora più marcata è la crescita delle esportazioni: sono aumentate del 106,9% in dieci anni e valgono 24,8 miliardi di euro, cioè il 5,8% dell’export di tutto il manifatturiero italiano. Un trend che ha portato la bilancia commerciale del settore in positivo di quasi un miliardo di euro. E il 2017 è stato l’anno in cui l’Italia ha sorpassato la Germania per la produzioni di medicinali (31,2 contro 30 miliardi di euro), conquistando la vetta. “Un primato – rileva Nomisma – a cui hanno contribuito senza dubbio le importanti multinazionali presenti in Italia, ma al contempo un successo reso possibile dagli elevati ritmi di crescita, dalla redditività, dall’innovazione e dalla capacità di internazionalizzazione di numerosi gruppi medio-grandi, aventi proprietà ed headquarter italiani”.


 Last edited by: gianlini on Giovedì 30 Gennaio 2020 08:59, edited 8 times in total.

Re: L'oro un difensivo? Nah ...  

  By: Gano di Maganza on Giovedì 30 Gennaio 2020 08:44

Ritornassimo alla lira sparirebbero il 70% degli immigrati. 

Re: L'oro un difensivo? Nah ...  

  By: gianlini on Mercoledì 29 Gennaio 2020 12:52

Rimesse cinesi, non si arresta il crollo: -44% nel primo semestre 2017

di Andrea Gagliardi

https://www.ilsole24ore.com/art/rimesse-cinesi-non-si-arresta-crollo-44percento-primo-semestre-2017-AEPq2HwC

 

Migranti, boom delle rimesse verso i Paesi d'origine. Ma scompaiono i cinesi

I più generosi sono i bangladesi: risparmiano anche gli spiccioli e ogni mese spediscono a casa oltre 460 euro. Dietro di loro, romeni, filippini, pachistani. Dopo anni di secca, torna a ingrossarsi il fiume di denaro che scorre dall'Italia verso i Paesi d'origine dei migranti: ben 6,2 miliardi di euro nel 2018. In media ogni straniero invia in patria poco più di 1.200 euro l'anno. Con un giallo: la Cina. Dopo aver spadroneggiato per anni, oggi il Paese del Dragone scompare tra i primi venti Paesi di destinazione delle rimesse.

 

https://www.repubblica.it/cronaca/2019/04/12/news/aumento_rimesse_stranieri_dall_italia-223837426/


 Last edited by: gianlini on Mercoledì 29 Gennaio 2020 12:54, edited 2 times in total.

Re: L'oro un difensivo? Nah ...  

  By: antitrader on Mercoledì 29 Gennaio 2020 12:49

Mai incrociato un individuo piu' stupido.

Alla prx.

 

Re: L'oro un difensivo? Nah ...  

  By: XTOL on Mercoledì 29 Gennaio 2020 12:43

Re: L'oro un difensivo? Nah ...  

  By: gianlini on Mercoledì 29 Gennaio 2020 12:39

Xtol, si sa benissimo che da qualhe anno sono crollate le ingentissime rimesse dei cinesi che prima passavano per i canali jufficiali

La notizia riportata da Pana è molto significativa. Idiota!

 

Re: L'oro un difensivo? Nah ...  

  By: XTOL on Mercoledì 29 Gennaio 2020 12:37

!